Lost



10
gennaio

DM LIVE24: 10 GENNAIO 2012. STUDIO APERTO KO, OSSIGENO PER CANALE 5, ALCATRAZ NON E’ SIMILE A LOST, LIPPI E I VIP DA FUNERALE

Diario della Televisione Italiana del 10 Gennaio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Studio Aperto KO

Tyrael87 ha scritto 9 gennaio 2012 alle 00:56

L’edizione serale di Studio Aperto dell’8 Gennaio è da dimenticare… anticipazioni senza audio, telegiornale vero e proprio rimandato per motivi tecnici, scaletta stravolta (invece che con la cronaca partono con un servizio dedicato ai bambini “speciali”), pubblicità su pubblicità all’inizio (in totale avranno mandato almeno 3 volte il promo di Madagascar e Yu-Gi-Oh)

  • Alcatraz non è simile a Lost

AnTo ha scritto alle 16:36

(TMNews) – Alcatraz, serie televisiva fantascientifica in onda sulla rete Fox dal prossimo 16 gennaio e, in Italia, su Premium Crime dal 30 dello stesso mese, non è simile a Lost nonostante sia ambientata su un’isola misteriosa. A fare la dovuta precisazione è J.J. Abrams, regista e co-ideatore di Lost e produttore esecutivo anche della nuova serie ambientata sull’isola nella baia di San Francisco.

  • XIII Apostolo, ossigeno per Canale 5

Alessandro ha scritto alle 16:52

Stamattina (ieri, ndDM) Claudio Gioè è stato ospite a Forum. La Dalla Chiesa lo ringrazia: “Con gli ascolti che avete fatto sei venuto a portare un po’ di ossigeno anche a noi!!”.

  • Lippi e i vip da funerale

pippo ha scritto alle 20:03




28
ottobre

LOST SU RAI4: LA SERIE CULTO RIPARTE IN ACCESS PRIME TIME DALLA PRIMA STAGIONE.

Lost su Rai4

Un altro tassello viene collocato nel perfetto mosaico di Rai4: Lost debutta questa sera sulle frequenze del digitale terrestre nell’insolito slot dell’access prime time con cadenza quotidiana a partire dalla prima stagione. Si sa, ormai il futuro è del digitale, ed il canale diretto da Carlo Freccero si conferma uno dei più all’avanguardia dell’intera piattaforma potendo contare su un’intelligente programmazione che strizza l’occhio agli appassionati di serialità americana.

In una recente intervista, peraltro, il direttore ha parlato proprio dei “quattro quadranti” in cui si articola il palinsesto dell’emittente: sci-fi, teen, seralità d’autore e produzioni indipendenti (quest’ultimo, a dir la verità, è ancora in fase di studio) ed ha definito Lost “la serie dispositivo che incrocia tutti i quadranti che ho costruito e che esplicita bene cosa significa programmazione culto”.

C’è grande curiosità di capire se l’ascolto ottenuto dalla serie sarà in linea con gli alti parametri raggiunti da Rai4, che arriva a sfiorare l’1% di share in prime time, e si rivelerà all’altezza di un prodotto tanto popolare ed apprezzato quanto penalizzato nella collocazione e nei risultati ottenuti nella programmazione in chiaro. Più che ai fedelissimi (che magari guarderanno sporadicamente qualche episodio), crediamo che la scelta di Freccero abbia lo scopo di permettere a coloro i quali hanno sentito parlare di Lost – ma non l’hanno mai seguito – di appassionarsi alle avventure dei naufraghi sopravvissuti alla caduta del volo Oceanic 815.


21
settembre

THE EVENT: ARRIVA SU JOI IN CONTEMPORANEA CON GLI STATES LA SERIE TV “EVENTO” DELLA STAGIONE.

The Event

Il countdown sta per terminare. Dopo una massiccia campagna pubblicitaria,  arriva l’ “evento” più atteso dagli aficionados della fiction made in Usa. Parte stasera, infatti, alle 21.00 su Joi, The Event, la nuova serie televisiva americana targata NBC che strizza l’occhio ai nostalgici di Lost, proponendosi come degno sostituto della serie che ha lasciato con il fiato sospeso, per ben 5 anni, i telespettatori di mezzo mondo.

Quasi in contemporanea con gli States per ovviare al rischio spoiler, il canale a pagamento di Mediaset Premium propone (a distanza di un solo giorno rispetto agli Usa), la puntata pilot in lingua originale con i sottotitoli in italiano, mentre le puntate doppiate andranno in onda a partire dal 28 settembre. Un metodo già sperimentato da Sky proprio con Lost, trasmesso in Italia su Fox HD solo dopo 24 ore dalla trasmissione americana. In seguito la serie andrà in onda ogni martedì con due episodi, uno in originale con i sottotitoli, l’altro, doppiato, ripreso dalla settimana precedente. The Event è un thriller cospirativo incentrato sulla vita di Sean Walker (Jason Ritter), un ragazzo che, indagando sulla misteriosa scomparsa della sua fidanzata Leila (Sarah Roemer), finisce per svelare involontariamente la più grande cospirazione della storia degli Stati Uniti. Sean si troverà a fronteggiare una serie infinita di misteri ed entrerà in contatto con persone di ogni tipo, dal Presidente americano Elias Martinez (Blair Underwood) a Sophia Maguire (Laura Innes), fino al padre di Leila (Scott Patterson). Ma come recita il promo della serie, né il complotto contro Sean, né la scomparsa di Leila sono l’Evento.

Un misto di giallo, thriller, romanticismo e un pizzico di fantascienza, grazie al sussegursi di enigmi, misteri, cospirazioni ed intrighi, che promette di lasciare i fans del genere incollati al teleschermo. Già paragonato dalla critica americana proprio alla serie televisiva creata da J.J. Abrams, a causa del frequente ricorso a flashback e all’elevatissimo di eventi misteriosi, The Event si differenzia dalla serie “sui naufraghi”, per una trama complessa in cui, però, ogni enigma trova una risoluzione quasi immediata, lasciando il posto ad nuovo ed appassionante mistero.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,





30
agosto

EMMY AWARDS 2010: VINCITORI E VINTI. A BOCCA ASCIUTTA LOST E HOUSE. DUE PREMI PER GLEE. MIGLIOR DRAMA E’ MAD MEN

Emmy Awards 2010 (Modern Family best comedy)

E anche per quest’anno è andata: la notte degli Emmy 2010 si è conclusa alle 5 del mattino (ora italiana). La manifestazione, che assegna gli Oscar Tv statunitensi, si è tenuta al Nokia Theatre di Los Angeles e, come in ogni “competizione” che si rispetti, non sono mancate sorprese, colpi di scena e premiazioni inaspettate: serie televisive amatissime in Italia (e non solo) come Lost (12 candidature) e House MD sono rimaste a bocca asciutta ed anche una sit-com come 30 Rock, che aveva spadroneggiato nelle precedenti edizioni, si è ritrovata a mani vuote al termine della manifestazione.

Tra momenti esilaranti, toccanti (ricordo musicale di attori e sceneggiatori recentemente scomparsi come Gary Coleman), celebrativi (il premio “Bob Hope” per l’impegno umanitario consegnato ad un emozionatissimo George Clooney e l’intermezzo musicale in ricordo di serie ormai concluse come Lost, 24 e Law and Order) e tante, troppe pause pubblicitarie sono state assegnate le celeberrime statuette.

In termini assoluti, i vincitori sono stati:

Modern Family della ABC come Migliore Comedy.

Mad Men,  in onda su AMC, come Miglior Drama.

Temple Gardin, trasmesso da HBO, tra i Film Tv.

The Pacific, anch’esso prodotto HBO, tra le Miniserie.


8
luglio

DM LIVE24: 8 LUGLIO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Talmente vecchie che erano in prima tv

Mattia Buonocore ha scritto alle 17:29

Marco Castoro scrive: PERCHÉ LOST? – Lost porta Raidue a picco. Deludente ascolto delle tre puntate andate in onda lunedì sera: solo il 7,82 di share, fanalino di coda della serata (vinta addirittura da una replica del Medico in famiglia). Viene da chiedersi a cosa serva mandare in onda puntate così vecchie del popolare telefilm, quando tutti gli appassionati hanno già visto (su Fox o scaricato da internet) le serie successive? Misteri Rai.

  • Amen

mcooo ha scritto alle 13:43

Alba Parietti: “La mia erede e’ solo Belen“.

  • Soddisfazioni

lauretta ha scritto alle 14:44

La conduttrice di Cominciamo Bene, Elsa di Gati, rimasta a spasso da quando la sua trasmissione (cambierà persino nome) é stata affidata ad Andrea Vianello, ha trovato una nuova collocazione: affiancherà Michele Mirabella ad Elisir. (Italia Oggi)

  • Beh, ora torna a casina tua!

lauretta ha scritto alle 20:33Claudia Mori a Tgcom: “Penso comunque che nella nuova giuria di Xfactor ci siano delle idee. La Tatangelo è un idea carina. La Maionchi rappresenta la continuità. Elio mi piace, é talmente bravo e intelligente che andrà bene anche lì. Hanno creato un cambiamento, mi pare giusto. Xfactor come talent per me è migliore, è ben fatto. Poi avete visto Morgan con quanta passione e competenza proponeva canzoni che in tv abitualmente non si sentono”.





4
giugno

ASCOLTI USA STAGIONE 2009/10: AMERICAN IDOL SEMPRE AL NUMERO 1. NCIS PRIMO TRA I TELEFILM, HOUSE ASSENTE DALLA TOP 20

Ascolti Usa stagione 09/10 (AMERICAN IDOL)

American Idol per l’intrattenimento, NCIS per i telefilm sono i vincitori della stagione tv americana 2009/10. Il talent show più famoso al mondo, in particolare, risulta il programma più visto in assoluto, e nel target 18-49, con oltre 25 milioni di spettatori. Seppur con un ascolto in calo rispetto al passato, lo show con Simon Cowell occupa le prime posizioni della classifica con i due appuntamenti settimanali.

Al terzo posto, tra i programmi più visti, svetta la versione locale di Ballando con le stelle, seguita dall’appuntamento del sabato con il football di NBC. Solo la quinta piazza per il telefilm che ha raccolto più spettatori, NCIS, seguito dalla novità Undercover Boss e da The Mentalist che rifila un milione di spettatori a CSI. Assente dalla top 20 il Dr House, ottavo nella classifica dei programmi più visti nella fascia 18-49 anni, così come l’ultima stagione di Lost che nei 18-49 anni ottiene la sesta posizione (pari merito con Grey’s Anatomy). Al nuovo Merlose Place va la palma di telefilm meno visto con 1,3 milioni di spettatori di media raccolti su The CW.

Per quanto riguarda i network, leader per la settima volta in otto anni, con un rating del 7.2% (12% di share), è CBS, che altresì agguanta una serie di primati. Il canale del gruppo Viacom ha trasmesso il  programma di informazione (60 minutes), il drama e  la sitcom (Due Uomini e mezzo) più vista in assoluto e nei 18-49 anni (The Bing Bang Theory) ma soprattutto, quest’anno, ha ospitato il programma più visto della storia della televisione americana, il Super Bowl che ha totalizzato 106,5 milioni di spettatori. Non solo, ha quattro programmi tra i dieci più guardati nella fasce ad ampio reddito, e altrettanti ai primi posti della classifica dei nuovi show. CBS non riesce ad imporsi nel target 18-49 dove è seconda con il 3.2% di rating (9% di share), alle spalle di FOX (rating 3.7%, share 10%).


25
maggio

ESTATE: LA TV CHE APRE PER FERIE

Venerdì scatta l’ora X. Si chiude, insieme alla “seconda garanzia”, la stagione TV 2009/2010. Arrivederci, dunque, ai grandi eventi, alle fiction in prima tv, e al via, come tradizione, la consueta overdose di repliche mixata con alcune novità da guardare sotto l’ombrellone. Se, tra un paio di settimane, a farla da padrone nel palinsesto saranno, com’è inevitabile, i mondiali di calcio del Sudafrica che per un mese ci accompagneranno nell’avventura calcistica dei nostri azzurri su Raiuno e su Sky, non mancheranno comunque programmi e serie televisive pensate ad hoc per assicurare intrattenimento a chi non spegne la tv durante il solleone.

Si parte già dalla prossima settimana con i grandi eventi che Raiuno, da anni, ci propone in prima serata durante il mese di giugno: si comincia sabato 6 con “Lo spettacolo sta per iniziare” show musicale in cui Antonella Clerici, coadiuvata da tanti ospiti musicali, ta cui Riccardo Cocciante, in diretta dall’Arena di Verona presenta un’anticipazione della prossima stagione lirica, per poi proseguire, sulla stessa rete, il 20 con il tradizionale appuntamento con “Una voce per Padre Pio”, condotto da Massimo Giletti che ritroveremo, dieci giorni dopo, come annunciato, sul palco di Jesolo ad eleggere, insieme ad Eleonora Daniele, “Miss Italia nel mondo”.

Novità anche sul fronte dell’intrattenimento, dove dal 7 luglio, per quattro mercoledì in prima serata, Italia1 trasmetterà “‘80 voglia di te”, rotocalco estivo rievocativo degli anni ottanta condotto, per l’occasione, da uno dei simboli di quel decennio, Sabrina Salerno, affiancata dall’ex gieffina e diavolita di “Lucignolo” Melita Toniolo che vestirà i panni di moderna Wonder Woman sulle tracce degli oggetti più rappresentativi di quel periodo. Ma la vera Wonder Woman della tv nostrana, com’è noto, è la superbislacca Barbara D’Urso che dal 7 giugno prenderà il posto di Gerry Scotti nel preserale di Canale 5 con “A gentile richiesta” un people show in cui, dal lunedì al venerdì, verranno raccontate storie particolari di gente comune. Dalla seconda settimana di giugno ci sarà, inoltre, anche il graditissimo ritorno di “Velone” che vedrà, alla sua seconda edizione dopo quella del 2003, alla conduzione il simpatico Enzo Iacchetti.


23
maggio

LOST, SERIES FINALE: L’ATTESA E’ FINITA. TUTTI I MISTERI SARANNO SVELATI O SAREMMO PER SEMPRE PERSI NEL TELEFILM?

Lost episodio finale

L’attesa è finita. Potete smettere di cercare su internet, di ipotizzare, fare e disfare teorie sulla fine che verrà. La series finale del telefilm culto degli anni duemila sta arrivando. Alle 6 ora italiana di domani, in contemporanea con gli Stati Uniti, potremmo assistere, una volta per tutte, all’ultimo capitolo di Lost. La puntata andrà in onda in lingua originale su Fox, che per l’occasione ospiterà a partire dalle 17 di oggi una maratona che si concluderà giusto in tempo per la messa in onda del finale della serie, ma anche  sulla Iptv di Telecom Alice e su cubovision.it. Per la versione sottotitolata bisognerà aspettare, invece, le 22 dello stesso giorno sempre sul canale 110 di Sky, mentre quella doppiata arriverà dopo una settimana. 

Dopo sei anni è giunto così il momento di dire addio a Jack, Kate, Locke e a tutti gli altri che hanno popolato l’isola. Con Lost, oltre a personaggi magnificamente delineati, se ne va un modo nuovo di raccontare, in cui si susseguono flash back, flash forward e flash sideways, in un vortice di tensione narrativa e pathos. Per questo motivo ci vorranno anni perchè Lost possa avere un erede, e ce ne vorranno altrettanti prima che il pubblico ci “ricaschi” e si lasci di nuovo ammaliare da un telefilm così complesso che, però, deve il suo successo anche al suo essere ”complicato”.

La sceneggiatura fitta di intrighi rende ancora più atteso l’epilogo della serie creata da J.J. Abrams, Damon Lindelof e Jeffrey Lieber; l’ultimo episodio, infatti, dovrebbe far luce sui misteri e sugli enigmi che hanno attanagliato per anni i seguaci della serie.