NBC



14
giugno

NBC: palinsesto autunno 2017

This is Us

This is Us

La NBC ha appena chiuso un’ottima stagione, con ascolti da incorniciare e un primato assoluto relativo al mondo del football, il cui appuntamento domenicale in prime time ha sfiorato i venti milioni di telespettatori. Malgrado lo stop di alcune novità viste in questa stagione a stelle e strisce – sono state cancellate Chicago Justice, The Blacklist: Redemption, Powerless e Emerald City – , tutto è pronto per l’autunno 2017, con un assetto definito dopo alcune variazioni.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




16
novembre

LAW & ORDER – UNITÀ SPECIALE: L’EPISODIO ISPIRATO ALLE VICENDE DI TRUMP SLITTA ANCORA (TRAILER)

Law and Order Unità Speciale - Episodio Unstoppable

Non c’è pace per  Law & Order: Unità Speciale. La messa in onda della diciottesima stagione, negli Stati Uniti giunta per ora al sesto episodio, si è rivelata decisamente più ostica di quanto si potesse immaginare. Il motivo? I continui colpi di scena che in questo periodo hanno movimentato il mondo politico americano, rendendo più complicato trovare una collocazione per Unstoppable, puntata ispirata alle vicende di Donald Trump.


22
febbraio

FRIENDS: LA REUNION QUASI AL COMPLETO. JENNIFER ANISTON SI COMMUOVE

Friends: il cast -quasi- al completo

Non è stata la reunion che i fan aspettavano da anni, ma avendo visto come è andata non ci si può certo lamentare. Come annunciato mesi fa, è stata trasmessa su NBC la tanto attesa serata speciale per festeggiare il regista americano James Burrows, giunto al traguardo dei 1000 episodi di serie tv diretti. Hanno partecipato i cast di diverse serie storiche ma gli occhi di tutti però erano puntati su quello di “Friends”.





14
gennaio

NETFLIX: ECCO I DATI D’ASCOLTO (SECONDO LE RILEVAZIONI DI NBC)

narcos

Narcos

La piattaforma Netflix ci ha finora abituati ad essere abbastanza riservata in merito alla diffusione dei propri dati di ascolto. Ci ha pensato allora la rivale NBC a svelare le carte avvalendosi di un particolare software di rilevazione. E i dati sembrano ben lontani dal trionfo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


17
novembre

CHARLIE SHEEN: “SONO SIEROPOSITIVO”. L’ANNUNCIO SHOCK IN TV (VIDEO)

Charlie Sheen, Nbc

E’ vero, sono sieropositivo“. Charlie Sheen ha rotto il silenzio e in diretta tv ha confessato la propria malattia. All’interno della trasmissione mattutina Today Show, sulla Nbc, il popolare attore ha ammesso di aver contratto il virus.”L’ho scoperto quattro anni fa” ha detto davanti alle telecamere. L’annuncio era in qualche modo atteso: ormai da tempo, infatti, sui rotocalchi scandalistici circolavano indiscrezioni riguardo alla sieropositività di una star di Hollywood.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,





11
giugno

FISICA O CHIMICA: NBC VAGLIA L’ADATTAMENTO USA. UNA BEFFA PER LA RAI

Fisica o Chimica su NBC?

Fisica o Chimica su NBC?

Fisica o Chimica (Fìsica o Quimica in Spagna, FoQ) potrebbe sbarcare, con un remake, anche negli Stati Uniti. Pare che il produttore della serie Boomerang – lo stesso de Il Segreto – abbia firmato con il network statunitense NBC un contratto di opzione per la realizzazione di un adattamento. Per ora il progetto è al vaglio dei vertici della rete, ma se dovesse andare in porto sarebbe un vero trionfo per la Spagna che, nel giro di pochi mesi, potrebbe riuscire a piazzare la bellezza di tre serie originali Oltreoceano. Oltre al teen drama di Antena 3, infatti, approdano negli States anche Braccialetti Rossi (Red Band Society) – già in produzione e in onda dalla prossima stagione su Fox – e I misteri di Laura di La1, in onda su NBC.

Fisica o Chimica: l’ennesimo remake straniero di una serie spagnola

A dimostrazione che gli spagnoli hanno sì dei problemi con il confezionamento e la realizzazione tecnica delle loro serie ma sono dei veri maestri in fatto di sceneggiatura. Per l’Italia e la Rai si tratterebbe dell’ennesima sconfitta nel derby con i cugini iberici e di una doppia beffa, perché un adattamento della serie che vede protagonisti i ragazzi e gli insegnanti dello Zubaran era stato pensato anche nel Belpaese (nel lontano 2009), ad opera di Publispei (per Rai Fiction) che in fatto di possibili successi ci vede sempre lungo. L’azienda pubblica, però, decise di non portare avanti il progetto, mentre Rai4 qualche anno dopo ha trasmesso la versione originale della serie con discreto successo. La storia, poi, è nota: la polemica di Libero in tandem con le associazioni cattoliche con in testa l’Aiart portò l’ex DG Lorenza Lei a stopparne la messa in onda.

La serie, che in Italia ha avuto un percorso particolarmente travagliato e fu addirittura definita pornografica, dunque, pare sia stata particolarmente apprezzata nel mondo, per eccellenza, delle serie. Quello stesso mondo che, invece, snobba qualsiasi prodotto originale targato Rai Fiction, che nella migliore delle ipotesi può aspirare all’est Europa. Certo, “a caval donato non si guarda in bocca”, ma la visibilità internazionale di una serie statunitense surclassa di gran lunga qualsiasi adattamento locale, e il fatto che anche i network  e i produttori spagnoli stiano riuscendo ad affacciarsi negli Stati Uniti dovrebbe far seriamente riflettere i vertici dell’azienda pubblica – a partire da Eleonora Andreatta – e i produttori italiani.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


18
agosto

MINISERIE SU HILLARY CLINTON: I REPUBBLICANI DICONO NO

Hillary Clinton

Dopo un passato da First Lady al fianco del marito Bill, da “cornuta” per via del ciclone Monica Lewinsky e da Segretario di Stato sotto il primo mandato di Barack Obama, per Hillary Clinton sembrava spianarsi anche un’altra strada: quella dell’eroina in un’omonima serie statunitense. Peccato che Fox Television Studios abbia deciso di non finanziare il progetto che dovrebbe essere trasmesso dalla Nbc. Il motivo? La protesta compatta del Comitato nazionale del Partito repubblicano e il rischio, ravvisato anche dal New York Times, di elaborare un prodotto televisivo sull’ex Segretario di Stato in vista di una possibile candidatura alle Presidenziali del 2016.

Ufficialmente, la miniserie non sarebbe da intendersi come un prodotto dal respiro internazionale e, quindi, non rappresenterebbe un investimento sicuro per il gruppo. Ufficiosamente, è difficile non ravvisare un collegamento fra il mancato finanziamento della serie e la dichiarazione di guerra dei repubblicani, decisi a contrastare qualsiasi operazione che tenda a mitizzare la probabile avversaria. Oltre alla Nbc, a finire sulla “Death Note” del Partito repubblicano è anche la Cnn, intenzionata a realizzare un documentario sull’ex First Lady. In base alla decisione presa dal Comitato sembra che le due reti rischieranno di non ospitare candidati repubblicani in studio durante i dibattiti che orienteranno il post Obama.

La domanda sorge spontanea: è possibile creare un polverone così forte per via di un “pericolo” solo eventuale? La candidatura della Clinton è come se fosse già data per certa e ogni esposizione pubblica e privata della signora, dalla dieta alla sua Fondazione, sembra un’occasione ghiotta per poter annunciare il “lieto evento”. Come andrà a finire?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


14
giugno

SERIE TV 2013/2014, LE NOVITA’: SU NBC DRACULA COME NON LO AVETE MAI VISTO E NUOVI PIRATI

Dracula Nbc

Dracula

Dopo avervi presentato le nuove serie televisive del canale THE CW e della CBS, ci occupiamo della NBC. Nonostante la programmazione per il 2013/2014 dell’ “emittente del pavone” si presenti come le caramelle di Harry Potter (tutte i gusti più una, con il rischio di beccarti quella al gusto di caccola) sembra proprio che le grandi rivelazioni del prossimo anno gravitino sul drama di genere. Da una parte abbiamo l’ennesimo serial dedicato al classico di Bram Stoker, Dracula che, però, dimenticando la scia young adult dell’ultimo periodo, rappresenta un prodotto ad “alto contenuto ormonale”, con un protagonista che ha già mostrato di “saperci fare” con The Tudors; dall’altra arriva Crossbones, il primo prodotto sui pirati degli ultimi tempi che, almeno dal trailer, sembra non esser stato influenzato dal virus di Jack Sparrow e che per questo si qualifica come una novità. Mentre la parte comedy si mostra un po’ debole, eccezion fatta per la serializzazione del film About a boy, la rete punta molto su The Blacklist, un high-concept a metà strada tra thriller cospirazionista e crime posto, non a caso, il lunedì con il traino di The Voice. Infine, tanti dubbi su Believe: forse lo sci fi, almeno quest’anno, si poteva evitare.

DRACULA

Dai produttori di Dowton Abbey

Il vincitore del Golden Globe Jonathan Rhys Meyers (The Tudors) è il protagonista di questo provocatorio drama dedicato ad uno dei personaggi più iconici del mondo, Dracula. Siano alla fine del diciannovesimo secolo, quando il misterioso Dracula è arrivato a Londra, intenzionato, nelle vesti di imprenditore americano, a portare la scienza moderna nella società vittoriana. E’ particolarmente interessato alla nuova tecnologia dell’energia elettrica che promette di illuminare la notte, utile per chi è impegnato ad evitare il sole. Ma Dracula ha un altro motivo per i suoi viaggi: spera di vendicarsi su coloro che lo hanno maledetto con l’immortalità secoli prima; tutto sembra andare secondo i suoi piani finché non si infatua di una donna, forse la reincarnazione della moglie morta.

Cast: Jonathan Rhys Meyers è Dracula/Alexander e Grayson/Vlad Tepes, Oliver Jackson-Cohen è Jonathan Harker, Jessica De Gouw è Mina Murray/Ilona, Thomas Kretschmann è Abraham Van Helsing, Katie McGrath è Lucy Westenra, Nonso Anozie è R.M. Renfield, Victoria Smurfit è Lady Jayne Wetherby, Ben Miles è Mr. Browning, Robert Bathurst è Lord Thomas Davenport.

Slot: Venerdì alle 22.

Aspettative: Provocante e provocatorio, sexy, audace, contorto e sofisticato; ci sono tutte le premesse per rendere ancora una volta omaggio al classico di Bram Stoker.

THE BLACKLIST