Le Pagelle della Settimana TV


20
febbraio

LE PAGELLE DEL FESTIVAL DI SANREMO 2011. PROMOSSI VECCHIONI E BENIGNI, BOCCIATI GLI OSPITI E LA CONDUZIONE DI MORANDI

Festival di Sanremo: vittoria di Vecchioni

10 a Roberto Vecchioni. Il rischio quando un grande cantautore torna in maniera così prepotente su un palcoscenico è che vada a “macchiare” la propria carriera con una performance che non renda giustizia al suo repertorio. Pericolo scampato però: il professore ha vinto e ha convinto conquistando pubblico e critica, cosa peraltro mai successa negli ultimi anni sul palco dell’Ariston. Luci a Sanremo.

9 a Roberto Benigni. Lo premettiamo, l’intervento è stato lungo troppo lungo e la storia si impara a scuola e non a Sanremo. Ma non possiamo esimerci dal rendere onore a l’unica persona in Italia capace di catalizzare l’attenzione per più di 30 minuti anche quando gli argomenti sono tutt’altro che comici. Da Oscar.

8 a Emma e i Modà. Non riesce il tris di vittorie consecutive a Sanremo di un amico di Maria. Il paradosso è che questa volta la canzone era davvero meritevole (ma non quanto quella di Vecchioni) e che probabilmente sarà quella che venderà più di tutte. Arriverà il successo.

7 a Luca e Paolo. L’impresa non era facile ma i due comici genovesi, tra memorabili canzoni e battute al vetriolo, ce l’hanno fatta. Ciò nondimeno va sottolineato che se da disturbatori sono stati perfetti come intrattenitori lo sono stati meno. Ah se Mediaset li facesse crescere…

6 a Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez.  Non si può dire che le due “co-conduttici” del Festival non abbiano mostrato personalità o tentato di superare i rigidi “vincoli di parola” imposti dal copione. Ma risultare migliori delle vallette mute del passato non basta per definire il loro lavoro ben fatto. Da entrambe ci si aspettava qualcosa di più. Un’occasione sprecata soprattutto per la Canalis.




14
febbraio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (14-21/02). PROMOSSI RAI4 E CARLUCCI, BOCCIATE NATHALIE E TOMMASI

Sara Tommasi

10 al team di Quelli che Calcio. Non solo Sara Tommasi e le gemelle de Vivo. Simona Ventura ha saputo puntare anche su comici e giovani conduttori (Alessandro Cattelan) simpatici e di talento capaci di dar vita ad esilaranti siparietti. Uno su tutti il TgStadioAperto 1 di Francesca Macrì. Questa è la domenica che ci piace.

9  a Rai 4. La rete diretta da Carlo Freccero, malgrado pochi investimenti e una concorrenza di tutto rispetto, a gennaio 2011 è la rete all digital più vista. Con buona pace della rivale La5.

8 a Milly Carlucci. La conduttrice avrebbe bloccato il contratto di Ballando con le stelle ad una raccomandata; una presa di posizione netta tale da provocare un piccolo terremoto ai piani alti di Viale Mazzini. Brava, si tratta della migliore risposta alle polemiche degli ultimi giorni. Qualche maligno, però, proprio non potrebbe resistere dal commentare: ”non è mai troppo tardi”.

7 a Linus. Il direttore di Radio Deejay risponde ad Aldo Grasso, che lo aveva accusato di essersi appecoronato alla De Filippi. Non del tutto condivisibili ma ben argomentate le motivazioni: “(…) A furia di vedere e giudicare tanta cattiva televisione è diventato cattivo e volgare in maniera gratuita (…)”.

a Patty Pravo che a Diva e Donna rivela: “Belen e la Canalis? Non ho la piu’ pallida idea di chi siano”.


7
febbraio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (31/1-6/2). PROMOSSI VENTURA E I FILM, BOCCIATI I PROMO DI WILD E LA “SENTENZA STAFFELLI”

Wild: La donna con metà corpo

10 a Simona Ventura.  Durante la conferenza stampa di presentazione dell’Isola dei Famosi 8, per marketing ed entusiasmo, la Mona Nazionale non si tira indietro dinanzi a nulla. Nemmeno alle domande dei giornalisti che la incalzano sulle cene in quel di Arcore alle quali avrebbe partecipato la neo naufraga Raffaella Fico. Al bando la diplomazia, Simona sceglie di rincarare la dose e dichiara “vorrei le Papi Girls perché crepassero sull’Isola” . Chi può darle torto?

9 ai film, grandi protagonisti della settimana. Su Skycinema Avatar ha segnato il record assoluto d’ascolti con oltre 1 milione e 200 mila spettatori, grazie a Il divo La7 è stata ad un passo dall’essere quarta rete più vista mentre Il bambino con il pigiama a righe, oltre ad aver commosso gli spettatori, ha evitato a Canale 5 di soccombere alla fiction di Rai1 e a Annozero. Ah se solo la generalista imparasse a programmarli.

8 a Wilma de Angelis. La cantante ospite a Domenica In Onda, incalzata da Lorella Cuccarini, concede il bis e torna a deliziare i telespettatori con Dimmi di si, “versione nostrana” di un successo di Lady Gaga. Come se non bastasse, alla veneranda età di 79 anni, la nostra esordisce al cinema nel campione di incassi Femmine contro Maschi e sorprende tutti.

7 ai 10 anni di CentoVetrine. La soap ha festeggiato il compleanno con un episodio speciale, un’iniziativa che meriterebbe la lode così come il raggiungimento di un traguardo così importante. Peccato che la puntata commemorativa arrivi ad oltre venti giorni dall’anniversario e che il ritrovare i vecchi protagonisti ha portato alla memoria il tempo che fu, quando la soap era davvero appassionante e gli attori potevano definirsi tali.

6 all’atipica intervista di Lorella Cuccarini a Paola Barale, nel corso di Domenica In Onda. Gli autori stanno mettendo mano al format, e oltre alle atmosfere da “Le Amiche della domenica”, hanno introdotto una  specie di chiacchierata tra la padrona di casa e l’ospite di turno. Un’ottima idea, di matrice Costanziana va detto, ma che nel caso in questione è stata realizzata con impaccio anche perchè, ad un certo punto, si spacciava per improvvisato ciò che era rigorosamente scritto. Promosso con debito.





31
gennaio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (23-29/01): PROMOSSI PAOLINI E DE FILIPPI, BOCCIATI SANTORO-MASI E BELEN-CANALIS

Linus, Maria de Filippi, Nicola Savino

10 a Marco Paolini. Il drammaturgo è tornato in tv per raccontare l’orrore delle stragi naziste compiute sui disabili e malati di mente. Un’operazione che di per sè è già lodevole ma che diventa trionfale quando viene seguita (anche in replica) da un numero di telespettatori da capogiro per La7. Non si vive di solo Saviano.

9 a Maria de Filippi, ospite questa settimana a Deejay Chiama Italia e a Kalispera. Per una conduttrice che ha fatto dell’assenza la sua cifra, due ospitate in meno di 24 ore sono una cosa eccezionale così come altrettanto straordinaria è la disarmante semplicità e veridicità dei suoi interventi.

8 a Fuoriclasse. Gli ascolti della premiere della fiction targata Littizzetto sono stati considerevoli e non hanno fatto altro che confermare l’eccezionale popolarità della sua protagonista. Dispiace solo che la sceneggiatura è debole, debolissima.

7 a Mai dire Amici. Ci sono voluti due lustri affinchè la Gialappa’s si dedicasse agli allievi di Maria, per quella che costituisce un’ottima occasione per il talent per sdoganarsi definitivamente dall”‘immagine bimbaminkia”. Se tanto ci dà tanto, però, a quando Mai dire Uomini e Donne? Ne vedremmo delle belle.

6 a Chi vuol essere Milionario. La vincita del milione di euro ha portato il programma ad un’impetuosa (ed effimera) crescita. Un risultato che rivela la necessità di mettere a maggese il programma, facendolo tornare, come accadeva all’inizio, solo per poche settimane l’anno, con concorrenti davvero bravi e coraggiosi.


24
gennaio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (16-22/01). PROMOSSI L’EREDITA’ E NOEMI, BOCCIATI PUPO E LA SANTANCHE’

Gemella de Vivo

10 a L’Eredità. Tant’è la durata del suo successo che si è smesso di parlarne, e, invece, giova ricordare i record e l’ottimo stato di salute del game di Rai1. L’unico “aspetto negativo” è che, da quando il Milionario è stato (e si è) annientato, non si assiste più alla battaglia tra reti nello slot preserale.

9 a Noemi. Per la cantante figlia di Xfactor una piccola “consacrazione”: una canzone scritta da un signore chiamato Vasco Rossi. E scusate se è poco.

8 Mediaset Extra. Il palinsesto dell’ultima nata in quel di Cologno, a pochi mesi dall’avvio, deve ancora trovare una sua dimensione ma gli ascolti registrati in questa prima settimana di rilevazione sono a dir poco inaspettati.

7 d’incoraggiamento al cast in via di definizione dell’Isola dei Famosi 8. Tra la Fico e Dirisio fatichiamo a trovare personaggi deboli ma anche quelli veramente forte. Con ansia attendiamo il colpo di mercato dell’ultima ora.

6Barbara d’Urso. Stasera che sera è stato un programma indecoroso (e non per l’ospitata di Francesco Nuti) ma le va dato atto, dopo le critiche e il flop, di essersi messa in discussione. Non sempre, però, le sue argomentazioni sono state all’altezza. A Tv talk arriva a blaterare una frase del tipo: Il mio demerito è quello di aver fatto cose troppo alte per la prima serata? Beh, vabbè.





17
gennaio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (9-15/01). PROMOSSI VENIER – SPOSINI E CORTELLESI. BOCCIATI IL LABIRINTO DI MORA E STASERA CHE SERA

Lele Mora nella pubblicità del libro di Alfonso Luigi Marra

10 alla coppia Mara Venier e Lamberto Sposini. I conduttori de La Vita in Diretta sono bravi, professionali e insieme si incastrano perfettamente; lei più caciarona, lui più istituzionale. Le battutine d’inizio e fine trasmissione valgono da sole, o quasi, la visione del programma. In quanti ci avrebbero scommesso?

9 alla campagna acquisti 2011 di Mediaset. Contravvenendo alla “regola” di spremere i soliti personaggi, quest’anno il Biscione ha ingaggiato due fuoriclasse come Flavio Insinna e Paola Cortellesi. Due scelte ottime, assolutamente non scontate.

8 a Gordon Ramsay. Il cuoco britannico ha conquistato anche l’Italia. Severo e impassibile, come sempre, da questa settimana si troverà in onda su Cielo, Real Time e persino Rai 5 (The F word da stasera alle 22.35). Insomma, ce n’è per tutti i gusti.

7Elena Santarelli. Con la chiusura di TRL e la sua nuova vita da mamma, la sua carriera nel mondo dello spettacolo sembrava destinata ad una parabola discendente. E, invece, l’ex ereditiera ha saputo trovare in Kalispera un ruolo che l’ha fatta riemergere.

6 a Mara Maionchi ad Amici. L’ex giudice di XFactor trasloca nel talent concorrente per fare la discografica senza mutare la sua verve. Ma è sin troppo strano vederla con la casacca rivale a distanza di poco più di un mese. A noi ingenui sorge un dubbio: ma se è lì per il suo lavoro nell’industria musicale perchè non le viene dato lo stesso spazio degli altri discografici presenti in studio?


10
gennaio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (1-8/01). PROMOSSI INSINNA E LE PRINCIPESSE DISNEY. BOCCIATI “AVETRANA E IL TRONISTA” E I RACCOMANDATI

Flavio Insinna

10 a Flavio Insinna. In tempi di mercenari e ‘morti di fama’, fa strano vedere il neo conduttore della Corrida emozionarsi per aver coronato uno dei sogni della sua vita. Flavio è umile, ha talento e il suo successo è valso a Canale 5 come una boccata d’ossigeno. Con buona pace di Gerry Scotti.

9 a Checco Zalone. Il suo film ‘Che bella giornata’ ha battuto ogni record d’incassi ma soprattutto si è mangiato il cinepanettone. Riuscirà prima o poi anche la televisione a (ri)appropriarsi della sua verve comica?

8 alle Principesse Disney. Cenerentola, La Bella Addormentata, Biancaneve: Rai1 ha trionfato proponendo nel periodo festivo tre grandi classici dell’animazione. Un successo di pubblico e target. Sarà banale ma è proprio vero che i classici non hanno tempo.

7 al Grande Fratello. L’ipotesi, ancora al vaglio mentre pubblichiamo questo pezzo, di far fuori in toto i bestemmiatori dell’edizione in corso sarebbe l’occasione giusta per un opportuno dietro front e per una ‘ripulita’ di concorrenti poco utili alle dinamiche di gioco, simpaticamente parcheggiati a Cinecittà.

6 a Solo x Amore in “versione cabaret”. La trasmissione riesce a risollevarsi dal 4% con Monicona che infarcisce il programma di Lecciso, “artiste” di burlesque, rivelazioni scandalose e ‘change’. Un’esaltazione del kitsch che – ed è quello che conta (o quasi) - è riuscita negli intenti di raddoppiare gli ascolti. Solo x Share.


3
gennaio

LE PAGELLE DELL’ANNO 2010. PROMOSSI MENTANA E CLERICI, BOCCIATI TELESCAZZI E CHIAMBRETTI

Enrico Mentana voto 10

10 ad Enrico Mentana. Dopo mesi di lontanza forzata dal video l’ex mattatore di Matrix è tornato in grande stile.  D’un tratto la sua presenza ha reso popolare quella che era una nicchia. Una missione impossibile stravinta, con buona pace di Antonello Piroso (voto 6).

9 ad Antonella Clerici. Il 2010 è stato l’anno della sua ascesa nell’Olimpo della televisione. Quanti avrebbero scommesso sul successo del suo Sanremo? Pochi. E invece, non solo ha retto, ma nel confronto a distanza ha avuto la meglio nientepopodimenoche su Paolo Bonolis (voto 7). Il tutto viene reso indimenticabile dal tanto agognato ritorno alla Prova del Cuoco. Avrebbe guadagnato la lode solo se la Rai non avesse insistito con Ti Lascio Una Canzone.

8 a Fabio Fazio e Roberto Saviano. Vieni Via Con Me è stato l’evento televisivo dell’anno, e il merito va al neonato connubio tra il conduttore e lo scrittore. I due hanno saputo raccogliere spettatori su spettatori intrattenendo e cavalcando abilmente polemiche e critiche.

7 Uomini e Donne. La trasmissione più disprezzata dai critici ha spiazzato tutti. Accanto ai tronisti dai bicipiti scolpiti, sono spuntati arzilli vecchietti alla ricerca dell’anima gemella. Una rivoluzione copernicana che ha ridato smalto e ascolti al dating.

6 a Simona Ventura. Un anno sottotono, quello della regina di Rai2, condizionato da un’Isola dei famosi debole. Proprio l’annata sventurata, però, potrebbe essere lo stimolo per nuovi e importanti cambiamenti. Il 2011 potrebbe rappresentare per lei una nuova nascita sotto il segno del Biscione.