Televisione


16
gennaio

EMILIO FEDE CONDUCE OGGI STUDIO APERTO PER CELEBRARE LA MAGGIORE ETA’ DELL’INFORMAZIONE TARGATA MEDIASET

Emilio Fede @ Davide Maggio .itNella notte tra il 16 e il 17 Gennaio del 1991 nasceva l’informazione Mediaset in diretta. Emilio Fede, oggi Direttore del Tg4, allora al timone dell’unica testata giornalistica del Gruppo, Studio Aperto, diede per primo, collegandosi con gli Stati Uniti, la notizia delle bombe che cadevano su Baghdad. La prima guerra del golfo era scoppiata.

Sono passati 18 anni da quel giorno, i notiziari televisivi privati, rotto il monopolio pubblico della diretta, sono diventati una risorsa per tutti i telespettatori, che oggi possono scegliere all’interno di una offerta ampia, libera e pluralista.

Per ricordare quelle due parole pronunciate dal conduttore: “Hanno attaccato!” e quei minuti che hanno cambiato la storia della televisione italiana, venerdì prossimo, 16 gennaio, durante l’edizione delle 12,25, Emilio Fede tornerà eccezionalmente dietro la scrivania di Studio Aperto. Nello studio della testata da lui fondata, con l’attuale Direttore Giorgio Mulè, Fede ricostruirà gli eventi, racconterà i retroscena, ricorderà le ragioni di una scelta che ha rivoluzionato l’informazione italiana.

Dichiarazione di Mauro Crippa, Direttore Generale Informazione Mediaset:




15
gennaio

4 PADRI SINGLE, ARRIVA SU CANALE 5 IL TV MOVIE FIRMATO MUCCINO

4 Padri Single @ Davide Maggio .it

E’ scritto da Gabriele Muccino, il regista italiano più amato sulle colline di Hollywood, 4 Padri Single, tv movie in arrivo su Canale 5 giovedì 15 gennaio in prima serata. La pellicola è una commedia romantica che narra un’originale storia di solidarietà tutta al maschile, in cui le vite di quattro padri single si intrecciano sullo sfondo di una confusionaria New York.

Un progetto dal sapore tutto internazionale questo film, girato interamente negli Stati Uniti e con un cast che vede l’italiano Alessandro Gassman affiancato da Francesco Quinn, Lenny Venito e Joe Urla.

Gassman è Jacopo, un affascinante dentista italiano che è stato lasciato dalla moglie Ilaria, esasperata dalle innumerevoli scappatelle del marito con le sue tante pazienti. Padre non proprio attento della piccola Lena, si troverà a cambiare vita dopo essersi innamorato della newyorkese Suzanne, affascinante insegnante di Yoga.


15
gennaio

AMICI 8: VINCONO I BLU E GIANLUCA LANZILLOTTA. REDIVIVI SFONDRINI E MONDAINI

Amici 8 (Maria De Filippi bacia Sandra Mondaini) @ Davide Maggio .it

La prima puntata del serale dell’ottava edizione di “Amici di Maria De Filippi” è riuscita nel difficile intento di riservare al pubblico più sorprese che polemiche, tra sperati ritorni ed un’inaspettata eliminazione. La Sanguinaria, collaudata padrona di casa, s’inginocchia verso una pietra miliare dello spettacolo italiano: Sandra Mondani che, per la gioia di tutti, fa un passo indietro rispetto alla recente decisione che voleva il suo ritiro dalle scene. Parte la sigla, animata ancora una volta dai professionisti e dagli allievi, che lascia presto il posto alla sfida tra Blu e Bianchi.

Il copione è lo stesso di ogni anno, la differenza sembra risiedere unicamente nei concorrenti che, rispetto alle passate edizioni, appaiono meno discoli. Ma è pur sempre, soltanto, l’inizio. “Viva la vida” è l’oggetto di sfida tra Valerio e Luca. Entrambi eseguono il pezzo dignitosamente, nonostante i discutibili rvm che li precedono. E il televoto premia Luca e i Blu. “Ninguno me puede juzgar”, cover del celebre brano portato al successo da Caterina Caselli, è la colonna sonora del passo a due di Garrison che vede Adriano dei Blu, contro Domenico dei Bianchi. Parte quest’ultimo tra una pioggia di critiche e cattiverie via rvm dalla squadra avversaria. Il risultato supera le aspettative, con margini di miglioramento riconosciuti anche dalla Celentano. Lo segue Adriano che conferma pregi e difetti. Ma il piccolo Domenico ribalta l’esito del televoto, portando in vantaggio i Bianchi. Terza prova all’insegna del canto femminile con le brave, ma già “nemiche”, Alessandra e Jennifer. Il pezzo in questione è “Feeling better”, decisamente più nelle corde della prima che, senza troppi problemi, convince insegnanti e pubblico a casa ed i Blu tornano in vantaggio. Per tentare il recupero dei Bianchi scende in campo la ballerina Alice che esegue con profitto il balletto della Celentano con profitto, come del resto Pedro dei Blu. Ne vien fuori un giusto pareggio, ma l’esibizione sarà più che altro motivo per l’immancabile polemica, stavolta alimentata dal ballerino Gianluca che accusa alcuni professori di “agevolare” il rivale Pedro.

Il redivivo Chicco Sfondrini introduce la sfida tra inediti, ovviamente ricordando l’uscita della compilation “Scialla” a partire dal venerdì successivo, annunciando l’atteso match tra “Due cose importanti” di Martina e “Wise girl” di Silvia. Se la prima viene criticata da Jurman per eccessi nell’interpretazione, tempestivamente difesa da Scalise, Di Michele e Platinette, alla seconda, quasi per ripicca, viene rimproverata una tecnica non proprio eccelsa, ma non da Jurman. A prescindere dai giudizi degli insegnanti, imprevedibilmente, Silvia riporta i Bianchi in vantaggio. Prima della pubblicità, è la stessa Sanguinaria a distribuire una copia del disco ad ogni concorrente, oltre che a una ragazza del pubblico in studio. La sesta prova, tutta incentrata su una difficilissima coreografia ideata da Steve, dà origine ad uno dei momenti più imbarazzanti della serata. Se Gianluca, per i Bianchi, esegue una soddisfacente performance, la stessa cosa non si può dire della goffa danzatrice Daniela dei Blu. La ragazza, inutile negarlo, ha un fisico non proprio da ballerina ed è leggermente in sovrappeso. Ed i chili di troppo sono stati il motivo del cambio di partner durante le prove: il possente Leon è stato sostituito dal massiccio Gianni Sperti.





15
gennaio

ASPETTANDO SANREMO 2009: CHE FINE HANNO FATTO LE NUOVE PROPOSTE DEL FESTIVAL DEL 2000? 6^ PUNTATA

Amarcord - Che fine hanno fatto le nuove proposte di Sanremo 2000? @ Davide Maggio .it

Prosegue la nostra “esplorazione” dal gusto amarcord alla (ri)scoperta delle nuove proposte del Festival di Sanremo. In questa sesta puntata dedicata a Sanremo 2000 vediamo che fine hanno fatto Moltheni e Luna. Al termine del post il nostro Sanremo Contest per eleggere, per ogni edizione, la canzone che più ha lasciato il segno. Buona lettura.

Moltheni - Festival di Sanremo 2000 @ Davide Maggio .itMOLTHENI
Umberto Giardini
arriva al Festival 2000 per candidarsi al ruolo di alieno dell’edizione. Nella sua storia professionale pre-Sanremo ci sono aperture di concerti per Verdena, Afterhours e Ginevra Di Marco, tutti nomi importanti nella scena alternative italiana che poco si coniugano con la tradizione festivaliera. Il suo primo disco “Natura In Replay” esce nel 1999 e viene ripubblicato con l’aggiunta della sanremese “Nutriente”, brano che si classifica penultimo e passa abbastanza inosservato. Dopo il Festival l’artista, che prende il nome da una farmacia milanese, si allontana dai grandi palcoscenici per diventare uno dei nomi più importanti della scena indipendente italiana. Nel 2001 è la volta di “Fiducia Nel Nulla Migliore“, secondo album; partecipa inoltre alla colonna sonora del film di Franco Battiato del 2003 “Perdutoamor”. Nel 2005 collabora con i Tre Allegri Ragazzi Morti, band friulana fra le più importanti per il genere alternative-rock, nella stesura del terzo disco “Splendore Terrore“. I suoi video sono tutti puntualmente trasmessi da MTV Brand New, trasmissione di culto dove transitano tutti i fenomeni della musica alternativa italiana. Nel 2006 esce il suo quarto disco “Toilette Memoria“, che vede le collaborazioni di Verdena, Battiato e Marta Sui Tubi. E’ del 2008 l’ultimo disco “I Segreti Del Corallo”.


14
gennaio

SERALE DEGLI AMICI DELLA DE FILIPPI, AL VIA QUESTA SERA. CRONACHE DA UNA CONFERENZA STAMPA EXTRA-ORDINARIA

Scialla - Amici di Maria De Filippi @ Davide Maggio .itSi è svolta ieri mattina, presso il Teatro 19 di Cinecittà, la conferenza stampa di presentazione del serale di Amici in onda, a partire da stasera, tutti i mercoledì, in prima serata, su Canale 5. Flagellati da una fastidiosa pioggerellina ci avviamo verso il luogo indicatoci all’entrata degli studios infreddoliti e un po’ disorientati dall’eccezionale mole di colleghi accorsa all’evento. Poco prima di metter piede nello studio, che è poi quello storico da dove, fino a oggi, andava in onda il programma, ci insospettisce il fitto brusio e l’evidente vociare proveniente dall’interno. Varcata la soglia, ecco presentarsi ai nostri occhi uno spettacolo inaspettato: tribune stracolme di ragazzette esagitate e dagli occhi di fuoco che scrutano con sguardo indiscreto e anche un po’ intimidatorio la lenta processione della stampa che s’affretta a prender posto. Una vera e propria fossa dei leoni nella quale, è facile prevedere, sarà difficile sopravvivere! Roba che al confronto la storica curva b del San Paolo, ai tempi d’oro di Maradona, sembra un grigio consesso di orsoline.

Nel momento in cui veniamo fatti accomodare dietro la scrivania storicamente occupata dai professori, beh allora, lì, la situazione sembra, davvero, precipitare. Mai come allora abbiamo provato lo stesso terrificante terrore che nutre un’innocua vecchietta all’uscita dall’ufficio postale dopo aver ritirato la sua pensione! Come se non bastasse il nostro trovarsi al posto della commissione fa, erroneamente, pensare ai fans presenti che saremo chiamati a giudicare i loro idoli, ed è così che giunge limpido alle nostre orecchie l’avvertimento di una quattordicenne minigonnata, con tanto di trucco alla Moira Orfei, che alla vicina dice: “Se mi toccano Luca, questi, li distruggo”. Giusto il tempo di effettuare, prudentemente, una chiamata di congedo ai propri cari e una al notaio per approntare i dettagli del testamento, quando ecco fare, finalmente, il loro ingresso i professori (assenti solo Mauro Astolfi e Pino Perris), il direttore di Canale 5 Massimo Donelli, il direttore delle risorse artistiche Mediaset Giorgio Restelli, il presidente della Sony Rudy Zerbi e, naturalmente, Maria De Filippi. Partono applausi, grida e cori da stadio e la conferenza ha inizio.

In realtà, com’era evidente sin dal principio, non si tratterà di una tediosa riunione di addetti ai lavori, ma di una “conferenza-show”, di un vero e proprio evento organizzato, con meticolosa cura dei dettagli e straordinaria intelligenza, dal volto femminile di punta della rete ammiraglia Mediaset e dal suo fido staff. Donelli sottolinea quanto l’azienda creda in un programma trasformatosi, nel giro di pochi anni, in un imponente fenomeno di costume in grado di interessare ed appassionare la fascia giovanile, e non solo, del nostro Paese, un programma, sempre e comunque vincente e che, come La Settimana Enigmistica, vanta innumerevoli (e decisamente fallimentari aggiungiamo noi) tentativi di imitazione.





14
gennaio

STA PER NASCERE DAHLIA: 4 NUOVI CANALI DALLE CENERI DI CARTAPIU’

Dahlia @ Davide Maggio .it

Il digitale terrestre si sta preparando allo sbarco degli svedesi, che porteranno una ventata di aria fresca all’ormai stagnante situazione. E lo faranno con una nuova pay tv che punta a far concorrenza all’offerta digitale Mediaset. Il nome scelto è Dahlia, inedito sul mercato italiano ma non altrettando su quello europeo. Il nome è stato infatti già usato, sempre da Air Plus, in Spagna per una pay tv sul digitale terrestre (info su www.dahliatv.com).

Stando ad indiscrezioni, i canali dell’offerta saranno quattro: il primo sarà dedicato al calcio, con la trasmissione delle partite di Serie B e di Serie A delle squadre già presenti nell’offerta La7 Cartapiù, il secondo allo sport in generale, il terzo vedrà, invece, in un pubblico adulto il proprio target specifico e il quarto punterà tuto su documentari e cinema

Dahlia avrà l’arduo compito di combattere contro l’egemone, almeno per ora, Mediaset, per riuscire a riprendersi quella fetta di mercato che Cartapiù ha perso nel suo lento declino causato da problemi interni che l’hanno costretta a una quasi totale riduzione degli investimenti. Avrà un compito centrale nella nascita di Dahlia, Fabrizio Grassi, nominato nei giorni scorsi amministratore delegato di APTV Srl, la controllata italiana di Air Plus di proprietà della famiglia Wallenberg.


14
gennaio

ER MUTANDA ALLA RISCOSSA: “MARIA FAMMI CORTEGGIARE LA DONNA DEI MIEI SOGNI!”

Antonio Zequila - Maria De Filippi - Elga Enardu @ Davide Maggio .it

Mettete insieme un ex-isolano passato alla storia per l’eloquente soprannome di Er Mutanda (salito recentemente agli onori della cronaca per la paparazzata subita durante il suo shopping romano con il cantante Renato Zero) e la bella tronista imprenditrice di Uomini e Donne a caccia di un compagno da portare a casa entro Maggio: il risultato sarà un mix esplosivo a livelli trash inverosimili.

Lui, lo avrete intuito è Antonio Zequila, attore dalla carriera non proprio memorabile e noto soprattutto per la sua partecipazione alla terza edizione dell’Isola più famosa della tv. Lei è la bella Elga Enardu, sorella della più celebre Serena, prestata al mondo del gossip per la storia con Giovanni Conversano, nata proprio nello studio di Uomini e Donne. Ad unirli un accorato appello fatto dall’Antonio innamorato in diretta tv.

Il teatrino in questione si è consumato ieri durante la diretta di Mattino Cinque, nella quale il Zequila, reduce dal tanto chiacchierato esilio dalla Rai causa tele rissa con Pappalardo (potete rivederla qui), e dall’insuccesso del suo primo disco Senza di Te (alzi la mano chi ha avuto la malaugurata idea di ascoltarlo), era stato chiamato a parlare del suo matrimonio scaduto. Eh si, perché a quanto pare l’ex attore di fotoromanzi era convolato a nozze in Messico per poi tornare in Italia a vivere con la mamma, allontanando del tutto l’idea di convalidare il suo matrimonio anche nel nostro paese. Oggi, perduta per sempre questa opportunità, Er Mutanda si dichiara single e pronto a ricominciare con quella che ha già definito “la donna dei suoi pensieri”, la bella Elga di Uomini e Donne.


13
gennaio

IL CODACONS INCORONA LA GABANELLI E BOCCIA LA DE FILIPPI

Codacons (Milena Gabbanelli e Maria De Filippi) @ Davide Maggio .it

E’ tempo di bilanci, anche televisivi, per il Codacons. Il coordinamento delle associazioni a difesa dell’ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori, come ogni gennaio, ha stilato la classifica delle migliori e peggiori trasmissioni che hanno caratterizzato il piccolo schermo nel corso dell’anno appena concluso.

L’indagine è stata condotta tra i teleutenti, contattando 750 cittadini e vagliando oltre mille mail, chiedendo loro di indicare il programma più gradevole e quello meno apprezzato, tra tutti quelli trasmessi nel 2008, ad eccezione di fiction e tg. Dal sondaggio sono emerse due sorprendenti hit parade che hanno incoronato, e bacchettato, rispettivamente due indiscusse professioniste: Milena Gabanelli e Maria De Filippi. Se “Report”, secondo il campione preso in esame, è il miglior programma dell’anno, “Uomini e donne” è senza alcun dubbio il peggiore. Ad occupare la seconda e terza posizione del podio positivo, ritroviamo “Striscia la Notizia” e “Le Iene”. Le medaglie di argento e bronzo del podio negativo, invece, sono andate ad appannaggio de “L’isola dei famosi” e di “Lucignolo”.

In attesa di verificare se, almeno per quanto concerne le bocciature, le preferenze dei consumatori coincideranno con quelle dei “TeleRatti” di DM, vi mostriamo entrambe le graduatorie complete.

Programmi migliori

  1. Report – Rai3
  2. Striscia la notizia – Canale 5
  3. Le iene – Italia 1
  4. Superquark-Rai1
  5. Che tempo che fa – Rai3
  6. Alle falde del Kilimangiaro – Rai3
  7. Le Invasioni barbariche – La7
  8. Ombre sul giallo – Rai3
  9. Crozza Italia – La7
  10. X-Factor – Rai2

Scopri nella seconda parte i programmi peggiori: