Le Interviste di DM


10
febbraio

Giovanni Caccamo: «Vorrei che la serenità della mia vita durasse in ‘Eterno’. Quella volta che a Sanremo mi hanno scambiato per Roberto Bolle…» – Video e Gioco

Giovanni Caccamo

Giovanni Caccamo

Giovanni Caccamo ha un messaggio talmente romantico da essere ambizioso. Al Festival di Sanremo 2018, il cantautore siciliano, infatti, ha portato Eterno (qui il testo), canzone che racconta di una relazione che non conosce nè tempo nè spazio. Un concetto che potrebbe sembrare anacronistico ma che Giovanni, invece, vuole affermare perchè anche oggi è possibile amare per sempre… DavideMaggio.it ha incontrato (e giocato con) Giovanni Caccamo. 




10
febbraio

Sanremo 2018, Elio e le Storie Tese a DM: «Vorremmo un Sanremo senza canzoni con un premio per il miglior ospite». Elio: «farò il consulente per aggirare le norme del Festival» – Video

Elio e Le Storie Tese

Obiettivo: arrivare ultimi! E’ ormai diventato un mantra per Elio e Le Storie Tese, che lo ripetono ogni volta e lo fanno anche in questo Festival di Sanremo 2018. La musica ha stancato, ci hanno raccontato con il piglio ironico che li contraddistingue. Scatenati, hanno anche svelato come sarebbe il Festival dei loro sogni. Non mancano delle velate frecciate alla kermesse…


9
febbraio

Sanremo 2018, cosa gli italiani vogliono sapere su Noemi? La cantante risponde e gioca con il Festival – Video

noemi sanremo 2018

Noemi

Non smettere mai di cercarmi“. Per la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2018, Noemi ha scelto un brano che si riassume benissimo con il titolo. Poche parole per esprimere un concetto che la stessa cantante definisce potente e sanguigno. DavideMaggio.it l’ha incontrata per parlare della sua nuova avventura sanremese e ne ha approfittato per chiederle le cose che tutti vogliono sapere su di lei ma anche per sottoporla ad un gioco sui versi di canzoni sanremesi più o meno celebri. E in caso di sconfitta: una PENITENZA.





14
gennaio

Stefano Coletta a DM: «Gli ascolti di Rai3? Siamo meno terremotati del previsto». Ho sostituito Asia Argento con Veronica Pivetti per due ragioni…

Stefano Coletta, direttore di Rai3

Il terremoto annunciato – assicura – non s’è visto. E, se c’è stato, non ha fatto disastri. A sei mesi dal suo insediamento, Stefano Coletta parla della Rai3 da lui diretta e traccia un primo bilancio con toni ottimistici. Da una parte – lo ammette lui stesso – la rete ha perso dei pezzi importanti, da Fabio Fazio al gruppo di Gazebo, ma dall’altra ha acquisito nuovi innesti: il ritorno di Michele Santoro, la nuova serie di Valerio Mastandrea, l’arrivo dell’intrattenimento con Carlo Conti. “Voglio riportare ascolto in prima serata e rafforzare le ventiquattr’ore” ci spiega Coletta, che abbiamo incontrato a Milano a margine della presentazione dell’undicesima stagione di Amore Criminale, condotta da Veronica Pivetti. 


13
gennaio

Veronica Pivetti a DM: «Scelta ad Amore Criminale per la mia normalità. Le violenze nello star system diverse dalle nostre» – Video

Veronica Pivetti

Si commuove, Veronica Pivetti. Guardando in anteprima coi giornalisti uno spezzone dell’undicesima stagione di Amore Criminale - di cui è la nuova conduttrice – l’attrice nasconde a fatica le lacrime. “Prima che attrice e conduttrice sono anche donna, ed è difficile accettare che succedano queste cose” dice, riferendosi ad una delle storie di femminicidio che lei stessa racconterà su Rai3. Da domenica 14 gennaio, in prime time per otto puntate, Pivetti guiderà la trasmissione che si occupa di denunciare e combattere la violenza sulle donne attraverso testimonianze e ricostruzioni in docufiction. Ogni appuntamento sarà preceduto da un’anteprima a cura di Matilde D’Errico, storica autrice ed ideatrice del format, che affronterà un tema specifico (la violenza psicologica, la violenza assistita, lo stalking, i centri antiviolenza, la tratta delle schiave…) e intervisterà una donna sopravvissuta. Poi la parola passerà a Veronica Pivetti, ed il racconto – struggente, a tratti crudo – entrerà nel vivo.





12
gennaio

Paolo Genovese a DM: «Immaturi diventa fiction perché c’era ancora qualcosa da raccontare. Il caso molestie? Non voglio parlarne. Ci vuole molto rispetto per qualunque tipo di argomento che va a stravolgere la vita delle persone»

Paolo Genovese

Del caso molestie nel cinema non ha voglia di parlare, Paolo Genovese. Quando gli chiediamo di commentare la delicata questione, il regista romano ci dice che stiamo sbagliando. Ma a sbagliare forse è proprio lui. Perché ad una domanda si può rispondere in vari modi, più o meno garbati, ma sottrarsi ad un tema così scottante, che ha stravolto il cinema americano con ricadute anche in Italia (e che dunque lo riguarda), non è probabilmente l’espediente migliore per affrontarlo. La nostra conversazione, però, comincia da altro: da Immaturi, la nuova serie tv di Canale5 ispirata proprio all’omonimo film dello stesso Genovese, il quale ha preso parte al progetto targato Mediaset in qualità di direttore artistico e in collaborazione con Rolando Ravello, regista della versione televisiva in onda dal 12 gennaio per otto puntate.


12
gennaio

Ilaria Spada a DM: «Faccio fatica a guardare la TV ma voi seguitela!»

Ilaria Spada

Ilaria Spada nei panni di un’irreprensibile professoressa di storia e filosofia di giorno e di una sexy ballerina di pole dance di notte. Succede in Immaturi – La serie, la nuova fiction di Canale5 in cui l’attrice interpreterà un personaggio interessante ed imprevedibile, in evoluzione nel corso della trama. Dopo aver recitato ne La dama velata (serie tv Rai in onda nel 2015), Ilaria tornerà alla fiction nel ruolo di Claudia, l’insegnante avvenente che tutti vorrebbero avere. O forse no, vista la sua intransigenza scolastica…


12
gennaio

Daniele Liotti a DM: «In matematica ero una zappa totale, ora faccio il prof. ad Immaturi. Amici? Non penso che tornerò»

Daniele Liotti

Più che un banco di prova, sarà un banco di scuola. Daniele Liotti sarà tra i protagonisti di Immaturi – La Serie, la fiction, in onda su Canale5 da stasera, che racconterà l’imprevisto ritorno al liceo di un gruppo di quarantenni. Dopo essere salito sulle vette di Un passo dal cielo (dove tornerà a maggio) ed aver preso parte a Squadra Mobile, Un’altra vita e Il capo dei capi – solo per citare alcuni titoli – stavolta l’attore romano vestirà in panni di un professore di matematica molto affascinante ma con un vizio segreto. A svelarcelo è Liotti stesso, che in questa chiacchierata ci anticipa la sua interpretazione in Duisburg (su Rai1) ed annuncia che non tornerà ad Amici.