Televisione


16
gennaio

BOOM! MARIA DE FILIPPI SUL PALCO DEL TEATRO ARISTON

Maria De Filippi - Festival di Sanremo @ Davide Maggio .it

Se le grazie di Del Noce sono quattro, quelle di Bonolis, a Sanremo, saranno cinque. Ma di sicuro, ad accompagnare il Paolino nazionale sul palco del prestigioso Teatro Ariston, ci saranno presenze femminili di tutt’altro spessore. Prime donne del mondo dello spettacolo che andranno ad impreziosire la kermesse canore più famosa del belpaese.

Se qualche settimana fa vi avevamo  confermato la presenza di Monica Bellucci al Festival di Sanremo, quest’oggi giunge notizia della seconda, altisonante e certamente inaspettata guest star.

Si tratta nientepopodimenoche di Nostra Signora dello Share Maria De Filippi che affiancherà Paolo Bonolis e Luca Laurenti nella puntata finale del Festival, sabato 21 febbraio.




16
gennaio

TATAMI: TORNA CAMILA RAZNOVICH. PRIMA PUNTATA ALLA SCOPERTA DI FACEBOOK

Tatami @ Davide Maggio .it

In Giappone il Tatami accompagna tutta la vita: il sonno, i pasti, l’amore, la morte, la lotta. Un sorta di crocevia simbolico dell’esistenza: lo stesso che si propone di raccontare – nella sua terza edizione – “Tatami” il talk show di Raitre condotto da Camila Raznovich, in onda la domenica alle 23.30 – dal 18 gennaio – per dieci puntate.

Un luogo dove confrontarsi sul nostro tempo, dal costume alle relazioni con gli altri e noi stessi, e dove ascoltare voci e storie di volti noti e non, con le proprie esperienze di vita vissuta. In Italia e non solo, perché il programma – oltre agli ospiti in studio – propone anche collegamenti dall’estero con i più originali pensatori internazionali e filmati che raccontano storie, fenomeni, situazioni. “Nella convinzione – spiegano gli autori – che il racconto della realtà non può prescindere da ciò che avviene al di là” dei nostri confini. Un confronto con diversità o inaspettate somiglianze”. Come nella prima puntata, sul “fenomeno Facebook”, il social network più diffuso al mondo: solo una moda o uno strumento fondamentale per “comunicare”? Per la prima volta, in collegamento da San Francisco, California, parla una rappresentante di Facebook, Naomi Gleit, e risponde agli interrogativi sollevati dal social network, dalla privacy alle censure. Tra gli ospiti anche Jane Alexander, frequentatrice abituale di Facebook, che conta sul suo profilo 900 “amici”, la scrittrice Giulia Carcasi, l’editore Alberto Castelvecchi e anche un sacerdote che usa Facebook come strumento di evangelizzazione

“Tatami” continua inoltre ad indagare sui rapporti speciali della vita: l’amicizia, la fratellanza, il rapporto genitori-figli. Ogni settimana Camila Raznovich intervista un volto noto, con la “partecipazione straordinaria” di una persona che gli è particolarmente cara: apre la serie Carolina Crescentini, con la sua migliore amica.

Scopri ospiti e argomenti di tutte le puntate:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


16
gennaio

RITA DALLA CHIESA, ANIMALISTA, FA CHIUDERE LO ZOO DI 105

Lo ZOO di 105 @ Davide Maggio .it

Rita Dalla Chiesa dichiara guerra allo “Zoo di 105” e lo fa chiudere. Lunedì scorso, nel corso della seguitissima trasmissione radiofonica, i zoologi Marco Mazzoli e gli altri conduttori hanno dispensato al prossimo imbarazzanti consigli su come torturare gli animali. Raccapriccianti aneddoti con protagonisti cani bastonati, rane da far esplodere con una sigaretta, gatti seviziati nelle parti intime e via dicendo.

Decisamente troppo da tollerare, anche quando si tratta di intrattenimento allo stato puro. E le accese proteste degli ascoltatori non sono tardate ad arrivare: una pioggia di mail ha letteralmente invaso non solo l’emittente radiofonica, ma anche la redazione del programma televisivo “Forum“, condotto dall’animalista numero uno del piccolo schermo, Rita Dalla Chiesa.

La bionda presentatrice ha immediatamente sposato la causa, lanciando ripetuti appelli ai responsabili dei contenuti dei programmi di Radio105, nel corso di entrambe le sessioni di “Forum”. E la vicenda, prevedibilmente, ha assunto ulteriore visibilità, raggiungendo una vasta eco, tale da far “scomodare” i vertici dell’emittente radiofonica per un’attesissima risposta alla Dalla Chiesa, tutta a base di scuse e dissociazioni. Non solo, è stata poi realizzata una puntata riparatrice della contestata trasmissione, ma il danno era già stato fatto. La bufera si è andata placando soltanto con l’annuncio della sospensione dello Zoo, a tempo più o meno indeterminato. Un caso atipico che vede la tv bacchettare la radio, in tempi in cui, considerato ciò che viene trasmesso da Rai, Mediaset e restanti reti, ci si sarebbe aspettati il contrario.

A seguire il comunicato del gruppo Finelco, editore di 105:





16
gennaio

LUCIA ANNUNZIATA IN FUGA DA ANNO ZERO. CHI LA FA L’ASPETTI? (GUARDA IL VIDEO)

Lucia Annunziata - Anno Zero @ Davide Maggio .it

E’ stata una puntata piuttosto tumultuosa quella di Anno Zero andata in onda stasera, con l’abbandono improvviso di Lucia Annunziata e un Michele Santoro sempre più infuriato con i politici. Ma cerchiamo di andare con ordine.

La puntata era interamente dedicata al massacro di Gaza, da giorni al centro del mondo dell’informazione e del dibattito politico, e sono intervenuti, oltre alla scrittrice israeliana Manuela Dviri e alla giornalista Rula Jebreal, anche i ragazzi della comunità palestinese di Milano, intervistati da Corrado Formigli, e una giovane israeliana in studio a Roma.

Se il finale del talk politico è stato uno sfogo accalorato del conduttore, che si è schierato contro la politica nazionale, incapace di gestire la situazione, e con Veltroni al quale ha rivolto un pungente invito – “Andasse a Gaza invece di andare in Africa”, la ritirata dell’Annunziata è arrivata inaspettata e in seguito ad una polemica ben precisa. La giornalista ha infatti protestato, ritenendo che la conduzione del collega fosse troppo di parte. “Al 99,9% - ha contestato la giornalista campana – è schierata dalla parte dei palestinesi“.

Guarda il video dopo il salto:


16
gennaio

EMILIO FEDE CONDUCE OGGI STUDIO APERTO PER CELEBRARE LA MAGGIORE ETA’ DELL’INFORMAZIONE TARGATA MEDIASET

Emilio Fede @ Davide Maggio .itNella notte tra il 16 e il 17 Gennaio del 1991 nasceva l’informazione Mediaset in diretta. Emilio Fede, oggi Direttore del Tg4, allora al timone dell’unica testata giornalistica del Gruppo, Studio Aperto, diede per primo, collegandosi con gli Stati Uniti, la notizia delle bombe che cadevano su Baghdad. La prima guerra del golfo era scoppiata.

Sono passati 18 anni da quel giorno, i notiziari televisivi privati, rotto il monopolio pubblico della diretta, sono diventati una risorsa per tutti i telespettatori, che oggi possono scegliere all’interno di una offerta ampia, libera e pluralista.

Per ricordare quelle due parole pronunciate dal conduttore: “Hanno attaccato!” e quei minuti che hanno cambiato la storia della televisione italiana, venerdì prossimo, 16 gennaio, durante l’edizione delle 12,25, Emilio Fede tornerà eccezionalmente dietro la scrivania di Studio Aperto. Nello studio della testata da lui fondata, con l’attuale Direttore Giorgio Mulè, Fede ricostruirà gli eventi, racconterà i retroscena, ricorderà le ragioni di una scelta che ha rivoluzionato l’informazione italiana.

Dichiarazione di Mauro Crippa, Direttore Generale Informazione Mediaset:





15
gennaio

4 PADRI SINGLE, ARRIVA SU CANALE 5 IL TV MOVIE FIRMATO MUCCINO

4 Padri Single @ Davide Maggio .it

E’ scritto da Gabriele Muccino, il regista italiano più amato sulle colline di Hollywood, 4 Padri Single, tv movie in arrivo su Canale 5 giovedì 15 gennaio in prima serata. La pellicola è una commedia romantica che narra un’originale storia di solidarietà tutta al maschile, in cui le vite di quattro padri single si intrecciano sullo sfondo di una confusionaria New York.

Un progetto dal sapore tutto internazionale questo film, girato interamente negli Stati Uniti e con un cast che vede l’italiano Alessandro Gassman affiancato da Francesco Quinn, Lenny Venito e Joe Urla.

Gassman è Jacopo, un affascinante dentista italiano che è stato lasciato dalla moglie Ilaria, esasperata dalle innumerevoli scappatelle del marito con le sue tante pazienti. Padre non proprio attento della piccola Lena, si troverà a cambiare vita dopo essersi innamorato della newyorkese Suzanne, affascinante insegnante di Yoga.


15
gennaio

AMICI 8: VINCONO I BLU E GIANLUCA LANZILLOTTA. REDIVIVI SFONDRINI E MONDAINI

Amici 8 (Maria De Filippi bacia Sandra Mondaini) @ Davide Maggio .it

La prima puntata del serale dell’ottava edizione di “Amici di Maria De Filippi” è riuscita nel difficile intento di riservare al pubblico più sorprese che polemiche, tra sperati ritorni ed un’inaspettata eliminazione. La Sanguinaria, collaudata padrona di casa, s’inginocchia verso una pietra miliare dello spettacolo italiano: Sandra Mondani che, per la gioia di tutti, fa un passo indietro rispetto alla recente decisione che voleva il suo ritiro dalle scene. Parte la sigla, animata ancora una volta dai professionisti e dagli allievi, che lascia presto il posto alla sfida tra Blu e Bianchi.

Il copione è lo stesso di ogni anno, la differenza sembra risiedere unicamente nei concorrenti che, rispetto alle passate edizioni, appaiono meno discoli. Ma è pur sempre, soltanto, l’inizio. “Viva la vida” è l’oggetto di sfida tra Valerio e Luca. Entrambi eseguono il pezzo dignitosamente, nonostante i discutibili rvm che li precedono. E il televoto premia Luca e i Blu. “Ninguno me puede juzgar”, cover del celebre brano portato al successo da Caterina Caselli, è la colonna sonora del passo a due di Garrison che vede Adriano dei Blu, contro Domenico dei Bianchi. Parte quest’ultimo tra una pioggia di critiche e cattiverie via rvm dalla squadra avversaria. Il risultato supera le aspettative, con margini di miglioramento riconosciuti anche dalla Celentano. Lo segue Adriano che conferma pregi e difetti. Ma il piccolo Domenico ribalta l’esito del televoto, portando in vantaggio i Bianchi. Terza prova all’insegna del canto femminile con le brave, ma già “nemiche”, Alessandra e Jennifer. Il pezzo in questione è “Feeling better”, decisamente più nelle corde della prima che, senza troppi problemi, convince insegnanti e pubblico a casa ed i Blu tornano in vantaggio. Per tentare il recupero dei Bianchi scende in campo la ballerina Alice che esegue con profitto il balletto della Celentano con profitto, come del resto Pedro dei Blu. Ne vien fuori un giusto pareggio, ma l’esibizione sarà più che altro motivo per l’immancabile polemica, stavolta alimentata dal ballerino Gianluca che accusa alcuni professori di “agevolare” il rivale Pedro.

Il redivivo Chicco Sfondrini introduce la sfida tra inediti, ovviamente ricordando l’uscita della compilation “Scialla” a partire dal venerdì successivo, annunciando l’atteso match tra “Due cose importanti” di Martina e “Wise girl” di Silvia. Se la prima viene criticata da Jurman per eccessi nell’interpretazione, tempestivamente difesa da Scalise, Di Michele e Platinette, alla seconda, quasi per ripicca, viene rimproverata una tecnica non proprio eccelsa, ma non da Jurman. A prescindere dai giudizi degli insegnanti, imprevedibilmente, Silvia riporta i Bianchi in vantaggio. Prima della pubblicità, è la stessa Sanguinaria a distribuire una copia del disco ad ogni concorrente, oltre che a una ragazza del pubblico in studio. La sesta prova, tutta incentrata su una difficilissima coreografia ideata da Steve, dà origine ad uno dei momenti più imbarazzanti della serata. Se Gianluca, per i Bianchi, esegue una soddisfacente performance, la stessa cosa non si può dire della goffa danzatrice Daniela dei Blu. La ragazza, inutile negarlo, ha un fisico non proprio da ballerina ed è leggermente in sovrappeso. Ed i chili di troppo sono stati il motivo del cambio di partner durante le prove: il possente Leon è stato sostituito dal massiccio Gianni Sperti.


15
gennaio

ASPETTANDO SANREMO 2009: CHE FINE HANNO FATTO LE NUOVE PROPOSTE DEL FESTIVAL DEL 2000? 6^ PUNTATA

Amarcord - Che fine hanno fatto le nuove proposte di Sanremo 2000? @ Davide Maggio .it

Prosegue la nostra “esplorazione” dal gusto amarcord alla (ri)scoperta delle nuove proposte del Festival di Sanremo. In questa sesta puntata dedicata a Sanremo 2000 vediamo che fine hanno fatto Moltheni e Luna. Al termine del post il nostro Sanremo Contest per eleggere, per ogni edizione, la canzone che più ha lasciato il segno. Buona lettura.

Moltheni - Festival di Sanremo 2000 @ Davide Maggio .itMOLTHENI
Umberto Giardini
arriva al Festival 2000 per candidarsi al ruolo di alieno dell’edizione. Nella sua storia professionale pre-Sanremo ci sono aperture di concerti per Verdena, Afterhours e Ginevra Di Marco, tutti nomi importanti nella scena alternative italiana che poco si coniugano con la tradizione festivaliera. Il suo primo disco “Natura In Replay” esce nel 1999 e viene ripubblicato con l’aggiunta della sanremese “Nutriente”, brano che si classifica penultimo e passa abbastanza inosservato. Dopo il Festival l’artista, che prende il nome da una farmacia milanese, si allontana dai grandi palcoscenici per diventare uno dei nomi più importanti della scena indipendente italiana. Nel 2001 è la volta di “Fiducia Nel Nulla Migliore“, secondo album; partecipa inoltre alla colonna sonora del film di Franco Battiato del 2003 “Perdutoamor”. Nel 2005 collabora con i Tre Allegri Ragazzi Morti, band friulana fra le più importanti per il genere alternative-rock, nella stesura del terzo disco “Splendore Terrore“. I suoi video sono tutti puntualmente trasmessi da MTV Brand New, trasmissione di culto dove transitano tutti i fenomeni della musica alternativa italiana. Nel 2006 esce il suo quarto disco “Toilette Memoria“, che vede le collaborazioni di Verdena, Battiato e Marta Sui Tubi. E’ del 2008 l’ultimo disco “I Segreti Del Corallo”.