Televisione


9
dicembre

GRANDE FRATELLO 11: GLI ANIMALISTI CHIEDONO L’ESPULSIONE DI GUENDALINA E MATTEO. SARA’ IL COLPO DI SCENA PER AUMENTARE GLI ASCOLTI?

Grande Fratello: Ferdinando, Matteo e una gallina

Espulsione: ecco l’unico rimedio per arginare  in tempi brevi l’emorragia di ascolti del Grande Fratello. Un colpo di scena inatteso per scombussolare le vite dei partecipanti e aumentare il pathos, proprio come era accaduto nel Gf 9 con Federica Rosatelli e nel Gf 10 con Massimo Scattarella. Il pretesto o la giusta causa, decidete voi, questa volta viene dall’Associazione Animalisti Italiani Onlus che attacca il reality per via di comportamenti poco rispettosi di alcuni concorrenti nei confronti degli animali.

Per Walter Caporale, presidente dell’associazione: “Il Grande Fratello è il reality della crudeltà verso gli animali. E gli autori, la conduttrice e soprattutto i protagonisti ignorano totalmente il danno che dal punto di vista culturale stanno arrecando ai tanti giovani che seguono il programma“.

Il gruppo animalista fa riferimento a due episodi in particolare: le dichiarazioni di Guendalina che alla vista di un uccellino nel cortile della Casa dice di volerlo regalare morto ad Angelica; e i maltrattamenti compiuti da Matteo la sera del 4 dicembre ai danni di una gallina, lanciata in aria e fatta cadere a terra e poi ripresa e strattonata, con conseguente botta al capo e la rottura di una zampa. Per il Casnici e la Tavassi l’associazione chiede l’espulsione (“Ci chiediamo perché il Grande Fratello non abbia provveduto ad eliminare i concorrenti in questione, visto che in passato sono stati cacciati concorrenti per molto meno”)




9
dicembre

FESTIVAL DI SANREMO 2011: LA CARICA DEI “FIGLI DI TALENT SHOW” PER LA SEZIONE GIOVANI

Gianni Morandi, conduttore di Sanremo 2011

Sulla scia di Tony Maiello, vincitore dello scorso anno, sono molti i figli nati dai talent show nostrani a concorrere per un posto (sei sono quelli messi in palio) per calcare il palco di Sanremo Giovani. Tra gli Amici di Maria, vi segnaliamo Simonetta Spiri (già in corsa per Sanremo Lab) con “Fragile”, Eleonora Crupi con “Bastava”, Pasqualino Maione con “Ricorderai me” e Roberta Bonanno con “Prima o poi”. In concorso anche i meno noti Thomas Grazioso (“Dammi indietro le parole”) e Ornella Pellegrino (“Ricordami”).

Da X Factor arrivano invece (e sono in maggioranza) Serena Abrami con “Lontano da tutto”, Ilaria Porceddu con “Libera”, Daniele Magro con “Perchè mai dovrei”, i 4Sound con “Il freddo non durerà”, Luna di Nardo con “Via da qui” e Giuliano (Rassu, pupillo di Claudia Mori) con “Chi trema ama”.

Questi i concorrenti degli anni passati, ma appena conclusa la quarta edizione, i primi eliminati e alcuni aspiranti hanno subito mandato una canzone per Sanremo: segnaliamo le ragazze di Anna Tatangelo Sofia Buconi (“E’ già ieri”) e Alessandra Falconieri (“Quasi da vicino”), gli Effetto Doppler (“Apro gli occhi al mondo”) e Lavinia Desideri che tentò di entrare in gara nella squadra di Elio. Molti gli ex da talent show, ma pochi i brani che meritino di entrare ufficialmente nel cast di Sanremo.


8
dicembre

MEDIASET PRONTA A VIE LEGALI CONTRO DIFFAMAZIONE AMICI DI MARIA DE FILIPPI

Martina Zavolo

Martina Stavolo

Diachiarazione di Paolo Calvani, Direttore Comunicazione Mediaset, sul brano musicale interpretato da Martina Stavolo per Sanremo 2011:

“Mediaset prende atto con stupore di un presunto brano musicale contenente accuse sulla regolarità del programma televisivo ‘Amici’. Nonostante il totale disinteresse di Maria De Filippi, che considera tutta la vicenda nient’altro che una ragazzata, qualora la canzone o eventuali notizie di stampa dovessero continuare a diffondere palesi falsità, Mediaset si riserva di incaricare i propri legali di agire in tutte le sedi competenti”.





8
dicembre

LA SCOMPARSA DI YARA E LA DIGNITA’ DEL DOLORE. LA TV VERITA’ DOPO IL CASO SCAZZI

Yara Gambirasio

Non è la storia della piccola Sarah. Ma passano i giorni e sembra già di vivere un bruttissimo déjà vu. La scomparsa di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate di Sopra svanita nel nulla da ormai dieci giorni, è ancora avvolta nel mistero e mentre continuano le sue ricerche nella fredda Bergamasca il pensiero di molti torna ad un altro incubo cominciato nello stesso modo. Era il 26 agosto scorso e ad Avetrana si perdevano le tracce di Sarah Scazzi, rinvenuta morta e sfregiata dopo 42 giorni. Una vicenda tragica la sua, finita nel più orribile dei modi e seguita con spasmodico interesse dalla televisione che senza pudore l’ha trasformata in un macabro reality. Oggi la cronaca ci racconta di Yara, e i riflettori del circo mediatico si accendono su di lei, sull’apprensione e il dolore di chi spera di trovarla.

Dov’è finita Yara? Chi l’ha portata via? La tv verità si è subito interessata a questa storia, le ha offerto le sue telecamere e i suoi microfoni invadenti per darle spazio e raccontarla in presa diretta. Così le stesse trasmissioni che hanno seguito ora dopo ora la vicenda di Sarah Scazzi hanno ‘alzato il sipario’ su quella ragazzina di Brembate di Sopra che “ama la danza e gioca ancora con le bambole“. Via con i dibattiti in studio, i collegamenti, le ipotesi, gli aggiornamenti dei programmi pomeridiani, dalla Vita in diretta a Pomeriggio Cinque. Nei palinsesti serali Chi l’ha visto? e Quarto Grado non potevano certo trascurare la vicenda, per vocazione. La trasmissione di Salvo Sottile ha pensato anche a una puntata con le storie di Yara e Sarah, assieme. A Porta a Porta, invece, gli ultimi sviluppi investigativi dopo la scarcerazione del marocchino accusato di sequestro di persona e omicidio.

Stavolta nel salotto di Bruno Vespa non si è visto nessun plastico da sezionare, ma sono rimaste le interpretazioni dello psicologo Paolo Crepet, impegnato a tracciare il profilo del “mostro” che avrebbe ingannato la fragile” Yara, per portarla con sè. Supposizioni, parole. Intanto a Brembate Sotto cerca e le speranze di trovare la ragazza viva si affievoliscono col passare dei giorni. Dopo l’orrore di Avetrana il pubblico segue la vicenda con il fiato sospeso: il piccolo schermo questo lo sa bene. Yara come Sarah? Il desiderio è che non sia così ma sembra quasi che certa tv (la solita) cerchi di cavalcare la tensione, sfruttando intenzionalmente quella paura di un triste déjà vu. Non è così che si rispetta la dignità di un dolore.


8
dicembre

IL PUBBLICO DA CASA: DA DA DA DIVENTA INTERATTIVO E SBARCA IN PRIMA SERATA. SI RIPETERA’ IL SUCCESSO?

Marylin Monroe

Si definisce il nipotino di Da Da Da, il programma-fenomeno della scorsa estate, ma rispetto all’access prime time di Rai1 ha un aspetto più dinamico ed evoluto che punta molto sull’interattività. E’ Il Pubblico Da Casa, programma, anticipato nei dettagli da DM, che aprirà il “valzer dei pilot” di Rai1 e e che andrà in onda stasera in prima serata.

Come avveniva con suo “nonno”, in Il Pubblico da Casa il fulcro della trasmissione è costituito dalla riproposizione di memorabili esibizioni televisive, cinematografiche e musicali dei Grandi dello spettacolo (e per spettacolo si intende tutto, anche lo sport). In più è in diretta, ha un noto conduttore che però non si mostrerà mai e il cui nome comparirà soltanto nei titoli di fine trasmissione (ma chi legge DM sa che si tratta di Max Giusti) e – la vera innovazione – affida ai telespettatori la sorte della puntata: sarà infatti Il Pubblico Da Casa (così nasce il titolo) a scegliere attraverso il televoto – completamente gratuito, altra considerevole novità – le esibizioni filmate preferite. Il filo conduttore è quello del confronto tra temperamenti, autentici o artistici, di personaggi popolari.

Stasera vedremo in competizione 2 squadre: quella dei Ruvidi (ovvero i duri, gli esuberanti) e quella dei Teneri (i dolci, i rassicuranti). Da una parte Mike Tyson, Anna Magnani, Adriano Celentano, Tomas Milian, Roberto Benigni, Renato Zero; dall’altra Nino Benvenuti, Marilyn Monroe, Lucio Battisti, Terence Hill, Carlo Verdone, Claudio Baglioni. Due squadre rappresentate da rispettive icone: Humphrey Bogart e Marcello Mastroianni.





8
dicembre

E! ENTERTAINMENT: IL CANALE 124 DI SKY PUNTA SUL GLAMOUR E LO STAR SYSTEM MADE IN USA. TROPPA AMERICA?

Dr. 90210

E!Entertainment è sicuramente uno dei canali più curiosi dei packet channel offerti dalla piattaforma Sky: a differenza di Skyuno o Cielo, infatti, non nasce con pretese generaliste ma non può nemmeno essere ascritto alla categoria dei canali tematici tout court come quelli del gruppo Fox. Nato nel 1987 con il nome “Movietime” ha assunto l’attuale denominazione nel 1991 e si è affermato come il network leader nella distribuzione di notizie dedicate al mondo dello spettacolo e dello star system.

Si tratta di un network pensato per un pubblico amante del gossip e affamato di notizie provenienti dal luccicante mondo dello showbiz anglo-americano, che fa della copertura e di eventi importanti uno dei fiori all’occhiello del proprio palinsesto: sul tasto 124 del telecomando Sky, infatti, si può assistere ai red carpet (le passerelle di accoglienza per introdurre gli ospiti) di cerimonie come la notte degli Oscar, degli Emmy e del Festival di Cannes. Il glamour imperversa su E! anche attraverso la messa in onda di alcuni reality pronti a svelare gli aspetti più segreti di alcune celebrità anglosassoni come l’ex Spice Girl Mel B (sta andando in onda in questi giorni proprio Mel B: nuova vita) o la stilista, modella e attrice americana Kimora Lee Simmons (protagonista de La favolosa vita di Kimora).

Ad onor del vero le due donne appena citate non sono al centro dell’interesse del pubblico italiano come, del resto, le vicende della famiglia Kardashian – una delle preferite dal gossip statunitense – alle quali viene dedicato un altro reality. Sarebbe interessante se venisse la medesima attenzione venisse riservata anche a qualche starlette italiana, facendo però attenzione a non emulare i tragicomici risultati raggiunti da Essere Valeria – che seguiva le vicende quotidiane della Marini – mandato in onda da Fox Life ma chiaramente ispirato al genere di programmi trasmessi da E!


7
dicembre

MASSIMO LIOFREDI LASCIA POCHE SPERANZE AD XFACTOR 5 E ALL’ISOLA 9. E INTANTO PROGETTA UNO SHOW MERITOCRATICO

Massimo Liofredi

Troppi talent in televisione e il genere è ormai saturo. E’ questa in sintesi la giustificazione che fornisce Massimo Liofredi per una (altamente) probabile cancellazione di XFactor dal palinsesto della seconda rete. Intervistato dal Corriere, Liofredi non nasconde il rischio che corre la quinta edizione del talent di Rai2, troppo costoso per le casse dell’azienda pubblica (Al 50% in meno riesco a produrre comunque un altro buon prodotto, non si può non tenerne conto”) e dal rendimento probabilmente non proprio eccezionale.

Discorso simile fatto sull’Isola dei Famosi, la cui ottava edizione partirà a febbraio (pare contro il Grande Fratello) mentre potrebbe non esserci alcuna nona edizione. Anche in questo caso si parla di costi eccessivi (Rai2 ha subìto una decurtazione sul budget di 20 milioni di euro con il passaggio da Marano a Liofredi) e dell’incapacità dell’azienda pubblica di sfruttare la rinata notorietà dei concorrenti usciti dal reality. Tolto Francesco Facchinetti, ormai diventato volto di punta della rete, la Rai non è stata in grado di trattenere alcuni dei personaggi più interessanti, lasciandoseli strappare dalla concorrenza (come Belen Rodriguez, poi tornata all’ovile, e Nina Senicar).

Se XFactor 5 è a rischio e l’Isola 9 non se la passa meglio (e chissà che non vengano sostituiti da prodotti simili dai costi più contenuti), lo stesso non si può dire per Annozero e per la “punta di diamante” Michele Santoro che Liofredi ammette di sentire spesso soprattutto per complimentarsi dei fin troppo ottimi risultati. Meritocrazia in sostanza, è questa la parola chiave di tutta l’intervista rilasciata al Corriere. E a proposito di meritocrazia, Rai2 sembra pronta ad ospitare nel proprio palinsesto un vecchio progetto di Rai1 (poi abbandonato).


7
dicembre

GRANDE FRATELLO 11: LUI, LEI, L’ALTRA E… LA NOIA!

Grande Fratello 11, Ottava Puntata: Pietro e Ilaria

Non vogliamo essere severi a prescindere. Questa ottava puntata del Grande Fratello ha fatto registrare un piccolissimo passo in avanti: ieri sera si è quantomeno riusciti ad arrivare a mezzanotte e un quarto senza ricorrere a grandi termos di caffè.

Eppure la prima parte della serata non partiva sotto i migliori auspici: ancora una volta troppo spazio al triangolo tra Pietro, Ilaria e Guendalina – triangolo peraltro visto solo dagli autori, dal momento che il senese ha chiaramente espresso una preferenza per la fidanzata storica – con la Marcuzzi che ha annunciato in pompa magna “la rivelazione del secondo segreto di Guenda” (ormai lanciata verso una carriera da Madonna di Fatima). E’ stato il momento più noioso: nonostante i confronti, gli interventi di Signorini e gli RVM non si entra mai nel vivo della polemica ed è sempre più evidente come questa vicenda, ormai spremuta fino all’osso, non abbia più alcuno spunto di discussione da offrire al telespettatore.

Molto più avvincente il momento dell’eliminazione a sorpresa, nonostante Alessia Marcuzzi non sia stata chiarissima (eufemismo) a descrivere le modalità della stessa. Questa fase della puntata è stata immediata e i concorrenti, divisi in coppie, hanno dovuto scegliere velocemente quale duo salvare dall’esclusione. Una velocità che ha contribuito ad aumentare il livello di tensione della serata in cui i concorrenti sono stati chiamati ad esprimere pubblicamente – e non nel chiuso del confessionale – le proprie preferenze.