Televisione


16
marzo

STASERA AL GF:INCONTRO-SCONTRO TRA VANESSA, ALBERTO E MARCO E DOPPIA ELIMINAZIONE

GF9 - Alberto Scrivano e Vanessa Ravizza, bacio

Questa sera, al Grande Fratello, nuova infuocata puntata della annosa soap avente per protagonisti Marco, Vanessa e Alberto. A tenere banco sarà, naturalmente, la scelta della “vispa” barista lombarda che, in settimana, in omaggio alla sua proverbiale coerenza, sembra aver ceduto alle pressanti lusinghe del bell’ormeggiatore genovese.

Non ci faremo mancare, certamente, un bell’incontro-confronto con il portierone ferrarese che, dopo aver ricevuto, appena pochi giorni fa, convincenti rassicurazioni, per bocca della stessa Vanessa sulla innocenza del rapporto che la legava ad Alberto, ha dovuto assistere all’ennesimo cambiamento di rotta della fanciulla che pare aver trovato il suo porto sicuro fra le braccia del suo lupo di mare.

Sarà passato sotto un’implacabile lente d’ingrandimento anche il nascente sentimento amoroso che, negli ultimi tempi, sembra legare Ferdi e Francesca. I novelli piccioncini, sulla cui sincerità, certo, non ci azzarderemmo a scommettere il nostro conto in banca, riceveranno una gradita sorpresa da parte della madre della giovane partenopea. Anche uno fra i candidati all’eliminazione (Monica, Francesca, Roberto, Cristina e Laura) sarà premiato da un compassionevole GF attraverso un videomessaggio inviato dal solito caro di turno.




16
marzo

E’ GUERRA TRA TALENT SHOW, MARANO BOCCIA IL GEMELLAGGIO CON LA DE FILIPPI

Antonio Marano e Maria De Filippi

Prima lo spostamento di “X-Factor” al martedì, poi quello di “Amici” nella stessa giornata ad appena due settimane dalla conclusione, sono soltanto alcune delle improvvise modifiche di palinsesto che, secondo i diretti interessati, obbligheranno i telespettatori ad una scelta drastica tra programmi che, fino ad oggi, li hanno tenuti incollati al video.

Ma nell’improvviso vortice che sta scuotendo i palinsesti televisivi, si fa un gran parlare dell’inaspettata proposta avanzata da Maria De Filippi e, ancor di più, della decisa risposta del direttore di Rai2 Antonio Marano.  La regina di Canale5, infatti, ha lanciato un coraggioso gemellaggio tra i due talent show, con tanto di collegamento previsto ad un certo punto della serata. E per farlo, ha deciso di chiamare in causa un suo vecchio amico, ieri dirigente di punta delle reti del Biscione, oggi a capo della potente Magnolia: Giorgio Gori.

Un’iniziativa sorprendente, ma non troppo, visto il profilarsi di quell’epoca che da tanti è già stata ribattezzata “Raiset”. Ma la risposta controcorrente col clima “solidale” è arrivata da Marano che, dopo qualche sgarro di troppo della concorrenza, ha optato per la linea dura: ”Ora che si gioca la partita, giochiamola, anche con i calci negli stinchi, non è ancora il momento del vogliamoci bene, ora è il momento della gamba tesa, come dimostra la scelta della controprogrammazione voluta da Mediaset“.


16
marzo

LA FATTORIA “DEGLI AVANZI DI GALERA”, DELLE SEGHE E DELLE POMPE

La Fattoria Seconda Puntata @ Davide Maggio .it

Credevo di morire” – sono queste la parole di una convalescente Marina Ripa di Meana che hanno aperto la seconda puntata del reality di Paola Perego. Dopo i toni rilassati dell’esordio, il malore avuto dalla contessa ha rappresentato, infatti, l’occasione, per la conduttrice, di tornare al drammatico di talpesca memoria a lei tanto caro. E la lite con Fabrizio Corona che ha preceduto lo svenimento della signora Elide Punturieri, vero nome della real concorrente, è stato, senza dubbio, il momento topico di una puntata destinata a far discutere.

Motivo del contendere: una sigaretta di troppo, quel fumo dannoso per la salute della Ripa di Meana, reduce da un cancro al polmone e da una non meglio diagnosticata macchia, ulteriore suo motivo di preoccupazione.

Una malata di cancro non viene a fare la deficiente in un reality, piuttosto stai a casa con le persone care. Sei venuta per fare la buffona e come sempre sposi battaglie di cui non te ne frega un …!” – sbotta Corona. Il pubblico è attonito. “Il mio è un messaggio agli italiani: di cancro non si muore. Io sposo battaglie serie, tu ricatti la gente, è questa la differenza fra noi” – risponde una sempre più appassionata Marina Ripa di Meana. Un dialogo allucinante che culmina in qualche battuta finale degna della più accesa telerissa:  “So bene cosa significhi la malattia, mio padre è morto di cancro!” – “No, tuo padre è morto per la disperazione che gli hai fatto prendere!





15
marzo

AMICI, AD UN PASSO DALLA SEMIFINALE VALERIO MINACCIA DI TORNARSENE A CASA

Amici 8 - 15 marzo 2009

Chi sarà l’erede di Marco Carta? La risposta è sempre più vicina e gli autori di “Amici di Maria De Filippi” sembrano mettercela tutta per tenere vivo l’interesse del pubblico, oltre che per sopperire all’improvviso cambio di collocazione al martedì. E, dopo la sigla cantata dai Blu, è la stessa padrona di casa a spiegare le novità in arrivo, a cominciare dalla suddivisione del prossimo serale in tre parti:

  1. Blu contro Bianchi e consueta uscita;
  2. medesima sfida con seconda eliminazione e annuncio dei primi tre finalisti ufficiali;
  3. ballottaggio tra i due sconfitti della serata che si contenderanno un ultimo posto vacante per l’attesissima “resa dei conti” del 24 marzo.

I primi in classifica restano i soli a non essere candidati all’uscita, come del resto si eviterà un ballottaggio tra i due reduci Bianchi. L’oggetto della puntata domenicale, tanto per cambiare, è ai limiti dell’inutilità: una miriade di prove per accaparrarsi l’inizio della prova staffetta dove è palese che i concorrenti ne approfittino, esclusivamente, per conquistare qualche altra briciola di popolarità.

E debutta, ormai si fa per dire, Valerio Scanu con l’intensa “When a man loves a woman”. Per lui una media più che sufficiente, accompagnata da polemiche dovute a un delirante “4″ giunto da Garrison e un 5 dalla Di Michele. Entra in studio una vecchia conoscenza del talent show: è Andrea Dianetti, l’unico attore ad un passo dalla vittoria in una precedente edizione del programma e oggi testimonial di uno dei quattro progetti de “La fabbrica del sorriso”. Tocca, poco dopo, a Pedro Gonzales che balla un pezzo dell’assente, e si sente, Alessandra Celentano. Ma l’aitante cubano, più che per le sue doti, si fa notare, suo malgrado, per un ingiusto “0″ (zero) preso da Garrison. E’ ora che Maria assuma un insegnante per i suoi docenti perché, in situazioni come questa, è la credibilità del format a traballare. Commissione più omogenea per Alessandra Amoroso che porta a casa voti altissimi. Altra esibizione e nuove polemiche, invece, per “Mille giorni di te e di me” cantata da Valerio che si scontra, nuovamente, con Garrison che abbassa ulteriormente i suoi voti.


15
marzo

PANE E LIBERTA’, LA FAVOLA BELLA DI GIUSEPPE DI VITTORIO

Pane e Libertà

“Nessuno dovrà più morire per un pezzo di pane”: questo il giuramento solenne, la straziante dichiarazioni d’intenti che, ancora bambino, Giuseppe Di Vittorio pronuncia, fra le lacrime, di fronte a un piccolo compagno di lavoro morente. Una lezione, la sua, di struggente umanità e straordinaria intelligenza politica posta al centro di una fiction “Pane e libertà” che Raiuno trasmetterà domenica 15 e lunedì 16 marzo.

In una società, quella italiana dello scorso secolo, dominata da rapporti sociali arcaici e iniqui, dove la vita di un povero diavolo vale qualche sacco di fave, dove la soddisfazione dei bisogni primari, pane e libertà per l’appunto, diviene oggetto di una costante rincorsa, va in scena l’eterna lotta fra oppressi e oppressori, tra signori e “cafoni”. Alla frustrante rassegnazione dei braccianti meridionali, condannati, da secoli, a una vita di sudore, stenti e sofferenze, ben esemplificata da motti quali “mondo è e mondo sarà”, “solo Dio e il padrone ci danno da mangiare”, (espressioni di tragico disincanto che tanto c’hanno fatto pensare al verghiano “chista è la vita”), Di Vittorio tenta, caparbiamente, di opporsi, offrendo loro, finalmente, la speranza di un cambiamento.

Intrappolati in claustrofobici reticoli sociali di chiaro stampo feudale, i contadini pugliesi trovano, grazie al carismatico “sindacalista della moto rossa” , il coraggio di ribellarsi, di non togliersi più servilmente la coppola di fronte al padrone, di reclamare rispetto per la loro dignità di uomini e lavoratori. Per quanto, oggi, tali conquiste appaiano (o almeno lo si spera) patrimonio inalienabile e sicuro della nostra società, allora, non poteva dirsi certo lo stesso e l’importanza della lezione Di Vittorio alberga proprio nell’idea alta, nobile e decisamente anticonformista per il tempo che egli ha dei rapporti sociali e politici.





15
marzo

REPORT, LA GABANELLI TORNA CON NUOVE INCHIESTE DA DOMENICA 15 MARZO SU RAI3

Milena GabanelliMilena Gabanelli e il suo “Report” tornano in prima serata, a partire da questa sera, 15 marzo, su RaiTre. Il programma di inchiesta ed approfondimento, nato nel 1997 per la rete “cenerentola” della Tv di Stato, nel corso delle numerose edizioni ha affrontato diverse problematiche “scomode”, tutelando il cittadino da inefficienze, violazione delle norme ed ingiustizie all’interno dei servizi pubblici. Il tutto, non senza diatribe e querele tra le varie parti.

La prima puntata sarà tutta dedicata alle norme che regolano la tv, dal primo decreto Craxi alle leggi Mammì, Maccanico e Gasparri. Particolare attenzione verrà dedicata al piano frequenze mai applicato e una concessione ad Europa 7 mai assegnata. Un monopolio pubblico e privato che rischia di riprodursi malgrado l’imminente arrivo del digitale. In seguito, ampio spazio alle casse vuote di Catania, dove il Pdl e l’Mpa di Lombardo fanno il pieno di voti. Quindi le misure per affrontare la povertà, come la Social Card e il Bonus Famiglia appena varati dal governo, con l’intento di capire quanti hanno accesso a questi strumenti, a quali condizioni, in un contesto di crisi in cui non è più permesso sbagliare i conti.

Bisogna considerare che, stavolta, la storica trasmissione della Gabanelli debutta in una giornata, televisivamente parlando, tutt’altro che facile: mentre la rete ammiraglia della Rai propone “Pane e libertà“, pellicola diretta dal regista Alberto Negrin e interpretata da Pier Francesco Favino sulla vita del sindacalista pugliese Giuseppe Di Vittorio, Canale 5 si difende con la seconda puntata del reality show “La Fattoria“, condotto da Paola Perego con la partecipazione di Mara Venier. Vedremo se lo zoccolo duro degli afficionados del giornalismo d’inchiesta si rivelerà, ancora una volta, tale.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


15
marzo

GT RAGAZZI: QUANDO IL DISINCANTO DEI GIOVANI RIESCE MEGLIO DELL’ESPERIENZA DEI GRANDI

Gt Ragazzi @ Davide Maggio .it

Chi ha detto che per fare uno scoop bisogna essere giornalisti esperti? Cosa vi fa pensare che per ottenere una rivelazione da prima pagina sia necessario essere cronisti d’assalto?

A guardare quanto accade al Gt Ragazzi, il telegiornale di Raitre fatto per e con i telespettatori più giovani, sembrerebbe proprio che la ricerca della dichiarazione che “fa notizia” passi per quel crudo disincanto che caratterizza le domande più schiette e spiazzanti, proprio come quelle dei suoi redattori in erba.

E’ il caso di Giulia, baby intervistatrice del Gt, che alla vigilia dell’ultimo Festival di Sanremo si è resa protagonista di un botta e risposta piuttosto interessante con Paolo Bonolis, che tanta risonanza ha avuto in seguito sul web e su diversi quotidiani. “Quanto guadagni?” Due parole semplici e dirette, destinate ad avere enorme eco – ”Un milione di euro” la risposta del conduttore. “Mica poco” ribatte Giulia convinta. “In realtà questo è il mercato. Io però lavoro per un anno al Festival anche come direttore artistico” – spiega il Paolino nazionale alla neo-giornalista, ancora inconsapevole della polemica che, all’indomani, avrà scatenato con quella domanda tanto innocente.


15
marzo

LA FATTORIA: MARINA RIPA DI MEANA COLTA DA MALORE DOPO LITE CON CORONA. PARTECIPERA’ ALLA DIRETTA DI STASERA?

Marina Ripa di Meana - La Fattoria 4

Malore questa notte per la nobile della casta brasiliana de La Fattoria Marina Ripa di Meana. L’animalista dai toni sempre accesi è stata trattenuta dai medici dell’ospedale di Paraty, città a sud di Rio de Janiero che ospita il reality di Canale 5, per gli accertamenti del caso.

Secondo quanto apprendiamo da Studio Aperto, Marina Ripa di Meana si sarebbe sentita male in seguito ad un acceso diverbio con Fabrizio Corona, che insieme alla nobile scrittrice e all’attrice Linda Batista, fa parte della privilegiata casta ospitata dalla Casa Turquesa.

Già prima della partenza la Ripa di Meana, in condizioni di salute non propriamente perfette (due tumori alle spalle, dei quali uno non ancora completamente debellato), aveva dichiarato di partecipare al reality per dimostrare come anche una signora più avanti con l’età potesse ben reggere un gioco del genere, che avrebbe potuto rappresentare, per lei, una vera e propria rinascita. Sappiamo, al contempo, che durante la diretta di domenica scorsa non è riuscita a nascondere, proprio durante un dialogo con Corona, che… “pecunia non olet”.