Fiction Mediaset



29
gennaio

Cosa resterà della fiction Mediaset?

Fratelli Caputo - Cesare Bocci e Nino Frassica

Fratelli Caputo - Cesare Bocci e Nino Frassica

C’è stato un tempo in cui la fiction rappresentava una parte importante della produzione Mediaset. Erano gli anni di titoli quali Il Bello Delle Donne, Distretto di Polizia, L’Onore e il Rispetto e Squadra Antimafia. Poi qualcosa è andato storto: il pubblico si è stancato di quel tipo di offerta, spremuta fino al midollo, il Biscione ha proposto altro senza successo e, stagione dopo stagione, la fiction Mediaset si è impoverita, incapace di catturare l’attenzione del pubblico. Fino, praticamente, a scomparire: in questo mese di gennaio, infatti, non c’è stata neanche una serata di Canale 5 dedicata alla fiction, e la stessa cosa dovrebbe ripetersi a febbraio.




24
aprile

Fiction Mediaset cambia. Ecco i titoli in arrivo su Canale 5

Le Tre Rose di Eva 4 - Riprese (da Facebook)

Le Tre Rose di Eva 4 - Riprese

Mediaset sta vivendo un periodo tutt’altro che facile sotto diversi punti di vista, in primis per il caso Vivendi, ma guarda avanti. Dal punto di vista dei contenuti, il problema principale riguarda la sua serialità, crollata negli ultimi anni ai minimi storici in quanto ad ascolti e gradimento del pubblico. Piersilvio Berlusconi ha dichiarato che il cambiamento è già in atto ed andrà avanti: ma in cosa consisterà?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


4
novembre

DANIELE CESARANO E’ IL NUOVO DIRETTORE DI FICTION MEDIASET

Daniele Cesarano

La serialità del Biscione è pronta per una nuova era, che avrà il volto di Daniele Cesarano: sarà lui, infatti, il nuovo direttore di Fiction Mediaset, nominato in sostituzione di Antonino Antonucci Ferrara, fuori dai giochi per sopraggiunti limiti di età. Via un produttore e dentro un autore, dunque, oltretutto già perfettamente inserito nel mondo di Canale 5. 





17
marzo

FICTION MEDIASET: SI PUNTA SU GIANNI MORANDI E GIORGIO PANARIELLO

Giorgio Panariello

Se per la Rai è il punto di forza, per Mediaset la fiction è “più croce che delizia”. Si contano, infatti, sulle dita di una mano i successi raggiunti dalla serialità del Biscione negli ultimi anni. Per cercare di invertire la rotta, il direttore di Fiction Mediaset, Antonino Antonucci Ferrara, archiviati I Cesaroni e Centovetrine, sta rinfrescando il parco titoli. Tra i vari progetti in cantiere spiccano quelli che si avvarranno di due altisonanti personaggi dello spettacolo nostrano.

Gianni Morandi potrebbe tornare alla fiction Mediaset dopo 17 anni

I nomi “nuovi” della fiction di Canale 5 saranno Giorgio Panariello e – con buone probabilità – Gianni Morandi. Per il cantante di Monghidoro sarebbe pronto un nuovo progetto targato Lux Vide, casa di produzione che fa incetta d’ascolti in Rai ma che su Canale 5 fatica a trovare fortuna. Gianni Morandi manca dalla fiction dal 1998 (La Forza dell’Amore sempre su Canale 5). Datato 1995, invece, il grande riscontro de La Voce del Cuore in cui il cantante affiancava Mara Venier, nel pieno del successo di Domenica In. Nel 2012, invece, ha recitato nel film Le Chiavi di Casa.

Giorgio Panariello protagonista di Un Amore Per Due

Giorgio Panariello sarà protagonista delle otto puntate di Un Amore Per Due, commedia sentimentale prodotta da Picomedia. Il mattatore toscano dovrebbe interpretare un uomo diviso tra due donne.


15
febbraio

FICTION MEDIASET: LE PRODUZIONI DEL BISCIONE CONQUISTANO (SOLO) L’EUROPA DELL’EST

Fiction Mediaset all'estero

Complice la crisi economica generale e il relativo calo d’investimenti, la fiction italiana appare sempre meno appetibile ai mercati esteri, almeno stando a quanto rivelato da Italia Oggi, che ha fatto il punto della situazione sulle produzioni Mediaset esportate all’estero negli ultimi anni. Se Matilde Bernabei e la sua Lux Vide (in forza principalmente in Rai) in una recente intervista allo stesso quotidiano riescono con le proprie fiction a conquistare mercati difficili come la Cina e il Giappone, altrettanto non si può dire delle serie tv del “Biscione”. Mediaset Distribution, divisione dedicata allo sviluppo del business estero, con oltre 500 titoli in catalogo riesce, infatti, ad avere sbocchi oltreconfine quasi esclusivamente nell’Europa dell’Est.

Garko e Farnesi seducono polacche, turche e rumene

E’ il caso ad esempio de Le tre rose di Eva, la serie con Anna Safroncik e Roberto Farnesi, ribattezzata Tuscan Passion e venduta nei territori dell’Ex Unione Sovietica, in Bulgaria, Romania, Slovacchia, Polonia, Turchia, Ungheria e Vietnam. Mercato simile anche per Gabriel Garko che con L’onore e il rispetto 3 ha sedotto il pubblico femminile dell’Albania, della Bulgaria, della Serbia e della ex Urss. Il tv movie Il delitto di via Poma, incentrato sulla morte di Simonetta Cesaroni, e oggetto di numerose polemiche nel nostro paese, è piaciuto invece curiosamente in Arabia, Emirati Arabi Uniti e Malaysia.

Il Clan dei Camorristi arriva in Finlandia e Norvegia

Maggiori opportunità, ma vista l’immagine piuttosto stereotipata e grondante di luoghi comuni che ne veniva data dell’Italia, non sapremmo se considerarlo un bene, l’ha avuta la serie Taodue Il Clan dei camorristi, venduta anche in Finlandia, Norvegia, Benelux e Georgia. Il mercato di punta rimane però l’Est Europa dove hanno trovato fortuna anche le serie Un amore e una vendetta, Il Peccato e la Vergogna, e Il Tredicesimo Apostolo – Il Prescelto.

Fiction Mediaset – Locandine Estero





20
gennaio

FICTION MEDIASET 2014: IN ARRIVO VANITY, UNA MINISERIE SUI TENORINI E IL RITORNO DELLA FERILLI. SI CERCANO NUOVI BELLI

Romeo e Giulietta

Il Tredicesimo Apostolo 2 – La Rivelazione, Il Peccato e La Vergogna 2, e I Segreti di Borgo Larici: sono questi i titoli che compongono la triplice offerta Mediaset per la fiction, che terrà compagnia ai telespettatori nelle prossime settimane. Se per le prime due proposte si tratta del secondo capitolo, nato in seguito al successo della prima stagione, la terza fiction, ovvero I Segreti di Borgo Larici, in partenza mercoledì prossimo, è il primo titolo interamente ideato e prodotto sotto la nuova direzione affidata ad Antonino Antonucci Ferrara. Intervistato dal quotidiano Libero, il direttore della fiction dimostra di avere le idee piuttosto chiare:

“I budget di una volta non esistono più, quindi bisogna cercare di essere molto creativi. Questo vuol dire puntare sulla scrittura, ma anche aprirsi ai giovani produttori, studiando con loro soluzioni innovative, nonché ai giovani attori, anche teatrali. D’altronde le icone di Canale 5 si stanno avviando a superare la quarantina: abbiamo bisogno di nuovi belli.”

Rischio pensione per Arcuri, Garko, Bova, Pandolfi e tutti i volti storici della serialità Mediaset? Assolutamente no. Antonucci Ferrara non intende fare a meno degli attori più amati del piccolo schermo, nè rinunciare alla collaborazione di case di produzione affermate come Ares e Taodue. Intende, piuttosto, studiare nuovi progetti in tandem con realtà diverse, nuove e più agili.

“Valsecchi resta un fondamentale punto di riferimento, soprattutto per il poliziesco e le storie di cronaca. Quando ho assunto l’incarico di direttore, mi sono però accorto di una grave mancanza: abbiamo pochissima commedia. L’unico titolo è I Cesaroni.”

Tra le nuove società al lavoro per realizzare le future fiction targate Mediaset troviamo la Wildside, società di Mario Gianani, che presto racconterà la storia di un matrimonio, seguendo lo stile del celebre serial statunitense 24, ovvero narrando in ogni puntata un’ora del giorno nuziale. Con la Lotus si sta lavorando invece alla versione tv di Tutta colpa di Freud, il film di Paolo Genovese con Marco Giallini, Vittoria Puccini e Claudia Gerini, in uscita al cinema il prossimo 23 gennaio.

Fiction Mediaset 2014 – Foto


1
marzo

FICTION MEDIASET: IL RITORNO DELLE MINISERIE E DEI TEMI RELIGIOSI. IL SOGNO E’ ARRUOLARE ZINGARETTI

Luca Zingaretti

Che Dio ci aiuti, sembra voler dire il nuovo direttore di Fiction Mediaset Antonino Antonucci Ferrara. Nulla a che vedere con la serie di Rai1, ma dopo anni di assenza torneranno su Canale5 le fiction religiose, come dichiarato al quotidiano Avvenire:

Con la Lux Vide stiamo lavorando a un progetto sul fenomeno Medjugorie. Pensiamo di raccontarlo non parlando delle veggenti ma attraverso la storia di qualcuno, magari una famiglia che ha beneficiato dell’esperienza a Medjugorie“.

Il neo direttore ha intenzione di riportare in palinsesto anche le miniserie in due puntate, molto amate da Viale Mazzini. Ritenute troppo costose dalla precedente direzione, Antonucci è intenzionato a puntare sul genere per “renderle un evento che illumini, ogni tanto, il palinsesto“. Scheri, ora direttore di Canale5, che le ha praticamente eliminate (attualmente però si sta girando in queste settimane Romeo e Giulietta), dovrà nuovamente farci i conti anche se non prima del 2014, quando si potrà vedere la nuova impronta nella serialità del Biscione. Impronta che sarà nel segno altresì di un allargamento del parco attori con il sogno di avere in scuderia Luca Zingaretti.


30
dicembre

FICTION MEDIASET 2013: IN CRISI ECONOMICA E D’IDEE, CANALE5 SI AFFIDA A VOLTI NOTI E TITOLI COLLAUDATI

Fiction Mediaset 2013

Pochi ma buoni recita un antico quanto attuale proverbio. In un periodo di crisi generale, segnato da budget ridotti e notevoli cali d’investimenti pubblicitari, anche a Mediaset, così come in Rai, l’offerta in materia di fiction per il 2013 si affiderà a pochi titoli già testati in passato con buoni risultati, e ai soliti volti noti e ormai più che collaudati della fiction italiana.

Tra i personaggi di punta di Canale5 delle prossime settimane troveremo Raoul Bova, che lunedì 7 e martedì 8 gennaio tornerà ad indossare i panni di Ultimo, il Capitano dei Carabinieri divenuto simbolo della lotta alla mafia, in Ultimo – L’Occhio del falco. In seguito l’attore romano sarà protagonista di Come un Delfino – La Serie, sequel in quattro puntate della miniserie trasmessa lo scorso anno da Canale5. Al fianco di Bova nei panni di Alessandro Dominici, arriverà Giulia Bevilacqua nella parte di una giornalista pronta a vivere una storia d’amore con il protagonista.

Dopo numerosi rinvii, venerdì 11 gennaio andrà in onda il primo episodio de Il Clan dei Camorristi, serie tv a marchio Taodue composta di otto puntate, con protagonista Stefano Accorsi nel ruolo di un giudice impegnato nella lotta contro la camorra. Nel cast Giuseppe Zeno e Francesca Beggio. La camorra sarà protagonista anche in Pupetta – Il Coraggio e la Passione, miniserie con Manuela Arcuri nei panni di Assunta Maresca. La fiction, prodotta dalla Ares Film, racconterà la storia e la forte personalità della criminale che, dopo l’uccisione del marito, il boss Pasquale Simonetti, decise di farsi giustizia da sola, uccidendo il presunto mandante dell’omicidio.