RAI Fiction



29
giugno

Fiction Rai 2017/2018: tutte le serie in onda nella prossima stagione

RaiFiction

RaiFiction

La presentazione dei palinsesti Rai per la prossima stagione non ha regalato grandi sorprese sul piano dell’intrattenimento, ancora una volta legato a vecchi titoli e volti conosciuti. Interessanti novità arrivano, invece, sul fronte della fiction che, forte di un primo semestre record per gli ascolti (i migliori degli ultimi 10 anni), alternerà nuovi titoli e la continuità di serie di successo. Torneranno prodotti come Provaci ancora Prof, Il Paradiso delle Signore ed È arrivata la felicità. E si annunciano come un evento l’undicesima stagione di Don Matteo e i due nuovi film della serie Il Commissario Montalbano. Tra i titoli di punta anche Sotto Copertura 2, un racconto ispirato ad una vicenda reale (quella della cattura di Michele Zagaria), Sirene, un mix di commedia familiare contemporanea e fantasy con Napoli a far da sfondo al racconto, Romanzo Famigliare, un quadro contemporaneo che vuole ritrarre le diverse dinamiche all’interno delle famiglie di ieri e di oggi. Torneranno anche le biografie di personalità legate alla memoria collettiva con la miniserie Principe Libero, incentrata sulla vita di Fabrizio De André, In arte Nino, che racconterà la giovinezza di Nino Manfredi, e La musica del silenzio, tratta dal libro autobiografico di Bocelli.




26
aprile

Rai Fiction: i titoli che vedrete e le classifiche delle serie più seguite. Per il 2017 budget e serate ridotti

I Medici

I Medici

La stagione televisiva volge al termine ed è già tempo di bilanci e pianificazioni per il futuro. Se in casa Mediaset la fiction rappresenta un vero e proprio tallone d’Achille, in Rai serie e film tv si sono confermati ancora una volta tra gli appuntamenti più seguiti. A ribadirlo qualche settimana fa sono stati il Direttore Generale della tv di Stato Antonio Campo Dall’Orto e il Direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta in occasione dell’annuale incontro tra l’azienda e i produttori televisivi. Un’occasione nella quale Campo Dall’Orto ha ribadito le linee strategiche delineate sin dal principio del suo mandato:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


27
marzo

L’Amica Geniale di Elena Ferrante diventa una fiction HBO-Rai. Dirige Saverio Costanzo

Il regista Saverio Costanzo

Il regista Saverio Costanzo

Gli ultimi grandi successi seriali della Rai dimostrano che le opere letterarie in tv funzionano: I Bastardi di Pizzofalcone e Rocco Schiavone hanno sbancato l’auditel, e anche in futuro alcuni personaggi continueranno ad uscire dai libri per finire sul piccolo schermo, in carne e ossa. I prossimi a farlo saranno quelli de L’Amica Geniale, il best seller di Elena Ferrante alla cui trasposizione televisiva stanno lavorando HBO, Rai, Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e Domenico Procacci per Fandango.





13
ottobre

RAI FICTION: LE CASE DI PRODUZIONE CHE HANNO RICEVUTO PIU’ SOLDI. SVETTA LUX VIDE

Rai Fiction

La fiction resta il fiore all’occhiello della Rai, il genere principe con il quale l’azienda pubblica si garantisce ascolti molto alti ed una grande affezione da parte del pubblico. Ma quali sono le case di produzione nelle quali Rai Fiction ha investito di più nel 2015 e quali hanno maggiormente soddisfatto le aspettative auditel?


16
giugno

RAI FICTION CAMBIA VOLTO E PUNTA A GIOVANI E UOMINI: MOODBOARD, COMING OF AGE E OFFERTA MULTIPIATTAFORMA LE PAROLE CHIAVE

Tinni Andreatta

Moodboard, coming of age e multipiattaforma. Sono queste le parole chiave della fiction Rai per il biennio 2016-2018. Sull’offerta futura di serie e miniserie della tv di Stato non si avevano notizie chiare da qualche mese. Una situazione d’incertezza lamentata da più di una casa di produzione, da tempo in attesa di avere il via libera per la scrittura o la realizzazione delle proprie fiction. Finalmente le nubi sembrano essersi diradate e si intravedono all’orizzonte le prime importanti direttive.





3
marzo

PAOLO SORRENTINO CONTRO RAI FICTION: “FAREI UNA SERIE TV, SKY E’ L’UNICO INTERLOCUTORE. TV GENERALISTA LEGATA A SCHEMI OBSOLETI”

Paolo Sorrentino - Oscar 2014

Paolo Sorrentino - Oscar 2014

Paolo Sorrentino ha vinto l’Oscar per il Miglior film straniero con La Grande Bellezza, ed è inevitabile che ora tutti salgano sul carro del vincitore. E c’è chi, alla vigilia dell’Oscar, ha anche rivendicato le origini del regista, come Tinny Andreatta, Direttore di Rai Fiction, che a Tv Talk non ha mancato di precisare che sì, anche nel Belpaese esiste una contiguità tra cinema e televisione, come dimostrato proprio dal regista napoletano, che è nato nelle fila Rai con La Squadra. Per l’azienda pubblica, nonostante il film Premio Oscar sia prodotto dal diretto concorrente, non può che essere motivo d’orgoglio.

Lo stesso però non si può dire per Paolo Sorrentino che invece, in una recente intervista a Wired, ha preso decisamente le distanze da viale Mazzini e da Rai Fiction, criticando senza se e senza ma il modello produttivo italiano. Al regista non dispiacerebbe affatto occuparsi di una serie tv perché “ci sono temi complessi che sarebbe semplificatorio contenere in un film” e le serie invece “permettono una narrazione complessa”. Peccato che tutto ciò non sia fattibile perché solo Sky è ad oggi “l’unico interlocutore possibile per la produzione”. Non proprio un bel biglietto da visita per la direzione guidata dalla Andreatta.

Il regista peraltro ha pressoché rinnegato il suo passato, quella Squadra in cui è nato ma che era solo frustrante. C’erano condizionamenti sui contenuti, condizionamenti economici, e c’erano tanti paletti che tutto ti spingeva a un appiattimento, a un prodotto senza vere ambizioni”. Quindi sì alle serie tv, ma no se queste sono le condizioni di Rai ma anche di Mediaset, che peraltro è produttore proprio de La Grande Bellezza, perché sono “ancora legati a una televisione melodramma, con schemi obsoleti” mentre “gli americani sono più avanzati per quanto riguarda la libertà di chi fa, libertà nella scelta delle cose da raccontare e nel modo di raccontarle”.


24
febbraio

FICTION RAI: IN ARRIVO UN MEDICO IN FAMIGLIA 9, FUORICLASSE 2, LE DUE LEGGI E IL GIUDICE MESCHINO

Un Medico in Famiglia 9

Rai1 continua a puntare sulla fiction. Nelle prossime settimane e per tutta la stagione primaverile, serie, miniserie e film tv occuperanno ben 4 serate a settimana. Dopo l’abbuffata sanremese, in cui non sono mancati numerosi promo, ospitate e promozioni delle prossime offerte, oltre a qualche inevitabile polemica, non resta dunque che appassionarsi a nuove storie e protagonisti. Vediamo insieme alcune delle principali proposte di Rai Fiction.

Un Medico in Famiglia 9 da domenica 16 marzo

Alla domenica, terminate le vicende di Braccialetti Rossi, Rai1 continuerà a strizzare l’occhio al pubblico familiare, proponendo Un Medico in famiglia 9. Il nuovo capitolo, in partenza il 16 marzo, vedrà il ritorno in pianta stabile di Lino Banfi nei panni di Nonno Libero, l’ingresso nel cast di Flavio Parenti, nel ruolo del nuovo medico Lorenzo Martini, e diverse altre novità.

Il Giudice Meschino con Luca Zingaretti il 3 e il 4 marzo

Lunedì 3 e martedì 4 marzo 2014 in prima serata su Rai1 andrà in onda Il Giudice Meschino, una miniserie realizzata dalla I.I.F. di Fulvio, Paola e Federica Lucisano. Protagonista della fiction, tratta dall’omonimo e fortunato romanzo di Mimmo Cangemi, sarà Luca Zingaretti. L’interprete de Il Commissario Montalbano reciterà a fianco di sua moglie Luisa Ranieri e di Gioele Dix. La miniserie vede alla regia Carlo Carlei, mentre la sceneggiatura porta la firma di Giancarlo De Cataldo (Romanzo Criminale).

Fiction Rai – Foto

Fuoriclasse  2 con Luciana Littizzetto dal 10 marzo


14
giugno

CALIMERO, LA NUOVA SERIE: ANCHE IL GIAPPONE CO-PRODUCE CON RAI FICTION

Calimero

Per essere piccolo, nero e sconsolato, è in realtà fortunatissimo e molto amato, se a distanza di cinquant’anni esatti dalla sua prima apparizione tv lo ricordiamo tutti. Era il 1963 e Calimero diventava una star del Carosello come “testimonial” di una nota marca di detersivo che riusciva a ripulirlo dal fango, così da renderlo di nuovo riconoscibile alla mamma che lo aveva abbandonato.

Il pulcino italiano è pronto a tornare in tv come protagonista di una nuova serie animata composta da 104 episodi di 11 minuti ciascuno, che segue le altre due serie prodotte nel 1974 e nel 1992 dalla Toei Animation giapponese. Ed ora proprio il Giappone, considerato il successo mondiale nonché probabilmente tutto il merchandising che ruota attorno al piccolo personaggio, ha deciso di entrare nella coproduzione internazionale che realizzerà la serie. Tv Tokyo raggiunge dunque la società di animazione francese Gaumont Alphanim, lo Studio Campedelli italiano e Rai Fiction.

Il Giappone, da sempre storico produttore di serie animate esportate con successo in tutto il mondo, cercava solo il momento giusto per aprirsi alla collaborazione internazionale e quindi il caso di Calimero non sarà isolato. Hiroshi Tsutsumi, responsabile del settore animazione della Tv Tokyo, ha intenzione di proseguire proprio su questa strada mentre, in quanto a contenuti, i progetti giapponesi continueranno sempre di più a prestarsi alla creazione di linee giocattolo associate.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,