Dr. House MD


10
ottobre

ASCOLTI TV USA (2-8 OTTOBRE 2011): TORNANO DR. HOUSE E DEXTER, NCIS IL PIU’ SEGUITO

Dexter 6

Si è chiusa la terza settimana di garanzia (2-8 ottobre 2011) per i network americani e come immancabilmente accade anche dalle nostre parti, non sono mancati i primi schiaccianti verdetti del pubblico. Nella serata di domenica Desperate Housewives conquista 9.16 milioni di americani con il 7%. Al lunedì, dopo un esordio esplosivo e una seconda puntata già in fase di ridimensionamento, è ancora in calo Due uomini e mezzo che dai 28 milioni di due settimane fa, scende a 17.71 milioni, confermandosi leader della sua fascia anche nel target commerciale 18-49 anni con il 14% di share. A dar fastidio, ma molto meno di quanto avrebbe potuto fare qualche tempo fa, è il ritorno del Dr. House seguito nella nuova fascia oraria da 9.78 milioni con il 9%.

LUNEDI Torna il Dr. House ma non fa più paura. Sempre nella serata di lunedì, il secondo appuntamento con Terra Nova cala leggermente a 8.73 milioni con l’8% e viene superato da How I Met Your Mother della CBS con 10.39 milioni e il 12%. Sulla ABC la puntata di Ballando con le stelle dedicata alle performance dei concorrenti si è stabilizzata a 16.56 milioni con appena il 7% nel commerciale. Gossip Girl si accontenta di 1.34 milioni con il 2%. Nel terzo slot della serata Hawaii Five-O (11.07 milioni, 8%) e Castle (11.18 milioni, 6%) stracciano The Playboy Club, già cancellato dalla NBC, che si ferma a 3.47 milioni con il 3%.

MARTEDI NCIS senza rivali. Non c’è rivale che possa tenere testa a NCIS, campione d’ascolti nella serata del martedì anche nel target commerciale con ben 19.35 milioni di americani e il 12%. Nello stesso slot l’ultimo episodio di Glee prima della pausa causa Major League di Baseball, si ferma a 8.42 milioni con un ottimo 10%. Su The CW 90210 raccoglie 1.29 milioni di telespettatori con il 2%. Più tardi, New Girl guida la sua fascia nel commerciale con l’11% e 8.65 milioni di spettatori mentre NCIS Los Angeles si aggiudica 14.78 milioni e il 9%. Lo speciale di Ballando con le stelle con i risultati del televoto ottiene 15.28 milioni con appena il 7%.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes




10
ottobre

DR HOUSE TORNA IN PRESERALE DALLA PRIMA STAGIONE: ITALIA1 TENTA DI ‘INFASTIDIRE’ BONOLIS E LA5

Dr House

Chissà come l’avrà presa Paolo Bonolis. Da oggi ad infastidire Avanti Un Altro ci si metterà anche Italia 1. Per rafforzare la fascia preserale (19.25-20.20), la rete diretta da Luca Tiraboschi ha deciso di puntare sul telefilm più seguito degli anni duemila: Dr House – Medical Division. Ebbene si, tornano dal primo storico episodio le avventure del medico più cinico della televisione.

Se a livello quantitativo i numeri saranno ben diversi, a livello di target si intravede una parziale sovvrapposizione con il preserale di Canale 5: nulla di rilevante se non fosse che nella sfida all’ultimo punto di share con L’Eredità ‘vale tutto’. Da rimarcare comunque che le repliche di Dr House sono state ben spremute negli anni da satellite e digitale terrestre. L’irriverente serie dovrà guardarsi anche dalla concorrenza di Grey’s Anatomy, in onda su La5 dalle 19.40, con cui pochi mesi fa Dr House si spartiva lo slot della serata medical.

Mentre in Italia sta tornando la prima stagione, che ha debuttato in silenzio nell’estate 2005, in Usa la scorsa settimana è iniziata l’ottava (premiere seguita da 9,7 milioni di persone). Quello che potrebbe essere l’ultimo ciclo di episodi si apre con un salto temporale di un anno. Sono passati dodici mesi dall’irruzione di House con la sua auto all’interno della casa di Cuddy (che non ritroveremo più nella serie), infrazione che è valsa al medico un ‘soggiorno’ in prigione. Il ritorno in ospedale con un nuovo capo e tanti cambiamenti non sarà facile per House.

Dopo il salto la trama dell’episodio in onda alle 19.25 dal titolo Una prova per non Morire.


6
agosto

DESPERATE HOUSEWIVES E DR. HOUSE FINIRANNO NEL 2012?

Desperate Housewives

E’ stata riconosciuta come la terza età dell’oro per la serialità statunitense, ma questa fortunata decade creativa è ormai in fase di declino: con la prossima stagione altri due “classici” americani potrebbero sparire dai teleschermi. Secondo quanto scrive il sito Deadline Hollywood, la ABC annuncerà domani al Television Critics Association summer press tour la decisione di chiudere Desperate Housewives con l’ottava stagione, al via il prossimo 25 settembre in america.

Di questa prospettiva sono già state informate le quattro star dello show, che dal 2004 danno vita ai personaggi delle casalinghe disperate di Wisteria Lane. Alcune fonti rivelano che Teri Hatcher, Felicity Huffman, Marcia Cross e Eva Longoria sarebbero rimaste scioccate e rattristate dalla notizia.

Anche i fan di Dr. House potrebbe presto dover dire addio ai metodi spietati di Gregory House: i vertici della Fox hanno confessato di essere incerti riguardo alla conferma della serie per una nona stagione. Se l’ottava, al via il 3 ottobre in America, dovesse essere l’ultima, i creatori si assicureranno che il dottore più cinico del piccolo schermo esca di scena col botto. Il presidente della Fox Kevin Reilly ha poi smentito i rumors sulla nascita di uno spin-off di House, un progetto che non rientra nei piani della rete per il prossimo futuro.





25
luglio

COMIC-CON 2011: LE NOVITA’ DI GLEE, THE WALKING DEAD 2, DR. HOUSE, TERRA NOVA E ALCATRAZ

Comic-Con 2011: il cast di Glee

E’ calato ieri il sipario sull’edizione 2011 del Comic-Con, la convention che dal 1970 riunisce a San Diego gli appassionati di cinema, serie tv e fumetti. Per quattro giorni la città della California si riempie di persone di tutte le età, molti indossano gli abiti e i costumi dei loro personaggi preferiti e sopportano interminabili code pur di strappare un autografo ai protagonisti della serie che amano. La manifestazione è un anche un punto di incontro tra creatori, sceneggiatori e attori con il loro pubblico, per capire o alimentare le aspettative, sciogliere dubbi e smentire false voci.

Uno degli ultimi incontri che si è tenuto ieri pomeriggio ha visto protagonista il cast di Glee: a scatenare i fan è stato il rumors che circola da settimane riguardo all’uscita di Cory Monteith, Lea Michele e Chris Colfer dalla serie dopo la terza stagione (per maggiori info clicca qui). A questo proposito è intervenuto il co-creatore Brad Falchuk che ha voluto rassicurare i fan:

“Cory, Lea e Chris sono personaggi principali e si stanno per diplomare. Il fatto che si diplomino non vuol dire che lasceranno lo show. Se hai Lea Michele sotto contratto, non la puoi lasciare andare così. Vi garantisco che non lasceranno la serie dopo la terza stagione”.

Nell’incontro si è discusso della possibilità di uno spin-off di Glee: stando ad un’indiscrezione circolata sul web, i creatori della serie starebbero pensando ad uno spin-off con protagonisti Rachel e Kurt trasferiti a Broadway. L’ipotesi sembra essere stata già archiviata, secondo le parole di Brad Falchuck:

“Abbiamo esplorato quella possibilità, ma al momento non è nei nostri piani, penso che lasceremo perdere”.

Poche le anticipazioni sulla terza stagione: è stato detto che i personaggi verranno definiti con più precisione riguardo alla loro età e già dal primo episodio si capirà chi è in procinto di diplomarsi e chi invece è ancora una matricola. Si è parlato anche dell’abbandono di Chord Overstreet che nella seconda stagione ha interpretato il personaggio di Sam Evans:

“Per ragioni di cui è al corrente – ha detto Brad Falchuk – abbiamo deciso di non farlo diventare uno dei personaggi principali ma gli abbiamo chiesto di tornare per una parte della terza stagione. Lui ha rifiutato l’offerta e noi ne siamo dispiaciuti perché avevamo in mente delle storie per lui”.

Uno dei panel più affollati è stato quello di The Walking Dead, la serie rivelazione dell’ultima stagione che ha sconvolto San Diego con molti dei suoi fan travestiti da zombie. Saranno tredici gli episodi della seconda stagione, trasmessi in America dal 16 ottobre. Oltre ad uno spaventoso trailer, i membri del cast hanno parlato di sceneggiature ancora più intense e terrificanti. L’attore Jon Bernthal, che interpreta Shane Walsh, ha commentato:


15
luglio

EMMY 2011, LE NOMINATIONS: MAD MEN, BOARDWALK EMPIRE E MODERN FAMILY I PIU’ NOMINATI.

Emmy 2011

Mad Men, Mad Men e ancora Mad Men. Passa il tempo, aumentano le stagioni ma la fortunata serie di AMC non accenna a mollare la presa e incassa anche quest’anno ben 19 nominations a fronte delle tredici statuette già portate a casa nelle ultime tre edizioni. E’ il primo “verdetto” della 63esima edizione degli Emmy Awards 2011, di cui sono stati annunciati ieri i nomi degli show in lista per la tanto ambita statuetta.

Esagerando potremmo dire che in Italia gli appassioni di Mad Men si contano sulle dita di una mano: trasmesse prima da Cult e FX sul satellite, poi da Rai4 sul digitale, le vicende dei pubblicitari di New York non hanno mai trovato spazio su una rete generalista per farsi ammirare dal grande pubblico. Stesso discorso per Boardwalk Empire, in onda su Sky Cinema dallo scorso gennaio, e premiato con ben 18 nominations.

Al terzo posto con 17 nominations spicca Modern Family, la serie targata Fox trasmessa in Italia da Fox Life e Cielo. Buon piazzamento anche per 30 Rock con 14 nominations, per la novità Game of Thrones della HBO che si aggiudica 13 nomination e per Glee a quota 12. Restano quasi a secco i grandi titoli come Grey’s Anatomy con 3 nominations, Dr. House con appena 2 nominations e poi Dexter, Desperate Housewives, Fringe e Community. 10 nominations, invece, per la miniserie The Kennedys (a fine agosto su La7) con Katie Holmes. Dopo il salto le nominations delle principali categorie.





22
maggio

L’ESTATE IN CORSIA DI ITALIA 1: DAL 5 GIUGNO IN PRIMA TV HOUSE, ROYAL PAINS E MIAMI MEDICAL

Dr House

Tempo di corsie e fonendoscopi per la prima serata di Italia1: dopo gli appuntamenti a tutto bisturi (con Plastik e Nip/Tuck), la rete giovane di Cologno Monzese torna ad affidarsi ai telefilm a sfondo medico. Dal 5 giugno, per ogni domenica (salvo variazioni dell’ultima ora), ritorneranno sugli schermi le avventure di House, cui seguiranno i nuovi appuntamenti con Royal Pains (giunto alla seconda stagione, con le nuove avventure di Hank, il medico dei ricconi) e la novità Miami Medical, la cui peculiarità è concentrata nei ritmi incalzanti del pronto soccorso della Florida.

Schierare un tris del genere di domenica sera sembra una mossa abbastanza rischiosa, soprattutto considerando la diretta concorrenza di Rai2, che per la stessa collocazione prevede le repliche NCIS Los Angeles, serie ormai collaudata, insieme  agli inediti di Numb3rs. Vedremo quale fronte la spunterà, si tratterà senza dubbio di una sfida molto combattuta.

Nonostante la rinnovata fiducia riposta nelle faraoniche produzioni a puntate, la crisi che sembra aver investito da qualche tempo il genere è percepita tanto in casa nostra quanto oltreoceano. Ne sa qualcosa Lisa Edelstein, che interpreta proprio in House la dott.ssa Lisa Cuddy. Per l’attrice, infatti, dopo sette stagioni in prima linea, sembra essere arrivato il momento dell’addio allo show. Non si conoscono ancora le modalità esatte dell’uscita di scena, ma già da qualche mese era stata preventivata la partenza di un pezzo grosso del team. Tutto questo, però, si concretizzerà solamente l’anno prossimo.


19
maggio

UPFRONT 2011/12: LA STAGIONE DORATA DI FOX CON X FACTOR, TERRA NOVA E L’ULTIMA DEL DR. HOUSE. ABC PUNTA SU SCANDAL E SUL REMAKE DELLE CHARLIE’S ANGELS

Il palinsesto Fox per l'autunno 2011

La settimana degli Upfront, quella in cui i grandi network americani annunciano i palinsesti della nuova stagione, attira da sempre la curiosità di tantissimi telespettatori, specialmente quella dei fan che aspettano col fiato sospeso di scoprire se la loro serie preferita è sopravvissuta alla mannaia dei ‘piani alti’. In questi giorni le quattro più grandi reti statunitensi hanno presentato al pubblico il menù per l’Autunno 2011, farcito di tante novità e qualche doloroso addio.

Il palinsesto più rivoluzionario e per certi aspetti temibile è quello della Fox di Rupert Murdoch, rinnovato dopo una serie di cancellazioni a raffica. Tra i grandi titoli ritroveremo Dr. House (ottava stagione), Glee (terza stagione), Fringe (quarta stagione), Bones (settima stagione) e tutti i cartoni animati della domenica (I Simpson, I Griffin, American Dad, The Cleveland Show). Le novità sono importanti: la serata del lunedì, che vede già schierato il colosso House, verrà arricchita con un nuovo drama firmato da J.J. Abram (Alias, Lost, Fringe) e prodotto da Steven Spielberg. Si tratta di Terra Nova, una storia che prende vita nel 2149, anno in cui la Terra rischierà la distruzione, per cominciare un viaggio nel tempo che riporterà la famiglia Shannon (e lo stesso Spielberg) all’età dei Dinosauri.

L’altra grande novità per gli schermi Fox sarà il debutto di X Factor US, dopo ben due anni di preparativi, spalmato tra il mercoledì e il giovedì sera. In giuria sono confermati Simon Cowell, Cheryl Cole, Paula Abdul e il produttore discografico Antonio “L.A.” Reid. X Factor avrà il compito di trainare il pubblico verso un’altra nuova serie: I hate my teenage daughter, una commedia sul difficile rapporto tra due madri e le loro figlie. La serata del martedì, dopo Glee e il riconfermato Raising Hope, ospiterà l’altra nuova comedy della stagione, New Girl. Le serie che non hanno invece ottenuto il rinnovo sono Lie to me, Human Target e gran parte dei nuovi progetti lanciati quest’anno.


8
aprile

DR. HOUSE PERDE IL SUO AMICO WILSON? ROBERT SEAN LEONARD A UN PASSO DALL’ADDIO ALLA SERIE

Robert Sean Leonard (Wilson in Dr. House)

Notizia bomba per i fan del Dr. House. La settima serie del drama, infatti, potrebbe essere ricordata per l’addio di uno dei suoi protagonisti. C’era tuttavia da aspettarselo. Le ultime puntate dello show hanno prospettato un sempre più vicino jump of the shark, tra deliranti scenari onirici e inedite atmosfere romantiche. Proprio qualche settimana fa iniziavano a farsi strada le voci secondo cui un improvviso incidente avrebbe fatto fuori un pezzo grosso del Princeton-Plainsboro Teaching Hospital. Adesso l’ipotesi inizia a diventare molto concreta, viste le dichiarazioni rilasciate a Michael Ausiello di TvLine da Robert Sean Leonard, che interpreta da sette anni il garbato oncologo Wilson.

“This is my last season of House. I’m shooting my last episode now. Contractually this is it. There’s also no deal for House next year because Comcast bought NBC Universal and no one has a deal. If I do House next year it’ll be under a new umbrella. But legally and contractually, I’m free after this [season].”

Questa è la mia ultima stagione di House. Ora sto girando il mio ultimo episodio. Dal punto di vista contrattuale questo è quanto. Inoltre non c’è un accordo per il prossimo anno su House, perché Comcast ha acquistato NBC Universal e nessuno ha un accordo. Semmai dovessi rifare House il prossimo anno, avrò un contratto nuovo. Ma per la legge contrattuale non ho più alcun vincolo con la produzione.

Il probabile colpo di scena avrebbe, quindi, una base di natura economica.

“I would love to make more money. Money is nice. I also really miss [living in] New Jersey. I also really miss theater. I miss my friends. Gabby misses her family. I’m sick and tired of living in a place I don’t feel at home. There are very pressing, strong things pulling us in both directions at the moment, so I really don’t know what we’re going to do.”

Mi piacerebbe fare più soldi. Il denaro è bello. Mi manca parecchio vivere in New Jersey. Mi manca il teatro. Mi mancano i miei amici. A Gabby (la moglie dell’attore, ndDM) manca la sua famiglia. Sono stanco di vivere in un luogo in cui non possa sentirmi a casa. Ci sono molte pressioni perché io rimanga, non so cosa faremo.

L’attore, quindi, lascia aperta la possibilità di un futuro ritorno, anche se tra ironia e frecciatine alla produzione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,