Gerry Scotti



23
febbraio

A.A.A. CERCASI EREDE MILIONARIO!

Gerry Scotti, 50 e 50 @ Davide Maggio .it

Eppur si muove, diceva Galileo Galilei parlando della Terra. Finalmente si muove, dovremmo dire noi su DM parlando della factory di Gerry Scotti che pare si sia messa in moto per cercare l’erede di Chi Vuol Essere Milionario.

Probabilmente una necessità più che una voglia di cambiamento. Com’è noto Chi Vuol Essere Milionario è un format tutto particolare. In primis è uno dei pochi che non può essere liberamente modificato dall’emittente che lo trasmette e in secondo luogo è “utilizzabile” per un periodo limitato di tempo visto che la casa produttrice che ne detiene i diritti non sembra essere propriamente (e forse giustamente) “magnanima”. Se a ciò s’aggiungono la messa in onda su Canale5 per 8 anni di fila e il fallimento di 1 Contro 100 che ha determinato una programmazione no-stop mai successa prima, l’arrivo di un nuovo preserale per l’ammiraglia di Viale Europa è quasi un must.

Su questi presupposti, lo staff del presentatore pavese pare sia passato all’azione dopo un lungo periodo in cui si sono passate al vaglio le idee ritenute più valide. Primo risultato tangibile è stata la registrazione, lo scorso mercoledì, della numero zero di un nuovo, ipotetico, game show.

50-50 (Fifty Fifty) Logo ufficiale @ Davide Maggio .itSi tratta di Fifty Fifty (50 e 50), una sorta di spin-off del Milionario e, come tutti gli spin-off, non mi esalta. Se ne parla da ottobre a Cologno Monzese, quando il format fu acquistato da Endemol al MipCom. Trovate sul sito ufficiale di 2WayTraffic (società detentrice dei diritti) la descrizione del gioco in inglese.

Ma la zero di Fifty Fifty non è l’unica in programma. Si dice che siano pronti per essere testati nuovi game show. Tra questi potrebbe esserci un quiz di tanti anni fa che potrebbe benissimo essere definito un evergreen della tv poichè “senza tempo” e riproponibile, per questo motivo, senza particolari difficoltà. Un quiz che ha a che fare con la lingua italiana.

Il problema, però, è un altro. Quando vedrà la luce un nuovo preserale su Canale5?

Più volte Gerry Scotti ha indicato la tarda primavera come deadline per l’arrivo di un nuovo quiz show sull’ammiraglia di Cologno Monzese. Ed in effetti il 6 aprile è la data fissata per l’ultima puntata di Chi Vuol Essere Milionario (salvo proroghe, cosa di cui parleremo più avanti).

Preparare, però, un preserale in un mese e mezzo, sembrerebbe cosa decisamente azzardata. Basti considerare che prima dell’arrivo di 1 VS 100 furono testati circa 8 preserali e il programma arrivò dopo oltre sei mesi dal prima puntata zero. E’ anche vero che ci sono stati casi come La Ruota della Fortuna e lo stesso Passaparola che hanno avuto una “gestazione” di poche settimane, ma c’è da dire che si trattava, comunque, di prodotti già sperimentati e mandati in onda tempo prima. Per converso, non si può trascurare l’arrivo, sempre ad aprile, di Alta Tensione su RaiUno, cosa che rende senz’altro ghiotta la possibilità di sperimentare un nuovo preserale senza il fiato sul collo dell’Eredità. Forse questo è l’unico motivo che potrebbe far si che un nuovo preserale arrivi ad aprile.

Cosa potrebbe succedere, dunque, ad aprile? 3 sono, a mio parere, le alternative possibili.

  • PASSAPAROLA

L’unica possibilità sembra ipoteticamente risiedere in Passaparola che risulta, attualmente, l’unico programma “pronto per l’uso” nella fascia oraria di cui parliamo. Non a caso, nell’ultima puntata della versione in access di Passaparola, Gerry Scotti aveva annunciato un ritorno del programma proprio nella tarda primavera.

In questo caso i pilot attualmente in programma servirebbero per un preserale da testare durante il periodo estivo oppure, direttamente, per il nuovo preserale autunnale.

  • NUOVO FORMAT

C’è chi dice, però, che l’ipotesi Passaparola possa sfumare anche e soprattutto per l’arrivo di Alta Tensione di cui abbiamo parlato. Ragioniamo per ipotesi. In assenza di Passaparola, soltanto due possono essere le strade percorribili : la prima è che venga realizzato realmente uno dei pilot in registrazione in questo periodo oppure….

  • CHI VUOL ESSERE MILIONARIO

potrebbe succedere che Chi Vuol Essere Milionario venga prorogato ancora una volta di qualche settimana per poi cedere la linea al preserale da testare durante il periodo estivo (o chi per esso).

Prima di concludere una curiosità sui dati auditel relativi ai preserali di Rai e Mediaset nel mese di gennaio (6 gennaio – 2 febbraio). Nonostante gli encomiabili risultati dell’Eredità (28% VS 23,5 del Milionario), nel target commerciale c’è un ribaltamento considerevole. Il Milionario totalizza il 25,3% e Carlo Conti si deve accontentare del 22.2%. In presenza di casi come questo, ritengo la differenziazione dei dati sulla base del target opportuna e sicuramente influente per gli investitori pubblicitari.

Voi, preferireste subito un nuovo preserale o aspettereste che possa essere realizzato a dovere? E qualora propendiate per quest’ultima ipotesi vorreste Passaparola o Chi Vuol Essere Milionario?




12
febbraio

RITORNA o NON RITORNA?

Passaparola @ Davide Maggio .it

Un documento presente sul sito di Publitalia, modificato in data 7 febbraio, riporta una novità della quale avevamo parlato in questo post.

Ve l’ho indicata con un rettangolo rosso.

Vero è, però, che in un altro documento, datato 6 febbraio, viene riportato il Milionario… ad oltranza!

Che dite, ritorna?

Preserale Canale5 @ Davide Maggio .it

[dall'immagine sono stati eliminati prezzi, numero e durata delle tlp]


27
gennaio

PASSAPAROLA IN PRESERALE?

Passaparola (Gerry Scotti, Anna Gigli Molinari) @ Davide Maggio .it

La versione in access prime time di Passaparola, testata e programmata per le strenne natalizie, era stata prorogata e avrebbe dovuto proseguire nell’attuale collocazione, ogni domenica sera su Canale5.

Una recente riunione in quel di Cologno, lo scorso venerdi, avrebbe invece scombussolato la programmazione dell’ammiraglia del Biscione andando a colpire, tra gli altri, anche Passaparola.

Il quiz tanto caro a Gerry Scotti, stando alle indiscrezioni, vedrebbe la sua conclusione allo scadere delle 7 puntate previste senza godere di alcuna proroga, come era stato inizialmente deciso e dichiarato, tra l’altro, dallo stesso Donelli durante una puntata di TvTalk.

Ma gli affezionati del programma hanno motivo di gioire anzichè disperarsi.

Si dice, infatti, che lo Zio Gerry abbia chiesto esplicitamente (a fronte dello stop in access prime time) il ritorno di Passaparola in preserale, dal prossimo marzo.

E, in realtà, i conti tornerebbero.

La consueta staffetta tra Chi Vuol Essere Milionario e un altro quiz-preserale si pone come necessaria per i “problemi” legati al format di 2WayTraffic che non concederebbe una messa in onda troppo prolungata della scalata verso il milione.

Lo stesso Scotti ha recentemente indicato marzo come il mese nel quale effettuare il “passaggio di consegne“.

Passaparola, dopo un esordio che personalmente non mi ha esaltato, è riuscita a riconquistare il pubblico di aficionados che non riesce a fare a meno della “ruota quizzarola” più celebre del belpaese. Se a ciò s’aggiunge che, a mio parere, è attualmente l’unico format in grado di contrastare, per come è strutturato, l’inossidabile Eredità di Carlo Conti, il giudizio su questo, per il momento ipotetico, ritorno non può che essere positivo in attesa che nuovi programmi possano essere vagliati per rinnovare l’offerta televisiva per gli amanti del quiz.

Proprio in tema di rinnovamenti, domani DM lancerà una sorta di “concorso di idee” che potrebbe vedere in Passaparola il “bersaglio” ideale dei lettori di davidemaggio.it.

Il quiz del quale parliamo, infatti, non può essere definito propriamente un format ma piuttosto una somma di  mini-format che compongono il programma nella sua interezza : parole impossibili, date impossibili, caccia al 21 e la celeberrima ruota finale.

Una nuova versione preserale dovrebbe essere necessariamente essere arricchita. Proprio sulla base di questa semplice ma ovvia considerazione, domani i lettori di DM avranno la possibilità di dire la propria.

Nel frattempo, siete favorevoli ad un eventuale ritorno di Passaparola in preserale?

Amici 9: qual è il tuo preferito?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...





14
gennaio

FACTORY… ALL’ITALIANA!

Factory (Gerry Scotti, Fatma Ruffini, Paolo Bonolis) @ Davide Maggio .it

Le alternative sono soltanto due.

O il sottoscritto sopravvaluta l’autorato italiano oppure nel nostro Paese non si è più in grado e soprattutto non si ha più il coraggio di scrivere la tv così come si faceva un tempo.

La quasi totale assenza di nuovi programmi made in Italy e la quasi totale formattizzazione dei programmi in palinsesto oscura le eccellenti menti televisive nostrane che potrebbero benissimo competere con i colleghi oltreoceano che sfornano un successo dietro l’altro.

Una sudditanza psicologica nei confronti dei format stranieri che fa si che le emittenti del belpaese (o meglio chi ne è a capo) offrano in pasto al pubblico televisivo programmi già rodati e dei quali sia stato possibile analizzare delle puntate già trasmesse in altri paesi.

Sicuramente comodo e sicuramente utile ma decisamente poco originale.

Contemporaneamente stupisce il proliferare di queste factory che dovrebbero preoccuparsi di sfornare nuovi prodotti che svecchino il “portfolio programmi” della nostra televisione e soddisfino le esigenze del nostro pubblico.

Ho usato volutamente il condizionale perchè credo che, in Italia, manchi proprio l’essenza stessa di questi “laboratori creativi”.

Laboratori nei quali alla sperimentazione e all’ideazione si preferisce l’adattamento e l’ottimizzazione dei format stranieri, importati o importabili in Italia, svuotando di per sè quello che è il compito principale che sono chiamati a svolgere.

Un concetto sostanzialmente diverso e sostanzialmente sbagliato di “factory” che dovrebbe caratterizzarsi per il costante e ininterrotto lavoro di un gruppo autorale ma che, invece, nel nostro caso, lavora “su chiamata” o “all’occorrenza”, quando cioè si pone la necessità di scovare e/o adattare il prodotto prescelto per l’inserimento in palinsesto.

Continua a leggere FACTORY… ALL’ITALIANA! :


17
dicembre

CHI FERMERA’ PASSAPAROLA?

Chi Fermerà la Musica e Passaparola @ Davide Maggio .it

Giornata importante, quella di ieri, per le ammiraglie dei due principali gruppi televisivi del belpaese.

RaiUno ha proposto la puntata pilota di quello che sapevamo già essere un divertentissimo show musicale made in USA e Canale 5 ha riproposto una tanto attesa nuova edizione del quiz preferito di Gerry Scotti.

Partiamo col primo…

Chi Fermerà la Musica ha rappresentato una fedele riproposizione del format da cui è tratto, “The Singing Bee”. Ed è sicuramente nella “fedeltà all’originale” l’elemento in cui trovare la chiave del successo del programma condotto da Pupo.

Questa volta, infatti, non è stato dato spazio a quell’intrinseco processo di invecchiamento che la prima rete di Viale Mazzini riserva ai format stranieri che sceglie di importare in Italia.

Chi Fermerà la Musica si è rivelata un mix decisamente “azzeccato” ha trasformato il programma in un esperimento… da ripetere presto! 

Ottima la scenografia (propria di un grande show in prime time), ottima la fotografia e assolutamente gradevole la conduzione.

Relativamente a quest’ultimo punto, pur non essendo tra i sostenitori della carriera televisiva di colui che si è reso famoso per un gelato al cioccolato e per le perdite al casinò, non è possibile muovere alcuna critica negativa : in un periodo nel quale il video viene regalato a cani e porci e la popolarità viene guadagnata grazie a troni e veline, non si può non lodare Pupo che ha saputo portare avanti uno show simpatico, spensierato e divertente probabilmente forte dell’affinità dello show con la sua precedente carriera.

Interessante è stata la riproposizione del “live casting” dei concorrenti che rappresenta uno dei momenti più singolari dello spettacolo. Non a caso avevo mostrato il video della “world premiere” di The Singing Bee in cui il conduttore si prodigava nella scelta dei partecipanti, caratteristica abbandonata dopo le prime puntate della versione statunitense del programma.

Il “live casting” ha rappresentato l’unico momento di incertezza per Chi Fermerà la Musica. Non si è riusciti a rendere al meglio questo momento decisamente particolare. La titubanza del conduttore, poi, di fronte ad una concorrente rimasta inizialmente muta davanti al microfono ma ”spinta” ugualmente verso il palco ha probabilmente fugato ogni dubbio circa la veridicità di questa parte del programma.  

Emblematico anche il ritorno della band di Demo Morselli (orfana di Lalla Francia) che  dopo la “depariolizzazione” ha vagato in un limbo mediatico in attesa di ritrovare una nuova, difficile ”collocazione catodica”… destino di chi abbandona la “fascinosa combriccola”!

Gradevole e variegata anche la rosa dei partecipanti che ha animato una cornice che già di per sè aveva le carte in regola per non rimanere semplicemente una puntata pilota!

Continua a leggere Chi Fermerà Passaparola?





16
novembre

PASSAPAROLA : DAL 16 DICEMBRE IN ACCESS PRIME TIME SU CANALE5

Passaparola @ Davide Maggio .it

Visto l’interesse suscitato dal post dedicato a Passaparola… urgono ulteriori ragguagli su questo gradito ritorno.

Ebbene, nessuno di Voi  si è posto interrogativi sulla nuova collocazione oraria del quiz di Gerry Scotti.

Sappiate dunque che Passaparola occuperà l’access prime time della domenica al posto di Paperissima Sprint già dal prossimo 16 dicembre.

La mia mente ha iniziato ovviamente a farneticare…

Mi sono chiesto, infatti, come mai Passaparola torni proprio a pochi giorni di distanza del debutto della seconda edizione di 1 Contro 100.

Pur essendo collocati in due fasce orarie differenti, ritengo che la contemporanea messa in onda dei programmi di cui parliamo soddisfi due esigenze ben precise : da un lato si confronterebbero in maniera immediata due programmi che hanno un’ “anima” molto simile, dall’altro si metterebbe alla prova Passaparola per verificare se, a distanza di anni, sia ancora in grado di… tenere banco.

Ma tenere banco per cosa? Penso proprio per il preserale di Canale5 che, dopo l’ennesima nuova edizione di Chi Vuol Essere Milionario (che inizia a sentire il… “peso degli anni”) potrebbe trovare una valida alternativa in una versione rinnovata di Passaparola (programma a cui Scotti è affezionatissimo) che verrebbe testata fuori dal periodo di garanzia e, per questo, in totale tranquillità.

Amadeus e 1 Contro 100 che fine farebbero? Lo vedremo a breve su DM!  

Il post è stato aggiornato con quella che è attualmente la data più probabile per il ritorno del programma di Gerry Scotti. Saprete, infatti, che erano state indicate come date possibili per il ritorno il 9 o il 16 dicembre. Eventuali ulteriori variazioni verranno fornite tramite ulteriori aggiornamenti.


15
novembre

ULLALA ULLALA ULLALLA LA : TORNA PASSAPAROLA

Passaparola @ Davide Maggio .it

Gerry Scotti ce l’avrebbe fatta! 

Si dice, infatti, che sia pronta per il debutto una nuova edizione di Passaparola, uno dei capisaldi della programmazione preserale di Canale5 sino a qualche anno fa.

Sembra, dunque, proseguire questo nuovo, straordinario trend di Canale5 volto a recuperare ciò che di bello proponeva l’ammiraglia di Viale Europa negli anni scorsi.

Una programmazione Amarcord che vede, però, qualche novità. Come dire “la tradizione nel solco dell’innovazione”.

Si dice, infatti, che la nuova edizione di Passaparola dovrebbe andare in onda la domenica sera in prime time.

E potrebbe farlo molto prima di quanto possiate immaginare!


29
ottobre

ALVISE BORGHI TRA AMADEUS E GERRY SCOTTI

Alvise Borghi, Gerry Scotti e Amadeus @ Davide Maggio .it

Ci sono cose che non riesco a spiegarmi. Una di queste, sto per raccontarvela.

Come Vi avevo annunciato alcuni giorni or sono, la produzione di 1 Contro 100 aspettava la conferma di un noto paroliere che avrebbe dovuto assumere le vesti di autore capo della prossima edizione del quiz di Amadeus.

Ebbene, la conferma è arrivata e l’autore in questione è Alvise Borghi.

Ma Alvise Borghi è notoriamente uno degli autori di Gerry Scotti oltre che un caro amico del nuovo re del quiz.

Un tradimento, dunque? Apparentemente si ma le condizioni che Borghi avrebbe posto farebbero supporre il contrario.

Si dice, infatti, che l’ex autore de La Ruota della Fortuna abbia richiesto non solo un sostanzioso stipendio ma anche il coinvolgimento nei successivi quiz Endemol tra cui, in primis, Chi Vuol Essere Milionario che vede in prima linea proprio lo Zio Gerry.

Vista la conferma, Endemol dovrebbe aver accettato siffatte condizioni. E Gerry Scotti anche!

Ma come mai questo ritorno tardivo nello staff di Chi Vuol Essere Milionario stante l’amicizia tra i due? E soprattutto, perchè accettare 1 Contro 100 mettendo, quanto meno esteriormente, a repentaglio il sodalizio con Gerry Scotti?

Perchè Borghi avrebbe dovuto aspettare la chiamata da 1 Contro 100 per poter aspirare a lavorare successivamente nel quiz dell’amico Scotti?

Il preserale è, infatti, ormai appannaggio della neonata factory di Gerry Scotti che ha come obiettivo primario proprio la sperimentazione e la gestione del preserale dell’ammiraglia di Cologno Monzese.

Una factory che lavorerà su prodotti Endemol e che dovrebbe creare uno staff di persone specializzate nel passare al vaglio nuovi format da proporre su Canale5.

Un progetto che fa sì che tutte le scelte “preserali” di Canale5 debbano, o per lo meno dovrebbero, trovare il beneplacito di Gerry Scotti.

Che anche l’ingresso di Alvise Borghi in 1 Contro 100 sia stato discusso ed approvato proprio con Gerry Scotti per consentire l’ingresso dell’amico nel covo del “nemico”?