Piersilvio Berlusconi



26
luglio

Maria De Filippi: «A Pier Silvio Berlusconi faccio fatica a dire no. Non farei mai il direttore di rete o la conduttrice del GF»

Maria De Filippi

Maria De Filippi

Non sopporto di essere considerata come la Juventus nel calcio, sempre assolutamente vincente: rivendico il sacrosanto diritto di sbagliare“. A parlare è Maria De Filippi. Intervistata dal settimanale Oggi, la conduttrice di Canale 5 ha fatto un bilancio della sua carriera, ricordando anche i suoi insuccessi, e riguardo al futuro ha affermato che non farebbe mai il direttore di rete.




9
giugno

Mediaset sposta la sede legale in Olanda. Nasce la holding MFE – MediaForEurope

Piersilvio Berlusconi

La prospettiva europea, per , è ormai segnata nei fatti e nelle scelte strategiche del Biscione. L’azienda ha deciso di trasferire la propria sede legale in Olanda costituendo una nuova holding, MediaForEurope (Mfe), che sarà quotata sia a Milano che a Madrid. Mediaset e Mediaset Espana, infatti, saranno trasferite sotto l’ombrello della nuova società, che avrà sede fiscale in Italia.


29
maggio

Mediaset diventa prima azionista di Prosiebensat.1 e pensa ad una tv free europea

Piersilvio Berlusconi

punta all’Europa. L’azienda di Cologno ha acquistato il 9,6% del capitale sociale del broadcaster tedesco Prosiebensat.1 Media, operatore che gestisce tv in Germania, Austria e Svizzera, divenendo così primo azionista della società. Per il Biscione è il primo passo verso la creazione di un network tv generalista europeo, obiettivo dichiarato in tempi non sospetti dal Vicepresidente del gruppo milanese, Piersilvio Berlusconi.





28
marzo

Non è la D’Urso, Barbara: «Mi ha telefonato Piersilvio Berlusconi, la trasmissione gli è piaciuta tantissimo»

Barbara D'Urso

A Piersilvio Berlusconi la terza puntata di Live – Non è la D’Ursoè piaciuta tantissimo“. Garantisce Barbara D’Urso. Poco fa, lanciando l’appuntamento con Pomeriggio Cinque, la conduttrice ha fatto riferimento al suo show di prima serata ed ha ringraziato il pubblico da parte dell’editore, assicurando di aver ricevuto la benedizione di quest’ultimo via telefono.


28
marzo

Mediaset, i compensi dei top manager: Confalonieri record con 9,5 milioni. A Berlusconi 1,7

Piersilvio Berlusconi, Felede Confalonieri

Il Paperone della governance Mediaset è sempre lui: Fedele Confalonieri. Con un compenso totale di oltre 9,5 milioni di euro, nel 2018 il Presidente del Biscione ha staccato di gran lunga l’AD Piersilvio Berlusconi, che si è ‘accontentato’ di 1,73 milioni. Il gruzzolo ottenuto dal numero uno dell’azienda comprende anche i 6,5 milioni di euro avuti a titolo di integrazione al trattamento di fine rapporto, dopo le sue dimissioni da dirigente comunicate lo scorso luglio. Confalonieri e Berlusconi, però, non sono gli unici manager Mediaset a percepire stipendi a sei zeri.





18
marzo

Piersilvio Berlusconi: «Espansione all’estero per fare di Mediaset l’unico broadcaster free paneuropeo»

Piersilvio Berlusconi

Prima si fa, meglio è. I competitor non aspettano“. Piersilvio Berlusconi è impaziente di andare incontro al futuro, che a suo avviso consiste nell’espansione di all’estero. Di essere pronto a nuove “sfide internazionali“, il vicepresidente del Biscione lo aveva annunciato nei giorni scorsi a Tgcom24 ed oggi ha ribadito il concetto. L’obiettivo dichiarato dal top manager è quello di trasformare il gruppo di Cologno Monzese nell’unico broadcaster free paneuropeo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


17
gennaio

Variety500: ci sono 9 italiani nel gotha dell’entertainment industry nel 2018. Ecco chi sono

Andrea Scrosati

Andrea Scrosati

Nel gotha dell’industria dell’intrattenimento globale c’è anche un pezzo di Italia. Alcuni top manager e artisti del nostro Paese – nove in tutto – sono stati inseriti dalla rivista americana Variety nella classifica annuale dei 500 leader più influenti nell’ambito dell’«entertainment industry». Accanto ai loro nomi, quelli di altre personalità di primissimo piano, in maggioranza statunitensi. Ecco chi sono.


12
settembre

Rete4, Piersilvio Berlusconi: «Attualità e informazione come pilastri. Ma Il Segreto e Tempesta d’Amore non si toccano. Stimo Renzi, mi piacerebbe avere il suo documentario»

Rete4, Piersilvio Berlusconi con i volti del canale

Non vogliamo fare una all news popolare, ma una rete generalista che contenga tutte le dimensioni della realtà“. tiene a precisarlo. Alla presentazione della nuova , il direttore del canale ha subito messo in chiaro che l’obiettivo della programmazione sarà la polifonia. E Piersilvio Berlusconi, vicepresidente Mediaset, gli ha dato man forte. “L’obiettivo è fare una rete generalista con l’attualità e l’informazione come pilastri” ha dichiarato. Guai, però, a mettere in discussione la presenza de Il Segreto, che tornerà in prima serata