15
giugno

Top Dieci: Carlo Conti, con l’amarcord non sbagli mai…

Carlo Conti

Carlo Conti

Carlo Conti fa centro un’altra volta, anche con lo spettro della pandemia che resiste, e lo fa puntando sui propri capisaldi, su ciò che ha saputo valorizzare in tv forse come nessun altro: l’amarcord. Il suo nuovo programma di prime time, Top Dieci, ripercorre la storia italiana attraverso numerose classifiche, e riesce ad appassionare il pubblico con poco. Con quel poco che oggi si può offrire sul piccolo schermo.

Top Dieci: Conti perfetto padrone di casa, ospiti capaci di intrattenere

Niente pubblico, niente corpo di ballo, distanza tra gli ospiti e tutti attenti a non esultare troppo vicini. Uno scenario alquanto triste che, però, è stato rallegrato dalla scelta di quegli ospiti: nella prima puntata sono stati in particolare Christian De Sica e Nino Frassica a far sorridere conduttore e colleghi, con freddure, battute e strafalcioni che hanno creato un clima goliardico e leggero.

Carlo Conti, come sempre impeccabile padrone di casa, ha offerto ancora una volta al pubblico quel mood un po’ nostalgico e molto familiare creato dal ricordo, che è stato il cuore di show di successo come I Migliori Anni e Tale e Quale Show. Lo ha fatto con l’aiuto di filmati d’epoca, musiche e due interviste – a Roberto Mancini e Massimo Ranieri – e l’idea di realizzare una sorta di varietà “ridotto all’osso” si è sentita tutta. L’uso delle classifiche e i tentativi dei concorrenti di indovinare le giuste posizioni ha poi riportato in qualche modo alla mente, seppur con tutte le differenze del caso, il quiz Zero e Lode!, condotto qualche anno fa nella fascia post prandiale di Rai 1 da Alessandro Greco e poi cassato frettolosamente.

Veder rivivere il passato sullo schermo, da quello sportivo a quello domestico, puntando però in particolar modo sullo spettacolo nostrano, non sarà stata un’idea originalissima ma ha saputo intrattenere. E va apprezzato soprattutto lo sforzo di realizzare qualcosa di “nuovo” in un contesto difficile e fermo da un po’, nel quale non ci si può abbracciare ma si può trovare comunque il modo di sentirsi parte di un insieme.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


CARLOCONTI
Top Dieci: gli ospiti del debutto del nuovo programma di Carlo Conti


Carlo Conti
Top Dieci: due squadre di vip giocano con le classifiche nel nuovo show di Carlo Conti


Ieri e Oggi
Ieri e Oggi: un bell’appuntamento amarcord, ma con un Carlo Conti «superfluo»


Sanremo 2017 - serata finale - © US Rai-iwan
SANREMO 2017: UN DEJA-VU MOLTO MENO ENTUSIASMANTE DEL GIA’ VISTO

1 Commento dei lettori »

1. Dimitri ha scritto:

15 giugno 2020 alle 18:13

Per essere stato “costruito” in tempo di distanziamento sociale, senza orchestre, pubblico e ballerini/e non è male ma il concept non mi sembra così nuovo, mi ricorda un po Family Feud (USA) o Tutti x uno (versione italiana)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.