Recensione



29
aprile

I Migliori Anni: sbiadito revival di se stesso. La Tatangelo ridotta a valletta parlante, ma chiacchieratissima per il look sui social

I Migliori Anni 2017 - Anna Tatangelo e Carlo Conti

I Migliori Anni 2017 - Anna Tatangelo e Carlo Conti

Gli anni passano per tutti, anche per i migliori. Su Rai 1, la prima puntata dell’ottava edizione de I Migliori Anni più che un gradito ritorno è parsa uno sbiadito revival di se stessa. Vero che dai preziosi cassetti delle teche Rai si può attingere come ad una risorsa rinnovabile ma per questo esiste già, sulla stessa rete, l’appuntamento -ormai diventato una specie di cult- con Techetechetè. Non basta dunque una manciata di ospiti notori a Carlo Conti per risvegliarci dal torpore di una serata fiacca e solo vagamente rievocativa.




28
aprile

Tutto può Succedere. Anche che i personaggi di una fiction risultino insopportabili!

Tutto può Succedere 2

Tutto può Succedere 2

La famiglia Ferraro è tornata su Rai 1 dopo circa un anno. I personaggi sono cambiati, sono andati avanti per reagire agli ostacoli della vita, sono cresciuti ma sono stati anche caricati a pallettoni dagli autori, che hanno reso le trame di Tutto può Succedere 2 a tratti eccessive. E, dispiace scriverlo, per niente empatiche.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


28
aprile

Carpool Karaoke: Italia1 va veloce e sbanda

Carpool Karaoke - Jake La Furia

E’ un dato di fatto: di programmi tv con protagoniste persone che cantano su un’automobile, ultimamente, c’è stata una vera e propria invasione. Quello in onda poco fa su Italia 1, però, era a dire il vero l’originale, quello da cui tutto è partito: la versione italiana di Carpool Karaoke, che negli States era soltanto una rubrica del Late Late show di James Corden ma che è riuscito ad ottenere un successo planetario grazie a video virali in tutto il mondo. In Italia, invece, è diventato un programma a sè, con la conduzione (se così si può chiamare) del rapper Jake La Furia

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





27
aprile

Piccoli Giganti: il format si fa più agile, ma perde di leggerezza e imprevedibilità

piccoli giganti giuria

Piccoli Giganti: la giuria e Giorgino

Non si smette di giocare perché si invecchia. Si invecchia perché si smette di giocare“, con questa citazione dello scrittore George Bernard Shaw si è conclusa la prima puntata di Piccoli Giganti. Il baby talent condotto da Gabriele Corsi con il piccolo Giorgio Zacchia è sembrato, al suo esordio, ritmicamente più agile e snello rispetto alla versione confezionata da Mediaset. Il suo punto debole risiede, però, nell’eccesso di “self control”.


21
aprile

Matrimonio a Prima Vista 2: manca l’effetto sorpresa, ma è un bene

Matrimonio a Prima Vista 2 - Francesca e Stefano

Matrimonio a Prima Vista 2 - Francesca e Stefano

Di solito le seconde edizioni dei programmi, anche dei migliori, lasciano un po’ a desiderare. Viene meno quel sapore di novità che intriga ed incuriosisce. Nel caso di Matrimonio a Prima Vista, partito giovedì 13 aprile 2017 su SkyUno, il fatto di avere un precedente alle spalle si sta rivelando invece un valore aggiunto. E non da poco.





19
aprile

Di Padre in Figlia: un dramma così marcato da offuscare la speranza

Di Padre in Figlia - Stefania Rocca

Di Padre in Figlia - Stefania Rocca

La fiction italiana ci ha insegnato che si può raccontare tutto con leggerezza senza per questo perderne in credibilità o veridicità, basti pensare a La Mafia uccide solo d’Estate per averne l’esempio più eclatante. Sarà per questo e per il fatto che gli anni ’60, televisivamente parlando, sono da sempre sinonimo di sorriso, ma Di Padre in Figlia all’esordio è risultato ostico ed eccessivamente drammatico per essere gustato davvero.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


17
aprile

Primo Appuntamento: su Real Time un dating show romantico e vecchia maniera che non riesce a sfondare

Primo Appuntamento - Real Time

Primo Appuntamento - Real Time

La ricerca dell’anima gemella è un argomento carissimo al piccolo schermo, dai lontani tempi dell’ingenuo Colpo di Fulmine fino ad oggi, con persone che prima si sposano e poi si conoscono sotto l’occhio vigile delle telecamere, come avviene in Matrimonio a Prima Vista, ed altre che si incontrano per la prima volta nudi in un letto, come in Undressed. Ma tra i tanti dating show che spopolano e che spingono sempre più avanti l’asticella, con meccanismi complicati e trasgressivi, ce n’è qualcuno che in qualche modo la genuinità e le emozioni del primo incontro è riuscito a preservarli: ci riferiamo a Primo Appuntamento, il programma in onda nel martedì sera di Real Time che fa incontrare due sconosciuti nel corso di una semplicissima cena a lume di candela.


14
aprile

The Sweetman: Iginio Massari più che zucchero ci mette pepe

Iginio Massari

Iginio Massari

“Massari, Massari, Massari, Massari… ci offriremo volontari. Massari, Massari, Massari, Massari… Massari ci massacrerà e saranno ca**i amari. Così recita l’ironica canzone di Massimiliano “Maxino” Cernecca che fa da sigla finale per il programma di Sky Uno “Iginio Massari - The Sweetman“, nel quale il re della pasticceria giudica le creazioni di “sventurati” concorrenti che si presentano al suo cospetto ben sapendo che dolce, lui, non lo è per niente.