Recensione



19
gennaio

Non mi lasciare e l’insopportabile sensazione di apnea

Non mi Lasciare - Vittoria Puccini

Non mi Lasciare - Vittoria Puccini

Che si tratti di gialli, polizieschi o commedie leggere, la fiction Rai non sbaglia un colpo. Tranne rarissimi casi, le proposte seriali della tv pubblica sono capaci di appassionare il pubblico, merito di una scrittura forte, di attori nella parte e di registi in grado di valorizzare ogni elemento a loro disposizione. Non mi Lasciare, la serie prodotta da Paypermoon e diretta da Ciro Visco, non fa eccezione, rivelandosi ben confezionata e tecnicamente riuscita; peccato che si faccia fatica a seguirla. E’ cupa e per molti versi respingente.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




19
gennaio

Back to School: un banale ritorno a scuola

Nicola Savino - Back to School

Nicola Savino - Back to School

Avete presente quello stato di noia misto ad ansia che pervade (o pervadeva, per chi è più “in là” con gli anni) nel giorno del fatidico ritorno a scuola dopo tre mesi di vacanze estive? Guardando Back to School la sensazione che si prova è esattamente la stessa; peccato che non arriviamo da mesi di vacanze, ma questo è un altro discorso.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


17
gennaio

Monterossi: Fabrizio Bentivoglio brilla nel pot-pourri investigativo di Prime Video

Monterossi - Fabrizio Bentivoglio

Monterossi - Fabrizio Bentivoglio

Partiamo da un presupposto: vedere all’opera Fabrizio Bentivoglio, soprattutto quando tira fuori tutto il sarcasmo e l’ironia di cui è capace, è sempre un piacere. Attore originale e intenso come pochi, da oggi è su Prime Video con la nuova serie Monterossi, tratta dai romanzi di Alessandro Robecchi e prodotta dalla Palomar di Carlo Degli Esposti. E, sullo sfondo della capitale meneghina, in un attimo si trasforma da stanco autore tv in investigatore convinto, che finisce col mettersi nei guai tirando fuori una improbabile capacità d’azione.





17
gennaio

La Sposa: stereotipi e buoni sentimenti per un prodotto facile da guardare

La Sposa - Serena Rossi

La Sposa - Serena Rossi

Basta che sia buona. Serena Rossi è sempre più protagonista della fiction nostrana e se c’è una cosa che accomuna i suoi personaggi, che si muovono in generi e contesti diversi, è l’assoluta magnanimità. Mina Settembre prima e Maria de La Sposa adesso, sono donne devote al genere umano,  pronte a dare fiducia al prossimo, a mettere il bene degli altri dinanzi al proprio e a sacrificarsi per la causa. Bellissime martiri che potrebbero sembrare quasi finte, se non avessero il dono di essere adorabili.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


28
dicembre

Sissi: l’Imperatrice di Canale 5 rompe ogni schema con grazia e ardore

Sissi - Dominique Devenport

Sissi - Dominique Devenport

Dimenticate Romy Schneider, se ci riuscite, perchè la Sissi che farà capolino questa sera su Canale 5 è un’altra. Una donna d’avanguardia, audace, civetta, volubile e capricciosa, furba e intelligente, che non conosce ancora il proprio corpo ma vuole farne buon uso. Una che pur vivendo nella seconda metà del 1800, ragiona come una donna di oggi, moderna e pungente, e non si accontenta di diventare imperatrice, vuole tutto, inclusa la felicità che continuerà ad inseguire senza sosta e senza esclusione di colpi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





29
novembre

Blanca è tutta un’altra storia

Blanca - Maria Chiara Giannetta

Blanca - Maria Chiara Giannetta

La Rai negli ultimi anni si è evoluta, superando barriere culturali e sfidando se stessa, ma non era mai arrivata fino al punto in cui si è spinta con Blanca: la nuova fiction Lux Vide è un concentrato di modernità, sia dal punto di vista tecnico che, soprattutto, da quello narrativo e sociale, perchè racconta la disabilità in modo forte, agguerrito, intrigante e molto “normale”.


18
novembre

Un Professore: tra Kant, Barthes e conflitti generazionali rovesciati, a vincere è il mistero

Un Professore - Nicolas Maupas e Alessandro Gassmann

Un Professore - Nicolas Maupas e Alessandro Gassmann

Mistero ed indagini sono ormai diventati il pane quotidiano degli appassionati di fiction. Non c’è titolo che non nasconda qualche segreto da svelare, immaginare possibili scenari è diventata quasi un’abitudine per i telespettatori e così anche titoli non polizieschi finiscono per diventare interessanti in virtù di quella sottile vena gialla che intriga. E’ il caso di Un Professore che, pur essendo di base un racconto di formazione, si fa davvero interessante quando scava nel passato del protagonista Dante (Alessandro Gassmann), in particolare nella notte che lo lega ad Anita (Claudia Pandolfi) e che in qualche modo riguarda i rispettivi figli, Simone (Nicolas Maupas) e Manuel (Damiano Gavino).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


4
novembre

Una parola di troppo: Magalli fa il vigile cinico

Una parola di troppo

Una Parola di Troppo. Per Giancarlo Magalli un titolo così suona quasi beffardo, paradossale. Il conduttore Rai, infatti, è notoriamente uno che con le parole ama giocarci. Soprattutto con quelle di troppo, pronunciate di solito con una certa ironia. Nel nuovo quiz da lui condotto su Rai2 il presentatore romano deve mediare proprio tra questa sua storica caratteristica e il ruolo richiestogli dal suddetto game show, che per sua natura non concede particolari licenze artistiche al padrone di casa.