Recensioni


22
gennaio

Povero, Il Segreto!

il segreto

Il Segreto

Il Segreto è ormai diventato un altro: scoprire quando andrà in onda l’ultima puntata. Tra continui stravolgimenti di palinsesto, Canale 5 non dà proprio pace alla telenovela iberica. Dato l’approdo di Daydreamer – Le Ali del Sogno in daytime, le storie di Puente Viejo andranno infatti in onda soltanto la domenica pomeriggio (alle 14.20), cosa che ovviamente farà slittare l’addio a 21 episodi dalla conclusione. Una fine indegna per una soap che, negli anni, ha garantito grossi ascolti (e benefici in termini economici) alla rete ammiraglia Mediaset.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




18
gennaio

Mina Settembre esalta Serena Rossi

Mina Settembre - Serena Rossi, Rosalia Porcaro e Nando Paone

Mina Settembre - Serena Rossi, Rosalia Porcaro e Nando Paone

Il mondo letterario di Maurizio De Giovanni non è solo indagini e delitti, ma anche umanità e sorrisi e, sopra ogni cosa, è Napoli. Analizzata in ogni sua sfaccettatura, senza sconti di parte, un universo variopinto del quale Rai 1 ha presentato adesso al pubblico un nuovo elemento: si tratta di Mina Settembre, un’assistente sociale empatica e solare che è anche il personaggio perfetto per valorizzare la sua interprete, Serena Rossi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


14
gennaio

Che Dio ci aiuti 6: non c’è più religione

Elena Sofia Ricci

Elena Sofia Ricci

Don Matteo ha resistito già vent’anni su Rai 1 senza scivolare su scandali e colpi di scena che lo snaturassero. E’ andato avanti pregando, passeggiando in bici, beccandosi qualche colpo in testa e una pallottola ogni tanto, ma solo in modo incidentale, senza mai tirare fuori dal cilindro segreti inverosimili sul proprio passato, e ha lasciato agli amici carabinieri il compito di introdurre novità nel suo piccolo mondo antico. Perchè Suor Angela non ha potuto fare lo stesso?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





14
gennaio

GF Vip 5, Carlotta Dell’Isola (che) non c’è

carlotta dell'isola

Carlotta dell'Isola (Us Endemol Shine)

Per i nuovi ‘vipponi’, entrati nella casa del Grande Fratello Vip 5 – a causa dell’eccessivo prolungarsi del reality – venir fuori ed emergere è stata un po’ una ‘mission’. Alcuni hanno rotto il ghiaccio più in fretta, per altri c’è voluto un po’ di più, ma fra questi ce n’è una che ci fa, quasi, chiedere: ma c’è in casa? È già entrata?


12
gennaio

Lupin non è Lupin

Lupin - Netflix

Lupin - Netflix

La serie si chiama Lupin ma il protagonista non è Lupin bensì ci “assomiglia”. Ideata da George Kay e François Uzan, la nuova produzione francese di Netflix riscrive infatti il mito del ladro gentiluomo nato dalla penna di Maurice Leblanc, creando di fatto una nuova saga tutta da scoprire. Discostandosi completamente da altri adattamenti, la proposta del servizio streaming è un romanzo familiare, composto da intrighi e qualche colpo ad effetto, dove a spiccare è il protagonista Omar Sy.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





12
gennaio

Penso che un sogno così: il monologo anti-televisivo di Beppe Fiorello ‘ingabbia’ Modugno

Penso che un sogno così. Beppe e Rosario Fiorello

La recitazione appassionata (ed auto-compiaciuta), i ricordi personali intrecciati a quelli della memoria comune, la musica e le canzoni. Quelle emozionanti di Domenico Modugno. aveva in sé tutti gli elementi dello spettacolo teatrale pensato e realizzato per il pubblico in sala. E nella resa televisiva, questo, è stato un limite: ieri sera, in prime time su Rai1, il racconto inscenato da Beppe Fiorello è rimasto impigliato nei limiti della sua stessa struttura, poco adatta ad una platea generalista magari poco avvezza ai tempi distesi del teatro e ai ritmi anti-televisivi di un monologo durato oltre due ore.


7
gennaio

Fratelli Caputo: si poteva fare di più

Fratelli Caputo - Cesare Bocci e Nino Frassica

Fratelli Caputo - Cesare Bocci e Nino Frassica

Gli attori ci sono, la storia anche e la scenografia naturale parla da sé: Fratelli Caputo aveva le carte in regola per fare bene e probabilmente lo avrebbe fatto, con un po’ di cura in più. Invece, la fiction con Cesare Bocci e Nino Frassica sembra un po’ buttata lì: autori e regia hanno deciso di puntare tutto sui toni della commedia pura e semplice, mettendo in scena tante gag e situazioni anche un tantino macchiettistiche, che rendono le trame piacevoli ma superficiali, non scavando in legami e sentimenti che, invece, avrebbero avuto molto da dire.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


7
gennaio

Più luci che ombre per SanPa

Vincenzo Muccioli, SanPa

Luci e ombre si alternano in continuazione. Quasi si ricorrono e si sovrappongono, diventando un tutt’uno. Indistinguibili. E’ un continuo gioco di chiaroscuri SanPa, la nuova docu-serie di Netflix incentrata sulla figura di Vincenzo Muccioli, il fondatore della comunità terapeutica per tossicodipendenti di San Patrignano. Le sfumature, con la loro assenza di tonalità nette, sono la chiave di lettura più adatta per accostarsi a questo documento di forte impatto, nel quale i concetti assoluti di bene e di male vengono messi in discussione e a volte si fondono.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,