24
settembre

LA TRIBU’ MISSIONE INDIA CANCELLATA DEFINITIVAMENTE DAL PALINSESTO DI CANALE5

La  Tribù Missione India Annullata Partenza

Prima era un sospetto, adesso è una certezza. La Tribù Missione India è definitivamente cancellata dal palinsesto di Canale5. Questo il comunicato di Mediaset:

Essendo stato superato ogni limite ragionevole di ritardo, Mediaset ha comunicato ufficialmente al produttore indipendente Triangle Production, incaricato della realizzazione di “La Tribù – Missione India”, di essere costretta a rinunciare al programma e quindi a cancellarlo dal palinsesto di Canale 5.

Scadeva ieri infatti il termine ultimo entro il quale la produzione avrebbe dovuto mettere Mediaset in condizione di mandare in onda la trasmissione. Ma questo non è avvenuto, rendendo così oggettivamente impossibile, dopo diverse settimane di ritardo, l’inserimento di un programma di prima serata all’interno di un palinsesto già pianificato.

Mediaset è solidale con Paola Perego e la ringrazia per la professionalità con cui ha partecipato alla preparazione del programma. Ed esprime gratitudine sia a coloro che avevano accettato con entusiasmo di partecipare alla Tribù in veste di protagonisti, dall’inviato ai concorrenti, sia al proprio personale, inutilmente già sul posto da un mese, che ora sarà fatto rientrare in Italia.

 Alla luce del grave danno subito, Mediaset si riserva ogni iniziativa giudiziaria a tutela dei propri diritti. 




24
settembre

LE 5 DOMANDE E L’ANATEMA PER L’ESCLUSO DI XFACTOR DANIELE VIT: “NON HO NESSUNA VOGLIA DI VEDERE ANDREA DI DONNA E MARA MAIONCHI”

Daniele Vit XFactor (intervista)

 Abbiamo già avuto modo di parlare con Daniele Vit e fargli le nostre celeberrime “5 domande”, ora a distanza di tempo e di molti commenti sul suo conto, Vit ha deciso di tornare sul “luogo del delitto” e ri-partire proprio da questo blog, per dare qualche risposta alle domande che molti dei nostri internauti si sono fatti:  ecco a voi una lettera a cuore aperto, di un ragazzo che ha ancora molta voglia di “provare ad avere successo”.

…Mmm ecco quello che ha un contratto discografico!!!!! Si si proprio io, quello raccomandato che ha un disco in uscita e quindi sicuramente un contratto discografico… Io non voglio credere che esistano ancora queste persone: possibile che si scrivano ancora cose senza azionare il cervello o senza avere certezze reali su quello che si dice?? Allora, ricomincio dai…!!

Salve a tutti, sono qua per spiegare un po’ di cosine che fanno parte della vita quotidiana di chi fa musica e soprattutto di chi cerca da anni di uscire con un proprio progetto o di far sentire la propria voce e far conoscere la propria identità tra tutto il marasma di musica e presunta musica che si aggira in rete, in tele, in radio ecc ecc…!!! Volevo cercare di spiegare un paio di cose semplici a chi crede che avere un curriculum sia nn un privilegio ma un qualcosa da “disprezzare”… Visto che ogni giorno da quando sono uscito da X Factor mi trovo davanti amici che mi dicono “oooohhhh… c’è gente che dice che sei raccomandato e che non potevi andare a x factor perchè avevi già un contratto discografico e un disco in uscita” [...] “ooohhhh… c’è gente che dice che quello che è successo ad Andrea e Kiara sia accaduto per colpa tua perchè si dice che dovevi entrare te per sponsorizzare il tuo progetto e la produzione di x factor ha fatto lo scandalo per metterti in luce” e tante altre cretinate. Ora vi spiego un po’ di cose… Io ho fatto i provini di x factor come tutti gli altri, 3 fasi, 2 passate e la terza no… Se io sono stato rimesso in gioco è perchè serviva una persona da “accoppiare” ad Andrea, perchè lui aveva scelto di rimanere e di non andare via con kiara…(questa è stata una sua scelta e io non centro nulla con la sua scelta) quindi vorrei capire che tipo di agevolazione ho avuto .. tanto più che avete visto tutti le difficoltà che c’erano nel lavorare con Andrea, e credetemi, non perchè era scosso dall’accaduto, ma perchè era caratterialmente veramente difficile da “accostare” il signorino!!!

Per quanto riguarda il mio trascorso l’unica cosa che posso dire è che ho cominciato a 6 anni a cantare e se in 25 anni nn avevo fatto nulla era preoccupante no??… Ho fatto Sanremo (sono arrivato decimo) ho collaborato con vari artisti (Fibra e tanti altri), collaboro da un po di tempo con Fish e fortuna che c’è ancora gente che crede nella musica e negli artisti senza aver bisogno di un pezzo di carta firmato (perché io con Fish non ho nessun contratto ma solo uno scambio di pura e sacrosanta musica)… ho fatto varie esperienze e sono anni che metto online e in FREEDOWNLOAD dei pezzi, perchè è difficile far uscire delle canzoni in vendita (anche perchè vendere i dischi è diventata impresa complicata per i big, pensate per chi non è poi tanto conosciuto). Tutto questo secondo voi mi mette in condizione di “non sperare” più al vero e sacrosanto successo???” Io credo che sia un sogno di tutti riuscire a fare quel che ci piace nella vita no?? Io in tutti questi anni, ho solo cercato questo e se mi si dà un’opportunità, una nuova opportunità, dovrei rinunciarci?? Quindi, dico a tutti quelli che parlano, se volete “affondare” una persona, cercando in tutti i modi di trovare un qualsiasi falso cavillo, prima di sputare in faccia a chi di musica ci vive, trovate le certezze nelle vostre parole…. IO NON HO NESSUN CONTRATTO, anzi se volete potete anche trovarmi chi vuole farmelo firmare a questo punto un contratto, no? Far uscire dei pezzi o cercare di fare un disco non va a braccetto con un contratto discografico… Quindi raga…se proprio volete attaccarmi, fatelo su altri fronti, perchè su questo non troverete mai un qualcosa di reale

Andando a sbirciare il curriculum di Daniele Vit, ex A&K, è facile scoprire come in realtà la partecipazione ad X Factor sia solo l’ultimo capitolo di una lunga saga nel mondo dello show-business: bambino prodigio nel cinema (ha partecipato anche a “La Famiglia” di Scola e “Da Grande” con Renato Pozzetto), trasmissioni televisive con presentatori del calibro di  Gerry Scotti (la Corrida, 2007-2009) e Pippo Baudo (“La canzone del secolo” 1999), un festival di Sanremo (nel 2002, come “nuova proposta”) e molte collaborazioni importanti, tra cui un duetto con il rapper Fabri Fibra.

Sulla base di tutto ciò, è facile capire come il cantante sia tutt’altro che un “novellino” arrendevole e schivo; lo abbiamo raggiunto in pieno “day after” (qui la cronaca della terza puntata) e sono molte le chicche che ci ha riservato, rispondendo alle fatidiche “5 domande” che facciamo all’escluso della settimana di XFactor.

Daniele, sei pronto alle nostre temibili “5 domande all’escluso?

Certo! Sono un pò arrabbiato, ma sono prontissimo.

1. In uno spezzone avevi detto di Andrea (Di Donna, componente originario degli “A&K”): “E’ un gatto nero!”. Ora che sei uscito hai “metaforicamente voglia di investirlo”?

Beh… quasi, quasi… diciamo che ci devo pensare. Devo essere sincero: con lui le cose non sono mai andate bene, siamo come il giorno e la notte, e non è solo un fatto di età o esperienza, è un fatto di approccio alla vita e alla musica. Andrea è anche migliorato con il tempo, ma non è umile, non si confronta con nessuno se non con se stesso; quando canta non sorride e se sorride lo fa solo per se stesso, io non sono così: io “vivo di confronti” nella vita e nella musica, Andrea vive solo di, e per, se stesso; è cresciuto tra mille agevolazioni ed è abituato a “farsi imboccare” su tutto… Io invece tutto quello che ho me lo sono conquistato.


24
settembre

CATERINA BALIVO: LE ESTETISTE LE FANNO LA FESTA. QUERELANDOLA!

Caterina Balivo VS Estetiste

Che Caterina Balivo fosse una conduttrice abbastanza peperina (ogni tanto sopra le righe), che non avesse timori reverenziali (vedi qui la sua frecciatina alla Carrà) e non le mandasse a dire, lo avevamo pian piano visto durante la sua conduzione di Festa Italiana. Stavolta, però, alcune sue “considerazioni” le ha causato dei guai con annessa convocazione da parte dei carabinieri di Roma. Il motivo? Una denuncia presso il tribunale di Rimini a seguito di alcune dichiarazioni rilasciate nella puntata di Porta a Porta dedicata a cosmesi e chirurgia estetica.

Dichiarazioni risultate poco gradite dalle estetiste del Belpaese che non c’hanno pensato due volte a querelare la “festosa” conduttrice. L’oggetto del ‘delitto’ risiederebbe nella puntata del 12 febbraio 2009 quando, stando alla querela, la conduttrice campana avrebbe in qualche modo danneggiato la categoria dei professionisti dell’estetica facendo passare il concetto che botulino e collagene sono ormai a portata di mano delle donne anche negli studi estetici dove si praticherebbero le famose punturine miracolose.

La questione non è di secondaria importanza perché le normative disciplinano l’uso di questi piccoli aiutini estetici affidando solo al personale medico la possibilità di utilizzarli, con tutte le cautele di igiene e valutazione di rischi. Sarà determinante quindi riascoltare le dichiarazioni della Balivo per capire se la sua fosse una denuncia di un’illegalità, un riportare qualche voce per passaparola o un semplice discorso frainteso. I giudici valuteranno se ci sono gli estremi per ritenere danneggiata la professionalità degli estetisti con accuse infondate.





24
settembre

IL TELECOMANDO, LA GUIDA TV DI DM: 24 SETTEMBRE 2009

Guida tv del 24 settembre 2009

PRIME TIME

Raiuno, ore 21.10: Don Matteo 7, Non è uno scherzo e Numeri primi 1^ TV

Non è uno scherzo (regia di Giulio Base): In una scuola superiore di Gubbio un ragazzo disabile è al centro degli scherzetti di un branco di ragazzacci ma poco dopo uno di loro viene ritrovato morto. Numeri primi (regia di Lodovico Gasparini): Nelle scuole di Gubbio si stanno svolgendo le Olimpiadi di Matematica ma il professore organizzatore viene ritrovato morto. Sospettato dell’omicidio è il vincitore. Info sulla settima stagione qui

Raidue, ore 21.05: Annozero

Prima puntata del programma di approfondimento condotto da Michele Santoro. Ospiti il segretario del Pd Dario Franceschini, il deputato del Pdl Italo Bocchino, il direttore di Libero Maurizio Belpietro, il direttore de L’Unità Concita De Gregorio e il giornalista Enrico Mentana. Saranno in studio Marco Travaglio con l’editoriale e Vauro con le sue vignette. Per saperne di più clicca qui.

Raitre, ore 21:10: Flashpoint  1×03 (Fattore a sorpresa, titolo originale: The Element of Surprise) e 1×04 (Chiedere i fiori, titolo originale: Asking for Flowers)  1^ TV

Fattore a sorpresa: La squadra deve aiutare degli agenti in incognito che si stanno occupando di traffico di droga. L’operazione diventa confusa quando viene coinvolto un ex tossicodipendente. Chiedere i fiori: Con un poliziotto tenuto in ostaggio da un membro della famiglia infuriato, i membri della squadra sono costretti a gestire la situazione tenendo da parte i propri sentimenti.

Canale 5, ore 21.10:  Ale & Franz Show

Prima delle due puntate dello speciale di Zelig  dedicato al duo comico reduce dal successo di Buona la prima. Per saperne di più clicca qui.

Italia1, ore 21.10: Grey’s Anatomy  5×06 (Sollevarsi, titolo originale: Rise Up) e 5×07 (Legami indissolubili, titolo originale: These Ties That Bind)

Sollevarsi: Il Capo di chirurgia annuncia alla sua squadra che il chirurgo che effettuerà operazioni da solo riceverà un premio, scatenando una competizione frenetica tra i dottori del Seattle Grace. Nel frattempo Derek chiede consiglio alla Bailey su come comportarsi con Cristina, che sta interferendo nella sua relazione con Meredith. Erica scopre un collegamento scioccante tra uno dei suoi studenti e un paziente di vecchia data. Legami indissolubili: Una vecchia amica di Meredith, Sadie, arriva come interno al Seattle Grace, ma gli amici di Meredith non si dimostrano molto accoglienti. Lexie guida i suoi colleghi studenti in una serie di lezioni di chirurgia poco ortodosse mentre un nuovo chirurgo, Harriet Dixon porta ordine e disciplina nel reparto.


24
settembre

NIENTE DI PERSONALE: ANTONELLO PIROSO TORNA DOMANI INSIEME A PIETRO TARICONE

Domani sera, ore 21:10, su La7, torna Niente di Personale. Finalmente, ci sentiamo di aggiungere. Perché tra Porta a Porta in prime time e Ballarò posticipati, Matrix rivoluzionati ed AnnoZero a rischio, l’informazione di Antonello Piroso è una bella conferma ed una bella certezza.

La conferma è quella di un’informazione mai urlata ma misurata, intelligente ma mai elitaria. La certezza è quella di parlare di tutto, con competenza e gli ospiti giusti, senza effetto calderone che tanto va ora in voga in tempi di infotainment. E su tutti, il conduttore Piroso, anche direttore News e Sport per la rete, del quale dai tempi di Omnibus (l’ottimo contenitore mattutino di La7) abbiamo potuto apprezzare il piglio fermo e serio, allo stesso tempo, leggero e mai serioso.

Dieci nuove puntate in cui attraverso mini-talk in studio, faccia a faccia tra il conduttore e personaggi della cultura, dell’imprenditoria e dello spettacolo, spazi musicali, rubriche satiriche e di denuncia, si cercherà di raccontare gli italiani di oggi e di ieri. Un appuntamento che coniuga informazione e intrattenimento, in cui ospiti – possibilmente “laterali”, ovvero scarsamente presenti nei numerosi soliti salotti televisivi – racconteranno il loro vissuto e offriranno la loro testimonianza, su vicende a volte poco note al grande pubblico, ma sempre emblematiche del nostro paese. Un viaggio attraverso la cronaca, il costume, l’attualità e la memoria introdotto da una video-sigla iniziale in sintonia con lo spirito della puntata, arricchito dagli interventi di attori del cinema e della tv che ogni settimana si alterneranno sul palco per interpretare un monologo legato al tema della serata.” 

Novità di questa edizione autunnale del programma è una nuova rubrica fissa: “Pietro la notizia“, a cura di Pietro Taricone. Gli ospiti della prima puntata saranno: il finanziere e produttore Tarak Ben Ammar, la scrittrice Melania De Nichelo Rizzoli; il cantante Neffa; l’attore Giulio Scarpati; il comico Max Tortora e i giornalisti Filippo Facci e Luca Telese.





24
settembre

TRA POLEMICHE E SFURIATE, RIPARTE ANNOZERO. CON TRAVAGLIO E IL DISACCORDO DEL DIRETTORE LIOFREDI

Michele Santoro - Marco Travaglio (Annozero)

Direttore Liofredi, ci sarà Travaglio ad Annozero? Durante la conferenza stampa di presentazione del “nuovo” day time di Raidue, all’inevitabile domanda posta da un giornalista, il neo direttore di Raiude Massimo Liofredi rispondeva così: “è una domanda alla quale non posso rispondere“. Da allora è trascorsa solo una settimana ma ne è passata di acqua sotto i ponti. Neanche stessimo assistendo ad una saga degna di Beautiful. Prima la polemica per gli spot mancati, poi il problema del contratto a Marco Travaglio (ancora da risolvere), poi le minacce di non partire con il programma e infine un bel botta e risposta tra Michele Stantoro e Liofredi durante la presentazione del nuovo ciclo di Annozero, al via questa sera alle 21 su Raidue.

Tra i due sono volate parole grosse: se da una parte Santoro si lamenta del fatto che la redazione ha dovuto lavorare senza le risorse neccessarie in termini di troupe e con i contratti firmati con forte ritardo, dando del “bugiardo” al direttore, quest’ultimo esprime poi la propria opinione ribadendo che della trasmissione di Santoro ne farebbe a meno, considerando il giornalista un ospite della rete. Una conferenza show ripresa da tutti i telegiornali, dalla quale si evince come Liofredi e Santoro siano su posizioni poco conciliabili.

Risulta eccessiva e difficilmente comprensibile sia  la reazione di Santoro che grida alla mancata libertà di stampa per dei contratti firmati in ritardo, sia la dichiarazione di Liofredi che al giornalismo graffiante di Santoro preferisce l’approfondimento per famiglie firmato Monica Setta (Il fatto del giorno). 

Mentre in Rai la bufera continua…


24
settembre

SIMONA VENTURA: MARIA DE FILIPPI E UNA TERZA SERATA TRA I SUOI DESIDERI TELEVISIVI. SOSTITUTE IDEALI A XFACTOR? AMBRA O BENEDETTA MAZZINI.

Simona Ventura (Corriere TV, Aldo Grasso)

“In Rai non si può dire quello che si vuole”. A tuonare contro l’azienda di Stato, questa volta, è Simona Ventura, nel corso della diretta web con Aldo Grasso, su Corriere.it. La conduttrice chiamata a rispondere alle domande degli internauti ha spaziato a 360 gradi su vari argomenti. A cominciare proprio da Mamma Rai, verso cui Simona non nasconde gratitudine, per averla spesso sostenuta, e critiche, per i tanti paletti da rispettare e per l’instabilità ai vertici.

Rai che per la Ventura vuol dire rete due; inevitabile, dunque, che il discorso cada sull’operato di Massimo Liofredi, reo, secondo gli utenti, di fare una televisione non rivolta ai giovani. Un operato che la Ventura dice di condividere perchè è giusto che un direttore prenda le proprie decisioni parlando, inoltre, dell’impossibilità di uno svecchiamento in toto della rete che non sarebbe possibile visto che l’Italia è un paese per vecchi.

Non è un programma per vecchi, invece, XFactor, che la presentatrice di Chivasso ha abbandonato, al termine della scorsa stagione, lasciando il posto da giurata a Claudia Mori. La moglie del Molleggiato gode della stima della Ventura che, però, non ha ancora visto la trasmissione, motivo per cui, secondo Grasso, potrebbe ricredersi sull’apprezzamento della collega-sostituta. La stessa Ventura, poi, non nasconde che al posto della Mori, avrebbe voluto vedere un giudice più giovane come Benedetta Mazzini o Ambra Angiolini. Le sue parole, ad ogni modo, alla luce dell’andamento dello show floppeggiante, sembrano tradire una malcelata rivincita contro chi, ritenendo indegne le sue competenze musicali, aveva accolto trionfalmente le sue dimissioni.


24
settembre

X FACTOR TERZA PUNTATA: GLI “A&K” FUORI DALLA GARA E LA MORI MINACCIA DI LASCIARE IL PROGRAMMA

Claudia Mori (XFactor)

Forse per paura di perdere ulteriormente ascolti e credibilità, la terza puntata di “X Factor” è stata, da subito, più convincente delle prime due, pur non avendo ancora convinto del tutto il pubblico che, ieri, si è fermato a soli 2.233.000 spettatori con l’11.38% di share. La partita tra i dieci talenti si gioca in una manche unica (al ballottaggio i due meno televotati) e tutta la serata è a tema “Anni ‘80″Molti (troppi) ospiti (Neffa, Eros Ramazzotti e Daria Bignardi) e un nuovo ingresso che risponde al nome di Mario (per la categoria capitanata da Morgan), ma anche nel corso di questa puntata sono stati i giudici a dare  e fare, spettacolo. Se la scorsa settimana c’è stata ”la rabbia” di Mara Maionchi a tener banco, ieri, invece, è stato il turno della “reale incavolatura” di Madame Celentano. La pietra dello scandalo è stato un “simpatico” gioco che, cavalcando il tema della serata, confrontava foto recenti di giudici e vocal coach con foto degli stessi risalenti proprio agli anni ‘80: Maionchi, Morgan e Tommassini “incassano il colpo”, la Mori invece, no.

Già innervosita dalla questione “Signora-Mori-non-si-può-tenere-il-telefonino-in-diretta” (“Sento i miei amici, persone che mi danno pareri [...] e non ci penso proprio a darvelo: non è previsto dal contratto“), il giudice s’infuria di fronte alla scelta di una foto recente che la mostra grassa e goffa, ancora più acuita dal confronto con “i bei tempi che furono”. Prima parla di “sgarberia” nei confronti di una donna di 65 anni che è fiera di avere la sua età, poi “parte la furia”: “Non mi presto a certa televisione orrida [...] ho accettato di partecipare ad un talent show, che invece sta diventando un orrido reality show: io non ci sto! [...] Non so se domani avrete ancora un giudice“. Di ritorno dallo stacco pubblicitario, la Mori non è al suo posto e ritorna solo dopo cinque minuti di presumibile bufera dietro le quinte (del resto a microfoni aperti  aveva affermato: “so benissimo con chi prendermela“), portando comunque a termine la puntata.

Alla luce di questi fatti, ci si chiede come mai si sia voluto puntare tutto su un personaggio così misterioso e difficile da gestire. Difficoltà e mistero percepiti sin dalla trattative estive con Madame Celentano. Se a ciò s’aggiunge che, come le migliori regine, la Mori non si piega ai meccanismi della trasmissione e continua a mantenere un sostanziale egocentrismo, che cozza con il “lavoro di squadra” richiesto dal programma, la scelta diventa, forse, ancor meno comprensibile. Non sappiamo se si possa già parlare di divorzio, ma di sicuro la perentorietà con cui la signora Celentano ha tuonato “Me ne vado!“, lascia intendere che forse è già in atto un “ripensamento” che non può essere attribuito al singolo episodio, ma ad un malessere sempre più evidente e soffocante.

Curiosi di sapere come è andata la gara? Volete conoscere la reazione di Facchinetti? Non vedi l’ora di leggere “le 7 note di colore” della serata? Scopri tutto dopo il salto.


Davide Maggio consiglia...

Ascolti TV: i debutti della stagione 2021/2022 confrontati con quelli dell’anno precedente

Con la stagione tv 2021/2022 alle battute finali, DavideMaggio.it continua a monitorare gli ascolti di tutti i debutti, confrontandoli con quelli della precedente annata. Ecco chi sale e

Streaming: punti di Forza e Debolezza, Opportunità, Minacce per Netflix, Disney+ e co.

E’ la nuova tv che avanza. Dai passi spediti però si è passati a qualche inciampo. Cosa succede nel modo delle piattaforme streaming? Molto spesso quando si parla

Giortì, 10 momenti cult: dal ‘rapimento’ di Giulia De Lellis alla voce del sess0 di Gemma Galgani

Dal goliardico rapimento di Giulia De Lellis alle mirabolanti gesta di Gemma Galgani nelle vesti di pizzaiola. Dalla “voce del sesso” sfoderata dalla dama di Uomini e Donne Over

10 espedienti per «massaggiare» gli ascolti TV

Sulla generalista vincono sempre tutti, non c’è mai nessuno che perda. Sulle tematiche è un record dopo l’altro, è sempre il miglior risultato di sempre. L’avvento dei nuovi