Linea Verde



30
agosto

Patrizio Roversi, fatto fuori da Linea Verde: «Non ho ricevuto spiegazioni. Mi sento un esodato»

linea verde

Daniela Ferolla e Patrizio Roversi

Patrizio Roversi è amareggiato. Il conduttore, dopo cinque anni alla conduzione di Linea Verde, è stato allontanato dal programma di Rai1 dedicato all’agricoltura, dall’oggi al domani e senza una spiegazione. Lo rivela in un’intervista pubblicata dal settimanale Spy. Roversi, 64 anni, sarà sostituito dal più giovane Federico Quaranta mentre confermatissima è la conduttrice Daniela Ferolla.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




3
luglio

Daniela Ferolla a DM: «Sono l’unica donna ad esser resistita così tanto a Linea Verde. Al mio fianco arrivano Federico Quaranta e Peppone»

Daniela Ferolla

Daniela Ferolla

Dal 2014, viaggia in giro per l’Italia a caccia di tradizioni enogastronomiche e paesi rurali: Daniela Ferolla è la donna di Linea Verde, il volto femminile più longevo dello storico programma. Un traguardo al quale l’ex Miss Italia sembra tenere molto come ci racconta nella nostra intervista. Da settembre Daniela sarà alla guida di Linea Verde per la quinta stagione consecutiva e troverà al suo fianco nuovi compagni d’avventura: Federico Quaranta e il cuoco Peppone.


9
settembre

Daniela Ferolla a DM: «Il vero lusso è il ritorno alla terra. Basta ridicolizzare le Miss, ci vuole rispetto per il talento della bellezza»

Daniela Ferolla

Daniela Ferolla

Una bellezza che ne racconta un’altra. Quella narrante è la sua, quella raccontata è invece la bellezza paesaggistica del Belpaese che ogni domenica con Linea Verde (qui le anticipazioni sulla nuova edizione) fa bella mostra di sè nel mezzogiorno di Rai 1. Ma lei ci tiene a difenderle entrambe: quella fisica è un talento da rispettare, quella naturale un lusso da conquistare. Alla vigilia della trentasettesima edizione, la quarta consecutiva condotta da Miss Italia 2001, Daniela Ferolla si riposa perchè “si, è vero, Linea Verde è uno dei programmi più belli: viaggi, scopri dei mondi, posti nuovi. Poi io riesco a mettere sempre l’accento su quelle che sono le mie passioni: l’ambiente, la natura, la salute, l’enogastronomia. A me piace tutto quel mondo lì, ed è bello pure stare in mezzo alle vacche. Non ti nascondo, però, che è anche molto faticoso fisicamente: sei sempre in giro, sempre con la valigia, la redazione poi è a Roma, mentre io vivo a Milano“.





8
settembre

Linea Verde e Linea Verde…va in città: su Rai1 tornano le rubriche «green» del week end

Conduttori di Linea Verde e Linea Verde...va in città

Conduttori di Linea Verde e Linea Verde...va in città

Con l’arrivo della nuova stagione ritornano su Rai1 gli appuntamenti itineranti del weekend dedicati all’agricoltura, all’enogastronomia e al territorio. Si parte sabato alle 12.20 su Rai1 con Linea Verde… va in città, rubrica incentrata sul racconto delle nuove frontiere dell’agricoltura nelle città italiane e nei loro dintorni, e si prosegue la domenica alle 12.20 su Rai1 con il tradizionale Linea Verde, appuntamento dedicato alla scoperta del territorio, della biodiversità e delle eccellenze agroalimentari del nostro Paese, in onda sin dal lontano 1981. 


2
ottobre

LINEA VERDE: IL VIAGGIO DI FEROLLA E ROVERSI RIPARTE ALLA SCOPERTA DELLA MELA DEL FUTURO

I conduttori di Linea Verde 2016/2017

Quest’anno Linea Verde raddoppia. Lo storico programma del daytime di Rai1, sulla scia degli ottimi ascolti registrati, va in onda anche di sabato nella fascia meridiana per un totale di due appuntamenti settimanali. Oggi, alle 12:20, prende il via la classica edizione domenicale mentre ieri ha debuttato Linea Verde Sabato che racconta il viaggio dei prodotti dal mercato alla tavola. I conduttori di questo appuntamento con l’agricoltura italiana dentro le città sono Chiara Giallonardo e Marcello Masi accompagnati da Federica De Denaro, protagonista di una rubrica sulla nuova cucina urbana italiana.





27
settembre

LINEA VERDE: PATRIZIO ROVERSI E DANIELA FEROLLA TORNANO IN GIRO PER LO STIVALE A SOSTENERE IL MADE IN ITALY

Patrizio Roversi e Daniela Ferolla in Linea Verde

Sulle note dell’inconfondibile Il viaggio a Reims di Gioacchino Rossini, riparte quest’oggi, alle 12.20, la nuova edizione di Linea Verde, lo storico programma di Rai 1 che da 34 anni racconta l’agricoltura italiana e le sue eccellenze. Alla conduzione per il terzo anno consecutivo ritroveremo Patrizio Roversi, affiancato per la seconda volta dall’ex miss Italia Daniela Ferolla. La trasmissione, lanciata nel 1981 da Federico Fazzuoli, manterrà la sua caratteristica di programma itinerante ed ogni domenica offrirà ai telespettatori un viaggio alla scoperta del territorio italiano, della sua biodiversità e delle eccellenze agroalimentari che lo caratterizzano.


10
luglio

DANIELA FEROLLA A DM: “A LINEA VERDE VORREI FAR CONOSCERE IL MIO CILENTO”

Daniela Ferolla

Novità in arrivo a Linea Verde. Lo storico appuntamento “in diretta dalla natura”, in onda alla domenica all’ora di pranzo su Rai1 sin dal lontano 1981, vedrà dal prossimo ottobre come padrona di casa Daniela Ferolla. L’ex miss Italia affiancherà nella conduzione il riconfermato Patrizio Roversi, prendendo il posto occupato lo scorso anno da Ingrid Muccitelli, passata nel frattempo alla conduzione di UnoMattina in Famiglia. Per la Ferolla, la trasmissione lanciata e portata al successo negli anni 80 da Federico Fazzuoli rappresenta certamente un’importante chance lavorativa, a 13 anni dalla sua elezione come reginetta di bellezza, avvenuta la sera del 10 settembre 2001.

Un’elezione per la verità passata pressoché inosservata, in seguito ai gravi attentati che colpirono l’America l’11 settembre e che monopolizzarono doverosamente nei giorni successivi l’informazione e la programmazione delle televisioni di tutto il mondo, compresa la tv italiana. Intervistata da DavideMaggio.it in occasione della presentazione dei palinsesti Rai della prossima stagione, Daniela Ferolla ha raccontato le sue emozioni in attesa del debutto.

Dubito che con queste scarpe, con questi tacchi, Daniela Ferolla possa andare in giro per l’Italia a condurre Linea Verde…

No, difficile. Mi verrebbero le vene grosse, le gambe enormi. Evitiamo. Dovrò attrezzarmi con cose comode, che tra l’altro sono le cose che porto tutti i giorni, quindi ballerine, scarponcini, flat basse e comode. Così posso correre, andare in giro di qua e di là, tanto ormai sono abituata.


2
ottobre

CHIARA GIALLONARDO A DM: A LINEA VERDE ORIZZONTI RACCONTO STORIE DI VITA. MI DIVERTIREBBE CONDURRE UN GAME SHOW

Chiara Giallonardo

La curiosità è donna, come Chiara Giallonardo. La conduttrice di Linea Verde Orizzonti – in onda ogni domenica dalle 10.00 alle 10.30 su Rai1 - nei suoi viaggi alla scoperta dei borghi d’Italia si lascia infatti guidare dall’interesse per le vicende umane di chi quei luoghi li abita e li rende speciali. Come racconta a DM, sono le storie di vita ad appassionarla e a costituire vero il leit motiv del suo racconto itinerante. Per la seconda stagione consecutiva, Chiara scopre assieme al pubblico le tradizioni gastronomiche, artistiche e storiche del Belpaese, con un approccio che – tiene a precisare – vuole essere il più possibile spontaneo e non didascalico. Nel suo futuro? Sorpresa: il sogno di condurre un game show.

Come procede l’esperienza a Linea Verde Orizzonti?

Io sono arrivata a Rai1 l’anno scorso e direi che sta andando bene. A me piace molto vedere il territorio e raccontarlo senza un copione rigido, soprattutto perché ogni terra ha un odore diverso e la gente del posto ti racconta delle cose incredibili. Ci sono artigiani che, ad esempio, trascorrono la vita cercando di innestare il vino perfetto e ti rendi conto di come la loro realtà sia incentrata sul tipo di terreno dove sono nati.

Quale apporto personale offri al programma?

Quello che cerco di fare io è tirare fuori l’umanità delle persone che incontro, facendo raccontare le loro storie e il loro rapporto con il territorio. Perché, sinceramente, non ci importa di spiegare quanti sono gli abitanti o quanto sono lunghi i fiumi, come accade a scuola o nelle schede di Wikipedia. Quello che cattura l’attenzione sono gli occhi degli abitanti e le emozioni che ti trasmettono quando fanno capire che quello che per te è un dettaglio marginale, per loro è la vita.

Noto che insisti molto sull’aspetto umano dei tuoi itinerari. Hai qualche aneddoto particolare al riguardo?

Ne avrei a valanghe. Il proprietario di una grande azienda vincola, ad esempio, mi ha raccontato come lui e suoi fratelli abbiano scritto un regolamento per cui i loro figli, prima di poter entrare nella ditta di famiglia, debbano laurearsi, con almeno un anno di master all’estero e un’esperienza di lavoro nel settore enologico. In Sicilia, invece, ho incontrato una ragazza che faceva i tappeti con un telaio dell’800 appartenuto a sua nonna. Aveva le mani completamente deformi per il lavoro ma non se ne vergognava, perché le considerava il segno di una tradizione portata avanti nel tempo. Queste cose un po’ ti toccano quando le vedi.