Raidue



27
gennaio

ISOLA DEI FAMOSI 7: ALDO BUSI PRONTO A SBARCARE IN NICARAGUA

Aldo Busi

Aldo Busi

A pochi giorni dal ritiro in Val d’Aosta (dal primo al tre febbraio), arrivano ulteriori conferme sul cast dell’Isola dei famosi, edizione numero 7. La ciliegina sulla torta, già ben guarnita, è la partecipazione di Aldo Busi, scrittore e gay dichiarato, con un passato tra gli Amici di Maria. Classe 1948, nato in provincia di Brescia, ha pubblicato molti racconti, ne ha tradotti altrettanti e ne ha criticati ancora di più. Sull’Isola ci sarà spazio anche per la cultura, accontendando così anche i telespettatori più snob.

Busi commenta così il suo ingaggio al reality show di Raidue al “Corriere della Sera”: “Perché accetto? Non certo per denaro. Il contratto mi impone di non rivelare quanto mi pagano. Comunque, pochissimo. Simona Ventura mi ha conquistato. E’ una bella donna, simpatica, che sta tirando su da sola tre figli, mi ha pure fatto conoscere la più piccola. Ci siamo piaciuti. Con la Ventura usciranno bei dialoghi“.

Controverso e senza peli sulla lingua, Busi darà filo da torcere ai suoi compagni che quest’anno non naufragheranno più nei mari dell’Honduras ma in Nicaragua sulle spiagge delle Corn Islands. La data di partenza è fissata per mercoledì 24 febbraio con Simona Ventura in studio da Milano e Rossano Rubicondi inviato sull’isola.

Dopo il salto scopri il cast ormai al completo:




21
gennaio

SWITCH OFF 2010: APPROVATO IL CALENDARIO PER LOMBARDIA, PIEMONTE, LIGURIA, EMILIA ROMAGNA, VENETO E FRIULI VENEZIA GIULIA. CONFERMATO LO SLITTAMENTO A SETTEMBRE.

E’ stata approvato e reso pubblico questo pomeriggio il calendario degli switch off che porteranno a quota 70% la popolazione italiana all digital. La riunione odierna del CNID – Comitato Nazionale Italia Digitale – ha, infatti, stabilito le date dei prossimi spegnimenti che interesseranno, da settembre al prossimo dicembre, Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia portando,quindi, tutto il Nord Italia al solo digitale. 

Già ad inizio Gennaio erano circolate le prime voci su un probabile rinvio degli switch off a causa delle elezioni regionali e dei Mondiali, voci che trovano conferma in questa riunione, poichè sono state condivise le motivazioni del rinvio dai delegati regionali, dal ViceMinistro Paolo Romani, dalle emittenti Tv, dalle associazioni dei consumatori e dai produttori e distributori di elettronica.

Ma vediamo nel dettaglio il calendario. Lo switch over, spegnimento dei segnali analogici di Rai2 e Rete4 e accensione dei rispettivi multiplex digitali, è stato fissato per il 18 maggio prossimo e interesserà le province lombarde di Milano, Pavia, Cremona, Lodi, Monza e Brianza, Bergamo, Brescia, Varese, Como, Lecco, Sondrio, quelle piemontesi di Novara, Vercelli, Asti, Alessandria, Biella, Verbania e quelle emiliane di Piacenza e Parma, coinvolgendo, praticamente 19 province e 12 milioni di abitanti.


20
gennaio

IL PIU’ GRANDE: ECCO I 50 SUPER ITALIANI IN GARA

Debutta questa sera il nuovo show di Raidue Il più grande condotto da Francesco Facchinetti e Martina Stella, unitamente ad un ricco cast, ma già da qualche giorno il programma fa discutere per l’elenco dei 50 personaggi che si sfideranno a colpi di televoto per l’elezione del più grande italiano di tutti i tempi. Giusto per far indignare qualche intellettuale spocchioso, Mina e Laura Pausini superano nettamente Dante e Galilei, almeno per il gradimento degli internauti (www.ilpiugrande.rai.it).

I 50  personaggi in gara, scelti dopo una scrematura di 200 nomi, si confronteranno durante le quattro puntate del programma, e sarà il pubblico da casa a scegliere chi andrà in finale. Gli scontri verranno decisi dal televoto in un meccanismo che unisce divulgazione, curiosità e show. Ma a far parlare sono in particolar modo i grandi assenti dalla lista ufficiale: dai grandi nomi della musica italiana come Mia Martini e Domenico Modugno a un personaggio storico di notevole importanza come Cavour o il premio nobel Dario Fo.

In ogni puntata una giuria di cinque espertiVittorio Sgarbi, Pietrangelo Buttafuoco, Tinto Brass, Mara Venier e Giulia Innocenzi – e il pubblico col televoto decideranno chi passerà il turno, fino alla finale del 10 febbraio in cui verra eletto l’italiano numero 1.

Dopo il salto l’elenco dei 50 in gara per decretare Il Più Grande Italiano di tutti i Tempi:





19
gennaio

IL PIU’ GRANDE: FRANCESCO FACCHINETTI CON MARTINA STELLA ALLA RICERCA DELL’ITALIANO N.1 DI TUTTI I TEMPI

Il Più Grande non è un programma televisivo, è un’elezione! Slogan ambizioso e popolare per lanciare il nuovo programma del secondo canale condotto da Francesco Facchinetti. Sì, avete capito bene, proprio uno dei conduttori più giovani in circolazione, l’ex dj Francesco tutto tatuaggi e musica, scelto dal direttore Liofredi per condurre Il più grande, format di successo in Inghilterra, Francia e America, che porterà all’elezione del più grande italiano di tutti i tempi.

Facchinetti torna così in prima serata su Raidue, da domani sera per quattro mercoledì, con un programma a metà tra intrattenimento e divulgazione dopo tre edizioni di X Factor. Prodotto da Bibi Ballandi, ”Il più grande” accompagnerà i telespettatori tra artisti, poeti, filosofi, sportivi tutti rigorosamente made in Italy. Grazie al televoto verrà eletto il più grande italiano di tutti i tempi, colui che più di altri incarna i valori nazionali e rappresenta l’identità del nostro Paese.

Martina Stella (per la prima volta alla conduzione), Biagio Izzo, Riccardo Rossi e Alessandra Barzaghi affiancheranno Facchinetti in questa nuova avventura televisiva.  Tra una sfida e l’altra verranno proposti momenti di talk, intrattenimento e storia per conquistare il pubblico trasversale della rete.

Scopri la giuria dopo il salto:


15
gennaio

L’ULTIMA PAROLA SPETTA SOLO A GIANLUIGI PARAGONE. DA STASERA SU RAIDUE

Per entrare in Rai ben vengano i “padrini” politici. Questo sembra essere, in sintesi, il pensiero di Gianluigi Paragone, famoso giornalista in quota centrodestra (“In Rai mi hanno voluto Pdl e Lega. La cosa non mi imbarazza e non ho nulla di cui mi devo giustificare”, fonte Sorrisi) e attuale vicedirettore di RaiDue pronto a tornare in onda, dopo il flop di Malpensa, Italia, con L’Ultima Parola, nuovo talk di RaiDue che allieterà le nostre seconde serate del venerdì per 18 settimane.

Nonostante prometta di non fare il verso a Santoro (“Io non giggioneggio“), L’Ultima Parola sembra avere, dalle premesse, la stessa identica struttura di Annozero. Il programma verrà infatti aperto da un editoriale del padrone di casa a cui seguiranno il classico dibattito in studio, i servizi filmati e le inchieste. Presente anche una sorta di “nuovo” Marco Travaglio, Tommy Calabrese, dipendente delle Poste e  amico di Paragone, che avrà l’arduo compito di raccontare “le piccole storie ignobili di questa Italia”.

Vera novità riguarda invece lo studio che accoglierà (oltre che una passerella formata da 12 schermi al plasma e un grande ledwall) anche uno schermo touchscreen che permetterà al conduttore di scegliere simboli, grafiche e filmati in qualsiasi momento. E proprio questo schermo, definito addirittura magico, sarà protagonista della chiusura del programma: verrà infatti utilizzato per lanciare una sorta di “hit parade” con il meglio e il peggio della settimana televisiva su cui Paragone esprimerà la sua ultima parola.





11
gennaio

GIOVANNI MINOLI PORTA LA STORIA IN PRIME TIME: QUESTA SERA SU RAIDUE UNO SPECIALE SU BETTINO CRAXI

“Quando la TV fa cultura”: avevamo chiosato così parlando della messa in onda della nuova stagione de La storia siamo noi di Giovanni Minoli; a questo potremmo aggiungere che la tv, grazie a certi programmi, è in grado anche di trasmettere coscienza e memoria storica, e di assolvere ad un ruolo “pedagogico” affatto trascurabile. Qualche mese fa avevamo auspicato che format come “La storia siamo noi” passassero meno inosservati agli occhi del grande pubblico e magari trovassero maggiore spazio nei palinsesti televisivi. Oggi sembra proprio che questa richiesta-auspicio verrà accontentata.

La grande storia moderna sbarca infatti nella prima serata di Raidue e tra fiction e urlati reality, spunta un’iniziativa rischiosa (in termini di auditel) quanto apprezzabile, in grado di diversificare e completare l’offerta televisiva.

In occasione del decennale della morte del leader del Partito socialista Bettino Craxi, Giovanni Minoli (da sempre sensibile alla causa craxiana) dedicherà uno speciale monografico del suo programma normalmente trasmesso in seconda serata, proprio ad uno dei politici più potenti dell’Italia pre-tangentopoli.


29
dicembre

TUTTI PAZZI PER L’OROSCOPO: QUESTA SERA SU RAIDUE PAOLO FOX PER “I FATTI VOSTRI – SPECIALE OROSCOPO 2010″

Il palinsesto natalizio, si sa, è spesso e volentieri più scarno e meno originale delle molte tavole imbandite dalle italiche famiglie in questo periodo. Ci sono film e fiction (spesso in replica), i cartoni animati, qualche puntata pilota di nuovi programmi e poi, immancabili, ci sono le trasmissioni pensate ad hoc per la Santa Natività e se cori, concerti e buoni sentimenti spesso non mettono d’accordo gli sparuti telespettatori rimasti davanti ai televisori, ecco che arriva puntuale un appuntamento irrinunciabile del banchetto televisivo-natalizio: l’oroscopo.

Lo sa bene Michele Guardi che anche quest’anno, per coloro i quali hanno bisogno di un’iniezione di fiducia oppure vogliono verificare scetticamente quanto l’astrologo “ci azzecca”, ci ripropone I fatti Vostri – speciale Oroscopo 2010. L’ormai tradizionale appuntamento con le stelle e con  Paolo Fox è fissato per questa sera in prime time su Raidue.

Quali saranno i segni fortunati? Gli scorpione troveranno l’amore? I Leone cambieranno lavoro? Sotto la sapiente regia di Michele Guardì, Giancarlo Magalli, Adriana Volpe e Marcello Cirillo seguiranno l’astrologo più famoso d’Italia (la sua “classifica” della domenica mattina, rimane sempre una delle parti più apprezzate e seguite di “Mezzogiorno in famiglia”) nelle previsioni sull’imminente nuovo anno.


24
dicembre

CONCERTO DI NATALE: ECCO I CANTANTI ALLA CORTE DI MARA VENIER

Concerto di Natale 2009 (Mara Venier)

Da ben 17 edizioni rappresenta la colonna sonora di ogni 24 Dicembre (alle 21.10) e fa da  piacevole contorno nelle case degli italiani  ai colori dei presepi,  alle luci degli alberi e alle tavole imbandite; è il “Concerto di Natale”, occasione sempre particolare per rivivere la Natività con le melodie più suggestive interpretate dai big della musica italiana e internazionale.

Nato come “Concerto in Vaticano” per poi diventare evento itinerante con tappa per due edizioni nel Veronese, in quest’annata 2009 è approdato a Catania nel teatro Massimo Bellini. Proprio le vicissitudini pseudo-occupazionali dei lavoratori interni  al teatro hanno rappresentato l’aria dissonante,  che sino a poche ore prima della registrazione, hanno tenute tese le corde dalla  Prime Time Promotions, la società  organizzatrice dell’evento. Solo gli interventi di mediazione  arrivati da più parti hanno scongiurato la cancellazione del concerto con la sospensione della sciopero per consentire la realizzazione dello show televisivo. Semperata per una sera, dunque, ogni burrasca sindacale, la registrazione del concerto è stata una vera occasione mondana per ascoltare  buona musica a cui era impossibile per noi mancare e certamente da non perdere, un po’ per tutti, il giorno della messa in onda. Un appuntamento curato brillantemente dalla squadra Rai di Napoli, capitanata da Franco Bianca, regista di programmi come “Karaoke”, “Furore” e “Al posto tuo”.

Davvero scorrevole e piacevole la presentazione  di Mara Venier,  che senza molti schemi ha presentato i vari interventi degli artisti, facendo tornare alla memoria una  conduzione frizzante stile “Domenica in” anni ’90 con la conseguenza che il concerto s’è diluito in maniera fluente con brani ritmati nella prima parte per poi essere più ingessato nelle fasi conclusive. Ad aprire la serata Cecilia Gasdia con “Casta Diva” e quindi spazio ai giovanissimi Laura Esquivel, reginetta della serie il “Mondo di Patti”, con “Silent Night”; Gary Go con la sua hit “Wonderful” e Malika Ayane con il più tradizionale “Jingle Bell”.

Il programma completo dopo il salto: