Luca Barbarossa



1
maggio

CONCERTO PRIMO MAGGIO 2016: DIRETTA SU RAI3 CON LUCA BARBAROSSA. ECCO LA SCALETTA

Concerto Primo Maggio

Ci saranno le storie dei lavoratori e quelle dei sindacalisti, il dramma del caporalato e quello dei migranti. Il tema della precarietà e il richiamo all’accoglienza. Ma soprattutto ci sarà la musica, per otto ore di esibizioni live. Il Concerto del Primo Maggio 2016 si presenta al pubblico con una scaletta ricca e con un tema di stringente attualità, “Più Valore al Lavoro: Contrattazione Occupazione Pensioni”. L’evento di Piazza San Giovanni a Roma, promosso da CGIL, CISL e UIL e organizzato da iCompany e Ruvido Produzioni, sarà tramesso in diretta radio e tv dalla Rai.




1
aprile

CONCERTO PRIMO MAGGIO 2016: ALLA CONDUZIONE LUCA BARBAROSSA. ECCO I PRIMI NOMI DEL CAST

Luca Barbarossa

E’ un appuntamento ormai immancabile: anche quest’anno il primo maggio a Roma ci sarà il cosiddetto Concertone, show musicale che si tiene dal 1990 organizzato nel giorno della Festa dei Lavoratori dai sindacati Cgil, Cisl e Uil nella cornice di Piazza San Giovanni in Laterano. Al timone dell’evento, che come sempre dovrebbe essere trasmesso con una lunga diretta su Rai3, ci sarà il cantautore Luca Barbarossa.


17
dicembre

IL MONDO A 45 GIRI: RAI3 RICORDA LA MUSICA DELLA RCA CON LUCA BARBAROSSA E GLORIA GUIDA

Il mondo a 45 giri

Due prime serate per ricordare Il mondo a 45 giri. Sarà questo il nome del programma, in onda su Rai3 stasera e domani, che ripercorrerà la storia della RCA Italiana, la leggendaria casa discografica che ha prodotto dagli anni ‘50 agli anni ‘80 i più grandi successi del Bel Paese. Alla conduzione l’inedita (e azzardata) coppia composta da Luca Barbarossa e Gloria Guida.





4
giugno

PARTITA DEL CUORE, LUCA BARBAROSSA: ERAVAMO ALTERATI, NON RICORDO LE MINACCE AD EROS RAMAZZOTTI

Luca Barbarossa

Abbiamo litigato, ma per me è finita lì, sul campo“. Luca Barbarossa archivia così il poco edificante diverbio avuto con Eros Ramazzotti sul campo della ventiquattresima Partita del Cuore. Nel corso del match trasmesso da Rai1, i due cantanti si erano presi a male parole e Ramazzotti aveva svelato di essere stato minacciato. Alla Gazzetta.it, però, Barbarossa ha raccontato di aver inviato un sms al compagno di gioco (e di bisticcio) per chiudere la faccenda. “Per me Eros è come un fratello più piccolo, gli voglio bene, non mi aspettavo una reazione del genere” ha affermato.

Poi la ricostruzione dei fatti. Secondo Barbarossa, a far saltare i nervi in campo sarebbe stato un brutto intervento di Nedved ai danni del rapper Moreno.

Dopo il tunnel di Moreno, Nedved l’ha falciato. Un brutto fallo, abbiamo avuto paura, pensavamo a un brutto infortunio. Moreno ha ematomi all’anca, alle gambe e l’unghia del pollice si è spezzata. Io non credo che un professionista possa fare una cosa del genere, tra l’altro a un ragazzo che fa il rapper, alto un metro e sessanta, che ha avuto il torto di fargli un tunnel. Ho applaudito ironicamente Nedved, Eros è corso verso di me e mi è venuto addosso. Io mi sono incazzato. Nessuno può mettere le mani addosso a nessuno, neanche se ti chiami Eros, perdipiù alla Partita del Cuore. Il divismo lasciamolo da parte” ha detto Barbarossa.


3
giugno

PARTITA DEL CUORE – EROS RAMAZZOTTI MINACCIATO IN CAMPO: “SE MI RITOCCHI TI AMMAZZO”

Eros Ramazzotti, Partita del Cuore

Doveva essere un incontro amichevole tra sorrisi, pacche sulla spalle, strette di mano. Come sempre, del resto. Invece, la ventiquattresima Partita del Cuore giocatasi ieri sera a Torino ha rischiato di trasformarsi in una rissa in diretta tv. Alla faccia della solidarietà, sul campo del match tra la Nazionale cantanti e i Campioni per la ricerca Telethon il clima si è fatto incandescente a seguito di due episodi che – in parte – hanno guastato lo spirito festoso della manifestazione.

Partita del cuore: Moreno vs Nedved

Ad accendere gli animi è stato un bisticcio tra il rapper Moreno e l’ex calciatore Nedved. Il cantante ha scansato con un tunnel l’ex Pallone d’Oro, il quale non gli avrebbe perdonato la mossa. Poco dopo, infatti, Nedved ha rifilato un duro colpo all’artista, scatenando un diverbio. All’uscita dagli spogliatoi, severo il commento di Enrico Ruggeri: “questa è una partita di solidarietà e lo stesso spirito ci dovrebbe essere in campo. Davvero non si capisce come un giocatore del calibro di Nedved possa aver fatto una cosa così, se si è campioni, lo si è sempre” ha detto il cantautore ai microfoni.

Partita del cuore: Luca Barbarossa vs Eros Ramazzotti

Ma il confronto più acceso è stato quello, avvenuto di lì a poco, tra Luca Barbarossa ed Eros Ramazzotti. Quest’ultimo, dopo aver discusso animatamente con il collega in campo, su Instagram si è sfogato raccontando un retroscena inedito della serata. Senza fare nomi, Ramazzotti ha svelato di essersi sentito dire “se mi ritocchi ti ammazzo qui davanti a tutti” e di aver invitato il compagno di gioco ad ucciderlo.





9
maggio

SUPER CLUB: MAX GIUSTI E LUCA BARBAROSSA RIPROPONGONO SU RAI2 L’ESPERIMENTO NATO A TELETHON

Max Giusti e Luca Barbarossa

Max Giusti e Luca Barbarossa

Se Max Giusti rimarrà ancora in Rai nella prossima stagione televisiva, ancora non ci è dato saperlo. L’azienda pubblica ha tutte le intenzioni di trattenere il comico e conduttore romano, il cui contratto scadrà a breve, anche se a quanto pare La7 sembrerebbe piuttosto interessata a portarlo sotto la sua ala, anche per variegare un palinsesto che quest’anno non ha portato i risultati sperati.

Tanto che, come anticipato da Davide Maggio su Tv Sorrisi e Canzoni, Endemol sta già cercando dei sostituti per Affari Tuoi. Se il passaggio di Max andrà in porto, per l’access prime time di Rai1 tutti gli indizi portano a Claudio Lippi, che ha anche ricevuto la benedizione dal diretto interessato. Al comico comunque non dispiacerebbe rimanere alla guida dei “pacchi”, a patto che l’azienda pubblica gli conceda anche altri spazi all’interno dei propri palinsesti.

La richiesta è stata accolta con favore dalla Direzione Intrattenimento, che ha voluto puntare per la seconda serata di Rai2 sul progetto presentato da Giusti e Barbarossa in occasione della maratona Telethon: Super Club. Quattro seconde serate “sperimentali” nate dalla fusione di due trasmissioni di Radio2, Super Club e Social Club, in cui i due protagonisti uniranno le loro passioni e peculiarità artistiche nel tentativo di riproporre in chiave moderna il vecchio varietà Rai.


9
aprile

RAI2, PRIMAVERA 2012: ONE MAN SHOW COMICI E SUPER CLUB CON GIUSTI E BARBAROSSA, ARRIVANO EVA RICCOBONO E PAOLO RUFFINI, RITORNA LA FICTION ITALIANA

Rai2 logo

Rai2 logo

Nell’ultimo periodo era diventata la tv delle serie, ma solo perché la “cura D’Alessandro” – come sottolineato da Antonio Marano a TvTalk – si sarebbe iniziata a vedere solo nella prossima stagione televisiva. Già da questa primavera comunque avremo modo di vedere un assaggio di ciò che in futuro potrebbe diventare la seconda rete pubblica. Al centro della scena ancora la musica, che tornerà protagonista con alcune biografie degli artisti più famosi, ma ci sarà posto anche per la comicità e l’approfondimento.

Chiuso il capitolo Star Academy e in attesa di The Voice, Rai2 punta su tre speciali in prima serata – a partire dall’8 maggio – dedicati a Biagio Antonacci, Giorgia e Luciano Ligabue. E poi alla fine del mese la finalissima dell’Eurovision Song Contest, al quale il Belpaese parteciperà con Nina Zilla e la sua “L’amore è femmina”.

Per quanto riguarda la comicità invece si punterà su dei one man show a partire dal 10 aprile in prima serata con Teresa Mannino (che come anticipato da Davide Maggio su Tv Sorrisi & Canzoni presto dovrebbe andare a La7) e il suo show “Terribilmente divagante”, Ale&Franz con “Aria precaria”, Lillo e Greg con “Sketch & Soda” e infine Enrico Bertolino e Max Giusti. E dal 9 maggio partirà in seconda serata Super Club con Max Giusti e Luca Barbarossa, nato dalla fusione dei due programmi radiofonici condotti dalla coppia su Radio2 e già sperimentato su Rai1 durante la maratona Telethon.


2
maggio

CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO TRA PAR CONDICIO, SATIRA E SPETTACOLO. NERI MARCORE’ E LUCA BARBAROSSA CANTANO “IMMUNITA’” (VIDEO)

Luca Barbarossa, Neri Marcorè

Sul palco arrivano Albano e Romina, e al Concerto del Primo Maggio si cambia registro. Il ritmo lento della par condicio lascia spazio a quello rock dell’ironia. Ovviamente il duetto canoro non è mica quello originale (ussignur, ci mancava solo), ma quello parodistico realizzato dalle imitazioni di Neri Marcorè e Luca Barbarossa. Ieri pomeriggio il conduttore dell’evento musicale di Piazza San Giovanni e il cantautore hanno rispettato le promesse della vigilia, offrendo al pubblico un momento di satira pungente, ad personam. Durante un’esibizione hanno infatti proposto il brano “Immunità“, remake di “Felicità”, successo del 1982 cantato da Albano e Romina.

L’anno prossimo a Sanremo si sa già chi vince. C’è un duo, Alfano e Romina“. Luca Barbarossa imbraccia la chitarra e, nel bel mezzo del Concertone, provoca Neri Marcorè. Il bravo conduttore si trasforma in comico, camuffa la voce ed inizia la gag: musica. “Immunità è votare una legge che ti progegge, immunità, ti cancella un reato con un decreto, immunità (…) l’evasione fiscale diventa legale con l’immunità“. La canzoncina scalda subito la grande piazza, strappa sorrisi perchè è evidente che si riferisca a qualcuno che la par condicio impedisce di nominare: Silvio Berlusconi. Barbarossa e Marcorè stanno al gioco, e rincarano la dose : “Immunità, è abbreviare il processo e buttarlo nel cesso (…) senti che bello che è varare una legge che è solo per me, ed in galerà ci va chi protesterà“.

Uno dei momenti più frizzanti della lunga diretta trasmessa ieri da Rai3, efficace soprattutto perchè giocato sul filo del rasoio della par condicio. In seguito Marcorè ha anche ironizzato sulle incoerenze di un personaggio politico d’opposizione rimasto senza nome, ma con la voce identica a quella di Antonio Di Pietro. Per un anno al Concerto del primo maggio non tira aria di comizio, non c’è la solita propaganda militante, e lo si nota subito. L’evento torna ad essere innanzitutto uno spettacolo televisivo e di piazza, impreziosito dalla partecipazione straordinaria di artisti del calibro di Lucio Dalla, Francesco De Gregori ed Ennio Morricone.