Interviste


Le più importanti interviste ai personaggi della televisione italiana.


25
ottobre

PASQUALE ROMANO A DM: ATTENTI A QUEI DUE CON PAOLA PEREGO, DR. OZ CON SONIA GREY E NUMBERS PER LA SECONDA SERATA DI RAI2. ECCO I NUOVI PROGETTI DI TORO PRODUZIONI

Pasquale Romano, Toro Produzioni

E’ un addetto ai lavori noto anche al grande pubblico, quanto meno per la sua fama. E’ stato infatti il celebre ‘dottore’ di Affari Tuoi, colui che in sostanza contrattava con i concorrenti del game dell’access di Rai1 per… risparmiare il più possibile. Da qualche anno a questa parte, agli impegni autorali si sono aggiunti quelli produttivi con la fondazione, nel 2009, insieme a Marco Tombolini, di Toro Produzioni, società partecipata da Sony Pictures. Parliamo di Pasquale Romano che racconta in esclusiva a DavideMaggio.it le prossime produzioni made in Toro.

Da dottore a produttore. Cosa è cambiato per Pasquale Romano?

Il dottore (autore di Affari Tuoi, ndDM) è stata una specie di maschera. Diciamo che ora sono aumentate le responsabilità e c’è alla base una sfida avvincente: entrare nella macchina produttiva in un momento in cui l’offerta televisiva deve per forza variare, vista la crisi delle generaliste, l’evoluzione del satellite, del digitale e della frammentazione degli ascolti, penso sia una scelta importante. D’altro canto, il ruolo degli autori credo sia destinato a cambiare radicalmente sino ad estinguersi, come accade già in tanti paesi d’Europa e del mondo. L’autore è morto, e noi l’abbiamo ucciso, direbbe Nietzsche (ride, ndDM).

Sul satellite e sul digitale ci sono tanti piccoli programmi che accendono l’interesse del pubblico. Se andassero in onda sulle generaliste verrebbero criticati?

Criticati no. Forse sacrificati. Sono prodotti fortemente targettizzati, connotati per una fetta di pubblico. In una chiave generalista dovrebbero inevitabilmente modificare il linguaggio. XFactor, ad esempio, che sul satellite fa 500.000 spettatori è un enorme successo, ma probabilmente su Rai2, dovendo fare numeri maggiori, non ce la farebbe strutturalmente più. Forse è meglio fare quel prodotto in maniera più raffinato e più giovane su una tv satellitare, con ascolti qualitativamente più validi, piuttosto che sacrificarlo in una chiave generalista. E’ una nuova ottica che apre nuovi scenari. C’è anche un’evoluzione del linguaggio in base al quale pure le generaliste devono iniziare a modificarsi; altrimenti corrono il rischio di perdere sempre più terreno.

Però è come se ci fosse da parte del satellite (vedi Skyuno) la voglia di ‘generalizzarsi’ un po’…

Bisognerebbe ripensare al termine ‘generalista’. Ogni prodotto cerca di allargare lo spettro di interesse, cercando di aprirsi ad un pubblico sempre più vasto. E’ chiaro, però, che non devi neppure invecchiare quel prodotto soprattutto in considerazione della rete sulla quale va in onda. Nel caso di XFactor, per rimanere in tema, usi quel marchio perchè ha un valore di riconoscibilità e lo applichi ad un pubblico che è fortemente targettizzato. Non e’ generalista, ma e’ sicuramente un’operazione larga.

Secondo te cosa è cambiato dall’Xfactor di Rai2 a quello di Sky?




25
ottobre

PAOLA SALUZZI A DM: DEL PASSATO BUTTO VIA ME STESSA. NON DIMENTICHERO’ LA SEVERITA’ DI GUARDI’, LA STIMA DI COSTANZO, LA GENEROSITA’ DI ZAVOLI…

Paola Saluzzi

Una velocissima ascesa nello showbiz nostrano, e un altrettanto repentino stop. Dalla fine degli anni ‘80 e sino al 2001, Paola Saluzzi si è gradualmente affermata come volto della prima rete della tv pubblica, arrivando a segnare persino un record storico: 52 settimane consecutive in onda con la conduzione di Uno Mattina e Uno Mattina Estate. Poi, complice un cambio ai vertici dell’azienda di Viale Mazzini e alcune incomprensioni con la dirigenza, la sua presenza si è affievolita sempre più sino a quando Sat2000 la riconsegna al piccolo schermo. La nuova alba professionale la deve, però, a Sky grazie all’edizione pomeridiana del tg del canale all news e al neonato Buongiorno Cielo. Una rinascita televisiva accompagnata da un’altra decisamente interiore. Ce la racconta la conduttrice del morning show dell’emittente digitale terrestre della piattaforma nostrana di Murdoch, in esclusiva per il web.

Paola, torniamo indietro di qualche anno. 2001, cos’e’ successo?

Come  dice il mio più caro amico, “il passato è un secchio di cenere”.

Ma a me interesserebbe saperne di più sul tuo ’stop’ in Rai…

Ti ripeto, il passato è un secchio di cenere.

Sei consapevole di risultare antipatica?

Anche tu potresti risultare aggressivo. Io so per certo di non essere risultata antipatica al pubblico perchè sono sempre stata frontale, diretta, senza veli, senza pelle. Il mio ambiente di lavoro, invece, l’ho talvolta un po’ subito; se vieni fatta oggetto di un comportamento aggressivo, cosa facilissima, io mi chiudo (proprio fisicamente). E capirai che se una donna di un metro e 76 si chiude, risulta antipatica. Oggi sono una persona che ride molto di più e non mi importa di risultare qualcosa. Sono solo io, ma quando incontro chi mi attacca, purtroppo porto memoria e scatta di nuovo la chiusura, l’antipatia.

Vorrei solo sapere qualcosa in più di quel periodo…

E’ stato un momento complesso in cui ti ritrovi di fronte ad un cambiamento della tua persona. Ogni cambio ai vertici comporta il tuo essere risottoposto ad un esame. Oggi sono gioco-forza una donna diversa da quella di 10 anni fa. E forse gli errori commessi, non solo da parte mia, non ci sarebbero più. Diciamo che ho messo il carico da 11.

In cosa hai sbagliato?

Troppe intemperanze, poco dialogo e una forte dose di immaturità!

Immaturità in che senso?

Nel senso che partire dal presupposto che tu abbia ragione e gli altri ti stiano facendo un torto è immaturità.

Ti sentivi vittima?


23
ottobre

MILLY CARLUCCI A DM: BAILA ERA CONTRAFFAZIONE ANCHE CON LE MODIFICHE. BASTA CON I COPIA E INCOLLA!

Milly Carlucci

Alla fine ha vinto. La questione che ha infiammato quest’inizio di stagione  tra Milly Carlucci, pronta a difendere il suo Ballando con le Stelle dal programma copia Baila, e Mediaset, artefice del nuovo programma di Barbara D’Urso e Roberto Cenci, è arrivata ad un punto: il tribunale ha dato ragione alla padrona di casa dello show ballerino di Rai1 con due sentenze (l’ultima risale a venerdi scorso) che per la prima volta fanno chiarezza sul diritto d’autore in tv e sanciscono alcuni principi che si spera pongano dei paletti alla dilagante diffusione di programmi molto simili tra loro. Milly Carlucci decide finalmente di commentare i risultati della battaglia legale e, per farlo, sceglie DavideMaggio.it in esclusiva per il web.

Allora Milly, Baila è plagio…

Così ha stabilito il tribunale! Sia il giudice di primo grado che il collegio di giudici che ha sentenziato in appello hanno detto che e’ contraffazione.

Come hai valutato la scelta di Mediaset di andare in onda nonostante una pronuncia del giudice in senso opposto?

E’ stata una loro scelta; io al loro posto non l’avrei fatto. Evidentemente avranno fatto valutazioni diverse e sarà stato consigliato loro di andare in onda facendo delle modifiche che in qualche modo portassero in una direzione diversa un progetto che era stato definito contraffattorio.

A quanto pare non sono servite…

La sentenza del collegio ha ribadito che se era contraffazione ciò che era scritto nella presentazione fatta per i pubblicitari (la prima sentenza è arrivata il prima della messa in onda di Baila, ndDM), è contraffazione anche quello che è andato in onda nelle puntate del programma. Non solo, dunque, è stata confermata la sentenza di primo grado, ma ne è stata ampliata la portata visto che anche le modifiche non andavano in una direzione diversa.

Al di là del plagio, che ne pensi del programma dopo averlo visto?

Valutazioni qualitative sui programmi dei colleghi non ne faccio. Ma era evidente che c’erano elementi di Ballando con le Stelle. Mi affido normalmente a ciò che pensa lo spettatore medio e, in questo caso, le persone che ho incontrato parlavano di un programma ‘tale e quale’ al mio. In effetti la scenografia, l’impianto, la suggestione emotiva ricalcavano quelle di Ballando.

Mediaset ha annunciato che proporrà la vera versione di Baila più in là. Secondo te lo faranno anche dopo questa seconda pronuncia?





22
ottobre

MILLY CARLUCCI COMMENTA LA SENTENZA SU BAILA. IN ESCLUSIVA PER IL WEB, SU DM

Milly Carlucci

MILLY CARLUCCI COMMENTA LA SENTENZA SUL CASO BAILA!

in esclusiva per il web

DOMANI, SU DAVIDEMAGGIO.IT

Leggi l’intervista a Milly Carlucci QUI


21
ottobre

DM LIVE24: 21 OTTOBRE 2011. FERMI TUTTI: MARIA CARMELA SALUTA MARA IN DIRETTA, I FATTI VOSTRI NELL’ACQUA, I PROMO SBAGLIATI DI VERISSIMO, LE TELE-INCURSIONI DEL TG5, LA CADUTA DI FRIZZI (CHE STA BENISSIMO), LA LATTERIA DELLA DEL BASSO

Diario della Televisione Italiana del 21 Ottobre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • La latteria della Del Basso

lauretta ha scritto alle 10:36

A Mattino Cinque si parla di desiderio sessuale dopo una gravidanza e Marco Balestri indicando Cristina Del Basso: “Prendete un suo futuro marito. Dopo la gravidanza, quello che per lui era la sala giochi poi diventa una latteria”.

  • Toscani VS Del Basso

A Stalk Radio Oliviero Toscani in diretta a Stalk Radio dice alla Del Basso (anche lei in collegamento): “Ma quando si e’ rifatta le tette, voleva assomigliare ad una mucca?”

  • Disagi da nubifragi

Antonello De Marco ha scritto alle 11:39

A causa del nubifragio che ha colpito Roma, “I fatti vostri” apre con Giancarlo Magalli in collegamento telefonico, il quale annuncia che arriverà in ritardo… Anzi, spera di arrivare nel corso della trasmissione!

  • Beh, lasciatela pure un po’ in pace

lauretta ha scritto alle 12:36

Ascanio Pacelli intervistato da Vanity Fair parla della sua esperienza al Grande fratello e attacca Barbara D’Urso, conduttrice della sua edizione: “Troppo protagonista, non metteva l’attenzione sui ragazzi, ma su di sé. E poi aveva preferenze smaccata per alcuni”.

  • Tele-incursioni al Tg5

lauretta ha scritto alle 16:25

Non so cosa sia accaduto, ma su Canale 5, prima dell’edizione straordinaria del Tg5 è apparso un fermo-immagine in cui compariva Charlie Gnocchi con un microfono in mano e Paolini sullo sfondo…

  • Promo sbagliati

Phaeton ha scritto alle 16:55

E’ appena andato un promo che dava Verissimo in onda domani con Luca Argentero, Luca Marin e Gabriel Garko in esclusiva per la Toffanin! Ovviamente il promo è sbagliato! (Sono andati in onda per gran parte della giornata, ndDM)

  • Frizzi cade ma sta benissimo

lauretta ha scritto alle 16:57





20
ottobre

MARCO LIORNI A DM: LE MIE PAROLE SULLA D’URSO MAL INTERPRETATE

Marco Liorni

Dopo aver ripreso l’intervista a Marco Liorni, pubblicata dal settimanale Grazia, il conduttore ci contatta per precisare che le dichiarazioni rese alla stampa sono state mal interpretate. Nessun intento di definire Barbara D’Urso una bugiarda, ma una semplice battuta. Ecco le sue parole:

Ci tengo a precisare che si trattava di una battuta (fatta ridendo) sul fatto che Barbara D’urso ringraziasse il pubblico per gli ascolti. Se lei ringrazia il suo pubblico, ci sta. Io penso che i conduttori contino ma alla fine gli spettatori scelgano i programmi sulla base di mille fattori.

Un discorso grossolano sugli ascolti non mi piace farlo. La tv è troppo centrata sugli ascolti quando i discorsi importanti da fare dovrebbero avere ad oggetto la qualità.


20
ottobre

MARCO LIORNI ATTACCA BARBARA D’URSO: E’ UNA BUGIARDA

Marco Liorni

Marco Liorni

Oh mio dio verrebbe da dire, ma allora è vero che anche i buoni sono destinati a diventare (un po’) cattivi. Ed è così che anche quel “bravo ragazzo” di Liorni, forte del successo della Vita in Diretta, si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Il motivo è presto detto e la protagonista del misfatto è ancora lei, manco fosse diventato uno sport nazionale tirarla in ballo: Barbara D’Urso.

Basta con la diplomazia e i finti sorrisi legati perlopiù ad un passato (e un rapporto) che non c’è più, nonostante permanga una stima di base e il rispetto verso una professionista dello spettacolo, che descrive come “un’accentratrice. La trasmissione è lei. Persino nel Grande Fratello quello che accadeva nella casa era quasi ininfluente”. Nonostante il talento di Maria Carmela, l’ex inviato del Grande Fratello non ci sta ad essere ancora “preso in giro” dalla concorrente, relativamente agli ascolti del suo Pomeriggio Cinque e de La Vita in Diretta.

In un’intervista a Grazia, Liorni ha infatti dichiarato: “L’unica cosa che rimprovero a Barbara è di raccontare bugie. Ringrazia il pubblico dicendo che la sua è la trasmissione che fa più ascolti”. Diretto e conciso, anche perché i dati parlano di tutt’altra situazione. Solo belle parole invece per le altre compagne di viaggio, a partire dalla compare Mara Venier che “riesce a trasformare la tv in un salotto autentico. Perché è autenticamente così: un po’ naif, diretta. Fa le domande alla “il re è nudo. […] Chiede l’ovvio con un candore disarmante. E funziona”.


16
ottobre

MIRIAM LEONE: DAL NUOVO SPETTACOLO CON ALE E FRANZ AL SOGNO DEL FESTIVAL DI SANREMO

Miriam Leone

E’ sicuramente la Miss più ‘giusta’ dell’ultima decade, l’unica che è riuscita a sopravvivere alla velocità del concorso e della televisione contemporanea senza mai dover mettere in gioco la propria credibilità, già forte al momento dell’elezione, quando in coro unanime si presentava una ragazza bella, elegantemente femminile e con grandissima proprietà di linguaggio. Miriam Leone, quella studentessa in lettere che tanto lasciò stupita l’Italia, travolta da personaggi effimeri ed arrivisti, a distanza di qualche anno è ben radicata nello showbiz nostrano.

Uno Mattina In famiglia, Distretto di Polizia e tra poco uno spettacolo comico con Ale e Franz, le cui puntate sono state già registrate. Ebbene sì la vedremo al debutto anche nella comicità. Sarà la sua prova del nove, l’occasione per dimostrare di poter mostrare tutte le qualità. In vista del debutto come spalla dei comici degli anni d’oro di Zelig, Miriam è stata intervistata da Libero, a cui ha raccontato in questi termini la sua ultima scommessa professionale:

Posso dare libero sfogo alla mia vena comica. Era uno dei miei sogni nel cassetto. Anche in veste di conduttrice mi piace mantenere un atteggiamento leggero e giocoso, ma qui è diverso. Appena ci siamo incontrati (con Ale e Franz, ndr) si è creata una vera e propria alchimia: loro mi investivano di battute a raffica, ma io gli tenevo testa. Mi fanno troppo ridere! Abbiamo appena finito di registrare le puntate e già mi mancano. A livello professionale è stata una grande sfida: spero di vincerla e far divertire il pubblico come io stessa mi sono divertita.