Oliviero Toscani



12
settembre

VITTORIO SGARBI DA’ DEL FINOCCHIO A BARBACETTO (VIDEO) MA SI PRENDE DELL’IMPOTENTE DA TOSCANI

Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi al centro di zuffe, parapiglia e accesi dibattiti. Sai che novità, direte. A colpire stavolta la frequenza con cui il critico d’arte, volente o nolente, si è ritrovato protagonista in questi ultimi giorni, sia da vittima che da carnefice, di una dialettica ad alto tasso di pericolosità con i suoi interlocutori. Ascoltate bene, se non credete che possa avere battuto i suoi record.

Una presunta accusa, a suo carico, secondo quanto riporta Il Resto del Carlino di Ferrara, per atti osceni in luogo pubblico (sul quale l’avvocato di Sgarbi sembra essere molto diffidente) per un boxer bianco, poco coprente dopo il bagno, mostrato in un agriturismo in Sicilia, ma anche uno scontro radiofonico molto pesante con Oliviero Toscani e una lite televisiva con Gianni Barbacetto: giorni incandescenti insomma.

Per intensità, ma soprattutto per la gravità delle parole che sono volate, non si può non partire dalla schermaglia con il fotografo artista. Pur trattandosi di due intellettuali che hanno vissuto fianco a fianco per tutta la vita con l’arte e le immagini, la figura collezionata alla fine è abbastanza magra. Questo il loro dialogo, riportato dalla testata online di Libero:




21
ottobre

DM LIVE24: 21 OTTOBRE 2011. FERMI TUTTI: MARIA CARMELA SALUTA MARA IN DIRETTA, I FATTI VOSTRI NELL’ACQUA, I PROMO SBAGLIATI DI VERISSIMO, LE TELE-INCURSIONI DEL TG5, LA CADUTA DI FRIZZI (CHE STA BENISSIMO), LA LATTERIA DELLA DEL BASSO

Diario della Televisione Italiana del 21 Ottobre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • La latteria della Del Basso

lauretta ha scritto alle 10:36

A Mattino Cinque si parla di desiderio sessuale dopo una gravidanza e Marco Balestri indicando Cristina Del Basso: “Prendete un suo futuro marito. Dopo la gravidanza, quello che per lui era la sala giochi poi diventa una latteria”.

  • Toscani VS Del Basso

A Stalk Radio Oliviero Toscani in diretta a Stalk Radio dice alla Del Basso (anche lei in collegamento): “Ma quando si e’ rifatta le tette, voleva assomigliare ad una mucca?”

  • Disagi da nubifragi

Antonello De Marco ha scritto alle 11:39

A causa del nubifragio che ha colpito Roma, “I fatti vostri” apre con Giancarlo Magalli in collegamento telefonico, il quale annuncia che arriverà in ritardo… Anzi, spera di arrivare nel corso della trasmissione!

  • Beh, lasciatela pure un po’ in pace

lauretta ha scritto alle 12:36

Ascanio Pacelli intervistato da Vanity Fair parla della sua esperienza al Grande fratello e attacca Barbara D’Urso, conduttrice della sua edizione: “Troppo protagonista, non metteva l’attenzione sui ragazzi, ma su di sé. E poi aveva preferenze smaccata per alcuni”.

  • Tele-incursioni al Tg5

lauretta ha scritto alle 16:25

Non so cosa sia accaduto, ma su Canale 5, prima dell’edizione straordinaria del Tg5 è apparso un fermo-immagine in cui compariva Charlie Gnocchi con un microfono in mano e Paolini sullo sfondo…

  • Promo sbagliati

Phaeton ha scritto alle 16:55

E’ appena andato un promo che dava Verissimo in onda domani con Luca Argentero, Luca Marin e Gabriel Garko in esclusiva per la Toffanin! Ovviamente il promo è sbagliato! (Sono andati in onda per gran parte della giornata, ndDM)

  • Frizzi cade ma sta benissimo

lauretta ha scritto alle 16:57


7
aprile

DONNE NUDE NEGLI SPOT, APPROVATO UN ACCORDO PER DIRE BASTA. SERVIRA’?

Oliviero Toscani

Tra gli intrecci sesso-politica, le recriminazioni legate a Il corpo delle donne e le provocazioni continue di Antonio Ricci la figura femminile e la sua evoluzione nell’immaginario collettivo italiano sono state più volte al centro dell’attenzione in questi ultimi mesi. Da un accordo tra associazione dei consumatori, dei committenti e dei pubblicitari è nato adesso un accordo per rafforzare il divieto di usare il corpo femminile in maniera strumentale e offensiva.

Per sancire ufficialmente l’impegno a creare una discontinuità con l’andazzo recente della pubblicità sono intervenute Mara Carfagna ed Emma Bonino, due donne con una storia personale e politica molto diversa alle spalle, ma concordi nella svolta da imprimere al legame sempre più pericoloso tra commercio ed immaginario, tra affari e mercificazione.

La Carta degli Impegni, questo il nome del documento, prende spunto dal protocollo sottoscritto dal Ministero delle Pari Opportunità con l’Istituto di autodisciplina pubblicitaria a margine di un convegno dedicato proprio al consumo dell’immagine della donna. Dai proclami dei partecipanti alla sottoscrizione sembra essere una pagina di vera svolta, considerata anche l’intenzione di premiare il miglior spot che riesca a rendere finalmente un’immagine moderna e varia del gentil sesso all’epoca dell’emancipazione.