Interviste


Le più importanti interviste ai personaggi della televisione italiana.


18
novembre

GRANDE FRATELLO 12, CLAUDIA LETIZIA A DM: E’ RIDICOLO CRITICARMI PER IL COSTUME QUANDO ALTRE RAGAZZE FANNO LA DOCCIA IN INTIMO PER RENDERLO TRASPARENTE. KIRAN, DANILO E LEONE POCO RISPETTO PER L’IGIENE

Claudia Letizia, la mamma burlesque di Grande Fratello 12

Per certi versi Claudia Letizia è stato il personaggio più discusso delle prime tre settimane del Grande Fratello 12: la mamma burlesque ha suscitato un vespaio di polemiche con la sua arte del balletto, dividendo il pubblico tra pro e contro. Non solo burlesque: Claudia ha fatto parlare di sè anche per certi abiti succinti indossati ai fornelli e sotto l’occhio vigile delle telecamere, attirandosi le critiche di chi le rinfacciava di ‘tenere famiglia’. Di questo e di altro abbiamo parlato direttamente con lei.

Allora Claudia, non pensi che la tua presentazione come mamma burlesque ti abbia penalizzato?

A prescindere da tutto io mi fido tantissimo degli autori del GF, credo che loro mi abbiano presentato per quella che sono: una mamma e una moglie con la passione del burlesque. Se avessero mancato nel presentarmi con la mia passione del burlesque, avrebbero in qualche modo mentito sulla mia identità.

Persone che di solito non si espongono sui concorrenti come Alessia Marcuzzi e Federica Paniccuci, ti hanno criticato perché la mise non proprio tradizionale…

Credo che sia veramente ridicola questa cosa del giudicarmi per girare in casa in costume da bagno. A prescindere dal fatto che all’interno della Casa c’è una temperatura  caraibica, io semplicemente passavo dalla sauna alla piscina e poteva capitare che dovessi girare il sugo; alla fine si è vista una sola immagine di me che cucinavo con questo fatidico costume! A casa abitualmente mentre preparo il numero del burlesque, giro il sugo per mio figlio.

Però per questo costume ti hanno preso di mira in varie trasmissioni: avrà pesato sul giudizio complessivo?

Si ma non mi tange minimamente, è un mio atteggiamento al naturale. Non credo di aver girato nuda per casa. Non avevo le tette di fuori, le mutande le avevo e in casa c’è chi mi ‘batte’: c’è chi cammina in intimo, in perizoma o qualcuno che fa cadere volutamente il reggiseno e va con l’intimo di pizzo sotto la doccia per farlo diventare trasparente. Mi hanno voluta accusare forse perchè sono più formosa o perchè sono mamma…

Pensi che abbiano voluto strumentalizzare la vicenda?




18
novembre

ALESSANDRO CATTELAN ON DAVIDEMAGGIO.IT

Alessandro Cattelan - XFactor 5, premiere

Intervista ad Alessandro Cattelan, con i primi commenti sulla premiere di X Factor 5

Tra poco, su DavideMaggio.it

L’intervista è disponibile cliccando qui

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


17
novembre

VICTORIA CABELLO: LA7 TV PULITA, LA RAI SEMBRA IL CATASTO

Victoria Cabello

Very little (visto il trend di netto calo di Quelli che il calcio) Victoria, salutata come il vento di rivoluzione da tutta la stampa progressista, che alla Ventura non aveva mai perdonato le origini lelemoriane e l’abbinamento con il genere reality nella televisione di Stato, con il peso del sentirsi donna Rai e con una stagione tutta in salita, in cui gli esami non finiranno mai, si sbottona alla stampa sulle pagine del settimanale A.

Al colpo di partenza lo sprint di Victoria Cabello era sembrato buono: buone performance Auditel e consenso unanime al suo mood molto poco istituzionale ma originale. Con il passare delle settimane lo spettro della circoscrizione alla nicchia, che aveva portato l’ex direttore Liofredi ad opporsi al suo passaggio sul due, si aggira sempre di più e la donna del pallone di Raidue sembra esserne perfettamente cosciente.

“Nello scegliere me la Rai ha dato un segnale interessante, di coraggio. Io sono abituata ad andare in fondo se vinci o se perdi. [...] Ci sono stati tanti flop in passato. Anche io ho avuto momenti sfigati. [...] Le critiche possono fare piacere e anche molto male, fa parte del gioco. Come dicono gli inglesi ”if you don’t like the heat gey out of the kitchen” (se non ti piace il caldo esci dalla cucina).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





15
novembre

CLAUDIA RUGGERI, LA SUPPLENTE DI AVANTI UN ALTRO A DM: “UNA GRAVISSIMA MALATTIA DA’ ORA UNA LUCE DIVERSA AI MIEI OCCHI”

Claudia Ruggeri - Supplente Avanti un Altro

Ogni pomeriggio, tra le 18.45 e le 20, questo blog ha un piccolo picco di visite frutto di un vivo ‘interesse’ del pubblico (specie quello maschile) che naviga tra le pagine di DavideMaggio.it per scoprire qualcosa in più sulla Supplente di Avanti un Altro, la procace Prof che ‘interroga’ quotidianamente un fortunato concorrente del nuovo game di Paolo Bonolis. Non potevamo non saperne di più e abbiamo deciso di contattarla, dopo aver ricevuto ieri un videomessaggio da parte della diretta interessata (GUARDALO QUI). Lei è Claudia Ruggeri con la quale inziamo una chiacchierata chiedendole se sia consapevole del piccolo grande successo che il suo personaggio riscuote su Canale5.

Sai che non lo sapevo?!? Mi fa molto piacere. E’ una bella notizia perchè il mio obiettivo era proprio quello di piacere al pubblico.

Dove sta il successo della supplente?

Credo che la bellezza faccia la sua parte, dovendo giocare a fare la sexy con Paolo! Ma presumo che piaccia anche il fatto che bacchetti il concorrente, mettendogli ansia. Il fatto di non sapere di che natura sia la domanda, lo mette in difficoltà. Se poi è maschio, grazie alle scollature abbastanza profonde… ancora di più!

In realtà trasmetti anche simpatia…

Me l’hanno detto in tanti. Probabilmente è il sorriso, l’essere alla mano che mi fa percepire in maniera più positiva rispetto alle solite ‘bellone’. Traspare il fatto che io mi diverta con Paolo e Luca. Improvvisiamo tutto.

Claudia professionalmente da dove arriva?

Ho iniziato con i primi concorsi di bellezza a 16 anni, due anni dopo ho seguito un corso di portamento alla John Casablancas e ho iniziato la mia gavetta: dalla valletta a Domenica In ad una piccolissima parte nel film di Carlo Verdone L’amore è eterno finchè dura ed anche qualche spot televisivo. Sono arrivata in finale nazionale al più importante concorso di bellezza come Miss Fotogenia Lazio, ma ho ‘alle spalle’ anche una semifinale a Veline e qualche apparizione a Ciao Darwin 6. Ero una delle 5 modelle ballerine che facevano gli stacchetti insieme alle due primedonne Camilla e Lisandra.

Cosa ti lega a Paolo Bonolis vista anche la partecipazione a Ciao Darwin?

Ho iniziato a lavorare con lui quando avevo 18 anni perchè la redazione mi scelse per una sfilata in intimo a Ciao Darwin. Me lo ricordo ancora, era la puntata Roma contro Milano. Poi la stessa redazione mi ha confermato per Domenica In e venivo allo stesso tempo seguita dalla John Casablancas. Adesso, invece, lavoro proprio con l’agenzia di Sonia (Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis, ndDM) SDL 2005.

FOTOGALLERY ESCLUSIVA (Foto 1- 11 by Luigi Zomparelli per DM)


Hai recentemente parlato di un periodo buio della tua vita…

E’ una situazione molto molto intima e delicata che riguarda la salute. Un problema molto grave che ho avuto recentemente. E’ una situazione della quale non riesco ancora a parlarne ma ho voglia di farlo perchè può essere d’aiuto a tante persone e, in realtà, anche a noi stessi. Adesso la ferita è ancora fresca…

Diciamo che si vede che il problema è superato. Bongiorno ti avrebbe definita ‘il ritratto della salute’!


10
novembre

ALESSANDRO BANFI A DM: CON LA VERSIONE DI BANFI TIRO GIU’ IL PALAZZO PER PORTARLO AL LIVELLO DELLA GENTE. I TALK POMERIDIANI E DI SECONDA SERATA SI VANNO USURANDO.

Alessandro Banfi

E’ stato l’artefice di tanti programmi che da anni sono in onda sulle reti del Biscione. Di Matrix, Mattino Cinque e, più in generale, della maggior parte dei programmi Videonews, Alessandro Banfi ne è il papà. Ma il condirettore della testata trasversale alle tre reti Mediaset dallo scorso settembre è passato anche dall’altra parte: dopo un test estivo, è approdato alla prima serata di Rete4 con Blog – La Versione di Banfi, talk politico che si presenta al pubblico con un obiettivo ben preciso: portare il palazzo al livello della gente. Di informazione e dell’infotainment dell’azienda di Cologno parliamo con il condirettore di Videonews che per la prima volta ci viene a ‘trovare’ su davidemaggio.it.

Alessandro, descrivi la ‘tua versione’ con tre aggettivi…

Il primo aggettivo è ironico, il secondo è approfondito, il terzo è anti-televisivo.

Perchè anti-televisivo?

Arrivato a 50 anni, può avere senso mettermi in gioco e andare davanti alla telecamere ma non come il bravo conduttorino. Ho lavorato con bravi, bravissimi conduttori dando loro una mano da fuori e so benissimo che quella era una cosa seria. Io invece sono passato da un’altra parte…

Che dicono i bravi conduttori con i quali hai lavorato vedendoti alla conduzione?

Non si preoccupano troppo perchè mi vedono lì col doppio mento, pelato… diciamo che non sono nel clichè! Sono un vecchio giornalista che ha fatto tante cose e ora fa anche questa! Se poi dovesse andar male e il pubblico dovesse pensare definitivamente che non è interessante, mi archiviano. Lo vivo con questo spirito.

Qualche motivazione che ti ha spinto a passare dall’altra parte ci sarà…

Ho una specie di pretesa. Togliermi la voglia di dire: ‘manca qualcosa nell’informazione televisiva sulla politica. Manca uno sguardo distaccato il giusto, manca il mettersi nei panni della gente, manca qualcosa di importante che io penso di poter dare senza troppe presunzioni’. Mi colpisce che la gente che viene a vedermi o riesce ad ascoltarmi nel rumore caotico di fondo della televisione, quasi mai mi dica che è stato inutile fermarsi.

L’obiettivo è rendere la politica comprensibile a tutti?

Cercare di tirar giù il palazzo e portarlo al livello della gente. E’ un momento drammatico da questo punto di vista e, quindi, molto stimolante. Vive di un paradosso pazzesco che credo non abbia paragoni nella storia dei 150 anni d’Italia: la gente odia i politici ma al tempo stesso non possiamo permetterci il lusso di rinunciare alla politica. Quindi, da una parte, i politici sono mal sopportati dalla gente che non vuole più ascoltarli e non li ritiene più credibili; dall’altra bisogna cercare di mantenere la razionalità e continuare a dire alla gente che dobbiamo prendere grandi decisioni e sperare che la politica riprenda forza perchè altrimenti la crisi mondiale ci porta in un declino infinito.

La Versione di Banfi è stata testata la scorsa estate. Come mai è stata riproposta nonostante i tiepidi ascolti?

Ti dovrebbe rispondere un responsabile editoriale di Mediaset, diciamo Piersilvio. Credo sia stato apprezzato lo sforzo di fare qualcosa di nuovo in un terreno molto arato; noi stiamo facendo un lavoro che forse ha bisogno di più tempo rispetto ad uno show di intrattenimento. Nel mio caso c’è bisogno di un altro avviamento perchè io non sono un uomo conosciuto. Se fossi stato conosciuto come Santoro, Floris, Mentana, Vinci… sarebbe stato diverso.

Non pensi che gli ascolti dipendano dal fatto che parte del pubblico abbia un pregiudizio nei confronti dell’informazione Mediaset?





8
novembre

GRANDE FRATELLO 12, MARIO ERMITO A DM: LUCA? AMA LE DONNE! LORY DEL SANTO E’ UN’AMICA

Mario Ermito

Il primo eliminato del Grande Fratello 12 è Mario Ermito: il concorrente più giovane della Casa è stato messo alla porta dal 59% del pubblico votante. Nelle due settimane che ha passato tra le mura di Cinecittà, è stato il terzo moschettiere al fianco dell’insopportabile Filippo e di Luca Di Tolla, attirandosi in questo modo le critiche di molti degli atri ragazzi. DM l’ha voluto intervistare per chiedergli se si sente più un bello che non balla o un bello in balia dei suoi due compagni di merende.

Allora Mario, ‘Er-mito’ è crollato!

Ma chi l’ha detto?! Io mi aspettavo di uscire alla prima ma non perché temessi il confronto con Sofia. Più che altro perché ci sono state negli ultimi giorni delle liti che mi hanno visto protagonista ed è venuta fuori una parte del mio carattere che non volevo uscisse.

Non pensi che ti abbia penalizzato fare gruppo con Filippo?

No, non rinnego niente di quello che ho fatto nella Casa. Forse ho sbagliato nei modi ma il concetto rimane sempre quello.

Ti hanno anche dato del “bello che non balla“…

E figurati! (ride, ndDM). Come fai a giudicare una persona se non gli dai modo di rapportarsi con te? E’ facile puntare il dito su una persona che fa un lavoro che non è un lavoro comune. Perché mi hanno attaccato su quello: sul fatto che un ragazzo di vent’anni fa il modello, che se la può tirare… quando invece non è così. Io faccio un lavoro che vorrebbero fare tutti, è vero. Però non mi sono mai vantato di questo. Per me è un lavoro come un altro.

Fai il modello, ti abbiamo visto ai Soliti Ignoti, a Ciao Darwin, hai fatto concorsi e calendari. Alla fine come sei arrivato al Grande Fratello?

Era una cosa che fin da quand’ero più piccolo ho sempre voluto fare. Sono venuto a conoscenza di questi provini e ho detto ‘perché no’? Ho tanto rischiato nella vita, rischiamo anche qua, ed è andata bene. Ecco perché dico che ‘ermito’ non è crollato. Anche il solo entrare nella Casa del Grande Fratello ed essere scelto tra 15.000 persone, per me è una grande vittoria! Ermito rimane ermito, di nome e di fatto! (ride, ndDM).

Parliamo di Luca, della reazione che ha avuto ieri sera..


30
ottobre

CATERINA BALIVO: ‘SONO CONTENTA DI ESSERE IN PAUSA NON A CAUSA DI UN FLOP’

Caterina Balivo

Potevo essere tua dirimpettaia e invece..“.  Caterina Balivoospite di Domenica Cinque per presentare il libro scritto a quattro mani con Craig Warwick – non si scompone dinnanzi alle domande di Federica Panicucci sulla sua vita professionale. Tutt’altro. L’ex conduttrice di Festa Italiana non glissa sull’argomento nè cede a facili lamentele o rivendicazioni; piuttosto preferisce servirsi di poche ma efficaci (e un tantino velenose) battute.

Oltre ad aver fatto notare che non avrebbe dovuto passare il dì di festa a fare l’ospite, dichiara a proposito dell’attuale periodo di stasi lavorativa che…

“È una fase che vivo positivamente e sono contenta di essere in pausa non a causa di un flop.”

Si, Caterina tiene a specificare ai telespettatori, nella sua prima comparsata televisiva dopo la conclusione di Pomeriggio sul 2, che i motivi che la tengono lontana dal video non hanno nulla a che fare con ascolti deludenti. In effetti quella di Miss Amarea Moda Mare Campania 1999 è una situazione anomala. A differenza di altre colleghe o colleghi, anche più illustri e meritevoli di lei, Caterina si ritrova disoccupata dopo un periodo televisivamente fortunato.


26
ottobre

PAOLA SALUZZI A DM: DO IL BUONGIORNO (CIELO) COL SORRISO SENZA ISTERISMI DA DATO AUDITEL

Paola Saluzzi

Continua oggi la nostra chiacchierata con Paola Saluzzi. Dopo aver parlato dell’ ‘era’ pre-Sky, oggi approfondiamo le nuove avventure satellitari e digitali della padrona di casa del morning show di Cielo (lun-ven, ore 6.30-9.00, canale 26 DTT). Qualora aveste perso la prima parte, potete leggerla cliccando qui.

Se in Rai hai segnato un record (in video per 52 settimane di fila), ora ne segni un altro: sei in video dalla mattina (Buongiorno Cielo) alla sera (Sky Tg 24 Pomeriggio). Sei la Barbara D’Urso di Sky?

(ride, ndDM) Se vogliamo parlare della quantità di lavoro, non so se oggi Barbara D’Urso sia un metro di misura.

Non ti piace il paragone?

Barbara D’Urso è come la pasta con le sarde. O ti piace o non ti piace, come tutte le persone che hanno uno stile molto forte.

Con Buongiorno Cielo si vuole strizzare l’occhio alla generalista?

Diciamo che è una situazione simile a quella di MasterChef, una produzione che, rispetto al reality proposto dalla generalista, trova una nuova strada che non è il racconto del piatto ma quello della storia della persona che ha preparato il piatto. Buongiorno Cielo è un altro passo verso una tv familiare, attenta alle esigenze di chi voglia fidelizzarsi partendo dalla prima mattina. Credo che Cielo possa diventare un canale generalista.

Qualcuno dice che il raggiungimento di quest’obiettivo sia, per Sky, più importante dei risultati del programma…

La lettura degli ascolti c’è sempre e la si guarda con altrettanta attenzione, tanto su Sky quanto su Cielo. La raccolta pubblicitaria, anche se in scala è diversa tra UnoMattina-MattinoCinque-Omnibus e Buongiorno Cielo, sempre raccolta pubblicitaria è! Noi credo che arriveremo alla terza settimana di messa in onda e poi faremo un primo bilancio. In generale, però, su Sky c’è un’attenzione meno ossessiva verso il dato Auditel.

Senza l’ossessione degli ascolti si lavora meglio?