22
aprile

50 : 50 x 35

Fifty Fifty (50 : 50) @ Davide Maggio .it

AGGIORNAMENTO DEL 22 APRILE 2008

Riporto questo post del 15 aprile in home page visto l’interesse dei lettori che stanno commentando Fifty Fifty dopo la premiere di ieri. Il programma di Scotti, nella sua prima puntata, ha battuto Alta Tensione di Carlo Conti.

Questi i dati nel dettaglio :

La prima parte del game show condotto da Conti ha avuto 3.748.000 spettatori col 22,96% di share; la seconda parte 5.404.000 spettatori (25,22%). La prima parte del game show condotto da Scotti ottiene, invece, 2.489.000 spettatori (18,55%), mentre la seconda 4.894.000 col 27,35% di share.

PRECISAZIONE : i dati Auditel relativi ai due preserali, così come accadeva per l’Eredità e Chi Vuol Essere Milionario, vengono rilevati in maniera diversa. La prima parte di Alta Tensione è relativa a tutto il programma con l’esclusione degli ultimi 10 minuti circa (gioco finale); diversamente, per Fifty Fifty, la prima parte è relativa soltanto all’anteprima (primi 10 minuti) e la seconda all’intero programma.

Per altre info su 50:50, potete trovare tutti i post dedicati all’argomento cliccando qui.

Doppi festeggiamenti, la scorsa settimana, allo Studio 20 di Cologno Monzese.

La consueta cena di fine produzione pare sia stata sostituita da una specie di party per festeggiare, da un lato, il termine della nuova edizione di Chi Vuol Essere Milionario, le cui ultime registrazioni ci sono state proprio venerdi, e dall’altro l’arrivo di Fifty Fifty che debuterà il prossimo 21 aprile alle 18.50.

Come ho già avuto modo di dirVi, infatti, alla guida del nuovo quiz preserale di Canale5 ci sarà lo stesso staff del più famoso Milionario, con qualche piccola new entry e qualche “spostamento”.

La nuova produzione, però, avrà “poco da lavorare”.

Attualmente, infatti, sono previste soltanto 35 puntate di Fifty Fifty che coprirebbero 5 settimane, sino al 25 maggio. La programmazione prevista per Fifty Fifty, infatti, rispecchia quella del gemello Chi Vuol Essere Milionario poichè sarà in onda dal lunedi alla domenica.

La cornice sarà quella dello Studio 10 di Cologno Monzese.

In caso di successo, gli sviluppi potrebbero essere due.

Il primo, più incerto, riguarderebbe un immediato prolungamento di 50 : 50 per qualche altra settimana, dopo le 35 puntate previste.

L’altro, quasi certo, vedrebbe la riproposizione del game show a partire dal prossimo settembre.

Ma l’Alta Tensione di Carlo Conti è pronta a fare da “guastafeste”.

Secondo Voi… 

Amici 9: qual è il tuo preferito?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...

Una parte della redazione lavorerà lontano dagli studi.

A differenza di quanto è quasi sempre accaduto, alcuni componenti dello staff anzichè lavorare in Viale Europa 44 (sede, tra le altre cose, delle redazioni dei programmi) presteranno la propria opera a 18 kilometri di distanza, in via Olgiati 5, dove sorge una nuova sede milanese di Endemol che si aggiunge a quelle già esistenti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,




21
aprile

EVERY GOOD THING MUST COME TO AN END

Fiction @ Davide Maggio .it

Every Good Thing Must Come To an End, ovvero Ogni Cosa Buona deve Finire, prima o poi.

Ovvero, basta con l’accanimento terapeutico operato dalle nostre emittenti nazionali nei confronti di alcuni prodotti televisivi che nonostante lo scarso riscontro del pubblico continuano ad infarcire i palinsesti nostrani e sono destinati alla solita programmazione ballerina per salvare… la faccia.

Un’agonia che diventa insopportabile a causa della mancata presa di coscienza (voluta) della fine mediatica di un programma o, più frequentemente, di una serie tv. Se, infatti, nei confronti di uno show di scarso successo non vengono risparmiate repentine chiusure, diversamente stanno le cose per quanto riguarda alcune fiction che imperversano da anni sui nostri teleschermi. Ma se riesce difficile pensare che un telefilm possa essere soggetto a brusche soppressioni, stante la già realizzata e “impacchettata” produzione, non si capisce perchè ci si debba ostinare a proseguire un’ “esperienza” evidentemente già giunta al capolinea con la realizzazione delle nuove serie di altrettante fiction.

E così, in barba alle tradizionali regole televisive ma ossequiose nei confronti di delicati accordi emittenti – società di produzione, ignoti e poco interessanti per il pubblico, le emittenti son pronte a sfornare l’ennesima nuova edizione di una fiction già moribonda in partenza.  Si pensi, giusto per citarne alcune, alla ottava edizione di Carabinieri o alla quinta di R.I.S. e chissà che non sbuchi una pronipote di Elisa o ci si mostri interessati alle vicende che animano Questa è la Mia Terra, 150 anni dopo.

La naturale conseguenza di un atteggiamento del genere è una quasi inevitabile programmazione ballerina alla ricerca dell’ascolto perduto o del traino salva share, segni inequivocabili, di per sè, delle difficoltà incontrate dal programma “oggetto di spostamento”.

Uno spostamento senza religione. Senza vergogna.

Continua a leggere “Every Good Thing Must Come To an End” :

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


19
aprile

MATTEO BRANCIAMORE e LUDOVICO FREMONT IN UNA DIVERTENTE INTERVISTA DOPPIA SU DAVIDEMAGGIO.IT

Matteo Branciamore e Ludovico Fremont @ Davide Maggio .it

Entrambi romani. 26enne il primo, 25enne il secondo.

Debuttano l’uno in Sei Forte Maestro 2, l’altro nel 1999 in Lui e Lei.

Ma a spalancare le porte del successo ci hanno pensato, per entrambi, I Cesaroni, la fiction dei record di Canale5 in onda dal 2005.

Amici anche fuori dal set, hanno un passione in comune per la musica.

Dopo Alessandra Mastronardi, approdano su DavideMaggio.it Matteo Branciamore e Ludovico Fremont che si sono prestati per una impertinente intervista doppia.

Una serie di domande tra il serio e il faceto per cercare di andare al di là della più classica delle interviste che le due star de I Cesaroni hanno avuto modo di rilasciare in quantità industriale.

Trovate l’intervista doppia nella seconda parte del post cliccando su “Leggi il resto del post”.





18
aprile

MARIA DE FILIPPI E’ LA VERA VINCITRICE DI AMICI… CHE SI SPOSTA ALLA DOMENICA POMERIGGIO, FORSE!

Maria De Filippi @ Davide Maggio .it

Mercoledì sera su Canale5, si è conclusa la settima edizione di Amici che ha proclamato vincitore il ventiduenne parrucchiere canterino Marco Carta.

Ma la vera trionfatrice è lei, Maria De Filippi, una donna capace di fare della propria assenza fisica all’interno del programma, la sua vera forza.

Un’eminenza grigia, paragonabile a quei mega direttori fantozziani che nessuno vede mai, ma che con il loro “spirito” aleggiano nei corridoi delle aziende incutendo timore reverenziale nei confronti dei propri dipendenti-sudditi.

Questo è la Sanguinaria : una presentatrice che non è una presentatrice e che fa del “proprio nome” l’unica vera garanzia di riuscita.

Ma questa autorevolezza, che riesce a rendere secondari i canoni classici della conduzione televisiva, è un merito indiscusso e può essere considerata frutto di un lavoro puntuale, di una preparazione e supervisione completa di quello che è il prodotto finale. Tutto questo fa della De Filippi un personaggio amato, perchè vedere qualcuno che fa il proprio mestiere con passione, è sempre e comunque stimolante, al di là delle critiche che possono legittimamente esserle rivolte.

E se Maria De Filippi, “in corso d’opera” preferisce tenersi lontana dalla critiche e dai pettegolezzi, a riflettori spenti si lascia andare ai naturali bilanci (più che positivi, ndr) del programma e si prende il merito per ciò che ha costruito.

Al termine di questa settima edizione, in alcune interviste rilasciate alla carta stampata, sostiene che Amici sia l’unico programma in grado di dare realmente spazio ai giovani, di creare lavoro e avvicinare un nuovo pubblico al teatro, portando a testimonianza i riscontri ottenuti con il musical teatrale “A un passo dal sogno” che ha visto nel cast alcuni ragazzi della precedente edizione.

Ma la conduttrice va oltre e parla, da una parte, degli impegni per la prossima stagione tv che vedrà confermati i suoi cavalli di battaglia e, dall’altra, risponde ad alcune voci di corridoio che già da diversi mesi si fanno insistenti.

Continua a leggere il post e scopri qualche anticipazione sulla prossima stagione tv :

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


18
aprile

TELERATTI 2008 : LA GIURIA DI QUALITA’

TeleRatti 2008 (Giuria di Qualità) @ Davide Maggio .it

I TELERATTI 2008 procedono nel migliore dei modi…

In molte categorie inizia ad esserci un vero testa a testa tra alcuni programmi, alcuni scontati altri decisamente più prevedibili. Risultati tutt’altro che scontati, ad esempio, imperano nelle categorie programma più fazioso e peggior programma dell’anno. Troppo scontata, invece, la prevedibile caterva di voti che sta sommergendo Buona Domenica che riesce, per il momento, a superare nella categoria “Programma più Trash dell’Anno” addirittura Uomini e Donne.

Alcune soprese, ma ancora troppo poche, nella categoria “C’ero ma non se n’è accorto nessuno” che eleggerà il programma che, più di tutti, è passato inosservato nella stagione televisiva in corso.

La novità più interessante arriva però con il Peggior Personaggio dell’Anno che vede nelle prime tre posizioni, e quindi in lizza per essere in nomination, un personaggio venuto alla ribalta in tempi decisamente recenti.

Ricordo a tutti che le votazioni sono tuttora ancora in corso ed è possibile votare

CLICCANDO QUI

Ma passiamo alla vera sorpresa di quest’edizione.

Come saprete, i TELERATTI 2008 avranno una prestigiosa GIURIA DI QUALITA’ che provvederà ad assegnerare i premi sulla base delle nominations dei lettori di DM (–> regolamento).

Qualora abbiate perso la diretta di questa mattina su Radio Capital durante la quale è stato anticipato l’elenco dei giurati, è arrivato il momento di palesare nella loro “sede naturale” queste raffinate penne del giornalismo italiano che onorano i TeleRatti 2008 con la loro presenza.

Curiosi di scoprire chi sono?

Superflua ogni presentazione, CLICCATE semplicemente SU “LEGGI IL RESTO DEL POST” per conoscere la Giuria dei TeleRatti 2008.





18
aprile

TELERATTI 2008 : LA PRESENTAZIONE DELLA GIURIA DI QUALITA’ IN ANTEPRIMA SU RADIO CAPITAL

TeleRatti 2008 - Radio Capital (Flavia Cercato - Davide Maggio) @ Davide Maggio .it

Questa mattina, alle 9.30 circa, sarò ospite di Flavia Cercato all’interno de “I Capitalisti“, il morning show di Radio Capital.

Oltre a quattro chiacchiere e tanto divertimento, verrà presentata in anteprima la vera novità di quest’edizione dei TeleRatti : la Giuria di Qualità.

E chissà che non ci sia qualche sorpresa…

E’ disponibile per il download il podcast dell’intervento sul sito di Radio Capital.

Lo trovate nell’archivio podcast de I Capitalisti, datato 21 aprile 2008, qui, oppure sull’IPOD virtuale di DM cliccando qui.

 


17
aprile

IL PUSHER DEL TG5

Avevo deciso, tempo fa, di dedicare un post alle telemarkette del TG5 che ormai da tempo assorbono gli ultimi secondi del popolare telegiornale.

Autopromozioni che se possono essere ammissibili, nel contesto del quale parliamo, per programmi bene o male adatti ad essere “promossi” in un TG, dovrebbero trovare un limite quando l’unico motivo promozionale è quello che sottende la guerra degli ascolti tv.

Ma ieri, c’è stata addirittura la telemarketta sbagliata.

Clemente J. Mimun, probabilmente intento a sviluppare i 3 punti per il rilancio di RaiDue (!), per bocca di Cristina Parodi in Gori ha annunciato che ospite d’onore della finalissima di Amici sarebbe stata l’immarcescibile Raffaella Carrà.

Ma della Carrà, ad Amici, non s’è vista nemmeno l’ombra.

Sbagliare a meno di un’ora dalla messa in onda è decisamente imbarazzante!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


17
aprile

STASERA NIENTE MTV : ECCO I DETTAGLI DEL PROGRAMMA

Ambra Angiolini (Stasera Niente MTV) @ Davide Maggio .it

E’ stata registrata ieri sera la prima puntata di Stasera Niente MTV, il nuovo show in prima serata condotto da Ambra Angiolini del quale avevamo annunciato l’arrivo in questo post.

Il perchè di questo titolo è semplice. Si tratta di un programma completamente diverso rispetto a quelli che siamo abituati a vedere sulla rete “giovane” diretta da Campo Dall’Orto.

Niente veejay, niente video musicali a rotazione, niente espressioni stucchevolmente giovanilistiche.

Stasera Niente MTV si propone come un varietà classico, uno show infarcito di “ed ecco a voi” e senza quella che in gergo si chiama “gabbia formattizzante”. E l’assenza di una struttura rigida costituisce l’essenza del varietà per antonomasia.

MTV si prende in giro da sola e, andando contro la sua linea editoriale, fa indirettamente il verso a se stessa e a quel genere di televisione che costituisce la sua fortuna. Proprio per questo motivo il programma condotto da Ambra può essere considerato molto più dissacrante di quello che apparentemente appaia.

Si tratta di uno show di “rottura” per la rete di C.so Europa, dove è evidente il richiamo ai lustrini e alle paillettes, ai grandi spettacoli della televisione targata RAI degli anni 60 e 70 e alle dive di casa nostra, come Raffaella Carrà. Uno show che, come da tradizione per quegli anni, vede Ambra Angiolini aprire il programma, dallo studio F di Via Belli a Milano (lo stesso de Le Invasioni Barbariche, ndr), coadiuvata da un corpo di ballo e da un’orchestra, con una sigla scritta per l’occasione dal giovane autore Mauro Di Maggio e coreografata da Luca Tommassini.


Davide Maggio consiglia...

Quando finiscono i programmi TV

La stagione televisiva 2019/2020 è arrivata alle ultime settimane di programmazione. Un’annata segnata dall’emergenza Covid-19, che ha interrotto trasmissioni ma più ripartite, sospeso momentaneamente altre e costretto altre

Netflix e la regola delle ‘3 s’: Sesso, Sangue, Spagna

Sesso, Sangue, Spagna. La popolarità su Netflix riscrive la regola delle 3 s (sesso, sangue, soldi); gli abbonati della piattaforma prediligono prodotti dai “contenuti bollenti”, infarciti di omicidi

Ascolti TV: i debutti della stagione 2019/2020 confrontati con quelli dell’anno precedente

La stagione tv 2019/2020 è ormai nel vivo e il tema caldo degli ascolti, crocevia per la riuscita o meno di un programma, anima (e agita) diretti interessati

10 espedienti per «massaggiare» gli ascolti TV

Sulla generalista vincono sempre tutti, non c’è mai nessuno che perda. Sulle tematiche è un record dopo l’altro, è sempre il miglior risultato di sempre. L’avvento dei nuovi