... & Dintorni


10
dicembre

Fabio Fazio, la Corte dei Conti archivia l’inchiesta sul suo contratto. Il conduttore: «Finale ovvio ma il danno di immagine è ormai subito»

Fabio Fazio

Fabio Fazio

Il maxi-stipendio di Fabio Fazio, nei confronti del quale era stata aperta un’inchiesta, non costituisce alcun danno erariale. La Corte dei Conti del Lazio archivia la pratica e ‘assolve’ così il conduttore, ritenendo regolare il compenso di 2.240.000 euro per l’impegno e la produzione di Che Tempo Che Fa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




3
dicembre

Chiara Ferragni replica al Codacons: «Dichiarazioni infondate e diffamatorie». L’associazione rincara: «Modello diseducativo per i giovani»

Chiara Ferragni

Chiara Ferragni

Non è tardata ad arrivare la replica di Chiara Ferragni al Codacons, che ieri ha minacciato di querelare la Rai qualora l’influencer dovesse calcare a febbraio il palco del Teatro Ariston in occasione del Festival di Sanremo:


1
dicembre

Tra Mediaset e Vivendi «il tentativo di conciliazione si è concluso negativamente»

Vincent Bolloré (Vivendi)

Vincent Bolloré (Vivendi)

Ancora nessun accordo tra Mediaset e Vivendi, dopo la decisione della Corte di Madrid di ‘appoggiare’ la posizione della media company francese, sospendendo la fusione della tv di Cologno con Mediaset España nella holding MediaForEurope con sede in Olanda. Una mossa che ha portato allo scontro Pier Silvio Berlusconi e Vincent Bolloré, incapaci ancora oggi di trovare un’intesa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





12
novembre

#Ragazzicontro, Freccero cancella Chef Rubio. Il Direttore a DM: «Non ne sapevo nulla. Poteva vampirizzare il programma»

Chef Rubio

Indietro tutta: la Rai ci ripensa e fa fuori . In una nota per la stampa, l’azienda fa sapere che “per questioni di opportunità“, l’ex rugbista e campione di polemiche sui social non sarà presente – a differenza di quanto previsto inizialmente – nella puntata di #Ragazzicontro in onda domani su Rai2 e registrata il 9 ottobre scorso. A deciderlo, il direttore di rete Carlo Freccero.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


7
novembre

Magnolia e DryMedia si fondono: nasce Banijay Italia

Fabrizio Ievolella, Ceo Banijay Italia

Magnolia SPA e DryMedia si fondono e danno vita ad un nuovo marchio: Banijay Italia. L’operazione è stata annunciata e ufficializzata da Group Italia, che sotto il suo ombrello raggruppava le due attività produttive oggi accorpate. Avvenuta sotto la supervisione del Country Manager di Italia e Spagna, Paolo Bassetti, la mossa societaria affiderà alla neonata Banijay Italia alcune produzioni note al pubblico come Pechino Express e L’Isola dei Famosi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





7
novembre

Giorgio Tirabassi è stato dimesso dall’ospedale

Giorgio Tirabassi

Giorgio Tirabassi

Giorgio Tirabassi, ricoverato venerdì scorso all’ospedale di Avezzano a seguito di un infarto, è stato dimesso nella serata di ieri “in ottime condizioni cliniche”, come recita il bollettino medico riportato dall’Ansa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


2
novembre

Lady Gaga sarà Patrizia Reggiani in un film sull’omicidio Gucci

Lady Gaga

Lady Gaga ci ha preso gusto. Reduce dal successo di A Star Is Born – che le è valsa una nomination all’Oscar come miglior attrice protagonista – la cantante si rimetterà in gioco nel cinema, nello specifico in un film che racconterà la tumultuosa dinastia della famiglia Gucci e l’omicidio del nipote del fondatore della casa di moda, Maurizio. A riportare la notizia è Deadline.


31
ottobre

Marco Carta assolto dall’accusa di furto. «E’ come se oggi mi svegliassi da un brutto sogno»

Marco Carta

Marco Carta

Assolto per “non aver commesso il fatto. Marco Carta non ha rubato. E’ questa la sentenza di primo grado del giudice Stefano Caramellino, che oggi si è espresso in merito al processo che vedeva il cantante sardo accusato per il furto di sei magliette (del valore complessivo di 1200 euro)  avvenuto in un grande magazzino a Milano. L’incubo giudiziario, incominciato lo scorso 31 maggio, si è concluso nel migliore dei modi per l’artista. Ora, però, il pm impugnerà la sentenza.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,