Interviste



22
luglio

La Casa di Carta, Luka Peros, Jaime Lorente e Miguel Herran a DM: «Il Professore non fa politica ma difende i deboli dal governo tiranno» – Video

Luka Perso, Jaime Lorente, Miguel Herran

Noi siamo la Resistenza e non ci nasconderemo“. La Casa di Carta riparte con un nuovo e temerario piano del Professore che stavolta prevede anche l’utilizzo del consenso popolare. Quello da lui orchestrato, però, non sarà un gesto politico in senso stretto: ne è convinto l’attore Luka Peros, new entry nel cast della serie Netflix nel ruolo di Marsiglia, che abbiamo incontrato assieme a Jaime Lorente (Denver) e Miguel Herran (Rio). Quest’ultimo, in particolare, già nelle prime nuove puntate finirà nei guai ed il resto della banda si riunirà per salvarlo: la sua condizione di libertà e di diritti negati offrirà al pubblico spunti di riflessione legati anche all’attualità. Ne abbiamo parlato con i tre attori.




19
luglio

La Casa di Carta, Ursula Corberó ed Esther Acebo a DM: «Tokyo e Stoccolma dovranno lottare. Noi sex symbol? E’ questione di energia» – Video

Ursula Corbero e Esther Acebo, La Casa di Carta

Ambiziose, carismatiche, risolute. Decisive nel bene e nel male. Nella terza parte de La Casa di Carta, disponibile su Netflix da venerdì 19 luglio, le donne avranno un ruolo determinante, stavolta più che mai. “Dovremo lottare molto e allearci tra noi” ci anticipano le attrici protagoniste Ursula Corberó (la tostissima Tokyo) ed Esther Acebo (alias Stoccolma), che abbiamo incontrato e intervistato a Milano alla viglia del debutto delle nuove puntate. Diverse e complementari tra loro, le due – per motivi differenti, che non vogliamo spoilerare – saranno tra le prime ad aderire al nuovo incredibile piano del Professore. Nonostante la banda sia prevalentemente maschile, stavolta il «power feminino», come lo definisce Ursula, si farà sentire.


1
luglio

Paola Perego a DM: «Vorrei fare Non Disturbare tutto l’anno. La Talpa senza di me? E’ come se rapissero mio figlio»

paola perego

Paola Perego © Giuseppe Filosa

La vera Paola Perego. A Non Disturbare, la conduttrice brianzola si sente davvero se stessa, libera di curiosare nelle vite degli altri e di ascoltare le persone. Per la nuova edizione del programma prodotto da Stand By Me, al via domani sera in seconda serata su Rai1, Paola incontrerà anche uomini (qui gli ospiti), chiamati a mettersi a nudo non senza difficoltà. “Gli uomini fanno più fatica a mostrare le loro emozioni, noi donne siamo abituate…” ci ha detto. Abbiamo intervistato la conduttrice, a poche ore dal debutto.





29
maggio

Alberto Urso a DM: «Con i soldi della vincita di Amici regalerò una macchina a mio padre»

Amici - Alberto Urso e Davide Maggio

Amici - Alberto Urso e Davide Maggio

Ore 3 della notte, in sala relax, dopo una diretta di quattro ore che l’ha visto vincitore del talent di Maria De Filippi. Ho incontrato Alberto Urso fresco di vittoria ad Amici ma con tanta adrenalina ancora da smaltire. 21 anni, messinese, lirico e polistrumentista, il tenore ha sbaragliato la concorrenza degli amici-concorrenti e, probabilmente, la ragione sta tutta in ciò che mi ha detto Maria De Filippi nel corso della finale, parlando di Alberto, del suo canto e del suo successo: “abbiamo solo fatto ascoltare cose belle“. Ecco cosa mi ha raccontato Alberto, appena lasciato il palco.


16
maggio

J-Ax: «Ad All Together Now non devi garantire una carriera a nessuno. Ho deciso che non condurrò mai, il mio ruolo perfetto è la spalla» – Video

J-Ax

Presidente di giuria, sì, ma senza le “paturnie” dei talent. Ad , il nuovo show musicale di Canale5, si è sentito libero – per una volta – dalla responsabilità di dover garantire un futuro discografico al concorrente di turno. Nel programma condotto in prima serata da (da stasera), il rapper ha capeggiato una giuria di 100 persone, composta da esperti di musica, volti noti e colleghi cantanti. Tutti microfonati e pronti a commentare. “Ho tentato di influenzarli con modalità da piazza” spiega Ax. Il fulcro della trasmissione, infatti, sarà proprio il riscontro che i partecipanti riceveranno da questa ‘muraglia umana’, che – precisa il rapper – agirà con dinamiche diverse da quelle dei talent da lui stesso frequentati come giudice. 





11
maggio

Adriana Volpe porta in tribunale Giancarlo Magalli: «Puoi sfregiare una donna anche con le parole. La Rai non ha mai voluto prendere posizione». E anticipa la chiusura di Mezzogiorno in famiglia

Adriana Volpe e Giancarlo Magalli

Adriana Volpe e Giancarlo Magalli

Dalla piazza de I Fatti Vostri all’aula di un tribunale. Prosegue la battaglia legale di Adriana Volpe nei confronti di Giancarlo Magalli. Il conduttore televisivo, accusato di diffamazione, dovrà presentarsi in tribunale il prossimo 15 luglio per chiarire la sua posizione. La Volpe, intervistata da Repubblica, ha spiegato perchè ha scelto di adire le vie legali contro il collega.


30
aprile

Matrix, Nicola Porro a DM: «Le Europee prova di tenuta per il governo. Mi interessa più un buon palinsesto che il confronto con Vespa»

Nicola Porro, Matrix

Sovranisti da una parte, europeisti (di varie sfumature) dall’altra: il Vecchio Continente al bivio, stavolta più che mai. La contesa delle Elezioni Europee si avvicina e, per l’occasione, Matrix torna in seconda serata su Canale5 con quattro puntate ‘a tema’. A partire da oggi, 30 aprile, il talk show condotto da Nicola Porro ospiterà i leader dei principali partiti politici, da Nicola Zingaretti (che interverrà proprio stasera) a Matteo Salvini, da Luigi Di Maio a Silvio Berlusconi. “Capiremo quanto le loro posizioni siano compatibili” ci ha anticipato in questa intervista lo stesso Porro, prevedendo attriti interni alla maggioranza di governo. La trasmissione proporrà anche dei reportage dalle principali capitali europee, per misurare la temperature oltre confine. E domenica 26 maggio, giorno delle votazioni, Matrix sarà in onda con uno speciale per conoscere il responso delle urne.


27
aprile

Tutta colpa di Leonardo, Annalisa a DM: «In tv poche divulgatrici donne? E’ un fatto atavico. Nelle mie canzoni a volte provoco, ma c’è un motivo»

Annalisa Scarrone

si sente un’eccezione. Una cantante che fa la “divulgatrice scientifica” (in chiave pop) non è certo cosa comune. In attesa di sfornare un nuovo album – su cui si mantiene rigorosamente abbottonata – l’artista ligure torna in tv, in terza serata su Italia1, per raccontare le meraviglie della scienza con Tutta colpa di Leonardo. Dopo aver affrontato le figure di Einstein, Galileo, e Darwin, «Nali» (così la chiamano i fan) stavolta si soffermerà sul grande umanista e inventore fiorentino in tre puntate in onda da domenica 28 aprile dopo Le Iene. “Quello di quest’anno è stato un viaggio che ha attraversato tanti temi” ci dice la cantante, che aprirà la nuova edizione dal Louvre di Parigi.