TV Estera


8
giugno

MONTALBANO SBARCA IN FRANCIA. LA FICTION RAI CONQUISTA IL MERCATO INTERNAZIONALE

Detective Montalbano, Inspector Coliandro, Police Chief Manara, G.P. Family Doctor

Il Commissario Montalbano ha varcato le Alpi ed è arrivato in Francia. La serie tv tratta dai libri di Andrea Camilleri, è pronta a debuttare in prima serata dal prossimo luglio sull’emittente pubblica France 3. Grazie ad un accordo tra la direzione commerciale della Rai e France Television, i cugini d’oltralpe avranno modo di seguire le indagini di Salvo Montalbano, alias Luca Zingaretti, negli ultimi otto film della serie, ovvero quelli trasmessi da Rai1 a partire dal 2008.

Un debutto molto atteso, che ha portato a un investimento considerevole, in particolare nel doppiaggio, da sempre un elemento di complessità per i romanzi di Camilleri. Con l’acquisto da parte della Francia, notoriamente restìa nell’acquisire fiction made in Italy, la serie diretta da Alberto Sironi, si conferma ancora una volta come uno dei prodotti televisivi italiani di maggiore successo all’estero. Un prodotto tipicamente italiano in grado di appassionare un pubblico internazionale.

Montalbano non è però l’unico italiano a trionfare all’estero: sono, infatti, numerose le fiction del nostro Paese ad esser vendute in giro per il mondo. Le relazioni più importanti riguardano il centro e l’est Europa, in particolare Germania e Spagna, ma tra gli acquirenti spuntano curiosamente anche i paesi mediorientali e latinoamericani. Più difficile e pressoché inesistente è invece l’approdo sull’agguerritissimo mercato statunitense.




25
maggio

UPFRONT 2011/12: CRIME PER TUTTI. CBS PUNTA SU PERSON OF INTEREST, NBC SU GRIMM. TORNANO SARAH M. GELLAR E RACHEL BILSON SU THE CW

Person of Interest

Continuiamo a buttare un occhio oltreoceano, alle novità dei palinsesti americani che prossimamente verranno ad arricchire anche  la nostra tv generalista e satellitare. Dopo esserci occupati delle serie di casa Fox e Abc, è il momento di setacciare gli upfront delle altre tre reti più importanti degli Stati Uniti. A partire dalla CBS, il cuore del genere crime, dove si preferisce evitare rischi riconfermando gran parte degli show già in onda.

Gli amanti dell’investigazione condotta dalla poltrona di casa avranno di che discutere anche per il prossimo anno: nonostante il calo d’ascolti, ritroveremo senza ombra di dubbio CSI (dodicesima stagione) insieme agli spin-off di Miami (decima stagione) e di New York (ottava stagione). Il rinnovo è arrivato anche per l’inarrestabile NCIS (nona edizione) e il rispettivo spin-off NCIS: Los Angeles (terza stagione). Sempre per il genere poliziesco, ritroveremo Criminal Minds (settima stagione), The Mentalist (quarta stagione), The Good Wife (terza stagione), Blue Bloods e Hawaii Five-O (seconda stagione). Confermati anche i due reality della rete, Survivor (stagione 23) e The Amazing Race (stagione 19).

Tre le commedie, i titoli rinnovati sono quelli di How I Meet Your Mother (settima stagione),  Due Uomini e mezzo (nona stagione) e The Big Bang Theory (quinta stagione). C’è attesa invece per scoprire l”altra nuova serie firmata da J.J. Abrams, Person of Interest. Si tratta di un thriller che segna il ritorno in tv di Michael Emerson, il Benjamin Linus di Lost, nei panni di un informatico che collabora con un ex agente della CIA per prevenire i crimini del futuro. Indagini e poliziotti saranno al centro della nuova Unforgettable: protagonista è una donna detective dall’infallibile memoria.


24
maggio

BIG BROTHER GERMANY: LA RASATURA DI VAL, CONCORRENTE TRANS. VOYEURISMO O DOCUMENTO SOCIALE?

Big Brother Germany, concorrente trans

Vi abbiamo già parlato di Big Brother Germany e del clima decisamente più d’avanguardia che si respira in tutta l’impostazione del programma, dal meccanismo sicuramente innovativo alla minore ipocrisia dei contenuti. La linea sembra essere chiara: se tiri il sasso non puoi poi nascondere la mano. Avviene che anche nell’undicesima edizione del Gf tedesco allora venga inserita nel cast una concorrente in fase di transizione sessuale, ma non è una novità, dato che persino dalle parti di Cinecittà si è tentato l’effetto sorpresa con ben due partecipanti che avevano avuto un cambiamento di genere alle spalle.

Se però Silvia Burgio e Gabriele Belli hanno vissuto da reclusi-spiati quando già il cambiamento da loro desiderato era avvenuto, in Germania la concorrente Valencia sembra essere ancora nel pieno della fase di passaggio. L’imbarazzo con cui cerca di coprire le parti del corpo che sembrano più estranee ormai a lei si mischia alla perizia (eccessiva) con cui la regia documenta la quotidiana ‘tortura’ della rasatura e ai topless. In un’edizione in cui gli stacchi sono frequenti c’è una singolare attenzione al racconto della vita di Val.

In Italia per molto meno sono state suonate le trombe dell’Apocalisse sollecitando la chiusura del genere reality. Si pone come sempre il problema della rappresentazione: fino a che punto una scelta così forte porta alla tv della realtà e della verità, e fino a che punto invece è solo banale voglia di creare scalpore?





19
maggio

UPFRONT 2011/12: LA STAGIONE DORATA DI FOX CON X FACTOR, TERRA NOVA E L’ULTIMA DEL DR. HOUSE. ABC PUNTA SU SCANDAL E SUL REMAKE DELLE CHARLIE’S ANGELS

Il palinsesto Fox per l'autunno 2011

La settimana degli Upfront, quella in cui i grandi network americani annunciano i palinsesti della nuova stagione, attira da sempre la curiosità di tantissimi telespettatori, specialmente quella dei fan che aspettano col fiato sospeso di scoprire se la loro serie preferita è sopravvissuta alla mannaia dei ‘piani alti’. In questi giorni le quattro più grandi reti statunitensi hanno presentato al pubblico il menù per l’Autunno 2011, farcito di tante novità e qualche doloroso addio.

Il palinsesto più rivoluzionario e per certi aspetti temibile è quello della Fox di Rupert Murdoch, rinnovato dopo una serie di cancellazioni a raffica. Tra i grandi titoli ritroveremo Dr. House (ottava stagione), Glee (terza stagione), Fringe (quarta stagione), Bones (settima stagione) e tutti i cartoni animati della domenica (I Simpson, I Griffin, American Dad, The Cleveland Show). Le novità sono importanti: la serata del lunedì, che vede già schierato il colosso House, verrà arricchita con un nuovo drama firmato da J.J. Abram (Alias, Lost, Fringe) e prodotto da Steven Spielberg. Si tratta di Terra Nova, una storia che prende vita nel 2149, anno in cui la Terra rischierà la distruzione, per cominciare un viaggio nel tempo che riporterà la famiglia Shannon (e lo stesso Spielberg) all’età dei Dinosauri.

L’altra grande novità per gli schermi Fox sarà il debutto di X Factor US, dopo ben due anni di preparativi, spalmato tra il mercoledì e il giovedì sera. In giuria sono confermati Simon Cowell, Cheryl Cole, Paula Abdul e il produttore discografico Antonio “L.A.” Reid. X Factor avrà il compito di trainare il pubblico verso un’altra nuova serie: I hate my teenage daughter, una commedia sul difficile rapporto tra due madri e le loro figlie. La serata del martedì, dopo Glee e il riconfermato Raising Hope, ospiterà l’altra nuova comedy della stagione, New Girl. Le serie che non hanno invece ottenuto il rinnovo sono Lie to me, Human Target e gran parte dei nuovi progetti lanciati quest’anno.


12
maggio

BIG BROTHER GERMANY: QUANDO LA TALPA INCONTRA IL GRANDE FRATELLO

Big Brother Germany

Vi avevamo annunciato qualche capatina in più nelle televisioni estere per capire come si sta muovendo lo spettacolo catodico, con la speranza di stimolare dall’interno la pigra sperimentazione italiana e l’abitudine del pubblico a stroncare sul nascere ogni sconvolgimento di abitudine. Ecco per voi allora un reportage su Big Brother Germany, una fucina di novità cui gli autori del Grande Fratello 12 potrebbero ispirarsi per le nuove avventure di Cinecittà. Il Gf tedesco quest’anno ha scommesso molto sulla novità, dato che da loro le edizioni lunghe avevano mostrato segni eloquenti di stanchezza.

Per questo si è deciso di trovare una nuova formula: reclusione che torna nel confine dei tre mesi, eliminazioni settimanali ma in più l‘elemento spygame tipico del format Secret Story, reality che ha sostituito il Big Brother in Paesi come Portogallo e Olanda. Ecco a grandi linee il meccanismo: ogni concorrente entra in casa con un segreto personale, conosciuto dal pubblico ma ignoto ai compagni che dovranno indovinarlo. Ognuno dei reclusi ha dunque la possibilità di scoprire il compagno recandosi nella stanza dei segreti che reca l’emblematica immagine della Gioconda sulla porta.  Se la previsione è giusta si candida al televoto colui che si è fatto scoprire, in caso contrario invece va in nomination chi ha azzardato un’ipotesi errata. 

All’intuito migliore, oltre alla soddisfazione di vedere un nemico al televoto, va il premio di un pass per la finale, possibilità molto importante nelle ultime settimane di gioco. Il reality si concluderà nei primi giorni di agosto, a meno di allungamenti programmati in corso d’opera a seguito di ascolti favorevoli. Molto particolare anche la scelta del kick-off con uno stile di presentazione dei concorrenti a dir poco sensazionale: entrati in studio incappucciati come la confraternita di Eyes wide shut, solo lì hanno appreso la notizia dell’ingresso ufficiale.





7
maggio

SUPERVIVIENTES: ESORDIO DE FUEGO PER L’ISOLA DEI FAMOSI SPAGNOLA.

Scapezzolamento della pornostar a Supervivientes

Era da tempo che non si vedeva un prime time “de fuego” in Spagna. Mentre La1 giá era scesa in campo con la sua consolidata fiction “Gran Reserva“, la serie doveva vedersela con tre importanti debutti: Antena 3 con la settima stagione della sua fiction giovanilistica “Física o Química“, trasmessa anche su Rai4, La Sexta si lanciava con il suo piú ambizioso progetto di produzione propria “BuenAgente“e Telecinco presentava la nuova edizione di “Supervivientes“, la nostra versione dell’Isola dei Famosi.

Anche se sulla carta sembrava una lotta tra i titani, alla fine il reality é uscito vincitore in questa prima battaglia: il programma di Telecinco, complice un cambio di conduzione e un casting del tutto accattivante (tra i concorrenti, una pornostar, la cognata della cantante piú importante di Spagna e il figlio di un torero) ha realizzato il suo terzo migliore debutto con un 26,7% di share e quasi 4 milioni di spettatori che hanno assistito allo sputo (in piena faccia) di Aida nei confronti di Paquirrin e allo scapezzolamento della pornostar durante una delle prove (guarda la foto d’apertura).

L’ambizioso progetto della Sexta “BuenAgente“, invece, é stato il miglior debutto di una fiction nazionale in tutti i cinque anni della storia della rete seppur con un 9,2% di share e quasi due milioni di spettatori alle prese con le peripezie del poliziotto Sebas e del suo gruppo di amici.


6
maggio

SPECIALE AUDITEL: IL ROYAL WEDDING, LA MORTE DI OSAMA E LA BEATIFICAZIONE DI GIOVANNI PAOLO II. NEL MONDO E’ BOOM D’ASCOLTI PER LE GENERALISTE

Barack Obama

Ai demistificatori della televisione di massa è andata male anche questa volta. Prima per l’avvento di Internet, poi l’esplosione del video sharing e infine il passaggio al digitale: la televisione, quella generalista in particolare, era destinata secondo qualcuno a tornare sugli scaffali. Niente di più falso. Pur con qualche acciacco, la scatola magica funziona ancora e nell’ultima settimana ha dimostrato di continuare ad essere un punto di riferimento per milioni di persone in tutto il mondo.

Tre eventi, due previsti e uno decisamente meno atteso, hanno fatto sobbalzare i dati d’ascolto in tutto il mondo. A cominciare dal Matrimonio Reale che ha mobilitato l’intero popolo d’Oltremanica: la cerimonia è stata seguita in diretta per quasi sei ore da una media di 19 milioni di telespettatori (circa l’85% di share), con picchi di oltre 26 milioni (92.4% di share). BBC 1 e Itv 1, le due principali reti generaliste, da sole hanno raccolto 18.45 milioni di spettatori e l’82%.

Ma il Royal Wedding ha catturato l’attenzione di molti altri Paesi: in Germania a seguire il matrimonio in diretta sono stati quasi 10 milioni di spettatori (68% di share), circa 4 milioni in Spagna (54%), 8.6 in Italia (68,3%), 9.3 milioni in Francia (75.6%), 2.2 in Olanda (76%), 42 milioni in India, 23 milioni negli Stati Uniti. La tv si conferma il mezzo preferito per seguire i grandi eventi di massa come il Royal Wedding.


5
maggio

THE VOICE OF: IL NUOVO FENOMENO DEI TALENT E’ SUL TAVOLO DELLE TRATTATIVE. A CHI TOCCHERA’ TRASMETTERLO?

The Voice

X Factor è già cosa vecchia, d’altra parte in Italia non è mai stato un grande affare, complice l’operato degli autori che hanno preferito puntare sugli effetti speciali di Luca Tommasini senza saper cogliere le vere potenzialità del format. Ora in tutto il mondo non si parla d’altro che di “The voice of”, il nuovo fenomeno per le ugole d’oro del pianeta che ha segnato il rilancio di John De Mol, l’olandese che ha portato in giro per il mondo il Grande Fratello. Il format si basa sulla classica gara canora con la particolarità che i quattro giudici del programma selezionano al buio i membri della propria squadra,  senza poterli guardare in faccia ma solo ascoltando le loro voci.

Due sono le grandi novità di questo format: l’introduzione di una fase intermedia tra i casting e la fase finale, la cosiddetta “battaglia”, e un tipo di gara completamente diversa da quella portata al successo da X Factor. In tutto il lungo percorso di “The voice of” (17 puntate!) non esiste contrapposizione tra squadre ma la sfida è tutta all’interno delle squadre stesse. Dai casting alla finale, è una lotta intestina in cui i giudici fanno la parte dei bruti e sono costretti ad eliminare via via tutti i membri del proprio team, senza aver alcun potere decisionale sui concorrenti altrui.

Il format è stato testato con successo sulla rete olandese RTL 4 che ha lanciato il format davanti a 1.671.000 spettatori, chiudendo con la finale seguita da ben 3.818.000 telespettatori e imponendosi come lo show più visto degli ultimi anni. Seguono a ruota gli americani che, da intenditori del genere, hanno subito capito le potenzialità del formato. Con “The voice” la NBC conta di rompere il predominio di Fox sui talent: lo show ha debuttato lo scorso 26 Aprile con 11.8 milioni superando nel target commerciale i colossi di Ballando con le Stelle e Glee.