Recensioni


16
giugno

La mia Jungla: Giovanni Scifoni combatte il Coronavirus a modo suo

La mia Jungla - Giovanni Scifoni

La mia Jungla - Giovanni Scifoni

I lettori più attenti ricorderanno l’intervista che cinque anni fa facemmo a Giovanni Scifoni, in occasione del suo debutto in Squadra Antimafia. Ebbene, riletta (e rivista!) oggi, quell’intervista sembra quasi un’anteprima di quello che è diventato poi il percorso dell’attore romano, culminato di recente con l’arrivo su RaiPlay della web serie La mia Jungla.




15
giugno

Top Dieci: Carlo Conti, con l’amarcord non sbagli mai…

Carlo Conti

Carlo Conti

Carlo Conti fa centro un’altra volta, anche con lo spettro della pandemia che resiste, e lo fa puntando sui propri capisaldi, su ciò che ha saputo valorizzare in tv forse come nessun altro: l’amarcord. Il suo nuovo programma di prime time, Top Dieci, ripercorre la storia italiana attraverso numerose classifiche, e riesce ad appassionare il pubblico con poco. Con quel poco che oggi si può offrire sul piccolo schermo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


12
giugno

Che rottura di C…uron

Federico Russo e Margherita Morchio - Curon

Federico Russo e Margherita Morchio - Curon

Che rottura di C…uron! Il mistero più grande della nuova serie sci-fi Curon è come Netflix sia arrivata a produrre una serie dalla narrazione così lenta e sconclusionata. Un “mappazzone” di elementi già visti che si tiene ben alla larga da qualsiasi effetto sorpresa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,





21
maggio

White Lines: omicidi e narcotraffico in stile soap

White Lines

White Lines

Quando il mondo di Ibiza incontra l’autore de La Casa di Carta la svolta soap è dietro l’angolo. Accade in White Lines, nuova serie tv di Alex Pina sbarcata lo scorso weekend su Netflix. Dieci episodi incentrati sul misterioso omicidio del dj inglese Axel Collins (Tom Rhys Harries), avvenuto vent’anni prima e capace di spingere la sorella minore Zoe Walker (Laura Haddock) fino all’isola spagnola per appurare, con dei metodi poco ortodossi, quello che è successo. Un’idea di base, già di per sé non irresistibile, che si perde nel corso della narrazione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


14
maggio

Summertime: banale e lento il Tre Metri Sopra il Cielo di Netflix

Summertime - Netflix

Coco Rebeca Edogamhe e Ludovico Tersigni - Summertime

Se avere uno degli attori più apprezzati dal pubblico teen di Skam Italia basta per avere qualche click, di certo non basta per rendere interessante gli 8 episodi Summertime, la quarta serie italiana prodotta da Netflix con protagonisti Ludovico Tersigni, il Giovanni Garau della produzione TimVision e l’esordiente Coco Rebecca Edogamhe. Così come non basta basarsi su un libro di grande successo, Tre Metri Sopra il Cielo – che già all’epoca del suo trionfo (è uscito nel 1992 per poi diventare un fenomeno alcuni anni dopo) si distingueva per semplicità e linearità – per avere una serie avvincente.





14
maggio

Liberi Tutti: un «teatro dell’eccesso» con attori in stato di grazia

Liberi Tutti - Giorgio Tirabassi e Thomas Trabacchi

Liberi Tutti - Giorgio Tirabassi e Thomas Trabacchi

La sperimentazione Rai Fiction continua nel prime time di Rai 3 e, dopo l’esperienza “filmica” di Passeggeri Notturni e la messa in onda de I Topi al sabato sera, nella stessa collocazione è arrivata Liberi Tutti, prima fiction originale RaiPlay che, disponibile sulla piattaforma dallo scorso dicembre, ha visto la luce sul piccolo schermo la scorsa settimana. Un connubio di ironia e temi sociali che può considerarsi riuscito.


9
maggio

David di Donatello 2020: una premiazione ’senza’ premiati. Il paradosso attenua la noia

David di Donatello 2020

Una premiazione senza premiati. O meglio, coi premiati a distanza. Collegati in streaming, come accade ai tempi dell’emergenza sanitaria. La serata dei  David di Donatello 2020 è stata insolita, un inedito nella lunga storia del prestigioso riconoscimento attribuito alle eccellenze del cinema italiano. Eppure, la novità non è stata poi così tragica: il conduttore Carlo Conti, per quanto possibile, è riuscito a contenere il paradosso di una cerimonia senza platea ed ha portato l’attenzione sui vincitori (qui l’elenco completo), evitando così le debordanti e poco televisive autoreferenzialità che in passato avevano caratterizzato ed affossato la manifestazione.


4
maggio

La Scelta, Gad Lerner fa il partigiano su Rai3

Gad Lerner, La Scelta

Quando si parla di Resistenza, Gad Lerner cede alle emozioni. E sì, anche all’ideologia. Di fronte ai racconti di chi ha combattuto il nazi-fascismo, il giornalista va in brodo di giuggiole, diventando più partigiano dei partigiani rossi d’un tempo. Nel suo nuovo programma per Rai3, intitolato La Scelta, il conduttore dà spazio alle testimonianze di chi si è speso per liberare l’Italia, senza però preoccuparsi di approfondire la complessità del periodo storico affrontato.