Recensioni


4
ottobre

I Bastardi di Pizzofalcone 3: Massimiliano Gallo superstar

Massimiliano Gallo

Massimiliano Gallo

In una tv veloce, quasi estemporanea, in cui la notorietà spesso arriva per un TikTok indovinato o per la partecipazione ad un reality, la gavetta esiste ancora. Quella vera, quella che in pochi ancora si sobbarcano, ma che qualche volta riesce a dare grandi soddisfazioni. E’ il caso di Massimiliano Gallo, classe 1968, attore di cinema e teatro che si è avvicinato pian piano alla serialità nostrana, prima con ruoli minori e via via con personaggi più intensi: il suo percorso culminerà con la fiction Vincenzo Malinconico, Avvocato, di cui sarà protagonista assoluto su Rai 1, ma una spinta fondamentale l’hanno data I Bastardi di Pizzofalcone, in cui interpreta il commissario Luigi Palma.




1
ottobre

Fino all’Ultimo Battito: Marco Bocci salvi tutti

Fino all'Ultimo Battito - Marco Bocci

Fino all'Ultimo Battito - Marco Bocci

A volte Rai 1 torna indietro, mettendo da parte le storie moderne e dinamiche per rispolverare l’antico melò, che più melò non si potrebbe: drammi, coincidenze impossibili, scelte strazianti, lacrime a profusione e un eroe sfortunato, provato, che fa un sacco di errori ma per il quale si fa il tifo. Di recente qualcosa del genere si era visto in Vite in Fuga, con quel suo racconto forzato e a tratti  fantascientifico, ma Fino all’Ultimo Battito è l’esempio lampante di feuilleton piacevole da vedere, ma troppo esagerato per essere credibile.


30
settembre

L’Ispettore Coliandro: ma come fa?

L'Ispettore Coliandro - Il Ritorno 4 - Giampaolo Morelli

L'Ispettore Coliandro - Il Ritorno 4 - Giampaolo Morelli

E’ un cult del piccolo schermo, con un suo pubblico di affezionati che da quindici anni lo sostiene e galvanizza. E’ una fiction diversa dalle altre, talmente tanto che spesso delle proprie “colleghe” può sembrare la caricatura. Con un personaggio principale nato in libreria e sopravvissuto sul piccolo schermo ad anni di vuoto e di attesa tra le prime quattro e le altre stagioni. E’ un caso da studiare, perchè L’Ispettore Coliandro è la negazione di qualunque costrutto narrativo seriale, l’opposto di ciò che il buon senso televisivo suggerirebbe, ma funziona così.





28
settembre

Morgane, detective geniale e motivazionale

Morgane Detective Geniale - Cypriane Gardin e Audrey Fleurot

Morgane Detective Geniale - Cypriane Gardin e Audrey Fleurot

Morgane, la nuova “detective geniale” di Rai 1 ha stregato il pubblico, che l’ha accolta con il 20.6% di share, calato appena al 19.7% nella seconda puntata. Un successo inatteso, trattandosi di una serie d’importazione e nemmeno di quelle toste e americane alle quali gli italiani sono ormai abituati. No: Morgane è una produzione francese, con quell’affettazione nella mimica e nella gestualità che a volte trascina indietro nel tempo e fa ricordare i Primi Baci anni ‘90 su Italia 1. Ma è d’impatto, originale, diversa dalle altre e per questo il successo se lo merita tutto.


27
settembre

Squid Game: dalla Corea una serie Netflix in cui si muore (male) con i giochi d’infanzia

Squid Game - Lee Jung-jae

Squid Game - Lee Jung-jae

Quando si pensa di aver già visto quanto di più crudele e spietato ci possa essere, ecco che il mondo delle serie tv alza l’asticella, e lo fa colpendo i punti deboli, i nervi scoperti, giocando con l’innocenza che è in ognuno di noi e che è lì, pronta a ritorcersi contro. E’ Netflix a sconvolgere lo spettatore, con la sorprendente serie sudcoreana in nove episodi, e con i soli sottotitoli in italiano, Squid Game.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





27
settembre

Good vibes al Dinner Club

Valerio Mastandrea, Sabrina Ferilli, Pierfrancesco Favino e Carlo Cracco

Valerio Mastandrea, Sabrina Ferilli, Pierfrancesco Favino e Carlo Cracco

Dinner Club è stato presentato come il nuovo show di Carlo Cracco, ma non è esattamente così: lui c’è, è il filo conduttore del racconto, è al servizio dello show ma il grosso lo fanno i suoi ospiti, un validissimo gruppo di attori che, tra viaggi improvvisati e cene rilassate in allegria, tira fuori il meglio (e il peggio, che va bene lo stesso) di sé.


26
settembre

Da Grande potere nascono grandi responsabilità

da grande

Da Grande

Potrebbe sembrare Icaro, che si scottò avvicinandosi troppo al sole. Ma se fosse un personaggio mitologico, Alessandro Cattelan sarebbe Narciso. Almeno guardando la prima puntata di Da Grande dove un incredibile gioco degli equivoci fa da sfondo al trionfo dell’autoreferenziale e dell’egoriferito.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


24
settembre

La fiction Mediaset vede la Luce (dei tuoi occhi)

Anna Valle

Anna Valle

Luce dei Tuoi Occhi, per essere una fiction Mediaset, è stata accolta più che positivamente dal pubblico, siglando nella prima puntata il 15.8% di share e vincendo la serata. Ma se fosse stata trasmessa su Rai 1, con un pubblico avvezzo ed incline a questo genere televisivo, avrebbe fatto probabilmente almeno il 22%, perchè a storia e messa in scena non manca nulla per intrigare ed appassionare.