Recensioni


22
febbraio

MasterChef 8: attenti a quei tre

MasterChef 8 - Gilberto

MasterChef 8 - Gilberto

L’ottava edizione di MasterChef si sta distinguendo per l’impossibilità di fare previsioni: superata la sesta puntata, non si può ancora immaginare chi meriti davvero di vincere, e anche le eliminazioni riservano di volta in volta qualche sorpresa. Ieri sera hanno dovuto abbandonare la Masterclass il gommista Vito, che forse era effettivamente fuori contesto (come ha ammesso lui stesso) ma anche il giovanissimo macellaio Samuele, che invece aveva ancora qualche carta da giocare.




18
febbraio

Non Mentire, un thriller relazionale ben strutturato e avvincente

Non Mentire

Non Mentire

Le fiction talvolta non servono solo ad intrattenere il pubblico, possono avere valenze diverse: possono insegnare la storia, far conoscere personaggi poco noti ai più, oppure possono avere una funzione sociale. E’ il caso di Non Mentire, un thriller relazionale ben strutturato ed avvincente, che potrebbe sembrare un trattato sullo stupro e sui meccanismi di accusa e difesa nella società di oggi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


15
febbraio

Popolo sovrano: svolta politica e istanze sociali. Il nuovo approfondimento è tutto da rodare

Popolo sovrano, Alessandro Sortino

Meno pop, più popolo. Rai2 ha archiviato il proprio magazine generalista, lo ha rimaneggiato e trasformato in approfondimento d’attualità. La prima puntata di Popolo sovrano, il nuovo programma di prime time nato dalle ceneri di Nemo, si è distinta soprattutto per la differenza di contenuti rispetto al passato: il focus si è spostato nettamente su temi sociali legati alla politica e all’economia, con una particolare attenzione alle istanze popolari. 





15
febbraio

MasterChef 8: due pesi e due misure

MasterChef 8 - Virginia e Bruno Barbieri

MasterChef 8 - Virginia e Bruno Barbieri

I giudici di MasterChef hanno il cuore tenero. Non si direbbe, vedendoli mortificare alcuni concorrenti, bocciare i loro piatti e talvolta anche deriderli senza tanti complimenti. Invece c’è chi sa addolcirli, facendosi perdonare cose che da altri non sarebbero mai tollerate: nell’ottava edizione quel qualcuno è la ventiduenne milanese Virginia, grazie alle sue continue lacrime e al suo sguardo commovente, che ricorda tanto il Gatto con gli Stivali di Shrek.


13
febbraio

Giovani e influencer: in tv la vacuità social(e) è senza filtri

Giovani e influencer

Ma dove vai se i follower non ce li hai? La società dell’immagine di sociologica definizione è sempre più a misura di like: la notorietà, al giorno d’oggi, è fatta di visualizzazioni e condivisioni. Di immagini diffuse su Instagram che generano ideali modelli di vita e di consumo. Così, il virtuale diventa reale. La giostra dei social gira all’impazzata e Rai2, approntando un buon tentativo di racconto, ha provato a fermarla ieri sera con , una docu-inchiesta sui nuovi protagonisti del web.





6
febbraio

Dopofestival: la notte porta disagio

Dopofestival 2019

Al Festival di Sanremo 2019 la notte non porta consiglio, né spontanea leggerezza. Porta disagio. Tale, infatti, è la reazione provocata dalla visione del Dopofestival, l’appuntamento condotto da Melissa Greta Marchetto, Rocco Papaleo ed Anna Foglietta. Il trio, impacciato al debutto e poco affiatato, ha dimostrato – qualora ve ne fosse stato il bisogno – che non basta improvvisarsi presentatori per riuscire a gestire degnamente uno spazio in cui l’improvvisazione (quella sana, però) e l’irriverenza dovrebbero farla da padrone.


4
febbraio

Primafestival: cinque minuti di mediocrità

Anna Ferzetti, Primafestival

La tradizione è stata rispettata: anche quest’anno il PrimaFestival si sta confermando un programma all’insegna della mediocrità. La striscia quotidiana, che dal 25 gennaio scorso annuncia in access su Rai1 l’arrivo della kermesse sanremese, è infatti caratterizzata dall’inconsistenza dei suoi contenuti e da una conduzione che fa concorrenza – sì, ma al ribasso – a quella già di per sé disastrosa della passata edizione.


29
gennaio

Il Salone delle Meraviglie: tutte (esageratamente) pazze per Federico Fashion Style

Il Salone delle Meraviglie - Federico Fashion Style

Il Salone delle Meraviglie - Federico Fashion Style

Si scrive Il Salone delle Meraviglie, ma si potrebbe leggere Il Salone delle Cerimonie, dal momento che il programma con protagonista il parrucchiere Federico Lauri, è nato proprio come costola di quelli dedicati alla famiglia Polese. Federico ha debuttato su Real Time come ospite speciale de Il Castello delle Cerimonie, e adesso intrattiene i telespettatori con le storie del suo negozio di Anzio e delle sue clienti. E in quanto ad eccessi, richieste strane ed esibizionismi, c’è da far impallidire lo staff de La Sonrisa.