Eurovision Song Contest



17
febbraio

BOOM! FRANCESCO FACCHINETTI AL TIMONE DELL’EUROFESTIVAL

Francesco Facchinetti

Non solo Festival. Le notizie extra-sanremesi raggiungono la redazione di DM anche in riviera.

Possiamo anticiparvi che è stato scelto il conduttore italiano dell’Eurofestival.

Il capitano che racconterà la partecipazione dell’Italia all’Eurovision Song Contest risponde al nome di Francesco Facchinetti che importuneremo adeguatamente in queste ore visto il suo arrivo nella città dei fiori.




8
febbraio

EUROVISION SONG CONTEST 2011: SAN MARINO A DUSSELDORF CON SENIT

Senit

Senit

C’è grande fermento quest’anno attorno all’Eurovision Song Contest: la manifestazione musicale europea, che ogni anno segna record in spettatori, vedrà infatti il prossimo maggio il ritorno in pompa magna dell’Italia nelle Big 5. In attesa di scoprire chi gareggerà per il Belpaese (dovremo attendere Sanremo), vediamo assieme l’artista selezionato dalla tv pubblica della vicina Repubblica di San Marino, in gara nella semifinale del 10 maggio.

La San Marino RTV sbarcherà sul palco dell’Esprit Arena di Dusseldorf con Senhit Zadik Zadik, meglio nota semplicemente come Senit, cantante di origine eritrea ma bolognese di nascita. Per la piccola Repubblica si tratta di una scelta importante, di respiro internazionale che potrebbe permettergli di raggiungere un buon piazzamento e raggiungere quindi la finale. Per l’occasione la San Marino RTV seguirà Senit “passo passo” con uno staff d’eccezione, a differenza dell’ultima partecipazione nel 2008 in cui – come dichiarato dal DG Carmen Lasorella – “si improvvisò senza alcuna esperienza”, e la cantante andrà a Dusseldorf con un apposito staff artistico formato da coristi e musicisti, ancora in via di selezione, e con un brano in lingua inglese, più che altro per il mercato internazionale.

Qualunque sarà il risultato, per San Marino sarà una sfida entusiasmante e un’occasione di crescita, come recita il loro motto “Un impegno importante per una manifestazione importante”. E chissà che a Dusseldorf il prossimo 14 maggio non assisteremo ad una sfida “tutta italiana” tra Senit e l’artista scelto a Sanremo dalla Rai. Dopo il salto il curriculum dell’artista.


11
gennaio

EUROVISION SONG CONTEST 2011: L’ITALIA CONFERMATA NELLE BIG 5, LA RAI INDECISA SULL’ARTISTA

Marco Mengoni e Nathalie Giannitrapani

Marco Mengoni e Nathalie Giannitrapani

Adesso è ufficiale: l’Italia con la Rai parteciperà all’Eurovision Song Contest 2011, che si terrà a Dusseldorf il 10, 12 e 14 maggio. A diramare la notizia è stata la stessa EBU, a capo dell’organizzazione dell’evento, che ha ufficializzato tutti i paesi in gara. L’Italia non solo è stata confermata ma accederà assieme a Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna direttamente alla finale del 14 maggio (nella rosa delle cosiddette Big 5).

A sorpresa gli artisti italiani che gareggeranno alla manifestazione canora più importante del mondo potrebbero essere ben due: tra i 42 paesi partecipanti figura infatti anche la piccola Repubblica di San Marino che, stando ai rumors e in attesa dell’imminente annuncio ufficiale, ci proverà in semifinale con la bolognese Senit, probabilmente con una canzone scritta da un big italiano (la Senit ha già collaborato con Maurizio Fabrizio, Saverio Grandi e gli Stadio).

Per quanto riguarda l’artista che gareggerà per l’Italia, in un primo momento sembrava che Massimo Liofredi, Direttore di Rai2 e grande sostenitore della partecipazione italiana, fosse intenzionato a portare all’Esprit Arena di Dusseldorf Nathalie Giannitrapani in quanto vincitrice di XFactor 4. A causa però dell’impegno dell’artista con Sanremo 2011, si fa sempre più strada il nome di Marco Mengoni, vincitore di XFactor 3, terzo a Sanremo 2010 e Best European Act agli MTV Music Awards, anche lui intenzionato a sfondare sul mercato internazionale. E voi chi preferireste all’Eurovision?





3
dicembre

LA RAI PARTECIPERA’ ALL’EUROVISION SONG CONTEST 2011

Eurovision Song Contest

L'Italia parteciperà all'Eurovision Song Contest

Ecco perchè è cambiato il tempo. Come rivelato con enfasi dal sito ufficiale (“Today is the day every Eurovision Song Contest fan has been waiting for”), la Rai parteciperà all’Eurovision Song Contest 2011 (o Eurofestival che dir si voglia), la manifestazione canora più importante d’Europa nonchè uno degli eventi televisivi più visti in assoluto nel mondo.

Dopo ben 13 anni di inspiegabile assenza (l’ultima con i Jalisse), nonostante le incessanti richieste dei fan e le forti pressioni dei dirigenti dell’EBU (come rivelato dal direttore ad interim dell’evento Jørgen Franck), la Rai si è decisa lo scorso venerdì a presentare il modulo di partecipazione alla manifestazione europea e dovrebbe accedere direttamente alla finale come Big 5.

Siamo ancora in attesa dell’annuncio ufficiale da parte dell’azienda pubblica (e il ritiro “all’ultimo secondo” senza pagamento di penale è già avvenuto in passato, come ci ricorda Eurofestival News), ma la strada sembra ormai tracciata e non possiamo che esserne soddisfatti. Non è chiaro con quale artista la Rai sbarcherà a Düsseldorf i prossimi 10, 12 e 14 maggio ma, stando a quanto dichiarato da Massimo Liofredi in passato, potrebbe essere il vincitore di XFactor (Nathalie Giannitrapani) a portare la nostra musica oltralpe. Tra l’altro sembra che Nathalie stia scrivendo la versione in inglese del suo inedito (“In punta di piedi”), segno che c’è l’intenzione da parte della casa discografica di lanciare la vincitrice di XFactor sul mercato internazionale.


11
febbraio

PIPPO BAUDO A IL PIU’ GRANDE DIFENDE IL FESTIVAL DI SANREMO E SI SCAGLIA CONTRO L’EUROVISION SONG CONTEST: “NON HA NESSUN SUCCESSO”. E INVECE…

O Pippo Baudo è poco informato o sfrutta l’ignoranza dei telespettatori per fare, come se ce ne fosse bisogno, ulteriore confusione. Parliamo dell’Eurovision Song Contest (“il vecchio Eurocanzone”, per dirlo alla Baudo) che è di fatto l’evento televisivo più visto in tutta Europa che l’Italia snobba da anni. Baudo non ha mai nascosto una certa insofferenza nel parlare dell’Eurofestival e a Il più grande, in cui è stato superospite, ha colto la palla al balzo per lanciare l’ennesima frecciatina.

La polemica è nata dopo l’intervento del corrispondente tedesco Englisch che, per giustificare la scelta di Laura Pausini (“la più conosciuta”), si è scagliato, dato anche il clima probabilmente, contro il Festival di Sanremo che “da 20 anni cerco di spiegare cos’è” e che al di fuori dell’Italia non considera nessuno. La domanda, sufficientemente lecita se valutiamo Sanremo come solo “evento musicale” (che ad oggi non è più), che il giornalista pone ai telespettatori è la seguente: “Perchè impazzite per tre settimane per canzoni mediocri?”

Guai a toccare Sanremo! Poteva Baudo, padre spirituale del Festival e conduttore di ben tredici edizioni, non replicare alla provocazione dell’”inesperto” corrispondente? Non poteva, ovviamente. Ed eccola, la replica:

“I tedeschi non capiscono Sanremo. Sanremo è stato sempre richiesto dagli stranieri perché si facesse in chiave internazionale… tanto è vero che hanno inventato l’Eurocanzone che non ha nessun successo e viene fatto per la Germania. La tv tedesca produce programmi totalmente idioti.”