Documentari



2
marzo

BBC KNOWLEDGE DEBUTTA SU RETE4 CON DODICI APPUNTAMENTI DOMENICALI

Bbc Knowledge

Gli scienziati ‘della domenica’ (e non solo quelli) apprezzeranno: Bbc Knowledge approda in chiaro, con la sua vasta gamma di documentari ed approfondimenti sui temi della storia, della natura e dell’esplorazione. Grazie ad un accordo siglato tra il canale di factual entertainment e Rete4, a partire da domani – 3 marzo 2013 – l’emittente diretta da Giuseppe Feyles trasmetterà in esclusiva un’ora di programmazione scientifica e di divulgazione. L’appuntamento si ripeterà ogni domenica alle ore 9.00, per dodici settimane consecutive.

Così, su Rete4, anche il pubblico generalista avrà l’opportunità di accedere per la prima volta ai migliori programmi trasmessi su BBC Knowledge, che fino ad ora in Italia erano disponibili solo per gli abbonati al pacchetto Mediaset Premium. Tra i documentari che vedremo su Rete4 ci saranno anche Viaggio nel cuore della Terra, una spedizione che dimostrerà come l’attività del sottosuolo sia fondamentale per la vita in superficie, ma anche Strade pericolose, un format con protagonisti alcuni personaggi famosi al volante. E, infine, Spedizione in Nuova Guinea.

Alla vigilia dell’appuntamento televisivo in partenza domani, il direttore di Rete4 Fayles ha espresso soddisfazione per l’accordo raggiunto con il canale tematico.

La documentaristica di qualità è parte del Dna della Rete e il branded block con BBC Knowledge conferma e arricchisce le politiche di programmazione adottate sino ad ora. Mi auguro che questa collaborazione prosegua…” ha dichiarato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




15
luglio

MTV, PALINSESTO AUTUNNO 2011: GINNASTE E SPIT LE NOVITA’

Marracash

Musica, reality, documentari, serie tv e nuovi show: il palinsesto autunnale di Mtv Italia propone un’ampia offerta al giovane pubblico cui si rivolge, confermando come la rete, da semplice canale musicale, sia presto diventata un vero e proprio network in continua evoluzione. Mtv parla soprattutto alle nuove generazioni, ai cosiddetti Millenials, i ragazzi che di oggi, oltre a farne parte, sanno tutto. Ed è proprio per questo che a loro si ispira e dal loro modo di vivere ed informarsi trae spunto per una programmazione al passo coi tempi.

Cardine del canale, oltre alla musica, sono proprio le storie dei giovani, eroi o non eroi, ma tutti assoluti protagonisti. E’ il caso di “Ginnaste“, il docureality che entra nel mondo delle atlete, intente a raggiungere il sogno chiamato “Mondiali di Tokio 2011″. L’occhio della telecamera ci farà scoprire come le sette ginnaste della Nazionale Italiana si preparino con fatica alla manifestazione, senza trascurare lo studio e la vita di tutti i giorni. Sarà interessante scoprire come viaggia la mente di un’adolescente alle prese con alti e bassi che da sempre contraddistinguono la carriera di ogni sportivo.

Altra importante novità è “Spit“, il programma che dà spazio ai rappers italiani in erba, che a suon di rime racconteranno la loro vita, la loro storia e il mondo che, secondo loro, li accoglie. Al timone un pezzo da 90 del genere: Marracash. Altre storie e altri giovani saranno ancora protagonisti di “Mtv News“, la testata di Mtv Italia che torna in autunno per scoprire e far conoscere la realtà del mondo giovanile. Confermati per il 2012 “Il Testimone“, con protagonista ancora Pif, e “I Soliti Idioti“, gli irriverenti personaggi interpretati da Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio.


15
luglio

LO SPETTACOLO DELLA NATURA: I DOCUMENTARI TARGATI BBC TORNANO DA QUESTA SERA SU RETE 4

Tessa Gelisio

Dopo il buon riscontro di pubblico e critica ottenuto lo scorso anno con Life (1.500.000 spettatori, 9% circa di share), Rete4 torna a proporre in prima serata il meglio della documentaristica targata Bbc. Prende infatti  il via questa sera alle 21.10, Lo spettacolo della natura, un nuovo ciclo di sei appuntamenti composto di tre serie differenti di documentari.

Si parte con Madagascar, per poi proseguire con il meglio della serie Planet Earth e con alcuni inediti del ricchissimo Life. Ad accompagnare il pubblico tra un documentario e l’altro, il volto rassicurante di Tessa Gelisio, già padrona di casa di Life, nonché volto storico della rubrica Pianeta mare.

Lo spettacolo della natura si presenta come un lungo racconto per immagini, nel quale sarà possibile scoprire tutti i segreti degli ecosistemi (deserti, foreste, savane), ammirare scenari mozzafiato e conoscere da vicino animali e piante incredibili. Il tutto valorizzato come di consueto da riprese in altissima definizione, in grado di catturare proprio grazie alle più recenti tecnologie digitali ogni più piccolo dettaglio.





16
giugno

SUPERQUARK: PIERO ANGELA SU RAI1 CON UN NUOVO CICLO DI PUNTATE

Piero Angela

Piero Angela

Arriva l’estate, le generaliste vanno in vacanza ma rimane immancabile l’appuntamento fuori garanzia con lo storico programma di divulgazione scientifica di Rai1 targato Piero e Alberto Angela: Superquark. Nato nel 1995 dalle ceneri di Quark, il programma dedicato alla scienza, da ben 30 anni in onda, rimane un caposaldo della programmazione dell’azienda pubblica nonostante la forte concorrenza delle tv tematiche su Sky e Premium.

Squadra che vince non si cambia, ed infatti la struttura del programma rimarrà invariata anche in questa nuova edizione, in onda a partire da stasera e fino al 1° settembre, con la presenza in studio, a rotazione al fianco di Piero Angela, di vari esperti tra i quali il Professore La Vecchia, epidemiologo dell’Istituto Negri, il paleontologo Marco Avanzini, il Professore Franceschi, studioso dei pluticentenari, il fisico Paco Lanciano e il Professore Carlo Someda, esperto di brevetti.

Non mancheranno le rubriche storiche tra cui quella sull’alimentazione che, dopo la scomparsa del Professor Cannella, verrà curata dalla sua collaboratrice Dottoressa Bernardi; mentre il Professor Mainardi ci illustrerà il mondo animale. In esterna troveremo invece Alberto Angela, già avviato nella conduzione in solitaria, che ci mostrerà le meraviglie del Belpaese, avvalendosi della ricostruzione virtuale.


16
dicembre

FOCUS UNO: LA IENA GIULIO GOLIA PER IL NUOVO MAGAZINE SCIENTIFICO MEDIASET

Giulio Golia

Avreste mai pensato che il prestigioso brand della rivista scientifica Focus sarebbe mai arrivato in prima serata come proposta alla platea giovane generalista di Mediaset? Ma soprattutto che questa singolare innovazione di palinsesto potesse essere affidata a una coppia così stranamente assortita come Giulio Golia e Golia? Da stasera a Focus Uno niente vallette con prosopopee ascellari (come a dire: la Fico salta un turno) e niente zoomate monografiche, Italia Uno affida la sua nuova chicca scientifica al tandem iena-cane, vagamente allusivo di quel Tequila e Bonetti del tempo che fu.

La forte base del programma è il documentario, la scoperta sensazionalistica del mondo attraverso videoreportage prodotti nelle più disparate parti del globo. Il contenuto, come vuole del resto  il concept del magazine, sarà decisamente eterogeneo e abbraccerà ogni aspetto possibile dello scibile umano. Tra gli argomenti della prima puntata le ricerche per lo sviluppo sostenibile made in Asia, dalle posate commestibili al brevetto che prevede la conversione del ciclo dei rifiuti in acqua. La BBC sarà spesso la teca di riferimento di queste incursioni nel reale offrendo, oltre a questa inchiesta sul continente asiatico, anche un videoreportage sul mistero delle sagome animali che appaiono inquietantemente sulla sabbia di una località del Perù (che ci sia un’aspirazione-ispirazione giacobbiana?)

Sarà curata anche la parte d’indagine più psicologico-umanistica. Un interessante sguardo scientifico sarà rivolto a una patologia decisamente poco conosciuta: la disposofobia, ovvero la mania estrema di accumulare oggetti che non hanno una vera funzionalità nella vita delle persone, patologia determinata dalla mera ossessione dell’accumulo fine a se stesso. Importante anche lo studio sul rapporto dei giovani con la sessualità. Nei giorni in cui si rilancia l’allarme sull’incoscienza e la disinformazione relativamente a contraccezione e malattie sessualmente trasmettibili Focus Uno incontra la Direttrice del Centro di Ginecologia e Sessuologia medica del San Raffaele di Milano per provare a fare un po’ il punto della situazione. Per il target giovanile anche rubriche di taglio molto veloce e piacevole.





17
novembre

WILD OLTRENATURA: IL FASCINO SELVAGGIO DELLA NATURA TORNA AD ACCENDERSI SU ITALIA1 CON FIAMMETTA

Fiammetta Cicogna

Dopo i risultati più che soddisfacenti di quest’ estate, Italia1 sfida la stagione fredda puntando di nuovo sul fascino della natura. Stasera, in prime time, torna Wild – Oltrenatura, programma in sei puntate condotto da Fiammetta Cicogna.

In linea con l’immagine ed il linguaggio giovane della rete, Wild – Oltrenatura mostra, con uno stile divulgativo ma immediato, l’aspetto più fascinoso della natura, quello selvaggio, che costringe l’uomo a tirar fuori la sua parte più “animale” di fronte ai fenomeni naturali più potenti ed indomabili. Brivido e mistero si fondono insieme creando un effetto real che proietta il telespettatore in un mondo dove l’uomo è solo una delle tante creature del pianeta che lotta per la sopravvivenza.

La formula è la stessa della scorsa edizione: documentari dal contenuto spesso  “forte”, come gli attacchi di animali all’uomo, scene di caccia tra animali o calamità naturali talvolta devastanti,  affiancati da filmati rappresentativi di storie vere, realizzati con i contributi originali o attraverso ricostruzioni supportate da esperti in materia come zoologi, geologi e scienziati. Attraverso reportage di fama internazionale, la Cicogna condurrà alla scoperta di quei fenomeni che hanno sconvolto la vita di moltissime persone.


4
agosto

ASCOLTI TV D’ESTATE: LA NATURA TIRA CON SUPERQUARK (20.8%) E WILD (13.1%)

La Cicogna di Italia1 in Wild - Oltrenatura

In questa pazza estate tra temperature africane, acquazzoni improvvisi e vacanze flash, c’è un genere televisivo che sembra essere rinato. Il documentario, la divulgazione, la natura piacciono ancora ai telespettatori italiani. Basta passare in rassegna gli ascolti dei programmi in onda in queste settimane per arrivare ad affermare che fare cultura (o almeno provare ad avvicinarsi) è possibile, anche in prima serata. Le reti che stanno proponendo documentari, informazione scientifica e viaggi in giro per il mondo stanno raccogliendo buoni frutti. 

Nel dettaglio, su tutti, possiamo notare l’exploit di Superquark in onda il giovedì sera su Rai1. Il programma di Piero Angela  registra una media di 3.881.000 spettatori e il 20.82% di share superando nettamente la concorrenza e risultando così una delle offerte estive più seguite in assoluto. Se gli ascolti sono certamente buoni ma non eccezionali, abbiamo parlato di exploit poichè nell’edizione 2009 lo share era attorno al 16%. Si registrano quindi oltre quattro punti percentuali in più per gli approfondimenti scientifici e i documentari naturalistici di Rai1. Superare il 20% parlando di scienza, salute e archeologia non è cosa facile. 

Le cose vanno benissimo anche per Italia1 con Wild – Oltrenatura (lunedì sera ore 21.10), anche se in questo caso la natura è condita in salsa selvaggia con filmati da tutto il mondo. I risultati sono davvero buoni: nelle cinque puntate andate in onda fin’ora il programma condotto da Fiammetta Cicogna ha totalizzato una media di 2.318.000 spettatori con il 13.16% di share. Ascolti da periodo di garanzia, e chissà che Wild non possa tornare tra qualche mese con un’edizione invernale. 


12
luglio

CURRENT: DA STASERA VA IN ONDA VIDEOCRACY, RACCONTO A SENSO UNICO SULL’ITALIA DELLA TV

Videocrazy, il documentario trasmesso questa sera da Current TV

Su Current va in onda l’Italia delle veline e dei tronisti, degli addominali tartarugati di Corona e delle festicciole al Billionaire. Il paese dei Balocchi che ammalia e contamina il Paese reale. A partire da stasera, 12 luglio, dalle 21.10 il canale 130 di Sky trasmetterà il documentario “Videocracy, basta apparire” del regista bergamasco-svedese Erik Gandini. Current propone così per la prima volta la discussa inchiesta che nessuna emittente aveva ancora mandato in onda (e ci sarà pure stato un motivo). La pellicola, presentata al festival di Venezia 2009, racconta del presunto partito catodico che suggestiona le menti e governa la Penisola, degradandola culturalmente. Tutti vogliono fare la tv: la colpa di questa tendenza perversa, manco a dirlo, sarebbe di Berlusconi e delle sue reti. Ci si aspettano grandi rivelazioni da questo documentario, ma il flop è dietro l’angolo.

L’inchiesta assembla immagini e suggestioni, portando avanti la tesi che quella orchestrata da Berlusconi sia una macchina di potere prima che di intrattenimento. Una ‘videocrazia’, appunto. In realtà, se le premesse possono incuriosire e sembrare valide, sono le argomentazioni che lasciano a desiderare. C’è Fabrizio Corona che fa la doccia col pacco in bella vista, raccontando come si fanno i soldi (e si finisce in tribunale). Poi Lele Mora si dichiara “mussoliniano” e ci fa ascoltare le suonerie del Ventennio sul suo cellulare. Seguono immagini di provini, con ragazze che sculettano e sognano la celebrità. Tutto qui: “Videocracy” scopre l’aqua calda, ci racconta che certa tv illude e ‘usa’ le persone, promettendo loro una popolarità effimera, e soldi facili.

Il promo del documentario di Erik Gandini, a suo tempo, non era andato in onda su Rai e Mediaset suscitando polemiche. Ora Current propone “Videocracy” per intero, nonostante le imprecisioni che esso contiene. Quella più clamorosa, ad esempio, riguarda l’attribuzione di un programma di spogliarelli alle tv di Berlusconi (quando a realizzarlo era invece la rete locale Tele Torino International, nel 1977). Current trasmetterà tutto da stasera, commettendo forse una stonatura, se consideriamo l’ampia serie di inchieste ben confezionate che solitamente l’emittente realizza.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »