Televisione


5
febbraio

Achille Lauro a Sanremo 2019

Achille Lauro

Gli eccessi, per lui, sono ormai un’abitudine. Al punto che, forse, la partecipazione al Festival di Sanremo 2019 sarà la cosa più trasgressiva mai fatta sinora. Per è arrivato il momento di farsi conoscere al pubblico nazional popolare, quello che fino a pochi anni fa probabilmente egli stesso evitava. Il rapper – già protagonista in tv di Pechino Express 2017 – porterà all’Ariston le sue sonorità sperimentali e samba trap.




4
febbraio

Primafestival: cinque minuti di mediocrità

Anna Ferzetti, Primafestival

La tradizione è stata rispettata: anche quest’anno il PrimaFestival si sta confermando un programma all’insegna della mediocrità. La striscia quotidiana, che dal 25 gennaio scorso annuncia in access su Rai1 l’arrivo della kermesse sanremese, è infatti caratterizzata dall’inconsistenza dei suoi contenuti e da una conduzione che fa concorrenza – sì, ma al ribasso – a quella già di per sé disastrosa della passata edizione.


4
febbraio

Adrian scappa da Montalbano

Adrian

Adrian scappa da Montalban. Ebbene sì: alla fine, l’eroe celentanesco di Canale5 eviterà lo scontro diretto con il Commissario nato dalla penna di Andrea Camilleri. La settimana prossima, il cartoon ispirato al cantante milanese si sposterà infatti dal lunedì al martedì e lo farà per due puntate consecutive. Palinsesti alla mano, il motivo del trasloco è facilmente intuibile: proprio lunedì 11 e 18 febbraio, infatti, su Rai1 andranno in onda due nuovi episodi de Il Commissario Montalbano.





4
febbraio

Domenica In, Rosita Celentano: «A Sanremo noi ‘figli di’ siamo sembrati quattro autistici». Poi si scusa

Rosita Celentano

Rosita Celentano

Uscita infelice per Rosita Celentano a Domenica In. Nella puntata di ieri Mara Venier ha ripercorso la storia del Festival di Sanremo in compagnia di diversi ospiti. Tra questi anche Rosita Celentano che, insieme a Paola Dominguin, Danny Quinn e Gianmarco Tognazzi, condusse la manifestazione nel 1989, in quanto “figlia di” Adriano Celentano. La donna, pertanto, racconta con toni scherzosi e divertiti il “drammatico” Festival, fatto soprattutto di innumerevoli gaffe e disastrosi scivoloni, dovuti alla loro assoluta inesperienza:


4
febbraio

Cannagate, Cecilia Capriotti ritratta e dà ragione ad Eva Henger: «Francesco Monte l’abbiamo visto fumare tutti quanti»

Cecilia Capriotti

Cecilia Capriotti

Il Canna Gate continua a tenere banco. Complice la denuncia per diffamazione sporta da Francesco Monte ai danni di Eva Henger, Barbara D’Urso ha discusso dell’argomento nella puntata di Domenica Live ed ha dato la possibilità a Cecilia Capriotti, naufraga della tredicesima edizione dell’Isola dei Famosi, di ritrattare la versione dei fatti che aveva fornito un anno fa.





3
febbraio

Super Bowl 2019: la diretta stanotte su Rai 2. Halftime show con i Maroon 5

Super Bowl 2019

Super Bowl 2019

Per gli appassionati di football americano è la ‘notte degli oscar’, un appuntamento con la storia che si rinnova ogni anno. E’ il Super Bowl, uno degli eventi sportivi più seguiti al mondo, di scena in Georgia, al Mercedes-Benz Stadium di Atlanta. La sfida per il trono della National Football League (NFL) vede protagonisti i Los Angeles Rams, campioni della National Football Conference, e i New England Patriots, vincitori dell’American Football Conference.


3
febbraio

Ornella Vanoni si addormenta in diretta ad Ora o Mai Più

Ornella Vanoni

Ornella Vanoni

“S’è fatta ‘na certa“. E’ quello che avrà pensato Ornella Vanoni che, durante un duetto tra Marco Masini e Michele Pecora ad Ora o Mai Più, ha mostrato “segni di stanchezza”. Quando Amadeus, al termine della prova, ha “richiamato” la cantante invitandola a votare, la Vanoni ha esclamato:


3
febbraio

Ora o Mai Più: puntata riparatoria per Minghi. Cutugno: «Ti chiedo scusa per tutti quegli imbecilli che ti hanno criticato» – Classifica della terza puntata

Amadeus e Minghi

Amadeus e Minghu

E pace fu. La terza puntata di Ora o Mai Più, in onda ieri sera su Rai 1, ha visto chiudersi, con un lieto fine, il “caso trottolino amoroso“. Dopo essere stato la settimana scorsa massacrato dai maestri per il suo celebre brano Vattene amore, ieri Amedeo Minghi è tornato “sul luogo del delitto” per assistere al mea culpa degli stessi giudici nei suoi confronti. Il primo a prendere la parola però è Amadeus: