Sport in TV


4
luglio

DIRITTI TV: COPPA ITALIA E SUPERCOPPA ITALIANA IN RAI FINO AL 2015

Coppa Italia 2012 - Il trionfo del Napoli

Almeno questo. Una Rai Sport più impoverita che mai – dopo l’abbandono dei diritti in chiaro per la Champions League e di quelli relativi allo slot della domenica pomeriggio – ha messo una pezza alla carenza di eventi calcistici acquisendo fino al 2015 i diritti per la trasmissione in esclusiva (via tv e radio) di Coppa Italia e Supercoppa Italiana.

L’accordo tra la tv di Stato e la Lega di Serie A è stato trovato nel corso dell’odierna assemblea tenutasi tra i club del massimo campionato e non si può dire che l’acquisizione di tali diritti non sia stata una vera e propria ‘manna dal cielo’ per Mamma Rai che potrà così continuare a contare sugli strepitosi ascolti (spesso superiori alle gare di Champions League) garantiti dalla Coppa Italia soprattutto nel corso delle fasi finali.

Pur essendo spesso e volentieri snobbato dai club di prima fascia infatti, il torneo possiede un fascino televisivo davvero imponente considerando che le gare vengono trasmesse dalla Rai in esclusiva assoluta e che nelle fasi finali c’è sempre qualche big match in grado di calamitare l’attenzione di tutti i calciofili del Belpaese. La stagione che ha appena visto il trionfo del Napoli di Walter Mazzarri ha infatti proposto una semifinale d’altri tempi come Milan-Juventus (9,3mln di spettatori e il 29.57% per la gara d’andata e 9,1mln e il 32.44% per il ritorno) o dei quarti di finale particolarmente succulenti come Juventus-Roma (7,8mln e il 25.82%) o Napoli-Inter (6,9mln e il 22.3%). La finalissima Juventus-Napoli, trasmessa domenica 20 maggio, ha addirittura realizzato ben 11.586.000 ascoltatori e il 42.44% di share. Si capisce, quindi, come in Rai il rinnovo della Tim Cup vada festeggiato adeguatamente.




3
luglio

CHAMPIONS LEAGUE, BERLUSCONI JR. APRE AD UNO SCAMBIO CON SKY

Champions League 2012 - Chelsea campione

Curioso il comportamento delle pay tv che trasmettono il grande calcio giocato nelle notti europee. Sia Sky che Mediaset Premium hanno infatti pubblicato i listini prezzi e pacchetti relativi ai nuovi clienti  - validi cioè per i soggetti che non hanno ancora ancora sottoscritto un abbonamento – per la stagione 2012/2013 quando in realtà i contenuti offerti allo spettatore pagante potrebbero cambiare.

Invero, i dubbi non riguardano mica prodotti di poco conto ma afferiscono proprio al contenuto che spinge il 90% della popolazione italica ad abbonarsi all’una o all’altra tv a pagamento, vale a dire il dio pallone e in particolare l’affascinante Champions League i cui diritti pay attualmente appartengono a Sky  (eccetto la partita  di cartello del mercoledi sera) mentre quelli free sono di  Mediaset (highlights e partita di cartello mercoledi). In questo momento, Mediaset Premium sarebbe fuori dai giochi e dovrebbe accontentarsi della messa in onda dell’ Europa League.

Si tratta di una situazione in divenire, in quanto nelle settimane scorse si sono fatte sempre più insistenti le voci che vorrebbero le due pay tv ’scambiarsi’ i diritti con Mediaset Premium che tornerebbe a trasmettere la competizione principale e Sky che potrebbe offrire ai propri abbonati anche un’Europa League 2013 potenzialmente molto appetibile data la presenza di squadre come Inter, Napoli e Lazio. A margine della presentazione dei palinsesti Mediaset, anche Piersilvio Berlusconi si è detto possibilista su un eventuale scambio:


1
luglio

EURO 2012: SPAGNA-ITALIA PER LA GLORIA. ULTIMO SFORZO ANCHE PER RAI SPORT

Euro 2012 - gli azzurri si rilassano in attesa della finale

Partiamo dai numeri: l‘Italia non vince gli Europei da quarantaquattro anni (Euro ‘68 è l’unico nella bacheca azzurra), con l’”aggravante” di aver sfiorato il bis in una sola occasione (Euro 2000, finale persa al golden gol di David Trezeguet). Oggi come dodici anni fa, gli azzurri conquistano la finale contro i campioni del mondo (allora era la Francia, stasera la Spagna), con la speranza che stavolta siano le piazze italiane ad esplodere di gioia, a distanza di tre giorni dalla sbornia tedesca.

Spagna-Italia, che ha aperto l’avventura azzurra in Polonia e Ucraina – con un convincente 1-1 che ha fatto tremare le favorite Furie Rosse -, si appresta a chiudere Euro 2012. Destino analogo per l’italiano Marco Balich, presidente di Filmmaster Events e creatore delle cerimonie di apertura e chiusura del torneo: “Sono onorato di produrre la cerimonia di chiusura, soprattutto dopo la vittoria italiana. Sarà incredibile essere a Kiev con la nazionale in finale”.

Ultimo sforzo anche per Rai Sport, con il consueto pre-partita su Rai 1 e Rai HD dalle 18.45, all’interno di Stadio Europa: conduce Paola Ferrari, “supportata” dalla presenza in studio di Emiliano Mondonico, Enrico Varriale e Ivan Zazzaroni. Live da Kiev per Diretta Azzurra ritroviamo Marco Mazzocchi e Francesco Pannofino, così come in postazione telecronaca – dalle 20.45 su Rai 1, Rai HD e Rai Sport 1 – Bruno Gentili e Beppe Dossena, con i commenti e le interviste a bordocampo di Alessandro Antinelli.





1
luglio

WIMBLEDON 2012 SU SKY SPORT: AL VIA GLI OTTAVI DI FINALE. DA GIOVEDI SI ACCENDE ANCHE IL 3D

Wimbledon 2012 - Rafael Nadal ko

Con la partita di ieri sera tra Murray e Baghdatis, prolungatasi sul Centrale fino a mezzanotte (le 23.00 a Londra), si è chiusa la prima settimana di Wimbledon, terzo slam dell’anno, nonchè il più nobile dei quattro. E la tradizione ha confermato la grande mole di lavoro messa in piedi da Sky Sport, che ha garantito la visione di quasi tutti i match in programma (ci sono alcuni campi dove non “arriva” la telecamera), con ben sei canali dedicati al torneo.

Oggi si riposa, perchè i Championships non si concedono in pasto a strategie di marketing (nel dì di festa, qualora i “giardini” aprissero al grande pubblico, i guadagni schizzerebbero alle stelle), e i canali Sky offrono Il meglio della settimana: alle 14.00 su Wimbledon 1 (canale 204), alle 21.00 su Sky Sport 3 (203). La diretta torna domani, a partire dalle 12.30, con Studio Wimbledon – condotto da Stefano Meloccaro, in compagnia di Ivan Ljubicic – per gli ottavi di finale, che per la prima volta nella storia dello slam londinese vedono ben tre italiani ancora in gioco.

A sorriderci, come spesso accade, è il tabellone femminile: Francesca Schiavone, testa di serie numero 24, è chiamata all’arduo compito di contrastare la campionessa in carica Petra Kvitova (4), mentre più agevole l’ottavo per Roberta Vinci (21), che se la vedrà con Tamira Paszek. La grande sorpresa, però, è rappresentata da Camila Giorgi, senza alcun dubbio la rivelazione del torneo; ad attenderla la numero 3 del seeding, Agnieszka Radwanska.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


29
giugno

OLIMPIADI 2012, A RAI SPORT SOLO 200 ORE DI DIRETTA. ECCO LA ‘SQUADRA’ IMPEGNATA A LONDRA. GARIMBERTI E BRAGAGNA LANCIANO FRECCIATE A CARESSA

Londra 2012

Il bello del calcio è che anche se una partita dovesse andare male, la squadra perdente può riscattarsi immediatamente nel match successivo. La metafora calcistica calza perfettamente alla situazione di Rai Sport che dopo aver perso sul terreno di Euro 2012 il confronto qualitativo con le altre emittenti – e non possono essere di certo gli ascolti record, facili da raggiungere quando hai l’esclusiva dei match, a far festeggiare la ciurma di inviati e giornalisti impegnati nei commenti dell’Europeo –  potrebbe avere la sua rivincita  in occasione delle Olimpiadi di Londra 2012, in partenza il prossimo 27 luglio.

C’è da dire immediatamente che per Mamma Rai saranno delle Olimpiadi un po’ anomale, le prime seguite in diretta concorrenza con Sky Sport che ha acquisito i ‘primi diritti’ dell’evento lasciando al Servizio Pubblico appena 200 ore di diretta (contro le 800 di quattro anni fa) per un totale di circa 10 ore al giorno da trasmettere su Rai2 (in diretta HD) che – come accadde per Pechino 2008 – diventa a tutti gli effetti la rete olimpica. Aldilà delle dirette la programmazione di RaiSport sarà impreziosita anche dalle rubriche di contorno all’evento. A tal proposito la giornata si chiuderà con il magazine Buonanotte Londra condotto dal bravo Jacopo Volpi.

Straordinari in vista per diversi giornalisti già impiegati in Polonia e Ucraina che seguiranno anche le gare olimpiche: tra questi Stefano Bizzotto si occuperà di tuffi, Franco Lauro tornerà al basket, il grande amore della sua carriera, il bordocampista dell’Italia calcistica Alessandro Antinelli commenterà le gare di beach volley mentre il telecronista di diversi match di Euro 2012, Marco Lollobrigida si cimenterà anche con canottaggio e canoa e vedremo Andrea Fusco alle prese con la ginnastica artistica e ritmica. Confermatissime le voci storiche di atletica leggera (Franco Bragagna), ciclismo (Francesco Pancani) e boxe (Mario Mattioli).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





28
giugno

EURO 2012: TOCCA A GERMANIA-ITALIA. CHI SFIDERA’ DOMENICA LA SPAGNA?

Euro 2012 - tifo azzurro

Due giorni di riposo in meno, trenta minuti di gioco in più nelle gambe e la fatica (soprattutto mentale) dei calci di rigore. Non si può certo dire che Germania e Italia arrivino alla semifinale di Euro 2012 nelle stesse condizioni. E poi ci sono i pronostici che parlano soprattutto tedesco mentre agli azzurri restano “solo” i precedenti, che li vedono mai sconfitti nelle partite ufficiali dai rivali.

Ogni incontro, però, ha una sua storia. E quella di stasera è ancora tutta da scrivere. Si parte già alle 18.45 con il ricco pre-partita all’interno di Stadio Europa, in diretta su Rai 1 (e Rai HD), condotto da Paola Ferrari, con Emiliano Mondonico, Enrico Varriale e Ivan Zazzaroni in studio. In diretta da Varsavia (la partita si gioca al National Stadium Warsaw) Marco Mazzocchi e Francesco Pannofino – si, ancora lui! – per le ultime notizie “dal campo”, a cominciare dalle formazioni. Alle 20.45 (su Rai 1, Rai HD e Rai Sport 1) la telecronaca dell’incontro, affidata a Bruno Gentili e Beppe Dossena, con Alessandro Antinelli a bordocampo.

Capitolo formazioni. Il ct Cesare Prandelli sembra intenzionato a confermare nove undicesimi dei titolari protagonisti contro l’Inghilterra: sicuro il ritorno in campo di Chiellini (agirà sulla fascia al posto di Abate), mentre è ballottaggio tra Diamanti e Cassano per un posto al fianco di Balotelli. Questa, dunque, la probabile formazione: Buffon; Balzaretti, Barzagli, Bonucci e Chiellini; De Rossi, Marchisio, Pirlo e Montolivo; Diamanti (o Cassano) e Balotelli.


28
giugno

AMERICA’S CUP WORLD SERIES: TORNA L’APPUNTAMENTO CON LA VELA IN ESCLUSIVA SU ITALIA2

America's cup world series

Italia 2 punta sulla vela. Il canale all digital trasmetterà, infatti, in esclusiva e in diretta da oggi a domenica 1 luglio 2012 le regate di Newport (Usa) dell’America’s Cup World Series. Complici con ogni probabilità i risultati non entusiasmanti ottenuti nelle tappe italiane in onda anche su Italia 1 e gli orari di svolgimento delle gare ad alta concentrazione di pubblico, Mediaset ha deciso, infatti, di “dirottare” in toto le gare sul “fratello minore” di Italia1.

Quella americana è la sesta e ultima tappa del circuito di preparazione del trofeo velico più prestigioso del mondo e sarà disputata da 9 barche provenienti da sette nazioni. Questi i protagonisti: Luna Rossa con due barche (Piranha e Swordfish), il defender dell’America’s Cup Oracle Racing con due barche (USA, Spithill e Bundock), la francese Energy Team, la svedese Artemis Racing, la cinese China Team, la neozelandese Emirates Team New Zealand e la coreana Team Korea.

Per la prima volta la costa orientale degli Stati Uniti ospiterà i veloci catamarani: la competizione si svolgerà all’interno della Narragansett Bay, con il campo di regata che andrà dal Villaggio AC a Fort Adams. Dopo cinque dei sei eventi in programma, Oracle Racing-Spithill è al comando della classifica generale dell’America’s Cup World Series 2011-2012 con 84 punti, 4 in più di Emirates Team New Zealand.

Dopo il salto tutte le informazioni sulla programmazione,


27
giugno

EURO 2012, GERMANIA-ITALIA: I PRECEDENTI SONO A FAVORE DEGLI AZZURRI

Germania-Italia, Del Piero esulta per il 2-0 ai Mondiali 2006

E’ tempo di semifinali ad Euro 2012. Stasera tocca al match Portogallo-Spagna (diretta su Rai 1, Rai HD e Rai Sport 1 alle 20.45) decretare la prima finalista pronta a sedere in poltrona per gustarsi Germania-Italia di domani sera e conoscere così la contendente al titolo. I pronostici vedono spagnoli e tedeschi favoriti sui “malcapitati” portoghesi e italiani, ma il calcio è bello proprio perchè non scontato. A parlare non è la speranza (o almeno non solo), ma la storia.

Mai come in questo torneo, infatti, i precedenti hanno avuto un peso così influente sui risultati finali. Gli azzurri beneficiavano di uno score con Spagna e Inghilterra da far sperare di uscire almeno indenni dalle due partite; e così è stato. La Croazia, al tempo stesso, rappresentava la bestia nera dell’Italia, e la vittoria, guarda caso, non è arrivata, mettendo a serio rischio il passaggio del turno. E ora? Ora arrivano i tedeschi… ma la loro aria dura e spavalda non ha ragione di esistere.

Tra Germania e Italia sono sette le sfide ufficiali (tra Europei e Mondiali), condite da tre successi azzurri e quattro pareggi. Due di questi proprio negli unici precedenti in un campionato europeo: Germania ‘88 (fu 1-1) e Inghilterra ‘96 (0-0). Gli altri, sempre a reti inviolate, nei Mondiali del ‘62 e ‘78. Sugli scudi, però, le tre pesanti vittorie: lo storico 4-3 dopo i tempi supplementari nella semifinale di Messico ‘70; l’indimenticabile finale di Spagna ‘82 vinta 3-1, con gli azzurri sul tetto del mondo; la recente impresa per 2-0 proprio in terra tedesca, nella semifinale di Germania 2006, che ha spianato la strada dell’Italia verso il quarto Mondiale personale.