31
agosto

UOMINI E DONNE, TRONO BLU: I NUOVI TRONISTI SONO GIUSEPPE E MARCO

Uomini e Donne (Trono Blu) - Marco Mirra e Giuseppe

Ammettetelo, un pò vi vergognate a dirlo ma è tutta l’estate che l’interrogativo vi assale. Sono mesi che vi chiedete chi siederà sulla tanto agognata sedia rossa senza saper dare una risposta. All’inizio la chiacchiera sotto l’ombrellone, buttata lì en passant tra un sudoku e un cruciverba, sembrava bastare a placare la vostra malcelata “sete di conoscenza” ma, poi, tornati dalle vacanze e riabbracciati i vostri pc, avete capito che avreste dovuto dedicare più tempo alla “causa”. Disperatamente, allora, avete cominciato a vagare per la rete in cerca dello spoiler, dell’anteprima che vi avrebbe finalmente messo l’animo in pace.

Ebbene smettete di cercare, siete approdati nel luogo giusto: Maria de Filippi ha stupito ancora una volta. Se credevate, infatti, che la regina degli ascolti tv avrebbe puntato su “veterani” della trasmissione per andare sul sicuro vi sbagliavate. Gli eredi di Costantino VitaglianoPaola Frizziero, Serena Enardu e tanti altri non si erano mai visti prima a Cinecittà. 

I nuovi tronisti di Uomini e Donne rispondono al nome di Giuseppe e Marco. Il primo, biondo e occhi azzurri, è di Milano, città in cui  alterna il lavoro di commesso, in un negozio di abbigliamento, a quello di modello. Il secondo, Marco, è moro, con la coda di cavallo, e vive in Sicilia dove impartisce lezioni di vela e scuola guida. 




31
agosto

IL COLORE DEI SOLDI: ENRICO PAPI AL DEBUTTO CON IL NUOVO PRESERALE DI ITALIA UNO. PER LA PUPA DAYANA MENDOZA ARRIVA IL SECCHIONE OMAR MONTI.

Secchione Monti Enrico Papi Dayana Mendoza Il colore dei Soldi

Vi avevamo annunciato in anteprima l’arrivo del nuovo show di Italia Uno, Il Colore dei Soldi, già nel mese di marzo. Adesso che l’estate è quasi terminata, e i palinsesti si apprestano a tornare carichi di novità per l’autunno, Enrico Papi è finalmente pronto al debutto con questo che si prennuncia come uno dei game più adrenalinici mai andati in onda, sugli schermi da lunedì 7 settembre alle 20:30.

Ma il simpatico conduttore non sarà solo in questa sua avventura, e se durante il ritorno in tv della Ruota della Fortuna ha potuto godere della sexy compagnia della prorompente Victoria Silvstedt, questa volta avrà al suo fianco una mora dalla bellezza mozzafiato; come vi abbiamo anticipato infatti, a Italia Uno è pronta ad approdare anche Dayana Mendoza, che televisivamente parlando può vantarsi testa coronata, vincitrice nel 2008 del titolo di Miss Universo. Ma la squadra non è ancora al completo, e per una pupa che farà girare la testa ai telespettatori, non poteva mancare un secchione che li guidi attraverso il meccanismo dello show, in cui i numeri hanno una loro, fondamentale, importanza. Il compito di maestrino sarà affidato ad un volto noto alla rete giovane di Cologno, Omar Monti, meglio conosciuto come “il secchione Monti“, fra i protagonisti dell’indimenticato reality La Pupa e il Secchione, dunque vecchia conoscenza di Enrico Papi.

Tratto dall’inglese The Colour of Money, il format nel nostro paese avrà identica struttura, con il giusto mix di suspance e azzardo; il meccanismo del gioco prevede infatti che il concorrente di turno conosca fin dall’inizio, tramite la scelta di una fra le tre “card” a sua disposizione, la cifra che potrà vincere nel corso della puntata, per un massimo di 100.000 Euro. Lo scopo del giocatore sarà quello di eguagliare la somma conosciuta ancora prima di cominciare il quiz, in 10 giocate; in ognuna di queste il concorrente sceglie uno slot colorato. Sullo slot cominciano a scorrere i soldi, che si stopperanno solo quando lo deciderà il concorrente, che deve però fare attenzione a non lasciare che lo slot raggiunga il suo limite massimo: se riesce a fermarlo prima o esattamente sulla cifra contenuta in esso, vince quella somma. Ogni slot contiene dai 1.000 ai 20.000 Euro. Soltanto pareggiando la somma vinta con quella iniziale, sarà possibile portare il premio a casa e utilizzarlo come dichiarato fin dall’inizio; ogni concorrente, infatti, annuncerà, prima di iniziare a giocare, come intende spendere i soldi vinti, raccontando piccoli o grandi sogni da realizzare. (Qui nello specifico il meccanismo del format inglese e un video tratto dalla prima puntata dello show)


31
agosto

DE GRANDE FRATELLO HISTORIA UNIVERSALE/ 5: AUSTRALIA

Grande Fratello Australia

Fenomeno irresistibile il Big Brother, lo impariamo sempre di più ad ogni appuntamento di questa rubrica enciclopedica. Oggi la navicella della nostra indagine fa scalo nel più recondito dei continenti. Facciamo visita agli australiani infatti per vedere come si sono posti, e come ultimamente si rapportano, al cospetto della rivoluzione impressa alla storia dello spettacolo dal Grande Fratello, considerato che ad esempio un paese, a loro molto affine, come l’ex madrepatria inglese ha appena proclamato la morte mediatica del reality.

Big Brother Australia accese le sue telecamere nell’aprile del 2001, con una durata media di novanta giorni per tutte le edizioni. Il format ha vissuto nel paese molte innovazioni che hanno prodotto un effetto di varietà molto gradito dai telespettatori, tanto che sono già andate in onda otto edizioni normal e un breve esperimento nella formula celebrity.

Una prima peculiarità riguarda già la location della casa, situata all’interno del parco tematico di Dreamworld nel Queensland dando così ai visitatori la possibilità, prima, di assistere da una zona specifica a quello che avviene nella casa e di riaprire, poi, dopo la fine della trasmissione e prima dei preparativi per la nuova, la leggendaria porta rossa per visitare quei luoghi iperscrutati per mesi da casa: una scelta simbolica di grande impatto nelle logiche di democratizzazione del mezzo televisivo che tanto imperano nell’intrattenimento contemporaneo. Consideriamo anche il formidabile ritorno in termini di business di tale strategia di marketing incrociato del prodotto.





31
agosto

LORENZO FLAHERTY DICE ADDIO AI RIS. IL CAPITANO VENTURI CEDE IL POSTO A EURIDICE AXEN.

Ris Euridice Axen Lorenzo Flaherty

L’ultimo caso del capitano Venturi nella squadra televisiva dei Ris rimarrà quello della setta di Adler, il sanguinario gruppo criminale protagonista dell’ultima stagione della serie televisiva. Per lo storico personaggio, interpretato da Lorenzo Flaherty, non ci saranno altri intricati enigmi da risolvere.

Un allontanamento non voluto, come svela Tv Sorrisi e Canzoni, e arrivato per l’attore come un fulmine a ciel sereno, anche se era noto già da tempo che parte del cast sarebbe cambiata. Flaherty, però, si aspettava di iniziare presto le riprese della sesta stagione della popolare serie televisiva prodotta da Taodue, e così non sarà. “Nella nuova serie, la sesta, non ci sarò. E devo ammettere che quando sono venuto a saperlo sono rimasto sorpreso. E dispiaciuto” – racconta l’interpete del capitano Venturi – “Si sarebbe potuto trovare un giusto equilibrio tra i costi e un gruppo di attori ormai affiatato. E non inserire un elemento di rottura così forte nella scelta del cast“. Al suo posto, infatti, ci sarà una nuova figura che coordinerà le indagini dei Ris, che da Parma cambieranno location per approdare a Roma, l’attrice Euridice Axen, con un passato da doppiatrice, già vista in Centovetrine nel ruolo di Monica Graziosi, e poi in Vivere, in cui ha interpretato Valeria Castri.

Amareggiato Lorenzo Flayerti spiega comunque di poter capire “il periodo storico nel quale viviamo, la crisi economica e la necessità di risparmiare“, e visti gli ascolti non proprio entusiasmanti dell’ultima stagione andata in onda, e il cachet di 800.000 euro dichiarato dall’attore a Sorrisi la scorsa settimana, è anche comprensibile che si sia voluto proseguire facendo però attenzione al “bilancio“. E se i Ris cercano così una nuova strada, e magari una nuova fetta di pubblico per il loro sesto anno, Lorenzo Flaherty non esita a guardare al futuro, dichiarando l’intenzione di passare dal piccolo al grande schermo, con il progetto di un film dal titolo “Coppia da Sballo”, che dovrebbe iniziare a girare già da novembre.


31
agosto

LA TRIBU’ DI PAOLA PEREGO HA, FINALMENTE, IL SUO CAST DEFINITIVO. ALL’APPELLO MANCA SOLO FABIO FULCO

La Tribù (copertina Sorrisi e Canzoni)Dopo un’estate ricca di voci e smentite, sembra essere giunto al termine il toto-cast per La Tribù – Missione India, il nuovo reality di Paola Perego in onda dal 16 settembre, ogni mercoledì, su Canale 5. Nel numero in  Sorrisi domani in edicola, campeggia la conduttrice con l’inviato alle sue spalle, Paolo Brosio (come confermato nell’intervista rilasciata a noi di DM pochi giorni fa), e tutto intorno a lei il cast definitivo di ben 11 concorrenti, salvo ingressi last minute.

All’appello, tra le donne, ben sette, rispondono tutte presente e non vi è nessuna defezione. Sono, infatti, in partenza per l’India: Nina Moric, Nena Ristic, Eleonora Brigliadori, Elenoire Casalegno, Federica Moro, Samya Abbary e Siria De Fazio. Invece, il gruppo degli uomini perde un pezzo, Fabio Fulco, e si presenta in sole quattro unità: Emanuele Filiberto, Matteo Cambi, Daniele SoragniVittorio Marcelli. Quindi, a meno di non voler annoverare Soragni nella categoria, mancheranno all’appello il belloccio e lo sportivo di turno.

Salutiamo definitivamente, quattro fra i nomi finora circolati. Niente partenza alla volta dell’India, quindi, per Susanna Messaggio, Andrew Howe e (l’auto candidato) Antonio Zequila. A Fulco, invece, possiamo augurare di passare un sereno autunno in famiglia. Dopo il siluramento della sua fidanzata, Cristina Chiabotto, dalla tribù calcistica di Controcampo (a favore di una Lopez qualsiasi, tutta sculettamenti e scapezzolamenti), entrambi potranno godersi il reality beatamente dal divano di casa loro. Insieme, perlomeno.





31
agosto

UN COCCODRILLO PER AMICO: L’ENNESIMA RIPROPOSIZIONE DI UN’IMPROBABILE COPPIA CATODICA

Un Coccodrillo per Amico

Si, sono prevenuto. Ma d’altronde chi potrebbe non esserlo nei confronti dell’ennesima riproposizione catodica dell’improbabile coppia Massimo BoldiBarbara De Rossi? Che poi, a volerla dire tutta, potrebbe parlarsi di improbabile trio con l’aggiunta di Maurizio Mattioli. Ma questa è decisamente un’altra storia.

A quanto pare, non è bastato il Ciclone in Famiglia di Italia1 ad affossare la strana coppia, e questa volta ci si mette di mezzo anche il titolo: Un Coccodrillo per Amico. Capite? Un Coc-co-dril-lo per Amico! Almeno Enzo De Caro aveva Una Donna per Amico (Elisabetta Gardini). E la domanda non può non sorgere spontanea: “Ma perchè mai un’attrice come Barbara De Rossi ha scelto di dare una virata assolutamente incomprensibile ad una carriera che, seppur in discesa, ha avuto modo di lasciare il segno?”. 

Ma tant’è, ormai non ci resta che sperare che l’animale sia almeno da intendere in senso metaforico, e per il momento l’unica certezza è che domenica prossima troveremo Lorenzo e Suor Laura (questi i nomi dei personaggi interpretati) ad aprire le danze della nuova stagione di Canale5, per quanto riguarda il prime time. Fortunatamente, s’è pensato bene a Cologno Monzese di riservare all’ “attesissimo” film tv una “domenica qualunque” (fuori garanzia), probabilmente per la consapevolezza dell’appeal di un prodotto come quello di cui parliamo.

Dopo il salto la trama:


31
agosto

LA RAI NELL’ERA GRAZIALE /8: “I LAVORATORI A PROGETTO: FIORELLO, GIORGIO PANARIELLO, GIANNI MORANDI, PAOLO BONOLIS E ADRIANO CELENTANO”

La Rai nell’era Graziale (Fiorello, Morandi, Panariello, Celentano, Bonolis)

Un’ammiraglia, qual è Raiuno, ha bisogno anche di numeri uno. O, per lo meno, che eventi speciali siano affidati a personaggi eccezionali. Non meri mestieranti, ma grandi lavoratori a progetto: sia esso un Festival della Canzone Italiana oppure un sabato sera o, ancora, uno show paillettes, lustrini e budget senza limiti. Anche Fabrizio Del Noce, neo-ex direttore di rete, quindi, ha preferito cercare fuori dalle risorse interne l’uomo giusto per il programma giusto o il contrario: il programma adatto alle corde di un fuoriclasse. 

Come nel caso dello showman più ricercato dell’etere: Fiorello. Uomo simbolo di Sky e per un soffio mancato conduttore di Striscia la Notizia, Rosario Fiorello, in realtà, non deve propriamente la sua rinascita al caro noisette, ma Stasera Pago Io, con le sue varie incarnazioni, ha avuto un colpo di coda durante La Rai nell’Era Graziale e, come tale, qui deve essere menzionato. E rimpianto. Sì, perché la corte al bravo Fiorello è durata oltre un lustro e ha prodotto solo un divertissement come è stato Viva Radiodue … e un po’ anche Raiuno; anche nella versione short (almeno nelle presto abbandonate intenzioni iniziali) Viva Radiodueminuti.

Percorso simile a quello di Fiorello, ma in tono minore e con tonfo finale, è quello che ha affrontato Giorgio Panariello. Uno show fortunato come Torno Sabato in era pre-Del Noce, tanti derivati sempre meno brillanti e meno riusciti in piena Era Graziale, e l’approdo al Festival di Sanremo. Questo, l’anno dopo Bonolis, in un’edizione che vede i suoi momenti migliori in Ilary Blasi che saluta il marito seduto in prima fila ed in John Travolta profumatamente pagato per massaggiare i piedi a Victoria Cabello. Oltre a bassi ascolti e critiche a go-go, per la conduzione in generale e per i monologhi d’apertura in particolare; entrambe le cose non all’altezza dell’evento. 


31
agosto

ASCOLTI TV DI DOMENICA 30 AGOSTO: IL MOTOGP VINCE LA SERATA CON OLTRE 4 MILIONI (21.7%). SISTER ACT (19%) STACCA I CESARONI (12%). 6 MILIONI E MEZZO PER LA F1

Ascolti tv di domenica 30 agosto

PRIME TIME – E’ il Gran Premio di Indianapolis di MotoGp su Italia1 il programma più visto in prima serata con 4.315.000 spettatori e il 21.73% di share. Superata l’ennesima replica del film Sister Act su Raiuno, vista da 3.459.000 spettatori con il 19.12% di share, che a sua volta stacca nettamente I Cesaroni, fermi a 2.276.000 spettatori (12%). Risultato simile per le ultime repliche di Ncis (i nuovi episodi da domenica prossima) che hanno ottenuto 2.210.000 e l’11.32%. Alle falde del Kilimangiaro ottiene 1.741.000 spettatori (9.29%) e Gsg9 su Rete4 1.124.000 (5.78%).

ACCESS PRIME TIMESupervarietà su Raiuno ha ottenuto 3.595.000 spettatori e il 18.54% di share. Il primo episodio de I Cesaroni si ferma a quota 1.976.000 spettatori (10.12%).

PRESERALESarabanda, con la finale del torneo, saluta il pubblico con 1.909.000 spettatori e il 14.08% di share. Alla stessa ora su Raiuno Il commissario Rex ottiene il 16.11%

TELEGIORNALI – Molto vicini i dati delle edizioni serali dei tg delle ammiraglie: 4.035.000 spettatori per il Tg1 (24.96%), 4.005.000 per il Tg5 (24.60%).

SPORT - Il Gran Premio del Belgio di Formula 1, vinto dalla Ferrari di Raikkonen, è stato visto su Raiuno da 6.451.000 spettatori e il 42.89% di share, incrementando gli ascolti rispetto agli ultimi Gp. Buon risultato per Guida al campionato oltre il 15% di share. La Domenica sportiva su Raidue arriva al 12.63% di share, Controcampo su Rete4 si ferma al 10.88% (prima parte al 7.78%).

ASCOLTI SKY – Nell’intera giornata i canali della piattaforma Sky hanno raccolto uno share medio del 12,1% con 7.182.209 spettatori unici. In prime time l’audience media dei canali Sky è stata di 2.169.079 spettatori medi, con l’11,3% di share. Sui canali Sport e Calcio, per la 2^giornata di Serie A, il match Roma-Juventus, trasmesso dalle 18 su Sky Sport 1 e Sky Calcio 1, ha ottenuto un ascolto medio complessivo di 1.389.333 spettatori (2.005.646 i contatti unici) e uno share del 12,25%. Si tratta di record di share per un match di Serie A. Alle 20.45, 965.745 spettatori complessivi hanno seguito le partite della 2^giornata del campionato di Serie A. (continua dopo il salto…)


Davide Maggio consiglia...

Pagelle TV dell’anno 2017 – I Promossi

10 a Carlo Conti. Il tris di successi sanremese, quasi impensabile alla vigilia, lo consegna alla storia della tv contemporanea. Nel 2017, per la kermesse festivaliera, è riuscito a

Pagelle Tv dell’anno 2017 – I Bocciati

5 a Fabio Fazio. Il 2017 é stato l’anno dell’agognata “promozione” su Rai1 e delle polemiche. Tante chiacchiere e critiche, spesso infarcite di populismo, respinte con fermezza

TV del 2018: quello che vedremo nei prossimi mesi su Canale 5, Rai1, Rai2, Italia1, Rai3 e Rete4

Un nuovo anno di televisione sta per partire e, come sempre, porterà con sé novità e vecchi cavalli di battaglia. Scopriamo cosa ci riserveranno i prime time dei

10 espedienti per «massaggiare» gli ascolti TV

Sulla generalista vincono sempre tutti, non c’è mai nessuno che perda. Sulle tematiche è un record dopo l’altro, è sempre il miglior risultato di sempre. L’avvento dei nuovi