15
maggio

1 CONTRO 100 A RISCHIO CHIUSURA. PRONTO “IL SOCIO”

1 Contro 100 @ Davide Maggio .it 

Le mie perplessità sulla conduzione del nuovo preserale di Canale5 forse non sono state poi così sbagliate. 

Dopo un buon esordio, 1 Contro 100 ha perso, di giorno in giorno, fette importanti di share e si avvicina sempre più al record negativo di Formula Segreta.

Gli ultimi dati auditel (facciamo riferimento a quelli di sabato perchè la domenica è una giornata sui generiis soprattutto quando fa molto caldo come in questi giorni) parlano di poco più di 2 milioni di ascoltatori con uno share che si aggira intorno al 18%.

Risultato decisamente inferiore agli obiettivi di rete, 23%.

Ma c’è chi, in quel di Mediaset, è ben felice del mancato successo del nuovo preserale di Amadeus.

Bisogna fare qualche passo indietro e arrivare alle settimane che hanno preceduto la scelta di 1 Contro 100 come nuovo preserale di Canale5.

Come saprete (ho scritto dettagliatissimi post sull’argomento) c’erano in lizza ben 8 preserali. Si era arrivati ad un testa a testa tra 1 Contro 100 ed un altro preserale.

La differenza tra i due stava nella produzione. Il primo era un format di Endemol, il secondo sarebbe stato prodotto internamente da Mediaset (RTI).

La produttrice del programma scartato (la famosissima Fatma Ruffini) si dice che male abbia digerito la preferenza accordata al programma targato Endemol e abbia, sino all’ultimo, fatto carte false affinchè potesse andare in onda il Suo preserale.

1 Contro 100 @ Davide Maggio .itBene! Nonostante la Ruffini non sia riuscita nei suoi intenti, si dice che sia riuscita ad ottenere una sorta di “prelazione” per il suo programma qualora 1 Contro 100 si fosse rivelato un flop.

Il programma di cui parliamo è Il Socio, programma testato sin dallo scorso novembre che, a differenza degli altri, è stato oggetto di due puntate zero.

La cosa strana è che, sin dalla prima settimana di programmazione di 1 Contro 100, c’è chi dava per certa la partenza de Il Socio già da settembre, senza guardare nemmeno i dati auditel della prima settimana di programmazione del nuovo preserale.

Le cose sembra che, dati auditel alla mano, siano addirittura peggiorate.

Partiamo da un presupposto. Un preserale col 18% di share è un fallimento. Ci sono dei “ma”.  

Vediamo, quindi, quali sono gli scenari possibili.

Iniziamo col dire che i programmi trasmessi durante il periodo estivo sono, nella maggior parte dei casi, dei test per sondare il livello di gradimento del pubblico. Qualora vadano male, dunque, vengono chiusi senza possibilità d’appello alcuna al termine della stagione estiva.

Per 1 Contro 100 le cose stanno diversamente. Stante il flop di Formula Segreta e il contratto milionario di Amadeus pagato per presentare un preserale che non ha, di fatto, mai condotto, si è deciso di programmare il programma attualmente in onda alle 18.50 sino al prossimo giugno con le due classiche pause stagionali che avrebbero visto il ritorno, ancora una volta di “Chi Vuol Essere Milionario”.

1 Contro 100 non è, per questo, un classico preserale estivo in fase di test. Ma il nuovo preserale di Canale5 scelto per la prossima stagione.

Questo significa che non si potrebbe tollerare un eventuale flop. Ne andrebbero di mezzo gli investimenti pubblicitari per la prossima stagione televisiva.

Di conseguenza, è da escludere, per il momento e salvo ascolti in risalita, che 1 Contro 100 possa proseguire a settembre.

Il problema si restringe all’estate.

La soluzione più ovvia sarebbe quella di far proseguire Amadeus sino agli inizi di settembre ma il programma di cui parliamo ha dei costi notevolissimi e deve far fronte a degli sforzi organizzativi non sottovalutabili (non dimentichiamo che in ogni puntata ci sono almeno 101 concorrenti).

Proprio per questo non sarebbe da escludere aprioristicamente una chiusura repentina del programma.

E pensate un po’… è notizia dell’ultimo minuto che le registrazioni delle puntate odierne di 1 Contro 100 sono state cancellate.

La cosa che mi stupisce (e che mi auguro venga presto capita dalla dirigenza di Canale5) è che il vero problema non credo risieda, come ho detto ormai sino alla nausea, nel format ma nel conduttore.

Chiudere un programma dalle eccellenti potenzialità è un vero peccato. Uno dei migliori quiz-show sul mercato.

Credo, allo stesso tempo, che si ripresenterebbe lo stesso identico problema anche con Il Socio al timone del quale dovrebbe esserci comunque Amadeus, unico presentatore, per il momento, ad averlo testato.

La soluzione ideale sarebbe testare 1 Contro 100 con un nuovo conduttore e fare qualche variazione nello staff autorale che, sinceramente, sembra formuli le domande per il quiz di cui parliamo ispirandosi al Grillo Parlante.

Cosa accadrà?




15
maggio

AMICI : AL VIA I CASTING PER LA 7^ EDIZIONE

Amici @ Davide Maggio .it

Come ci aveva fatto intendere Luca Zanforlin nella Sua intervista per la TVina Commedia, la prossima edizione di Amici partirà regolarmente con l’inizio della prossima stagione televisiva.

Come di consueto fervono i preparativi per selezionare gli aspiranti allievi e, puntuali, arrivano i casting “sotto il sole” che ogni anno vedono migliaia di ragazze e ragazzi affollare gli ingressi di Via Lamaro di Cinecittà.

Per tutti i lettori appasionati del talent show di Maria De Filippi, ecco le date e i dettagli dei prossimi provini :

  • Mercoledì 30 e Giovedì 31 : cantanti, ballerini di danza classica, ballerini jazz e hip hop, attori

  • Venerdì 1 Giugno: cantanti, attori

  • Lunedì 4, Martedi 5 e Mercoledì 6 Giugno: cantanti, ballerini di danza classica, ballerini jazz e hip hop, attori

I provini in sintesi :

Dove : Cinecittà – ingresso di Via Lamaro;

Quando : nelle date citate dalle 9 alle 17;

Chi : giovani rientranti nelle predette categorie e che abbiano un’età compresa tra i 18 e i 26 anni, muniti di regolare documento di identità. Potranno essere ammessi ai casting anche coloro che compiranno la maggiore età entro il 30 Settembre ma dovranno essere accompagnati da un genitore che dovrà esibire regolare documento di identità;

Quanti : verranno provinati i primi 3000 candidati che si presenteranno in ognuna delle date indicate;

Costi : i provini sono gratuiti ma le eventuali spese di viaggio, vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti. Non è previsto un rimborso spese per i candidati;

Consigli : la produzione consiglia di preparare uno o due brani a scelta con base musicale. Portare dell’acqua e un copricapo;

Note : la produzione comunicherà di volta in volta l’eventuale necessità di ulteriori provini. Potrà essere richiesto un provino in ogni disciplina;

Info : chiamare 06/37351854;

Importante : le date appena comunicate sono passibili di modifica. Per questo controllate sempre il calendario ufficiale prima di recarvi ai casting. Potete trovarlo –> QUI

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


14
maggio

MEDIASET ACQUISTA ENDEMOL

Mediaset / Endemol @ Davide Maggio .it

Una delle case di produzione televisive più prestigiose del mondo è diventata tutta italiana.

Ne avevo parlato alcuni mesi fa ma la conclusione dell’accordo è arrivata solo oggi.

Mediaset ha acquistato il 75% di Endemol, la società di produzione olandese di John de Mol che faceva capo al gruppo spagnolo Telefonica. 

Per la precisione, Mediacinco Cartera SL, Cyrte Fund II B.V. e GS Capital Partners VI, L.P., hanno firmato un accordo con Telefonica per l’acquisto del 99.7% di Endemol Investment Holding BV che detiene il 75% della società operativa quotata Endemol NV.

Mediacinco Cartera SL è una società formata da Gestevision Telecinco SA e Mediaset. La stessa Gestevision Telecinco fa, però, capo alla stessa Mediaset che ne detiene il 50,13%.

Cyrte Fund II B.V. fa capo invece all’ideatore di Endemol, John de Mol che ne riacquista, dunque, parzialmente la proprietà.

La cosa interessante sarà vedere le ripercussioni che quest’acquisizione avrà sulla RAI che, com’è noto, ha nei propri palinsesti tanti format della casa di produzione olandese.

Giovanni Minoli aveva asserito che, con un’operazione del genere, la Rai sarebbe stata di fatto privatizzata e Mediaset avrebbe fatto un doppio affare :

  1. potrebbe innovare a suo piacimento l’offerta generalista attingendo dal serbatoio Endemol;

  2. avrebbe un controllo indiretto (e retribuito) del palinsesto Rai.

I primi commenti sembrano tutti positivi anche da parte dei vertici RAI e della politica italiana, ostile all’ex premier.

Seguiremo con attenzione tutte le evoluzioni.

Per informazioni dettagliate sull’acquisizione potete scaricare il Comunicato Ufficiale dell’Ufficio Stampa Mediaset disponibile, di seguito, per il download.

[* : il logo NON è il logo ufficiale di Mediaset S.p.A. e ha il solo scopo di presentare il post. I proprietari dei rispettivi marchi posso chiedere la cancellazione del presente logo contattando davidemaggio.it via email - mail@davidemaggio.it ]





14
maggio

DARIA BACIA TUTTI

Daria Bignardi @ Davide Maggio .it

Partiamo da un presupposto. Io e la Bignardi siamo su due lunghezze d’onda completamente diverse.

Ma nonostante questo, dopo averla vista all’opera, non solo posso garantirVi che siamo di fronte ad una brava professionista ma posso assicurarVi che la cara Daria è diventata uno dei miei sogni erotici.

Per questo motivo, mi diverto a seguire i suoi “spostamenti televisivi“.

Lo scorso martedi, la barbarica intervistatrice è stata ospite della terza puntata di 12° Round, programma di Paolo Martini, molto simile alle Invasioni Barbariche, in onda ogni martedi alle 00.15 su RaiDue.

Bella intervista con un finale… caliente! Eh si, la Bignardi ha bissato.

Matteo Menetti @ Davide Maggio .itCome se non fosse bastato il bacio dato ad Ambra durante una puntata dello suo show su La7, la maliziosa Daria Bignardi si è concessa (televisivamente) per la seconda volta e ha assecondato le calde richieste di Matteo Menetti (uno dei tre giornalisti che accompagnano Martini) e… lo ha baciato!

Bisogna fermarla. Oppure è necessario che inizi a baciare anche i blogger!

Non a caso ho iniziato ad occupare lo studio delle Invasioni come potete vedere dalla foto presente nell’header del blog dove la scrivania barbarica è MIA!

Il contributo video è indispensabile.

E allora godetevi, qualora li abbiate persi, i baci con Ambra e con Matteo Menetti in un piccolo collage al quale si spera che non si aggiungano altri tasselli! 


12
maggio

MOMENTI DA (NON) DIMENTICARE : UNO, DUE, TRE… STRADA!

Imma (Uno Due Tre…Stalla) @ Davide Maggio .itInizialmente doveva essere una tranquilla fattoria alle porte di Roma ma con l’amichevole ingresso “salva ascolti” di Maria De Filippi nello staff autorale si è ben presto trasformata in un infernale teatrino televisivo in cui, nemmeno a dirlo, a farla da padrona è una vera e propria battaglia all’ultimo sangue tra vallette e contadini, schierati ferocemente le une contro gli altri e viceversa.  

Ciò che sto per mostrarVi è accaduto soltanto mercoledi scorso ma è destinato ad entrare di diritto nei Momenti Da (NON) Dimenticare.

Parlo della performance di Imma (valletta – o presunta tale – di Uno Due Tre…Stalla) che, con tanto di genitori al seguito, si è ferocemente avventata contro i contadini e ha concluso il suo elegantissimo siparietto con un soave balletto in perfetto stile… marciapiede!

Tutto lo studio (pubblico, contadini, vallette, conduttrice e quant’altro) non ha potuto fare a meno di deriderla. Durante la stessa serata, però, Pietro Taricone è andato decisamente oltre.

Sarò attratto dal trash e forse dovrei vergnognarmi… ma io mercoledi prossimo mi sintonizzerò su Uno, Due, Tre…Stalla che, sino ad ora, non ho avuto il “piacere” di guardare!

E Maria De Filippi è dannatamente geniale. Su questo, purtroppo, non ci piove!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





12
maggio

CHIUSO VOTANTONIO. IN RAI E’ DI NUOVO BUFERA!

Votantonio @ Davide Maggio .itE’ la stagione dei flop, non c’è niente da fare.

Mai in vita mia avevo assistito ad susseguirsi così frequente di clamorosi insuccessi televisivi che hanno portato, conseguentemente, ad una programmazione instabile ed altalenante come quella di quest’anno.

Una soap opera dei palinsesti che non accenna a terminare.

La notizia dell’ultima ora è che il tanto atteso programma di RaiDue Votantonio è stato bruscamente stoppato nonostante sia stata già registrata una seconda puntata che non verrà mai mandata in onda.

Il programma di Fabio Canino si è rivelato un clamorosissimo flop e la chiusura era praticamente una scelta obbligata. Ma Votantonio un record l’ha segnato : l’ascolto più basso mai registrato nella storia del prime time della Rai. Un miserissimo 4,96% di share con 1.174.000 ascoltatori.

Lunedi prossimo gli spettatori di RaiDue potranno far affidamento su Voyager – Ai confini della conoscenza di Roberto Giacobbo.

Quello di Votantonio non è un flop da sottovalutare.

Questa chiusura, “consacrando” l’ennesimo insuccesso di Antonio Marano, direttore della seconda rete della TV pubblica e “espressione” della Cdl, ha alimentato l’annosa questione della composizione del Consiglio d’Amministrazione della RAI.

La RAI, si sa, è politica pura e segue le vicende politiche del paese (per chi non lo sapesse l’azionista di maggioranza è il Tesoro).

Per questo motivo, mal può essere sopportato da un governo di centrosinistra un “5 a 4 a favore dell’opposizione” nell’attuale Consiglio d’Amministrazione dell’azienda di Viale Mazzini.

La bufera è iniziata lo scorso 25 ottobre quando per la prima volta c’è stata una spaccatura tra i consiglieri che non hanno votato all’unanimità.

La questione si è protratta sino a ieri passando per diverse fasi (un’analisi dettagliata e ben fatta potete trovarla qui) e per seguirne l’evoluzione non resterà che aspettare le 10 di mercoledi 16 maggio quando si terrà un Consiglio d’Amministrazione convocato su richiesta del Ministro Padoa Schioppa. 

All’ordine del giorno :

  • Convocazione dell’Assemblea Ordinaria dei Soci per la revoca di un amministratore e nomina di un nuovo amministratore della società.

Per la cronaca, l’amministratore che il Ministro vuole far fuori è Angelo Maria Petroni. Quest’ultimo è infatti il consigliere nominato direttamente dal Tesoro. La Sua nomina, però, è stata fatta dall’allora Ministro dell’Economia Siniscalco e, dunque, pur rappresentando il Tesoro è, in questo caso, espressione del Ministro dell’Economia del vecchio governo.


11
maggio

TELEMAFIA?

Mafia @ Davide Maggio .it

Non è un mistero cosa rappresenti per me questo blog e dopo oltre un anno di attività, un piccolo bilancio si può fare.

Le soddisfazioni che questo blog mi ha regalato sono innumerevoli. Oltre ad un crescente numero di lettori (ormai quasi 2.000 visitatori al giorno divorano queste pagine), ho avuto l’onore di ricevere tante, tantissime email da addetti ai lavori che hanno voluto complimentarsi con me per il lavoro che giornalmente svolgo.

Una di queste ha avuto anche la capacità di commuovermi.

Non pensavo che, in così breve tempo, il mio obiettivo potesse essere centrato.

Ma l’obiettivo è, in fin dei conti, centrato per metà.

Di tutte queste persone, soltanto una ha “concretizzato propria stima” facendo seguire alle parole i fatti (a breve vedrete una piccola novità su davidemaggio.it).

E gli altri?

Certo, non sono l’unico e non sono certamente il migliore ma se un professionista del settore mi contatta ed in maniera assolutamente entusiastica “garantisce” al sottoscritto che, per quanto ha potuto leggere, la stoffa per realizzare i propri obiettivi c’è e presto gli sforzi verranno ripagati, perchè mai non dovrebbe volermi nel suo staff e far fruttare le potenziali risorse di un personaggio che stima?

Sarò forse io a non aver ancora ben capito come funziona il mirabolante mondo dello spettacolo?

Probabilmente no! Ma da persona assolutamente in buona fede rimango profondamente convinto che, nonostante la poca “pulizia” del sistema, i talenti (veri) vengono premiati, quelli raccomandati… molto spesso sfancxxati!

Fino a quando, però, accadranno cose del genere, i dubbi saranno sempre maggiori e la consapevolezza di essere un illuso sempre più forte!

Concludo con una frase di Aldo Grasso :

Tutte le volte che i migliori sono entrati in un’impresa [...], l’impresa ne ha sempre guadagnato!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


10
maggio

AMARCORD, Che Fine Hanno Fatto…GLI INTERPRETI DE LA CASA NELLA PRATERIA

La Casa nella Prateria @ Davide Maggio .itMolti sono i personaggi televisivi del passato di cui si sono perse le tracce con il passare del tempo. Capita che la notizia della scomparsa di uno di questi, riporti alla luce ricordi e situazioni ormai lontane. Se il personaggio in questione poi è il Reverendo Robert Alden de La Casa nella Prateria è impossibile non essere contagiati dalla voglia di ricordare la mitica serie andata in onda in America a partire dal 1974 (9 stagioni) e in Italia dal 1985.

Il telefilm tratto dal romanzo di Laura Ingalls Wilder (1935) ed inizialmente andato in onda con il titolo Questa casa nella prateria, pur essendo partito in sordina ha avuto un successo strepitoso diventando in breve tempo una serie di culto.

Una storia decisamente tradizionalista, a tratti stucchevole e malinconica ma in grado di coinvolgere milioni di telespettatori grazie ai suoi personaggi fortemente caratterizzati ed ai quali era facile affezionarsi.

Grande consenso non solo in America ed in Italia ma anche in altri Paesi del mondo. Non è un caso se dal telefilm è stato tratto anche un cartone animato di produzione nippo-olandese che ha ottenuto fin da subito un ottimo riscontro.

Vediamo ora che fine hanno fatto i protagonisti.

MICHAEL LANDON – CHARLES INGALLS

Michael Landon @ Davide Maggio .it

E’ ricordato non solo grazie al personaggio cui dava vita in questa serie (della quale era anche ideatore) ma anche alla sua interpretazione di Little Joe in Bonanza. Nonostante la sua carriera piuttosto intensa, negli anni successivi alla conclusione della serie, si è parlato di lui principalmente a causa delle sue complesse vicende personali, alle quali si è anche ispirato un film per la tv. Si è spento nel 1991, all’età di 55 per via di un tumore alla prostata.

KAREN GRASSLE – CAROLINE INGALLS

Karen Grassle @ Davide Maggio .itKaren Grassle @ Davide Maggio .it

Dopo la conclusione della serie ha continuato a lavorare dedicandosi principalmente al teatro ed alla tv. Nonostante il grande successo ottenuto, alla fine degli anni 80, ha deciso di ritirarsi dalla scene per dedicarsi alla famiglia. Oggi si occupa sporadicamente di teatro ed ha 65 anni.

MELISSA GILBERT – LAURA INGALLS

Melissa Gilbert @ Davide Maggio .itMelissa Gilbert @ Davide Maggio .it

Grazie a questo film è stata lanciata nel mondo della tv ed oggi è una stella dei tv movie americani. E’ stata l’attrice più giovane di sempre ad ottenere la stella sulla Walk of Fame. Oggi oltre a continuare la sua attività di attrice televisiva è Presidente dell’Associazione Americana Attori. Ha 43 anni.

MELISSA SUE ANDERSON – MARY INGALLS

Melissa Sue Anderson @ Davide Maggio .itMelissa Sue Anderson @ Davide Maggio .it

Anche lei, come la sua collega, grazie a questo telefilm, è diventata una piccola star. Dopo la fine della serie ha continuato a recitare per la televisione, non riuscendo però più a trovare ruoli da protagonista. Oggi si occupa prevalentemente della famiglia ed ha 44 anni.


Davide Maggio consiglia...

DavideMaggio.it è il Miglior Sito Televisivo

Alla fine abbiamo vinto noi. DavideMaggio.it è stato premiato come Miglior Sito Televisivo ai MIA 2016.

Valerio Scanu VS Amici: «Se non entri nelle grazie giuste, sei finito. Maria Regina e Immacolata non sta in via Tiburtina»

“AMICI mi ha dato la possibilità, dopo tanti anni di piano bar (avevo 11 anni e mio padre si caricava decine di kg di strumentazioni sulle spalle per

Eurovision Song Contest 2017: Gabbani vincitore secondo gli scommettitori

Si avvicina l’Eurovision Song Contest 2017 e si delinea quindi il parterre dei cantanti che si esibiranno a Kiev, in Ucraina, il prossimo maggio. A fare da apripista

Morgan fuori da Amici. Maria De Filippi: «mio fallimento»

“Sono purtroppo costretta a confermare le voci che annunciano l’uscita di Morgan da Amici. È vero e lo considero un mio fallimento“. Lo afferma Maria De Filippi in