Che Dio ci Aiuti



7
marzo

Le Pagelle della Settimana Tv (27/02-5/03/2017). Promosso Montalbano. Bocciati Lemme a C’è Posta e il no a Maradona

zingaretti commissario montalbano

Luca Zingaretti

Promossi

10 a Il Commissario Montalbano. Ormai quasi non fa più notizia. E’ la serie più amata, seguita e forse meglio realizzata del piccolo schermo. L’impressione è che dopo 30 capitoli, il segreto stia più nel come che nel cosa racconti al pubblico.




24
luglio

CHE DIO CI AIUTI 4: SUOR ANGELA LASCERÀ FABRIANO?

Che Dio ci aiuti

Che Dio ci aiuti! Mai titolo fu più azzeccato per la fiction con protagonista Elena Sofia Ricci nei panni della simpatica Suor Angela. La serie di Rai1, nonostante l’ottimo riscontro di pubblico ottenuto nelle sue prime tre stagioni, si ritrova, infatti, a dover fronteggiare diversi intoppi nella realizzazione del suo quarto capitolo. Inizialmente prevista nel piano di RaiFiction del 2015, la serie è stata poi fatta slittare al 2016, per lasciare spazio a Non dirlo al mio capo, altra produzione a marchio Lux Vide.

A complicare ulteriormente la situazione ci si è messa ora anche la regione Marche che, secondo quanto riportato da Il Resto del Carlino, non avrebbe ancora risposto alla domanda di sovvenzione attivata dai responsabili della casa di produzione della famiglia Bernabei, interessati ad ambientare anche il quarto capitolo della serie nella città di Fabriano. Il problema è naturalmente ancora una volta di natura economica. La regione Marche, che in passato, sotto l’amministrazione del Presidente Gian Mario Spacca, aveva sborsato diverse migliaia di euro per strappare la fiction Rai a  Modena (location delle prime due stagioni) e portarla in quel di Fabriano, non sembra essere più disposta sborsare tali cifre.

Una scelta che rattrista il sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola, che sulle pagine del quotidiano dichiara:

“Sarebbe un peccato perdere la fiction, ma a questo punto mi sembra veramente difficile che resti da noi. Noi possiamo e vogliamo continuare a concedere in modo gratuito tutti gli spazi richiesti in ogni angolo della città e del territorio, ma il nostro portafoglio non ci permette molto di più. Se finirà in questo modo dispiace davvero perché tutta la troupe della fiction ci ha ricoperto di complimenti per l’ospitalità. E per Fabriano la vetrina mediatica e turistica è stata veramente grandissima.”


2
dicembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (24-30/11/2014). PROMOSSI IRIS E CHE DIO CI AIUTI, BOCCIATI “I GIUSTI” DI RAI2

Max Giusti

Promossi

9 a Iris. Molti hanno scoperto la sua esistenza solo in tempi più o meno recenti, ma il canale 22 del dtt ha appena compiuto sette anni. Capostipite delle tematiche free, è tra le poche “nuove reti” riuscite a Cologno Monzese, capace di coniugare una programmazione valida e ascolti al top.

8 a Che Dio ci aiuti. Non è il primo titolo che ci viene in mente quando pensiamo ad una fiction originale o di qualità; tuttavia di fronte agli ascolti record raggiunti con contenuti tutto sommato “innocui” è giusto attribuire i meriti alle avventure di Suor Angela.

7 a Nicole Kidman. Intervenuta – si presume a peso d’oro – al galà di presentazione di Agon Channel, l’attrice australiana è un misto di bellezza, grazia e anche intelligenza. Chissà cosa avrà pensato di tanta varia e avariata umanità…

6 a Lo Zecchino D’Oro. La più classica (e sana) delle gare canore per bambini va preservata e per questo sarebbe auspicabile un maggiore supporto, promozionale ma anche autorale, da parte di Mamma Rai. Le risorse investite nella tv dei ragazzi non sono mai sprecate.





9
giugno

LE TRE ROSE DI EVA 2 VS CHE DIO CI AIUTI: LE AMMIRAGLIE PUNTANO SULL’USATO SICURO PER LA FASCIA POMERIDIANA

Le Tre rose di Eva 2

Il diavolo e l’acqua santa. No, non stiamo parlando di J-Ax e Suor Cristina ma della nuova programmazione pomeridiana che offrono rispettivamente Canale 5 e Rai 1 a partire da oggi, lunedì 9 giugno 2014. Programmazione, naturalmente, fatta in parte da repliche, ma repliche che contano.

Le Tre rose di Eva 2 nel nuovo pomeriggio di Canale 5

L’ammiraglia Mediaset, orfana de Il Segreto che da oggi abbandona il primo pomeriggio per occupare la fascia preserale, ripropone dalle 16:10 uno dei suoi maggiori successi della stagione televisiva, Le Tre rose di Eva 2. Sui teleschermi di Canale 5 tornano dunque i misteri di Villalba, partendo dalla nascita della piccola Eva per arrivare a ciò che abbiamo visto lo scorso 11 dicembre nel finale, ovvero la scoperta della vera identità della protagonista Aurora.

Un modo per allietare il pubblico di tutta Italia, già boccheggiante viste le alte temperature ma ancora lontano dalle spiagge, nonché per rinfrescare la memoria e mantenere accesa la curiosità su questa fiction, che il prossimo agosto tornerà sul set con le riprese del terzo capitolo, annunciate inizialmente per lo scorso mese di maggio. Le anticipazioni - salvo cambi di rotta repentini – rimangono le stesse che vi abbiamo già fornito: rovesciamento di ruoli tra Alessandro e Aurora, il ritorno di Edoardo e Veronica nonché un ruolo sempre centrale per l’inafferrabile Ruggero Camerana.

Che Dio ci aiuti nel nuovo pomeriggio di Rai 1

Se dunque Canale 5 si colora di rosso sangue e giallo mistery, Rai 1 punta tutto sul bianco candore di Suor Angela, la protagonista di Che Dio ci aiuti interpretata da Elena Sofia Ricci. Da oggi alle 15:00 sono in onda le repliche ed è forse in conseguenza di tale variazione di palinsesto che Estate in diretta posticipa l’inizio delle trasmissioni alle 17:13 (riduzione annunciata oggi dal profilo ufficiale Twitter).


12
aprile

FERMI TUTTI! BENVENUTI A TAVOLA 2 SI SPOSTA AL MARTEDI E COLORADO AL GIOVEDI (CONTRO THE VOICE)

Fabio Troiano e Vanessa Incontrada

Gli spostamenti nei palinsesti televisivi sono ormai all’ordine del giorno, una consuetudine per le nostre reti, pronte a sconvolgere le programmazioni e i piani dei telespettatori pur di fronteggiare qualsiasi crisi d’ascolto. L’ultimo sconvolgimento è appena stato deciso: dopo una sola puntata Benvenuti a tavola 2 cambia la messa in onda. Basta giovedì, dalla prossima settimana si va in onda di martedì. La decisione di spostare la seconda stagione della fiction culinaria è figlia degli ascolti deludenti di ieri sera.

Probabilmente la sconfitta netta di Giorgio Tirabassi e Fabrizio Bentivoglio contro la replica della prima stagione di Che Dio Ci Aiuti non era stata preventivata dai vertici del Biscione e spostare il prodotto in un giorno in cui la concorrenza non manda in onda una fiction è parsa l”unica alternativa possibile. Non finisce qui però. Infatti proprio martedì prossimo su Italia 1 avrebbe dovuto debuttare la nuova serie di Colorado che invece andrà in onda giovedì.

La scelta non è affatto casuale, infatti Colorado sembra proprio il competitor perfetto per quel The voice che tanto bene sta facendo, e che neanche la messa in onda della Gialappa’s in seconda serata è riuscita a contrastare. Al posto dello show comico su Italia 1 andrà in onda il film previsto per il giovedì (Tron: Legacy il 16 aprile), la stessa cosa varrà per Canale 5 pronta a schierare un film (giovedì ci sarà la prima tv di Sotto il vestito niente – L’ultima sfilata con Vanessa Hessler) contro un ormai incontrastabile Elena Sofia Ricci.





11
aprile

QUESTO MATRIMONIO NON S’HA DA FARE: LA FICTION DI PUPI AVATI LASCIA IL POSTO ALLE REPLICHE DI CHE DIO CI AIUTI

Che Dio ci aiuti

Questo matrimonio non s’ha da fare, o meglio non s’ha da trasmettere. Previste inizialmente dai listini Sipra dal 18 aprile al 23 maggio, le 6 puntate di Un Matrimonio sono state, infatti, rinviate a data da destinarsi. Bisognerà attendere dunque ancora un po’ per assistere al ritorno sul piccolo schermo di Pupi Avati, che firma soggetto, sceneggiatura e regia della fiction con Flavio Parenti e Micaela Ramazzotti protagonisti di un’epopea familiare lunga cinquantanni.

Il giovedì per il momento rimane saldamente in mano alla Lux Vide che a partire dallo scorso autunno, con Un passo dal Cielo 2, le repliche di Don Matteo 8 e con Che Dio ci Aiuti 2, ha praticamente monopolizzato con ottimi risultati d’ascolto la serata infrasettimanale. E’ proprio il successo ottenuto nelle scorse settimane dalla serie con Elena Sofia Ricci, ad aver spinto la tv di Stato a puntare ancora sul personaggio di Suor Angela replicando in pieno periodo di garanzia la prima stagione della fiction, andata in onda alla fine del 2011 sempre su Rai1.

Del resto la rete diretta da Giancarlo Leone, sempre più in difficoltà nel trovare formule vincenti e innovative sul fronte dell’intrattenimento, appare legata a doppio filo agli ottimi risultati portati a casa dalla fiction. Dal successo alla domenica di Un medico in famiglia, al trionfo di Volare, passando per i buoni ascolti delle miniserie in due puntate come Barabba, Trilussa, e L’ultimo Papa Re, quest’ultima in realtà fermatasi al 20% , ben sotto al 30% stimato da Sipra.


2
aprile

CHE DIO CI AIUTI CONTINUA CON LE REPLICHE DELLA PRIMA STAGIONE. STRADA SPIANATA PER THE VOICE?

Che Dio ci aiuti

Va bene la crisi, va bene puntare sull’usato sicuro ma Rai1 cede ancora alla tentazione delle repliche in pieno periodo di garanzia. Dopo la conclusione della seconda stagione con un doppio appuntamento, domani e giovedì sera, Suor Angela non lascerà i telespettatori di Mamma Rai: da giovedì 11 aprile verranno riproposti gli episodi della prima serie di Che Dio ci aiuti con protagonista Elena Sofia Ricci.

Con la fiction, che vale 7 milioni di appassionati, si punterebbe a tenere incollati gli ascoltatori su Rai1 (5 milioni in replica sarebbero già un ottimo risultato) senza infastidire The Voice of Italy che sta per entrare nel vivo su Rai2, con le Battle, da giovedì prossimo. In questa logica aziendalista la replica ci può stare, ritenendo rischioso far partire una nuova fiction – era prevista Un matrimonio di Pupi Avati – con il talent ben avviato sul secondo canale.

A debuttare proprio giovedì 11 su Canale5 sarà, invece, Benvenuti a tavola 2, che vedrà nel cast gli ingressi di Vanessa Incontrada e Fabio Troiano, che avrà il dono dell’ubiquità catodica, essendo il conduttore di The Voice.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


23
marzo

MIRIAM DALMAZIO (CHE DIO CI AIUTI) A DM: NON MI HANNO PRESO PER INTERPRETARE GIULIETTA

Miriam Dalmazio (foto di Francesca Petrangeli)

Miriam Dalmazio è giovanissima, classe 1987, ma è già nota al grande pubblico. Merito della sua interpretazione in Che Dio ci Aiuti, la fortunata fiction di Rai1 in cui veste i panni di Margherita. A DM si racconta con sincerità ma anche con l’imbarazzo di una giovane attrice che sta iniziando adesso a confrontarsi con il successo e la notorietà.

Per me ogni volta è sempre una sorpresa. E’ strano entrare nelle case degli italiani una volta a settimana. Mi piace e mi imbarazza. Il mio problema è che io vado in giro vestita male, senza trucco… non so come la gente faccia a riconoscermi.

Com’è nata la passione per la recitazione?

Quella per la recitazione, e per l’arte in genere, l’ho sempre avuta sin da bambina. Poi, vivendo a Palermo, ho frequentato qualche piccolo corso ma in realtà è stato un caso che io abbia iniziato a fare davvero questo lavoro. Un giorno ho accompagnato una mia amica a un provino e mi hanno notata…

Hai anche una passione per il canto…

Si, anche se non ho una voce educata e non ho mai studiato canto, però è una cosa che mi piacerebbe fare in futuro.

Quindi c’è la possibilità di vederti in un musical?

Magari! Anche se io non ho mai ballato e non so se sono portata. Non mi sono mai messa alla prova però tutto quello che è inerente all’arte mi piace molto.

Com’è stato il provino per ottenere il ruolo di Margherita in Che Dio ci Aiuti?

In verità ne ho fatti svariati, perché la casting director si ricordava di alcuni provini che avevo fatto un anno prima. Sono stata provinata anche per i ruoli di Giulia (Serena Rossi, ndDm) e Azzurra (Francesca Chillemi, ndDm).

Qual è stata la tua prima volta davanti alla cinepresa?