La Vita in Diretta


27
settembre

MILLY CARLUCCI SU BAILA: “ERA CONTRAFFAZIONE. NON SI DEVE USARE LA TELEVISIONE PER DIRE IL FALSO”

Milly Carlucci

Alla fine, probabilmente, ha vinto lei. Milly Carlucci può dirsi soddisfatta perchè la giornata di ieri è iniziata e terminata come forse sperava da mesi. In mattinata la sentenza del giudice che le dà ragione e dice stop a Baila, in serata la messa in onda (palesemente improvvisata) del programma di Barbara D’Urso con tutte le modifiche necessarie, segno che la versione Ballando con le Stelle in salsa Mediaset era più che un timore di casa Rai.

Oggi la Carlucci è intervenuta a La Vita in Diretta per fare il punto della situazione al pubblico di Rai 1:

“La cosa bellissima che io vorrei comunicare anche al pubblico a casa è che noi autori di Ballando con le Stelle abbiamo iniziato un’azione per difendere il nostro programma dalle imitazioni. Lunedì è arrivata una sentenza del giudice Gabriella Muscolo che ha stabilito un principio importantissimo: che anche il lavoro degli autori è una proprietà intellettuale che va tutelata. Per cui non si può imitare, non si può copiare laddove questo sia un lavoro di natura artistica. E ha detto che l’imitazione di Ballando con le Stelle, che la concorrenza si stava preparando a mettere in onda, era da definirsi contraffazione.

La conduttrice ammette di aver visto ieri sera la prima puntata di Baila, però dice di non poter rilasciare alcun giudizio personale perchè la vicenda è ancora aperta. Tuttavia, la scelta di andare in onda, nonostante la decisione del giudice, non la condivide e per questo ha portato una prova video che mette a confronto il nostro Ballando con le Stelle con il format messicano Bailando por un Sueno, da cui è tratto Baila. La Carlucci rimarca tutte le similitudini tra i due marchi: presentazione della coppia, contributo filmato, esibizione in gara, commenti della giuria, votazione con la paletta, etc.




22
settembre

MARA VENIER A DM: NON MI VEDETE A LA VITA IN DIRETTA PERCHE’ HANNO OPERATO MIO MARITO. IL MIO POSTO E’ ACCANTO A LUI.

Mara Venier e Nicola Carraro

Da ieri, La Vita in Diretta è orfana di Mara Venier. L’assenza, tuttavia, è temporanea ma è giunta inaspettatamente e i lettori ci chiedono come mai Marco Liorni conduca in solitaria.

Abbiamo contattato quest’oggi la Signora del Pomeriggio di Rai1 che ci comunica che

Hanno operato oggi mio marito. Il mio posto è vicino a lui“.

Fortunatamente sembra tutto andato per il meglio, tanto che Mara annuncia a DM:

Intervento riuscito… spero di tornare lunedì!!!“.

In forse anche la sua partecipazione, domenica prossima, al matrimonio di Paola Perego e Lucio Presta, dove dovrebbe vestire i panni del testimone della sposa.


15
settembre

IL DELITTO EROTICO, L’INGEGNERE E LA STUDENTESSA. L’OSSERVATORIO SUI DIRITTI DEI MINORI PROTESTA

Paola Caputo

Potrebbe essere il delitto televisivo dell’anno, non tanto per l’affascinante caccia al colpevole, che qui però è già chiaro, che ha contrassegnato la scorsa stagione dell’infotainment, quanto per una certa dose di prouderie che drammaticamente fa emergere. La morte di Paola Caputo e il tragico gioco erotico finito in tragedia hanno già fatto capolino nei salotti italiani della cronaca, e per lungo tempo ci resteranno, stando a quello che è il trend generale dell’informazione pomeridiana.

L’Osservatorio sui Diritti dei Minori è già sul piede di guerra e il primo programma a finire nell’occhio del ciclone è La Vita in Diretta. Chiara l’ammonizone al servizio pubblico che arriva da Antonio Marziale che chiede a chi si occupa di approfondimento giornalistico di ricalibrare i parametri della notiziabilità. Il presidente dell’osservatorio, nonché consulente della commissione parlamentare per l’infanzia, a proposito della decisione di Venier e Liorni di portare nelle case italiane con dovizia di dettaglio la tragica fine della ragazza dichiara:

Dispiace molto che la rete ammiraglia del servizio pubblico radiotelevisivo non abbia recepito le indicazioni del direttore generale Lorenza Lei in tema di ricentraggio qualitativo dell’offerta, specialmente in determinate fasce orarie. [...] E’ una cosa non ammissibile, per legge, in fascia protetta.





13
settembre

FRANCESCA SPOSINI VS MARA VENIER: HA DECISO DI MONTARE UN CASO

Mara Venier

«Ora basta. Non è vero: nessuno impedisce a Mara Venier di venire a trovare papà. Questa non è La vita in diretta, è la vita vera. E il nostro dolore merita più rispetto».

Sono le parole amareggiate di Francesca Sposini a Vanity Fair – in edicola dal 14 settembre. Da quando suo padre Lamberto ha avuto un’emorragia cerebrale il 29 aprile, piantona la porta della sua stanza al Policlinico Gemelli di Roma. Si avvicenda con gli altri familiari del giornalista che, con Mara Venier, conduceva La vita in diretta. Francesca non ha bisogno di polemiche che le riempiano la giornata, ma è turbata dalle parole della Venier che, in un’intervista al settimanale Chi, ha detto: «Non mi è permesso di andare a trovare Lamberto in ospedale. Non posso fare altro che accettare le decisioni di chi si occupa di lui». Parole che si sono aggiunte a quelle rilasciate lo scorso giugno proprio a noi di DM (potete leggerle qui).

Francesca, intanto come sta suo padre?

«Ha iniziato un lungo e faticoso percorso riabilitativo. Ci vuole pazienza, ma fa ottimi progressi e i medici sono ottimisti».

Ha ripreso a parlare?

«Sta iniziando. È vigile, cosciente, legge i giornali, guarda la Tv, ce la mette tutta. La malattia non lo ha sfigurato. È solo molto magro, ha bisogno di riposo e privacy».

Che cosa è accaduto con Mara Venier?

«Temo che la signora voglia strumentalizzare questa vicenda tragica. A pochi giorni dalla messa in onda del programma (La vita in diretta è iniziato il 12 settembre, ndr) farebbe meglio a parlare dei contenuti della trasmissione, invece di lanciare accuse false».

La Venier che rapporto aveva con suo padre?


12
settembre

LA VITA IN DIRETTA: MARA VENIER STRINGE FORTE UN LIORNI EMOZIONATO AL DEBUTTO. QUASI ASSENTE LA CRONACA NERA

La Vita in Diretta - Mara Venier e Marco Liorni

Ti stringo forte“, così Mara Venier annuncia al pubblico il suo nuovo compagno Marco Liorni per la nuova edizione de La vita in diretta. Lui, emozionato e ingessato in un completo grigio chiaro, lei con una blusa alla pan di stelle, debuttano insieme nella stagione che vede il programma allungarsi dalle 15.15 fino le 18.45. Nel momento iniziale nessun saluto ne alcun riferimento a Lamberto Sposini, conduttore del programma per tre anni. Ma le motivazioni le conosciamo.

Liorni entra in punta in piedi e il programma parte subito con la cronaca in diretta da Parigi per l’espolosione in una centrale nucleare. Anche se si tratta del prologo Buon Pomeriggio Italia, un flash sull’attualità è d’obbligo. Dopo gli aggiornamenti d’oltralpe si può partire con il primo filmato e la diretta con un matrimonio in pieno stile napoletano. In studio Liorni e la Venier conducono in coppia con gli ospiti e gli opinionisti adagiati sui divani bianchi dello studio, rimasto identico a un anno fa (e alla versione estiva del programma).

In questa parte trovano spazio i temi leggeri, come matrimoni e taglie oversize, da sempre un must del programma, tra cui la già cliccatissima Patrizia Coluccino. Nel programma vero e proprio, che parte puntuale alle 16.10, un mix di attualità, cronaca e gossip con i commenti dei soliti amici di Mara (Luca Giurato, Roberto Alessi, Simona Izzo). Chi si aspettava che nella seconda parte (o terza contando il prologo) Marco Liorni riportasse l’attenzione sulla cronaca nera si sbaglia: per il momento nessun delitto da decifrare, ma un talk sulle ragazze nude alla meta, ovvero escluse da Miss Italia.





12
settembre

LA VITA IN DIRETTA PARTE COL ‘BOTTO’: HA UNA NUOVA STAR (E DM UN NUOVO MITO)

Patrizia Coluccino - Buon Pomeriggio Italia (La Vita in Diretta)

Deve diventare una presenza fissa nel cast! Assolutamente!

Si chiama Patrizia Coluccino, è tutta un… programma.


12
settembre

BUON POMERIGGIO ITALIA, L’ANTEPRIMA DELLA VITA IN DIRETTA CHE SEMBRA CASA DI PAOLA (C’E’ PURE LA DE DENARO)

La Vita in Diretta

Si riaccende il day time delle reti ammiraglie. Uno dei programmi più attesi di Rai1 è senza dubbio La vita in diretta, sia per la nuova coppia alla conduzione (Mara Venier con Marco Liorni), sia per la durata della trasmissione, che arriverà a toccare le tre ore con partenza alle 15.15 dopo Verdetto finale. Riempire il lungo contenitore con i soliti casi di cronaca nera, con i ben noti opinionisti e con i servizi di gossip poteva diventare ripetitivo, a vantaggio della conorrenza bislacca (domani alle 16.30 riparte anche Pomeriggio cinque). Per questo si è pensato a un prologo.

Era dai tempi di Michele Cucuzza che La vita in diretta non aveva un’anteprima vera e propria. Nella stagione 2003/2004 alle 15.30 andava in onda “Un giorno speciale”, l’anno successivo “Rosa, bianco e nero”. Dal 2005 partì invece Festa italiana, inizialmente dalle 15.50, con la conduzione di Caterina Balivo. Filo conduttore di tutte le anteprime erano le storie della gente e il racconto del territorio. Ora, a distanza di qualche anno e dopo la chiusura di Festa italiana, debutta Buon Pomeriggio Italia.

Da quest’oggi, quindi, La vita in diretta è preceduta da un’ora di trasmissione con ospiti, opinionisti e gente comune che ha una storia da raccontare e aggiornamenti puntuali sui temi dell’attualità, come recita il comunicato. I protagonisti saranno l’Italia e gli italiani con le loro storie a volte tristi e problematiche ma spesso piene di speranza. Verrà raccontato un Paese emozionante fatto di tradizioni culturali e gastronomiche ed un territorio unico al mondo. A voler essere maligni, una sorta di Festa Italiana o, ancor di più, una sorta di Se… a Casa di Paola Perego (il team autorale era ed è comune a tutte le produzioni) con tanto di ricette di Federica De Denaro (il suo spazio debutterà tra una decina di giorni)