Gerry Scotti



31
gennaio

BOOM! GERRY SCOTTI AL TIMONE DI AVANTI UN ALTRO!

Gerry Scotti

Gerry Scotti

Gerry Scotti ad Avanti un Altro

Questa non è una notizia sulla presenza di trattative. Ma è una certezza. O quasi. Possiamo annunciarvi in anteprima, infatti, che Mr. Gerry Scotti, ex padrone di casa del preserale di Canale 5, potrebbe presto stupirci. Il conduttore di Chi Vuol Essere Milionario ha infatti un nuovo impegno nello storico slot da lui presidiato per anni.

E l’impegno è con… Avanti un Altro. Si, avete capito bene, Gerry Scotti sarà al timone del programma di Paolo Bonolis pur non essendo ancora chiaro se ne prenderà in mano le redini nell’ultima parte della stagione o se si dedicherà ad alcuni speciali estivi durante i mondiali di calcio.

Presto nuovi aggiornamenti.




31
dicembre

PAGELLE TV DEL 2013: I PERSONAGGI

pagelle 2013 luciana littizzetto

Luciana Littizzetto

Promossi del 2013

10 a Luciana Littizzetto. Non c’è Crozza che tenga, sono i suoi i monologhi comici più seguiti del tubo catodico ma soprattutto è la vulcanica torinese il “fattore x” per il successo del Festival di Sanremo 2013. Sarà insignita della lode solo quando, però, riuscirà ad estendere il successo televisivo oltre l’intervento settimanale a Che Tempo che Fa e le cinque serate evento festivaliere. Centravanti di sfondamento.

9 a Fabio Fazio. Dopo anni di dominio targato Lucio Presta, il conduttore savonese è riuscito a confezionare un Festival di successo capace di strizzare l’occhio al salotto buono che tanto gradisce il suo allure radical chic. A rendere meno perfetto un anno da ricordare, i non brillantissimi (ma nemmeno pessimi) esperimenti di Che Tempo Che Fa. Paraguru.

8 a Flavio Insinna. Archiviata con il sonoro flop de Il Braccio e la Mente l’esperienza a Mediaset, l’attore e conduttore capitolino si riprende Affari Tuoi e – complice altresì la stanchezza del tg satirico – si concede il lusso di battere con regolarità Striscia la notizia, impresa compiuta soltanto dai pacchi “scavicchiati” da Paolo Bonolis. Figliol prodigo.

7 a Raffaella Carrà. Non è il varietà che meriterebbe ma è stato inconfutabilmente un ritorno sul piccolo schermo in grande stile per la regina del Tuca Tuca che riesce a padroneggiare pure nel contemporaneo genere televisivo dei talent. Possiamo dire senza il timore di essere smentiti che The Voice non avrebbe catalizzato la stessa attenzione senza il suo caschetto d’oro. Highlander.

7 a Maria De Filippi. Con Mediaset stretta tra crisi economica e frammentazione degli ascolti, la signora di Canale 5 non rischia (almeno come conduttrice): il serale di Amici si snatura ma vince nuovamente la battaglia del sabato sera, Italia’s got talent comincia a mostrare segni di stanchezza ma pur sempre con numeri di altri tempi e preserva C’è posta, Uomini e Donne è la solita macchina da guerra. Nel 2013 ha dovuto digerire il boom de Il Segreto che ha creato le condizioni affinchè Mediaset si sbarazzasse clamorosamente dell’oneroso daytime di Amici. Lungimirante.

6 a Barbara D’Urso. Un 2013 in salita per la Maria Carmela di Canale 5, caratterizzato, nella seconda parte della stagione, dal sorpasso di Pomeriggio Cinque su La Vita in Diretta e sul testa a testa con la Domenica In di Mara Venier. Risultati inaspettati ma, per quanto sia innegabile la sua bravura nel fare quello che fa (ah se solo imparasse a calcare meno la mano…), l’impressione è che il rinnovato successo della matrona dei TeleRatti 2013 sia attribuibile a meriti (Il Segreto) e demeriti (i cambiamenti avvenuti a Rai1) altrui. Non sorprende che la prima parte di Domenica Live, contrapposta a L’Arena, era ed è ancora un insuccesso. Baciata dalla fortuna.

6 a Maurizio Crozza. Il tanto vagheggiato grande salto su Rai1 non c’è stato. Rimanendo ancorato al “porto sicuro” de La7, il mattatore genovese si tiene lontano dall’ “insidiosa” platea nazionalpopolare di Raiuno ma anche dal grande successo che solo una rete ammiraglia può regalare. Da dimenticare l’esibizione interrotta a Sanremo. Pavido.

Bocciati


21
dicembre

CANALE 5: IL GF13 SLITTA, NUOVO PRESERALE CON GERRY SCOTTI, SCHERZI A PARTE CON BONOLIS E UNO SHOW DI RICCI

Giancarlo Scheri

Sogna una sorta di Studio 1 e un one man show con Checco Zalone per la sua Canale 5. Nel frattempo il direttore Giancarlo Scheri anticipa in un’intervista a Libero ciò che vedremo sull’ammiraglia del Biscione nel 2014. In primis, c’è da rimettere in piedi la casa del Grande Fratello 13, dopo l’incendio divampato una settimana fa (qui le foto): la partenza del reality, fissata per il 23 gennaio 2014, quasi certamente slitterà a febbraio.

Potrebbe, ma solo di qualche settimana – rivela Scheri – Sarà una 13esima edizione multimediale, più social. A fare da trait d’union con la tradizione ci sarà Alessia (Marcuzzi, ndr) che garantisce la forza del programma [...] Stiamo lavorando insieme a Endemol per rimettere in piedi tutto l’ambaradan. Il GF è un format su cui puntiamo molto e che ha cambiato le sorti della tv generalista”.

Canale 5 nel 2014: nuovo preserale per Scotti e nuovo show targato Ricci

Tra le novità del nuovo anno, inoltre, un altro ritorno insieme a quello del GF: Gerry Scotti nel preserale di Canale 5. Sarà ancora lui, quindi, ad ereditare lo slot ormai saldamente nelle mani di Paolo Bonolis con Avanti un Altro. Ma non solo.

“In tarda primavera (Gerry Scotti, ndDM) tornerà con un programma tutto nuovo nel preserale [...] Ci sarà una serata con Aldo, Giovanni e Giacomo (ma non erano due le serate di Ammutta Muddica?, ndDM) e poi un programma tutto nuovo in cui Antonio Ricci (con Luca e Paolo?, ndDM) esprimerà tutto il suo genio.





15
ottobre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (7-13/10/2013). PROMOSSO MORANDI LIVE IN ARENA E LA PARRUCCHINO-MANIA DI BALLANDO, BOCCIATI RADIO BELVA E LO STOP A DON MATTEO

Sandro Mayer parrucchino pagelle

Sandro Mayer

Promossi

9 a Fiorello, mattatore di Gianni Morandi Live in Arena. Lo showman siciliano accende la platea dell’Arena di Verona con esilaranti sketch, anche se la sensazione è che ormai il “fratello di Beppe” sia arrivato ad un punto in cui potrebbe leggere l’elenco telefonico e far ridere ugualmente.

8 a Gianni Morandi – Live in Arena. Buona musica, una straordinaria cornice e ospiti eccezionali: il ritorno in tv dell’eterno ragazzo è stato un grande spettacolo, come oggi se ne vedono pochi in televisione. Peccato però che l’audience non abbia recepito l’evento. Gli ascolti sono stati sì buoni ma non all’altezza del maestoso show.

7 alla parrucchino mania scoppiata a Ballando con le Stelle. Lo show di Milly Carlucci sceglie di cavalcare con ironia l’onda lunga del sorprendente ‘fenomeno’ Sandro Mayer, il cui nuovo look ha infiammato la rete. Nella seconda puntata, gran parte della giuria era… imparruccata!

6 alla coppia Gerry Scotti e Virginia Raffaele al timone di Striscia la Notizia. Con una spalla maschile e di peso (ma non parliamo di stazza), l’ex comica di Quelli che appare maggiormente a suo agio (o meno a disagio) e la conduzione del tg satirico si guadagna la sufficienza. Certo, da casa si saranno continuati a chiedere: “Chi è?”. Ma questa è un’altra storia.

Bocciati


10
ottobre

GERRY SCOTTI A STRISCIA LA NOTIZIA CON VIRGINIA RAFFAELE

Gerry Scotti e Michelle Hunziker

Gerry Scotti e Michelle Hunziker

Ah, che travaglio! Se Michelle Hunziker è in altre faccende affaccendata (è diventata mamma per la seconda volta) e il bancone di Striscia la Notizia è orfano della showgirl svizzera, il tg satirico di Antonio Ricci stasera affianca a Virginia Raffaele una ‘nuova metà’.

Dopo il Gabibbo (ieri) toccherà, infatti, a Gerry Scotti condurre l’access prime time di Canale 5. Con la speranza che non accada nuovamente questo.

Per Gerry non è la prima volta a Striscia la Notizia. Nel 1997 ha condotto con Franco Oppini, nel 1999 con Gene Gnocchi e nel 2005 – anche se per una sola puntata – con Mike Bongiorno.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





23
agosto

IO CANTO 2013 PARTE DOMENICA 8 SETTEMBRE. MAIONCHI, CECCHETTO E CERCATO CAPISQUADRA

Io Canto 2013

Gerry Scotti

Sarà Io Canto 2013 con Gerry Scotti ad inaugurare la stagione dell’intrattenimento di Canale 5. La quarta edizione del baby talent partirà l’8 settembre 2013 nella nuova collocazione della domenica. Come già ribadito da tempo (clicca qui per leggere le dichiarazioni di Roberto Cenci), Io Canto 2013 si presenta in una veste a dir poco rivoluzionata. A sfidarsi non saranno più i singoli ragazzi, infatti, ma diverse squadre formate da giovani interpreti, coadiuvati da alcuni ballerini. A capeggiare le formazioni ci saranno 3 capisquadra famosi. Al cospetto dello “zio Gerry” si sfideranno le squadre di Mara Maionchi – alla sua terza esperienza in un talent, dopo X Factor e Amici – il veterano (nelle scorse edizioni era presente in giuria) Claudio Cecchetto e la new entry -  e possiamo dire scommessa del direttore artistico Roberto Cenci e della produzione – Flavia Cercato.

Io Canto 4 – Meccanismo

La trasmissione si articolerà in 10 puntate: nelle prime tre puntate saranno valutati 54 ragazzi tra i quali saranno selezionati i 27 che andranno a formare le 3 squadre in gara. Solo 2 delle 3 squadre arriveranno alla finalissima in cui verranno premiati la miglior squadra e il miglior giovane artista. Per la vittoria sarà fondamentale la prova di squadra che vedrà le formazioni di cantanti e ballerini alle prese con la messa in scena di un estratto di un musical. Una giuria di qualità ogni settimana sarà chiamata a giudicare le sfide, mentre per la fase finale sarà direttamente il pubblico da casa, attraverso il televoto, a decretare i vincitori.

Una trasmissione totalmente rinnovata, dunque, che strizza l’occhio ad Amici con la speranza di risollevare gli ascolti, dopo una terza stagione tutt’altro che fortunata, e accendere la domenica di Canale 5. Il dì di festa è ormai da anni la “bestia nera” dell’ammiraglia Mediaset, schiacciata dalle fiction di Raiuno e dal posticipo di serie A.


2
agosto

SCOTTI COME BAUDO, SOTTILE COME LA VENTURA

Gerry Scotti

SCOTTI STA AL PRESERALE COME BAUDO STA A SANREMO – Eh si, pensando alle fatiche di Gerry nel preserale viene in mente il Pippo Nazionale sul palco dell’Ariston. Il motivo? Semplicemente, entrambi non hanno più nulla da dire laddove tutto, probabilmente, hanno dato. Al punto che il telespettatore, nei rispettivi contesti, si è ormai abituato a ricordarli, piuttosto che a rimpiangerli. Baudo al Festival di Sanremo sembra quasi l’immagine di una tv che non c’è più, nonostante lui non si arrenda all’idea di condurre di nuovo la kermesse; Scotti dalle 18.50 su Canale 5, invece, è l’immagine di una tv che non funziona più (neppure in replica, dove è da poco stato chiuso The Money Drop). Dunque, Avanti un Altro… pure Cattelan con Il Settimo Elemento. Svolta!


16
luglio

BOOM! ALESSANDRO CATTELAN TESTA ‘IL SETTIMO ELEMENTO’ PER IL PRESERALE DI CANALE 5

Alessandro Cattelan

Alessandro Cattelan

L’entusiasmo dovrà presto cedere il posto alla rassegnazione. Figurarsi se Gerry Scotti si schioda dalla poltrona del preserale di Canale 5, già condivisa – tra l’altro – con Paolo Bonolis, foriero di risultati ben diversi da quelli del ‘governatore dello slot’. Non possiamo non informarvi, però, di quella che – se mai dovesse realizzarsi – sarebbe una vera novità nella ‘banca’ dell’ammiraglia Mediaset.

Se è vero, infatti, che Scotti questo pomeriggio testerà il terzo e ultimo preserale che potrebbe sostituire The Money Drop nella prossima stagione tv, è altrettanto vero che per il game che al momento risulta in testa agli indici di gradimento (Five minutes to a fortune, ribattezzato “Il Settimo Elemento” a causa di alcune modifiche intervenute nell’edizione italiana), Toro Produzioni ha pensato (bene) di far testare lo show anche ad un volto decisamente più fresco. Quello del conduttore di XFactor Alessandro Cattelan.

Dopo anni di test su test, sarebbe – in effetti – anche ora di domandarsi se il problema del preserale di Canale 5 non risieda nella conduzione piuttosto che nel formato. E sarebbe pure l’ora di dedicarsi allo scouting di nuovi volti, piuttosto che a quello di nuovi game, che al pari dei precedenti potrebbero – con ogni probabilità – ritornare lì dove erano stati pescati.