Reazione a Catena


4
luglio

REAZIONE A CATENA: LE OMBRE DI PINO A CACCIA DI UN NUOVO RECORD

Le Ombre di Pino - Reazione a Catena

Le Ombre di Pino - Reazione a Catena

Si chiamano Cristina, Silvia e Chiara e per il pubblico di Ra1 stanno diventando una costante: sono le campionesse in carica del preserale Reazione a Catena condotto da Pino Insegno e finora si sono aggiudicate a piccole tappe un gruzzolo che si aggira intorno ai centomila euro. Questa sera torneranno a giocare per la tredicesima volta ma già ieri, con la dodicesima partecipazione, hanno battuto il record di presenze nel programma di Rai 1, giunto alla settima edizione.

Ma tra i loro record ce n’è anche un altro: le dodici parole trovare durante L’Intesa vincente, il simpatico gioco nel quale uno dei componenti della squadra deve indovinare più parole nel minor tempo possibile in base alle domande che gli altri due formulano. Nessuno finora era riuscito a trovarne tante in un solo minuto ma loro sì: il momento del gioco è diventato poi occasione per il conduttore di ridere e scherzare visto che Chiara, incinta e deputata ad indovinare le parole, è solita urlare le sue risposte tenendosi aggrappata con le mani alla sedia neanche fosse pronta al decollo su uno shuttle.

Le tre concorrenti di Malnate, nel varesotto, sono sorelle e il nome che hanno scelto per la loro squadra è una dedica ai genitori: si chiamano infatti le Ombre di Pino in onore della madre Ombretta e del padre Pino, ma un po’ stanno diventando anche le ombre di Pino Insegno, vista non solo la durata della loro permanenza negli studi del Centro Rai di Napoli ma anche la particolare bravura: stanno infatti diventando dei veri e propri personaggi che dividono il pubblico, come possiamo vedere nella pagina Facebook del programma.