campioni



31
agosto

CAOS REAZIONE A CATENA: PUNTATE SALTATE E CAMPIONI SCOMPARSI. ECCO COSA E’ SUCCESSO AI PISOLI

Reazione a Catena - I Pisoli

I cambiamenti di palinsesto, dovuti al terremoto che ha colpito lo scorso 24 agosto il centro Italia, stanno facendo discutere il popolo del web. Tra i programmi maggiormente penalizzati in questa occasione c’è stato Reazione a Catena, quiz leader della fascia preserale che ha ceduto varie volte il proprio spazio all’informazione o a titoli non di intrattenimento, in segno di lutto da parte dell’azienda pubblica. Gli slittamenti hanno causato una messa in onda confusa, perchè alcune puntate sono saltate e alcuni campioni letteralmente scomparsi senza spiegazioni.




20
luglio

REAZIONE A CATENA: I PARENTI STRETTI ELIMINATI TRA LE POLEMICHE

Reazione a Catena

Sono stati i campioni di Reazione a Catena per ben diciotto puntate a partire dallo scorso 29 giugno ma ieri – martedì 19 luglio 2016 – I Parenti Stretti hanno abbandonato il programma perdendo lo spareggio contro i nuovi campioni, i Dietro le Quinte. Un grande dispiacere per i telespettatori che si erano affezionati ai messinesi Giovanni, alla fidanzata Eliana e alla cugina Beatrice, dedicando loro una pagina Facebook che vanta circa millecinquecento iscritti. Ma anche l’inizio di un giallo perchè, stando a quanto scritto e motivato dai fans, l’eliminazione è avvenuta per un errore di natura semantica che, in un programma dedicato proprio alle parole, stonerebbe non poco.


30
maggio

CAMPIONI: TORNA IL REALITY CALCISTICO. MA SOLO IN REPLICA, SU ITALIA2

Campioni - Il sogno

Su Italia1 non c’è spazio (e budget probabilmente) per il sogno dei Campioni. Contrariamente alle indiscrezioni trapelate qualche giorno fa, infatti, il reality show sul calcio dilettantistico in onda nelle stagioni 2004/2005 e 2005/2006 non tornerà sugli schermi della rete giovane Mediaset con una nuova edizione.

Come anticipato da Davide Maggio nella rubrica ‘5 Maggio’ curata per Tv Sorrisi e Canzoni, il programma farà capolino sul piccolo schermo ma, per il momento, soltanto in replica sulla rete all digital Mediaset Italia 2. E in effetti le voci sulla nuova edizione di Campioni erano sembrate immediatamente poco attendibili in quanto la trasmissione – aldilà della pubblicità arrecata dalla Gialappa’s band che commentava a modo suo le prestazioni del Cervia e soprattutto le performance in panchina dell’allenatore Ciccio Graziani – non si poteva certamente annoverare tra i successi di Italia1.

Come avrebbe potuto Mediaset, considerato anche il periodo di austerity, investire su un programma che non si prestava strutturalmente alla collocazione in prima serata? Va ricordato peraltro che dopo il discreto riscontro della prima stagione – decollata dopo la decisione di trasmettere in chiaro su Italia 1 le partite del Cervia dopo un’iniziale messa in onda su Sky – la seconda edizione si rivelò un mezzo fiasco con conseguente cancellazione della parte dedicata al reality a dicembre 2005, vale a dire nel bel mezzo della stagione agonistica.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





24
ottobre

DM LIVE24: 24 OTTOBRE 2011. LA CARTA IGIENICA DELLA PANICUCCI, IL CALZONE DI GABRIEL GARKO, I FLOP DEI CAMPIONISSIMI

Diario della Televisione Italiana del 24 Ottobre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • La Panicucci e la carta igienica

lauretta ha scritto alle 16:17

A Domenica Cinque, Parpiglia avverte la Panicucci: la prossima settimana si parlerà di lei e la parola d’ordine sarà “carta igenica”.

  • Il Calzone di Gabriel Garko

lauretta ha scritto alle 17:24

A Domenica Cinque la Panicucci intervista Garko e quando gli chiede del film con Tinto Brass, lui: “Per quel film ho messo un paletto… durante le scene di nudo io lì indossavo un calzino. O forse un calzone”.

  • I campioni fanno flop

Il criticone TV ha scritto alle 18:48


3
gennaio

UN TEMPO C’ERANO I CAMPIONI

Rischiatutto / Mike Bongiorno, Sabina Ciuffini e Massimo Inardi @ Davide Maggio .it

Ebbene si, sto leggendo La Versione di Mike, l’autobiografia del più longevo conduttore della storia della televisione.

Tralasciando il giudizio non completamente positivo, quanto meno per ora, alcune pagine mi hanno portato a fare delle riflessioni.

Si è più volte parlato su DM della nuova formula adottata dai telequiz dei giorni nostri che non dà modo ai concorrenti di entrare nelle simpatie (o anche nelle antipatie) dei telespettatori, cosa che, un tempo, consentiva a perfetti sconosciuti di diventare, di fatto, personaggi pubblici riscuotendo una popolarità che non poteva essere trascurata.

Oggi di questi concorrenti-personaggi non ce n’è più traccia per due ragioni fondamentali.

La prima, e probabilmente la più importante, risiede nella struttura dei quiz contemporanei che non permette ad un concorrente di rimanere in carica come campione… se non per il tempo necessario alle varie… scalate.

La seconda, invece, è individuabile in quella che ho definito come la pessima involuzione dei casting tv che hanno, ormai, come fine precipuo il reperimento di ”pozzi di scienza” (discutibili) che possano essere in grado di “sbancare il botteghino” ma che, in fin dei conti, non hanno quella spettacolarità necessaria a fare di un quiz un TELEquiz!

Apparizioni estemporanee in cui i concorrenti hanno come obiettivo principale il malloppo da portare a casa e non sono in grado di dar vita (anche perchè, pur volendo, non ne viene offerta la possibilità) quel singolare e divertente confronto dialettico che si instaurava, un tempo, tra conduttore-protagonista e concorrente-antagonista e che diveniva parte integrante di quello che era si un telequiz ma prima ancora era uno spettacolo!

Tra le pagine de La Versione di Mike ho trovato conferma a ciò che ho sempre pensato e che, daltronde, è sotto gli occhi di tutti. Mi ha colpito, difatti, come, a distanza di anni, il buon vecchio Mike sia riuscito a ricordare i nomi e persino le storie di alcuni campioni che hanno fatto, insieme a lui, la storia dei quiz.

Ecco cosa dice Mike dei Suoi concorrenti