21
aprile

PIERO MARRAZZO PRONTO A TORNARE IN RAI

Piero Marrazzo

A tornare torna, solo non se ne conosce ancora la collocazione. Trans-itano le indiscrezioni e si susseguono le voci sul rientro di Piero Marrazzo in Rai. L’interesse sul futuro lavorativo dell’ex governatore della Regione Lazio si acuisce a seguito di una sentenza della Cassazione che lo ha riabilitato sulla vicenda del sexgate ciociaro in cui era stato coinvolto, definendolo “vittima predestinata” di un complotto contro di lui. Insomma, tutta colpa di una “imboscata organizzata ai suoi danni” da alcuni carabinieri della Trionfale di Roma che conoscevano le sue debolezze al punto da tirargli il trappolone, per renderlo ricattabile. Ricordate gli scandali sessuali, con trans brasileri e coca, così come l’auto blu usata per le notti brave? Ecco, appartengono al passato. Ora Marrazzo, dopo aver passato qualche mese in convento, si dichiara pentito e  pronto a tornare in tv.

Il 30 aprile, infatti, scadrà l’aspettativa che l’ ex presidente della Regione Lazio aveva preso con l’azienda pubblica al momento del suo ingresso in politica. A partire da quel giorno sarà dunque disponibile a ritornare sulla terza rete di mamma Rai. In queste ore si sono sprecate  indiscrezioni a riguardo, a partire da quelle rese note da Diva e donna. Secondo il noto settimanale, per Marrazzo sarebbe già pronto il progetto di una prima serata su RaiTre. Si tratterebbe di un programma simile a quello condotto da Gianluigi Paragone su RaiDue, L’Ultima parola. Il titolo – sempre secondo Diva e donna – potrebbe essere Vox Populi.

Conferme e smentite. In realtà dalla Rai fanno solo sapere che Marrazzo potrebbe tornare presto in tv, mentre vengono disattese tutte le altre indiscrezioni avanzate dal settimanale. La direzione generale di Viale Mazzini comunica che al momento non c’è ancora alcuna trasmissione pronta per l’ex conduttore di Mi manda Raitre. Marrazzo sarebbe stato ricevuto dalla direzione del personale, ma non ancora dal Direttore Generale Mauro Masi. Il rientro, quindi, è ancora tutto da definire.

Per ora l’ex Governatore si gode il ruolo di “vittima” attribuitogli dalla stessa Cassazione e – gessato grigio, camicia azzurra, capelli bianchi e rasati – parla alle telecamere con aria serena e ravveduta.

«In sei mesi non è cambiato nulla: ero e sono una vittima e un testimone di quanto è avvenuto. È importante che ciò sia stato affermato dalla Cassazione. In questi sei mesi sono stato in silenzio e non ho contestato tutte le falsità che sono state dette: la verità l’ho detta davanti ai giudici. Mi sono assunto le mie responsabilità verso i cittadini e gli elettori dimettendomi per colpe che sono personali e che hanno coinvolto anche la mia famiglia”.

Molto probabilmente Marrazzo rientrerà in Rai a maggio. Tornerà a fare il conduttore, il giornalista, lontano da cadreghe e da scandali. Un momento che attende da tempo: per lui sarà una vera “rinascita“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Vittoria Schisano - Un Posto al Sole
La svolta ‘transgender’ di Un Posto al Sole: Vittoria Schisano è Carla, il padre di Alex e Mia


Piero Marrazzo
Piero Marrazzo sospeso dalla Rai


Vox Pupuli, Rai3
Vox Populi: Rai3 racconta in access l’evoluzione della società italiana


Massimo Giletti - L'Arena
I programmi Rai non confermati e cancellati nei palinsesti 2017/2018

14 Commenti dei lettori »

1. Marinella ha scritto:

21 aprile 2010 alle 15:13

Epurazione di Busi e rientro di Marrazzo…qualcosa non torna…



2. lauretta ha scritto:

21 aprile 2010 alle 15:26

mah!! Strana sta rai… Sarà forse che rai tre ha delle regole a parte….è l’unica spiegazione possibile!!



3. zia-assunta ha scritto:

21 aprile 2010 alle 17:31

Non voglio fare la moralista ma trovarsi un’altro lavoro invece di andare in video?
Morgan ha dichiarato di drogarsi ed è stato allontanato……..e Marrazzo?
Non pensa alle figlie, in tv triplicherà l’effetto trans.



4. Pape Satan ha scritto:

21 aprile 2010 alle 18:35

Io avrei aspettato un po’ di tempo
in più

Le battute si sprecheranno
e la sua credibilità verrà costantemente messa in discussione

da qualche sepolcro imbiancato

Bisogna sempre fare i conti col pessimo Paese
che siamo

purtroppo

e comunque Marrazzo ha la mia solidarietà



5. lauretta ha scritto:

21 aprile 2010 alle 20:23

tornare in rai si, ma non per forza in video..! Metterci la faccia magari eviterei..!



6. warhol_84 ha scritto:

22 aprile 2010 alle 01:20

Se qualcuno mi spiega la differenza fra andare a Trans e andare a mignotte mi fa un favore….e per quale motivo sulla terra uno che è stato ricattato ed è stato da poco dichiarato innocente da ogni accusa non possa tornare a fare il suo lavoro. Grazie.



7. Favola ha scritto:

22 aprile 2010 alle 04:38

Marrazzo ha dichiarato di avere fatto uso di cocaina nei suoi incontri coi trans, Morgan per lo stesso motivo è stato espulso da Sanremo!
C’è una certa differenza (magari piccola, qualche cm.) andare a prostitute o a trans, questo è il mio parere ovvio.



8. Pape Satan ha scritto:

22 aprile 2010 alle 10:43

Warhol

In effetti, non c’è differenza alcuna
sulla carta

certo, se te ne vergogni (e lui se ne vergognava), rischi che un giorno
qualcuno ti telefoni e ti dica:

“guarda che lo so, o fai come ti dico o ti rovino”

e quindi tocca dimetterti

Però, il discorso è che siamo in Italia,
non perdete mai di vista questo punto

siamo
in
Italia

la patria del perbenismo e dell’indignazione
dei cattolici un tanto al chilo
e della pelliccia alla Messa di Pasqua

quindi se vuoi salvare la tua famiglia
dalla gentaglia mormorante

sparisci per un po’



9. Pape Satan ha scritto:

22 aprile 2010 alle 10:49

Giusto per la precisione
Morgan non è stato cacciato da Sanremo

perchè si drogava

ma perchè l’ha detto ad un giornale

il sepolcro va imbiancato
sempre

chè se fosse un problema solo di droga
avrebbero messo l’antidoping all’ingresso dell’Ariston

è che poi, come al solito, la gente s’indigna
invece se non lo sai è meglio, no?

Nell’altro messaggio ho scritto “Italia”
scusate, errore di battitura

volevo dire ItaGlia



10. Davide Maggio ha scritto:

22 aprile 2010 alle 11:13

@ Favola: Morgan ha detto cose ben diverse. Ovvero che la cocaina fa bene.



11. Elena ha scritto:

22 aprile 2010 alle 13:04

Oddio, scommetto che fra qualche mese sentiremo di qualche scaldalo trans anche in via Mazzini…
Il lupo perde il pelo ma non il vizio.
Comunque tra lui e Morgan non c’è molta differenza… tralasciando che nel caso Marrazzo giravano più salami, la coca c’era in entrambi i casi. Quindi fuori Morgan e fuori anhe Marrazzo.



12. warhol_84 ha scritto:

22 aprile 2010 alle 13:08

FAvola, io trovo il tuo discorso veramente razzista e fuori dal mondo. Farne una differenza di centimetri indica una pochezza mentale imbarazzante. Andare, volgarmente, a puttane o andare a trans non ha nessuna differenza…se si reputa svilente (come io lo reputo) andare con le prime si deve reputare svilente anche andare con le seconde.



13. penguin ha scritto:

22 aprile 2010 alle 13:29

Scusate, a me sembra la vera differenza sia un’altra: Marrazzo si è fatto eleggere, ottenendone in cambio anche un discreto stipendio, capitalizzando su un’immagine di un certo tipo, televisivamente costruita da anni di conduzione “moralizzatrice”. Che credibilità, non solo politica ma a questo punto anche televisiva, può ancora avere un personaggio simile?
Se a uno piace il sesso a pagamento (con donne o trans, moralmente è lo stesso) fatti suoi, se vuole drogarsi idem. Ma eviti di diventare governatore di una Regione. Ma davvero non bisogna pretendere un minimo di sobrietà da chi ci dovrebbe rappresentare, profumatamente pagato? è moralismo il mio, oppure dovremmo guardarci un po’ di più intorno? (vedi Regno Unito, dove i parlamentari si dimettono se appena risulta che hanno fatto la cresta sui rimborsi spesa)

Ma forse la Rai lo premia proprio per questo, perché ha “polverizzato” (è il caso di dirlo…) le pur esili chanche del Pd alle ultime regionali.
Aprite gli occhi.



14. iTruth ha scritto:

22 aprile 2010 alle 13:59

@ Favola

E non continuiamo con la scala valori? Ok a prostitute, ok a trans… hai dimenticato i prostitutI maschi.

Perché lo sai che la maggior parte di loro ha clienti uomini e non donne, vero?

Mi interessa molto scoprire quale posto occupino i prostituti nella tua discutibile hit parade :-)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.