RAI



15
luglio

Rai, ok del Cdm a Carlo Fuortes e Marinella Soldi (che però rischia in Vigilanza)

Marinella Soldi

In Rai la linea Draghi avanza. Passo dopo passo, come previsto. Il Consiglio dei ministri, a quanto si apprende da fonti dell’esecutivo, ha infatti dato l’ok alle nomine di Carlo Fuortes e per i ruoli di AD e Presidente Rai. L’indicazione è formalmente arrivata dal ministro dell’Economia Daniele Franco, in accordo chiaramente con il premier, che sui nomi dei nuovi vertici di Viale Mazzini ha spiazzato le forze politiche, dribblando i tavoli di confronto dei partiti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




14
luglio

Carlo Fuortes, parla il prossimo AD Rai: «Mio background può essere molto utile. Importante ragionare sul prodotto»

Carlo Fuortes

(non) parla della Rai. Il che, ai tempi silentium draghiano che avvolge le più delicate decisioni di Palazzo Chigi, può anche essere una notizia. Intervenuto agli Stati generali della Cultura del Sole 24 ore, il dirigente indicato dal governo come prossimo AD di Viale Mazzini ha menzionato il servizio pubblico con parole che – seppur molto misurate – testimoniano un suo lento avvicinamento ai vertici dell’azienda

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


12
luglio

Rai, Fabrizio Salini intona l’addio: «Ho portato cultura e documentari. Sanremo scommessa vinta. Avrei voluto Zalone»

Fabrizio Salini

Alcune cose si potevano fare meglio, ma la Rai oggi è più solida“. non azzarda una promozione a pieni voti, ma difende il proprio operato e rivendica le proprie scelte. Al termine del proprio triennio alla guida dell’azienda di Viale Mazzini, l’ormai ex AD ha espresso soddisfazione dalle pagine del Corriere. “Ho parlato poco, ho preferito lavorare” ha detto con un certo orgoglio, sebbene l’operato della sua governance sia paragonabile alla proverbiale montagna che partorisce un topolino

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





2
luglio

Rai Sport in guerra con la Rai: negata la lettura del comunicato sindacale a Dribbling Europei. Via libera nel pre partita di Svizzera-Spagna con la replica dei vertici aziendali: «La Rai esprime stupore»

Sabrina Gandolfi

Sabrina Gandolfi

E’ guerra aperta tra Rai Sport e la Rai dopo la perdita della Coppa Italia, che nel prossimo triennio 2021/2024 sarà trasmessa da Mediaset. Dopo la protesta della testata, che ha accusato apertamente l’azienda di averla lasciata alla deriva, scoppia il caso Dribbling Europei: la Rai avrebbe infatti negato alla redazione sportiva di leggere un comunicato aziendale in diretta durante la trasmissione, in onda alle 13.30 su Rai 2. E’ quanto accusa Usigrai:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


2
luglio

Niente più Coppa Italia, Rai Sport all’attacco della Rai: «Un altro clamoroso autogol. L’azienda ha lasciato alla deriva una testata»

Rai Sport

Rai Sport

La Coppa Italia 2021/2024 a Mediaset è un duro colpo che Rai Sport fatica ad incassare. La redazione sportiva della tv di Stato prende così le distanze dalla sua azienda in merito alla mancata acquisizione dei diritti di una competizione che, al pari della Nazionale, era da sempre un elemento cardine nella propria offerta.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





23
giugno

Rai, indetto un mese di sciopero. Programmazione estiva a rischio

Rai

Un mese di sciopero, con potenziali ripercussioni sulla regolare programmazione televisiva. La calda estate della Rai inizia con la proclamazione di una maxi astensione dal lavoro che si protrarrà dal 28 giugno al 28 luglio. E che, vista l’anomala estensione, potrebbe impattare sulla messa in onda dei nuovi programmi estivi al via proprio dalla prossima settimana.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


11
giugno

Ascolti TV, la classifica delle reti più seguite della stagione (1 Ottobre 2020-31 Maggio 2021): Rai1 in testa col 17%, Canale 5 al 15.9%. Conte e Amadeus i più visti

Sanremo

Sanremo (US Stampa Rai)

Il servizio pubblico ha fatto ancora la parte del leone. Nella stagione televisiva ormai conclusa, la Rai si è divorata il 36% della platea totale, con un ascolto medio di 4,2 milioni di spettatori nei 243 giorni del periodo compreso tra il 1° ottobre 2020 e il 31 maggio 2021. Medaglia d’argento per Mediaset, al 32,5%. Le reti ammiraglie delle rispettive emittenti – pubblica e privata – sono state le più seguite. Tra le generaliste, nessun exploit di La7 nonostante l’accresciuto interesse per il genere informativo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


8
giugno

Rai fa acqua da tutte le parti, soprattutto dagli ascensori!

Pioggia via teulada

Pioggia a Via Teulada

Questo ancora non s’era mai visto in Rai. Non ci riferiamo ad un nuovo format ma a quel che è accaduto nei corridoi romani di Via Teulada, alle prese con il maltempo. Come segnala Dagospia, nella nota sede Rai oggi è cominciato a “piovere dagli ascensori”. Un accadimento che farebbe quasi sorridere (sembra incredibile!) se non fosse per il pericolo che questo comporta in termini di possibili danni strutturali agli impianti o possibili cortocircuiti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,