19
febbraio

ADDIO A ORESTE LIONELLO, RE DEL BAGAGLINO. ECCO I RICORDI DEI COLLEGHI, IN ATTESA DEL TRIBUTO, QUESTA SERA, SUL PALCO DELL’ARISTON

Oreste Lionello @ Davidemaggio.it

Oreste Lionello è morto a Roma dopo una lunga malattia. L’attore era nato il 18 aprile 1927 a Rodi, in Grecia. Aveva 81 anni. 

La camera ardente per rendere l’ultimo omaggio al famoso attore, sarà ospitata da oggi in Campidoglio, nella Sala della Protomoteca: sarà aperta dalle ore 21 alle 23 di oggi e per tutta la giornata di domani, dalle 9 alle 23. La cerimonia funebre, invece, si svolgerà sabato 21 febbraio, alle ore 13, presso la Basilica di Santa Maria d’Ara Coeli in Campidoglio. Oreste Lionello sarà tumulato nel Cimitero Monumentale del Verano – si legge in una nota del Comune di Roma- “quale riconoscimento alla sua importante figura di artista poliedrico che tanto ha saputo dare alla nostra città, soprattutto con la sua attività al Teatro Bagaglino, e all’Italia intera”.

Lionello può, a ragione, essere considerato il re indiscusso della compagnia teatrale del Bagaglino. Fondata a metà degli anni sessanta, è stata protagonista di numerosi spettacoli e film per la televisione. Proprio tra poco più di un mese la compagnia doveva tornare in onda su Canale5 con un nuovo show in prima serata, slittato rispetto alla consueta collocazione invernale di gennaio/febbraio. E Lionello sarebbe stato uno dei protagonisti assoluti.

Dopo il salto la carriera dell’artista e alcuni ricordi dei colleghi:

Lionello e’ considerato tra i piu’ grandi doppiatori di sempre: ha dato voce a Charlie Chaplin nel ridoppiaggio del 1972 de ‘Il grande dittatore’, a Dick Van Dyke in ‘Mary Poppins’, a Peter Sellers ne ‘Il dottor Stranamore’, a Gene Wilder in ‘Frankenstein Junior’, a Michel Serrault nella trilogia de ‘Il vizietto’ ma, soprattutto, a Woody Allen nei film del regista americano. Inoltre nella versione cinematografica di ‘Cyrano De Bergerac’ con Gerard Depardieu ha provveduto alla traduzione delle battute del protagonista tutte rigorosamente in rima. Presente in diversi film di Federico Fellini, dove spesso ha dato la voce a piu’ personaggi nella stessa pellicola.

E poi la consacrazione definitiva al Salone Margherita con le sue indimenticabili imitazioni, una su tutte quella del presidente Andreotti. Questi i ricordi di alcuni dei suoi compagni di lavoro:

  • Pier Francesco Pingitore: “Ci legava un sentimento profondo, oltre al rapporto professionale, la mia vita è totalmente intrecciata con quella di Oreste. Era una persona unica, di una bontà e di un’intelligenza assolutamente superiori“.
  • Martufello: “Cosa mi resta di Oreste? Trent’anni di ricordi. Abbiamo lavorato fianco a fianco senza perdere una stagione. Anche quest’anno a ‘Sex and Italy’. Si era preso quindici giorni per riposarsi. Mi voleva molto bene, penso che non lo dimenticherò mai“.
  • Angela Melillo:  “La perdita di Oreste e’ un lutto enorme. Era una persona dolce e sensibile e quando saliva sul palco ti regalava sempre qualcosa. Spesso gli attori sono egocentrici, Oreste invece amava lavorare insieme agli altri. Con questo lutto il mondo dello spettacolo perde un grandissimo attore“.
  • Justine Mattera: “Lavorare con lui per me e’ stato un onore. Facevamo insieme uno sketch su Andreotti che mi metteva molto in ansia ma lui era sempre pronto a incoraggiarmi. Era un grandissimo attore, un vero e proprio mito“.

Questa sera durante la terza serata del Festival di Sanremo ci sarà un tributo all’artista scomparso.



Articoli che potrebbero interessarti


Bellissima - Cast
BELLISSIMA, OTTO PRIMEDONNE MA MANCA LA PIU’ BELLA: LEONIDA!


Bagaglino - Bellissima
OTTO DONNE PER UN BAGAGLINO. “BELLISSIMA”, DALL’11 APRILE SU CANALE 5, SFIDA “TI LASCIO UNA CANZONE”


Silvia Burgio @ Davide Maggio .it
SILVIA BURGIO AL BAGAGLINO, BASTERA’ L’EFFETTO TRANS A RISOLLEVARE GLI ASCOLTI?


Bellissima / XFactor
RELATIVISMI: QUANDO UN 12% DI SHARE E’ UN FLOP (BELLISSIMA) E QUANDO E’ UN SUCCESSO (XFACTOR)

14 Commenti dei lettori »

1. luigino ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 15:18

Ma al povero Bonolis non era già successo con Castagna?



2. Mari 611 ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 15:26

Sì. Luigino. E se non sbaglio mentre era in diretta. Per stasera avrà avuto il tempo di preparare il doveroso tributo al grandissimo, come uomo e come artista, Lionello. Gli dobbiamo veramente molto.



3. Davide Maggio ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 15:29

@ luigino: non capisco il senso del “povero”.



4. Luigiozz ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 15:32

è uno dei ricordi della mia infanzia ….. grande Oreste un altro grande che se ne và…… Arrivederci



5. Mari 611 ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 15:37

DM..io penso di aver capito ..nel senso di “sfortunato” perchè proprio quando lui presenta Sanremo il destino vuole che capitino tristi lutti nel mondo dello spettacolo.



6. Davide Maggio ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 15:40

@ Mari611: infatti era chiaro anche a me e proprio per questo speravo di sbagliarmi. Credo che la sfortuna sia ben altra cosa che dover ricordare un artista scomparso. Soprattutto uno come Oreste Lionello.



7. luigino ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 15:40

esatto mari… non penso che sia una cosa piacevola da affrontare e inoltre il festival inevitabilmente verrà ricordato assieme a questo triste evento.



8. Mari 611 ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 15:47

ma no Davide…la “sfortuna” non sta nell’omaggiare, ci mancherebbe altro, sta nel fatto secondo me che un presentatore a cui capitano due volte di seguito questi eventi possa sentirsi inconsciamente lui stesso un porta-sfortuna. Insomma non c’è da interpretare negativamente il “povero” almeno secondo me.



9. simo ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 17:03

Certo con 1 milione di euro di compenso il “povero” Bonolis può anche sforzarsi di improvvisare qualche minuto di silenzio e mettere in fila due parole serie in memoria di qaulche collega biricchino che decide di morire proprio mentre è lui a condurre il festival!!! O chiediamo troppo?



10. erodio76 ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 17:18

Su una tv locale umbra (Tef) ascoltavo sempre la sua voce, il programma si chiamava Il Buongiornotte(f) e dava il buon giorno o la buona notte agli spettatori (in base all’ora di messa in onda)
Ciao Oreste, eri davvero bravo.



11. Marika ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 18:33

mi è troppo dispiaciuto… era uno dei migliori al bagaglino e io sono cresciuta guardando le imitazioni… adesso chi farà l’imitazione di Berlusconi? che peccato… :(



12. Kiara ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 19:03

Senza di lui il Bagaglino ne risentirà tantissimo. Un omaggio ad un artista con la A maiuscola, ma estremamente umile, è doveroso.

@simo: non comprendo il tuo livore nei confronti di Bonolis. Tranquilla che sarà il primo a voler tributare Lionello, senza bisogno di sentirselo dire o imporre da Del Noce. Bonolis non è solo un grande mattatore… è anche una persona estremamente umana. Chiunque segua “Il senso della vita” lo sa bene…



13. Marta ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 20:36

Se non sbaglio a Bonolis toccò anche riprendere la diretta sul palco dell’Ariston dopo che ci si era collegati in diretta con l’aeroporto di Ciampino per il doloroso rientro della salma di Nicola Calipari. Ve lo ricordate?



14. Giovanni Giamblanco-Isolano89 ha scritto:

19 febbraio 2009 alle 21:30

Davvero molto triste questa notizia,ultimamente il mondo dello spettacolo,della comicità e della musica,sta perdendo tanti personaggi che hanno dato molto al loro pubblico.La Notizia della scomparsa di Oreste Lionello mi ha veramente sconvolto,non immaginavo proprio,sapevo che era molto ammalato,ma non credevo neanche minimamente che fosse una malattia così grave che lo avesse portato sino alla morte,come anche per Mino Reitano,la vita è una ruota che gira per tutti purtroppo ma è anche equo!Un grandissimo artista,cabbarettista,comicità pura,mai volgare di alta qualità,un mattatore unico nel suo genere,le sue imitazioni al Bagaglino erano imperdibili,insieme a Leo Gullotta era il mio preferito in assoluto dopo veniva il resto della compagnia,e pensare che non vedessi l’ora che incominciasse di nuovo il consueto appuntamento con il Bagaglino per potere ridere fino alle lacrime…Mi stringo a questo dolore e serata di Lutto..condoglianze alla famiglia
ADDIO ORESTE!!!

P.S certo comunque una strana coincidenza che ogni volta che Paolo Bonolis conduce il Festival di Sanremo muore qualcuno:Da Alberto Castagna nel 2005 ad Oreste Lionello nel 2009…Povero Paolo…comunque capita!!!non è certo colpa sua!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.