4
ottobre

SILVIA BURGIO AL BAGAGLINO, BASTERA’ L’EFFETTO TRANS A RISOLLEVARE GLI ASCOLTI?

Silvia Burgio @ Davide Maggio .itQuelli del Bagaglino, dopo una serie di annate (le ultime) archiviate con ascolti sempre al di sotto delle aspettative, devono aver capito che per la prossima stagione bisogna puntare su un ingrediente innovativo per un varietà di satira: una primadonna transessuale in palcoscenico. Una ricerca non troppo difficile considerata, qualche mese addietro, l’autocandidatura di Silvia Burgio. Fresca concorrente dell’ultima edizione del Grande Fratello, la Burgio, ora donna a tutti gli effetti, in più di un’occasione aveva manifestato apertamente il desiderio di collaborare con Pier Francesco Pingitore.

E l’ingaggio del regista non è tardato ad arrivare. Silvia affiancherà Pippo Franco, Oreste Lionello e Martufello all’interno del popolare Salone Margherita per un programma in onda prossimamente su Canale5. Ma non sarà l’unica soubrette.

Un posto al sole cercheranno di accaparrarselo altre tre bellissime, da qualche tempo fuori dai grandi giri. La mora Antonella Mosetti, dopo un danzereccio trascorso a Mediaset ed una semi-promozione in Rai, si è affermata più che altro come protagonista sui giornali rosa per la pluripaparazzata storia d’amore con Aldo Montano e qualche litigio con Simona Ventura. A farle da contraltare, la biondissima Justine Mattera, da alcuni anni dedita al musical teatrale, di cui è facile prevedere qualche siparietto in stile Monroe.

Ha sorpreso non pochi, infine, l’ingaggio di Manila Nazzaro. La 31enne ex Miss Italia foggiana, a parte qualche esperienza di poco conto su emittenti televisive minori, è al suo debutto in un varietà. Serviranno tutte queste novità a far rialzare gli ascolti? Chissà. Intanto non sarebbe costruttivo dimenticare che l’ultima avventura del Bagaglino con “Gabbia di matti” è stata più volte ai limiti della chiusura anticipata.

Vien da chiedersi, su quali basi a Mediaset, protagonista in questi giorni di uno dei suoi corsi più infelici, stia puntando su un progetto tradizionale che, però, il pubblico ha ampiamente dimostrato di non gradire più.



Articoli che potrebbero interessarti


Bagaglino - Bellissima
OTTO DONNE PER UN BAGAGLINO. “BELLISSIMA”, DALL’11 APRILE SU CANALE 5, SFIDA “TI LASCIO UNA CANZONE”


Bellissima - Cast
BELLISSIMA, OTTO PRIMEDONNE MA MANCA LA PIU’ BELLA: LEONIDA!


Oreste Lionello @ Davidemaggio.it
ADDIO A ORESTE LIONELLO, RE DEL BAGAGLINO. ECCO I RICORDI DEI COLLEGHI, IN ATTESA DEL TRIBUTO, QUESTA SERA, SUL PALCO DELL’ARISTON


Bellissima / XFactor
RELATIVISMI: QUANDO UN 12% DI SHARE E’ UN FLOP (BELLISSIMA) E QUANDO E’ UN SUCCESSO (XFACTOR)

21 Commenti dei lettori »

1. vicio80 ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 15:41

Non gli sono bastate le edizioni precedenti per capire che il Bagaglino non va più? Donelli non è abbastanza inguaiato per programmare la messa in onda del variet del Bagaglino, che lanno scorso è stato umiliato dai I Migliori Anni?



2. Dario ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 16:42

NO COMMENT…ormai Donelli è senza speranza…ma torni a Tv Sorrisi e Canzoni o vada su di una più comada sdraio in quel delle Canarie…



3. Giancarlo ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 16:44

Ormai è trans mania…le tolgono dalle strade e le piazzano in tv…



4. Dario ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 16:45

Ormai è trans mania…



5. Mari611 ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 16:59

…anche “”Il bagaglino”" finir nel libro dei flop con o senza Silvia :)



6. Davide Maggio ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 17:31

@ Mari611: mi sa che questanno avremmo dovuto fare un libro dei successi perche il libro nero dei flop sara come unenciclopedia!



7. gattoso ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 19:58

a me il bagaglino è sempre piaciuto e lo guarderò….spero che non sia come sempre di sabato…..



8. Davide Maggio ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 20:00

@ gattoso: a me il Bagaglino piaceva molto. Dopo il passaggio su Canale5 ha iniziato a perdere un po di appeal. Forse spostandolo in un altro giorno della settimana ritornerebbe ad avere il successo di tanto tempo fa.



9. LadyDietrich ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 21:48

GIANCARLO il suo intervento è di cattivo gusto.. 1 Silvia NON SI PROSTITUIVA ma era una comune estetista…transessualit e prostituzione non costituiscono un combinato indissolubile. 2 Silvia è UNA EX TRANS,la transessualit è una fase indefinitA..invece Silvia ora è una donna a tutti gli effetti, diversamente da Luxuria, per citarne una, che resta transessuale non essendosi sottoposta alla definitiva operazione chirurgica… Sul Palco del Salone Margherita sono salite donne, più o meno affascinanti, dal discutibile talento artistico…non vedo perchè a Silvia debba essere preclusa la possibilit di lavorare nel mondo dello spettacolo..considerando che è di una bellezza e di una femminilit imbarazzante…che sa muoversi discretamente e che finora è stata tra le poche in un reality a dimostrare di avere un briciolo di sensibilit , di profondit umana oltre che di portarsi in dote una fervida intelligenza…tutte qualit che a lei GIANCARLO mancheranno sicuramente…ma che magari potrebbe impar



10. LadyDietrich ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 21:49

Scusa Davide per la lunghezza del commento ma ci voleva…!!!!



11. Davide Maggio ha scritto:

4 ottobre 2008 alle 22:29

@ LadyDietrich: devo dirla papale papale? A mio avviso la discriminazione cè proprio in chi vuole legittimare a tutti i costi un personaggio solo perchè “”trans adesso operata e quindi donna a tutti gli effetti”". Definirla di una bellezza e di una femminilit imbarazzante… beh… è davvero imbarazzante! La trovo fisicamente brutta e in volto si vedono abbastanza i suoi “”precedenti”" e probabilmente e giusto che sia cosi. Relativamente alla femminilit , ci puo anche stare. Artisticamente, poi, non mi pare abbia più qualit rispetto ad altre colleghe gieffine. Come persona, invece, mi e piaciuta allinterno del realiy. Ma tutto qui, niente di più.



12. LadyDietrich ha scritto:

5 ottobre 2008 alle 01:20

Io non voglio legittimare niente e nessuno…ci tengo a precisare che non è una trans…perchè vocabolario alla mano chi si sottopone ad un operazione modificando i relativi organi genitali non è più nella fase della transessualit ma diventa donna a tutti gli effetti, ed è riconosciuta tale dalla legge italiana…quindi le mie fonti sono : il vocabolario italiano e la legge nazionale. Chi lavora con il linguaggio, s perfettamente quanto sia importante luso corretto delle parole…quindi per evitare le discriminazioni iniziamo a conoscere il mondo e a parlare con un minimo di cognizione di causa!!! Tu puoi trovarla brutta…ma certamente non è più artificiale di una Sabrina Ghio che tu stesso in un post definisci avvenente…mi sembra la Pamela Anderson di Casoria…..Silvia in fatto di fascino potrebbe insegnare molto a tante donne italiane..Artisticamente non puoi pronunciarti perchè non è stata messa alla prova, quindi se non ami la “”cultura del sospetto”" aspetta la prima puntata del Bagaglino



13. Dario ha scritto:

5 ottobre 2008 alle 10:22

Le mie parole nascono per esperienza, nè per vocabolario, nè per legge nazionale…anche se dovresti rivedere la legislazione italiana, nn ancora cos aperta come tu oresupponi…cmq, di trans ne conosco ed ho parlato con loro per capire il loro mondo e soddisfare la mia curiosit verso il tutto che è diverso dal me e ti assicuro che, dopo un lungo e sofferto percorso, sono poche quelle che decidono di completre il ciclo che le render donne e, particolare ancora più importante, nn hanno la benchè minima intenzione, voglia o aspirazione di essere ricordate come ex trans o come trans una volta divenute donne. Detto questo, nn ti è sembrato che la signorina in questione si sia prestata al gioco dellaudience morboso ed ammiccante, quello del GF, nn lamentandosi di essere classificata come trans o ex tale durante il programma, quando nn lo era gi da molto tempo?come si dice:una mano lava laltra e chi se ne importa!finquando lè convenuto per farsi conoscere, adoperando una sua,personale particolarit



14. LadyDietrich ha scritto:

5 ottobre 2008 alle 11:33

Non sar aperta la legislazione italiana…ma dopo loperazione, una ex trans ha la facolt di cambiare nome e di diventare donna a tutti gli effetti, fisicamente, anagraficamente…il documento ne è una prova. A questo si aggiunge un particolare “”di poco conto”": una volta cambiato sesso, e divenute donne per legge, le ex trans possono adottare bambini, se sposate. Forse dovrebbe informarsi meglio e soprattutto dovrebbe inziare a distinguere le trans dalle ex trans per evitare fraintendimenti!!!! Per quanto riguarda la domanda che lei mi ha rivolto..è vero Silvia è entrata in un reality in quanto ex trans…le dirò di più…ha usato la sua “”diversit “” per farsi notare e “”scritturare”"…ebbene…qualè il problema?? E meritevole di essere condannata più di quelle “”donne naturali”" che mercificano il proprio corpo per avere i loro miseri minuti di notoriet ?? E meritevole di essere condannata più di quelle “”donne normali”" che per richiamare lattenzione sulla precariet del posto di lavoro si sono



15. Davide Maggio ha scritto:

5 ottobre 2008 alle 11:35

@ Lady Dietrich: per carit , ti do pienamente ragione su Ghio e Yespica. Ci mancherebbe. E che non condivido proprio le scelte “”artistiche”" fatte negli ultimi tempi che hanno portato alla ribalta gente che potrebbe e forse dovrebbe fare altro. Il discorso sulla “”cultura del sospetto”" è relativa. Si fanno delle valutazioni prima di far approdare una ragazza su un palcoscenico. Io la Burgio, in quel contesto, alla Burgio avrei preferito tante altre ragazze :-) E ti dirò la verit , provo un po di fastidio per questi ex-concorrenti di reality che hanno delle chance in più quando ce tanta altra gente decisamente piu preparata che però deve fare i conti con una popolarit (degli ex gieffini) che oscura il talento di artisti che potrebbero essere veramente tali; @Dario: condivido.



16. LadyDietrich ha scritto:

5 ottobre 2008 alle 11:59

Anche io, come te, non condivido determinate scelte artistiche come quelle che hanno portato alla ribalta “”braccia rubate allagricoltura”" (ex gieffini, pupette,secchini,veline,schedine,meteorine e tutte le altre ine..).. ma non solo….queste scelte artistiche…Anche io a Mattino5,in quel contesto, avrei preferito la Parodi alla Barbara DUrso..anche io alla Toffanin avrei preferito la Senette…potrei citare altri esempi..ma preferisco fermarmi qui…credo che siano sufficenti a dimostrare che ad essere “”fuori luogo-fuori contesto”" non è solo Silvia, in quanto ex trans…



17. Dario ha scritto:

5 ottobre 2008 alle 12:05

Einutile continuare il confronto gentile Lady, ma lei parlaper partito preso e sembra che la sua saccenza laccechi un pò e nn le permette di leggere bene quello che cè scritto tra le righe. Nessuno e sottolineo nessuno ha il diritto di giudicare le scelte delle singole persone, sessuali, decisionali, lavorati o di qualsiasi natura esse siano. Tuttavia è vergognoso che una persona adoperi una questione cos personale e privata per emergere come lei sostiene…il problema è proprio e soprattutto questo…Silvia è prima di tutto e soprattutto un apersona e chi se ne importa se è trans, ex trans, donna o cosa più desidera:è una persona che,per lavorare nel mondo dello spettacolo, bastava che mettesse fuori delle qualit derivanti da impegno e studio. Il mondo dello spettacolo nn è tutto marcio, ma è pieno di troppe, superflui starlette venute fuori grazie a mezzucoli che, invece daiutare determinate persone, le ridicolizzano. Cmq, il dibattito entra in meandri troppo profondi e nn è il caso di ut



18. LadyDietrich ha scritto:

5 ottobre 2008 alle 14:36

Signor Dario…è troppo gratuito additarmi come saccente…solo per aver risposto alle sue evidenti ovviet (Trans Mania)…forse è lei che dovrebbe leggere tra le righe…Bene, allora provi a rispondermi..quando afferma “”tuttavia è vergognoso che una persona adoperi una questione personale e privata per emergere”"…ritiene che sia altrettanto vergognoso che una donna sfrutti la propria fisicit solo per diventare soubrette ad honorem?? E altrettanto vergognoso che un gruppo di donne licenziate, per evidenziare la piaga della precariet del lavoro, abbiano deciso di spogliarsi o di mettersi allasta in rete?? E altrettanto vergognoso che una donna diventi famosa solo per essere “”la moglie di..”", “”lamante di”", la “”partner di”"??? E altrettanto vergognoso che un uomo malato parli in televisione di eutanasia?? Non trova anche lei che queste vicende abbiano un minimo comun denominatore??? Quel macchiavellico “”IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI”" è sempre valido… oggi,più di prima…soprattutto nel mondo del l



19. Davide Maggio ha scritto:

5 ottobre 2008 alle 17:11

@ LadyDietrich (16): questo e poco ma sicuro; @ LadyDietrich e Dario: darsi del LEI non è adatto a questo contesto e mi sembri adatto solo a instaurare un commento un po spocchioso. Alias… continuate, se volete, dandovi del tu.



20. LadyDietrich ha scritto:

6 ottobre 2008 alle 13:29

Spocchioso?? Pensavo rientrasse nella buona educazione…



21. claudia trans ha scritto:

9 ottobre 2009 alle 03:56

silvia e stupenda e a una bellezza che da invidiare,inparatevi ad amarvi prima a se stessi epoi a giudicare.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.