3
febbraio

Sanremo 2022, pagelle della seconda serata. Promosso Zalone, bocciata la Cesarini

amadeus e zalone

Amadeus e Zalone (Ufficio stampa Rai)

Promossi

9 a Checco Zalone. Una sola serata che valeva per tre. L’esordio del comico pugliese sul palco dell’Ariston può definirsi riuscito (con buona pace dei detrattori). E’ attuale ma non già sentito, lancia messaggi ma in maniera politicamente scorretta, domina così la seconda serata del Festival. Il rapper Ragadi, che satireggia le vane sofferenze dei giorni nostri, il miglior personaggio.

8 ad Amadeus. Il conduttore è spalla perfetta per Zalone e riesce a colmare mancanze non sue (vedi Lorena Cesarini). Troppo buono con i giocatori del Fantasanremo.

6+ a Iva Zanicchi. Lo diciamo subito: la canzone non è un granché e nutriamo perplessità sull’opportunità di un testo del genere. Allo stesso tempo è impossibile non notare la presenza scenica e la voce dell’ottantaduenne Aquila di Ligonchio.

6 alla seconda serata del Festival di Sanremo 2022. Il livello delle canzoni, nettamente più basso, viene compensato dalla “parte extra” alimentata dal ciclone Zalone e dalla chiusura ad un orario più che accettabile. Rispetto a ieri, la scaletta ha dato precedenza agli ospiti con un blocco eccessivamente lungo in pieno peak time con Zalone+Pausini e Eurovision. Non ce n’era bisogno, l’attesa era per le canzoni mai ascoltate dei big!

6 di incoraggiamento a Tananai. L’esordiente paga un’esibizione infelice, piena di imperfezioni. Sarà stata l’emozione? In compenso il brano Sesso Occasionale è molto orecchiabile e l’ultima posizione gli rende poca giustizia.

Bocciati

5 all’ospitata di Laura Pausini. L’ennesima incursione in Riviera della cantante romagnola si traduce in una gigantesca promozione, non solo, del singolo, che annaspa, ma anche del film su Prime Video. A nobilitare la sua presenza, per fortuna,  c’è stato l’annuncio della conduzione dell’Eurovision.

4 a Lorena Cesarini. Rompere il ghiaccio col “monologo dolente” è stato quanto di peggio potesse capitare. Sia per la retorica dell’intervento sia perchè quelle sue parole, quella sua sofferenza, quel suo essere giudicata diversa, è diventato un biglietto da visita per il pubblico che non la conosceva. Per il resto, non ha colpito né per presenza scenica né per spigliatezza. Genuina l’emozione invece.

4 alle ripetute incertezze registiche. Che succede?

3 al promo istituzionale in cui Elisabetta Canalis parla della “sua Liguria”. Suona paradossale che una sarda, che vive a Los Angeles, che ha vissuto a Milano, ci debba raccontare le bellezze liguri. Logiche d’agenzia?



Articoli che potrebbero interessarti


pausinisanremo2021-5
Sanremo 2021: le pagelle della Seconda Serata


eurovision
Pagelle TV della Settimana – speciale Eurovision Song Contest


Mahmood Blanco19
Le pagelle finali del Festival di Sanremo 2022


Lorena Cesarini
Sanremo 2022, la figuraccia di Lorena Cesarini. Prima del Festival diceva: «Mai stata discriminata. Non farei la predica sull’integrazione, non sarei credibile»

1 Commento dei lettori »

1. Luigi ha scritto:

6 febbraio 2022 alle 21:53

Per Pausini e la sua canzone (che non annaspa ma è in ottima rotazione radiofonica e segue le sole sanremesi in classifica) “Gigantesca promozione” significa… che l’ha semplicemente cantata, come fa chiunque presenti un nuovo singolo?
Se proprio un’artista non ci piace, magari non diamo voti ma ignoriamola.
L’ospitata, peraltro, è stata tanto altro, incluso un bel duetto con Mika.
Peccato per Amadeus, e per Sanremo, se non si è scelto di farla cantare di più.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.