14
febbraio

GIULIANO FERRARA DA’ IL SUO ADDIO A LA7 (CAUSA ELEZIONI)

Giuliano Ferrara @ Davide Maggio .it

Giuliano Ferrara ha partorito una decisione : la presentazione alle prossime elezioni di una lista che avrà nell’aborto, nella moratoria sulla legge che consente l’aborto, il proprio caposaldo. A prescindere da questa “gravidanza isterica” che sta ossesionando il noto giornalista, questo post vuole parlare, lasciando da parte la politica, delle conseguenze televisive che una scelta del genere ha comportato.

Come annunciato dallo stesso conduttore, infatti, Otto e Mezzo non potrà più contare dal prossimo lunedi sulla presenza di Giuliano Ferrara e vedrà la “povera” Ritanna Armeni da sola (in realtà solo per una settimana) alla guida del salotto politico de La7.

Peccato! Perchè Otto e Mezzo riusciva a proporre quotidianamente, con uno straordinario garbo, discussioni legate alla politica e all’attualità riuscendo a mantenere pacati i toni e, soprattutto, a dare al telespettatore la possibilità di valutare autonomamente le situazioni oggetto di discussione intorno alla “tavola rotonda” del talk show.

Un programma in perfetta sintonia con le scelte di un’emittente che, da subito, ha privilegiato la qualità e un modo di fare televisione che riesce ancora a discostarsi dall’involuzione del piccolo schermo italiano succube, ormai in maniera compulsiva, degli ascolti. Una televisione che non si preoccupa di rimanere di nicchia preferendo privilegiare dei principi mediatici che non possono, per quanto mi riguarda, non essere condivisi.

Ed Otto e Mezzo era e continua ad essere una delle migliori manifestazioni di questa politica mediatica.

Grazie ad una formula giusta ed equilibrata, Giuliano Ferrara e Ritanna Armeni sono riusciti a proporre, ogni sera, un piccolo esempio di buona televisione che ha visto nel confronto il proprio punto di forza. Un confronto che partiva dagli stessi conduttori che, essendo portatori di valori e idee decisamente diversi se non opposti, offrivano relativamente agli argomenti proposti una “visione dei fatti” mai univoca. Un caso più unico che raro in un panorama televisivo fortemente politicizzato e sicuramente fazioso nei confronti di questo o di quell’altro schieramento politico.

Ma “all good things must come to an end”, direbbe qualcuno. E questa volta dobbiamo rinunciare, proprio durante la campagna elettorale, a quel singolare e stimolante contraddittorio che solo la coppia Ferrara-Armeni riusciva a mettere in… onda!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , , , , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Daniele Luttazzi @ Davide Maggio .it
LUTTAZZI CACCIATO, UN EPURATO AL QUADRATO!


Otto e Mezzo, Giovanni Floris
Otto e Mezzo: Lilli Gruber è al gruppo Bilderberg. Floris la sostituisce


Salvini, Gruber
Salvini: «Non ho voglia di andare dalla Gruber ma mi tocca». La conduttrice: «Resti a casa o al Ministero»


Giorgia Meloni, Otto e mezzo
La7, scontro Gruber-Meloni. «Le tolgo l’audio». «Devo stare zitta così fate il comizio?» – Video

19 Commenti dei lettori »

1. Lele ha scritto:

14 febbraio 2008 alle 23:50

E un vero peccato avere una buona trasmissione in meno (non me ne voglia lArmeni, ma senza di lui il programma perde “”peso”"), per un politico (ex ministro) in più…



2. Dynit ha scritto:

15 febbraio 2008 alle 12:07

Spero che non venga eletto.



3. sanjai ha scritto:

15 febbraio 2008 alle 12:20

mi riesce difficile scindere la politica dalla tv in questa occasione…dunque mi limiterò a dire che sono contento,ferrara non lho mai sopportato…a onor del vero devo però dire che spesso mi sono ritrovato a vedere otto e mezzo trovando alcune puntate davvero interessanti e questo è in parte merito di ferrara.e gli do pure merito di essere stato capace di costruire un appuntamento fisso per tanta gente nonostante le difficolt della fascia oraria e del limitato bacino dutenza di la7.



4. Marko ha scritto:

15 febbraio 2008 alle 13:50

@ DM scusa lOT Davide lo sai che che oggi sul giornale Metro, Mariano Sabatini parla di te?



5. Mary ha scritto:

15 febbraio 2008 alle 14:57

GIUDICO FERRARA UNA BRAVISSIMA PERSONA,VERAMENTE CAPACE E IN GAMBA.OTTO E MEZZO è ANCHESSO UN BUON PRODOTTO,BEN FATTO E DI QUALITA.SONO DAVVERO CONTENTA PER LUI,ANCHE SE,COME GIA DETTO,IL PROGRAMMA SENZA D LUI PERDERA TANTISSIMO..SPERIAMO CHE LO SAPRANNO RIMPIAZZARE ADEGUATAMENTE..



6. Ale85 ha scritto:

15 febbraio 2008 alle 15:58

Vorrei Sposini o Lerner o Piroso al posto di Ferrara.



7. Davide Maggio ha scritto:

15 febbraio 2008 alle 20:04

@ Lele : quando scrivi queste cose dai il meglio di te :-) @ sanjai : però non credo che si possa accusarlo di cattiva conduzione. Trovo Otto e Mezzo un programma straordinario. Se fosse trasmesso su unaltra rete, farebbe il botto; @ Marko : si ma grazie mille ugualmente per la segnalazione. Purtroppo causa assenza di segnalazioni avevo addirittura perso una citazione di PAolo Martini su La Stampa :-) @ Mary : condivido pur trovandolo spesso rigido nelle sue posizioni. Mi auguro anche io una valida sostituzione. Posso chiederti di utilizzare il carattere minuscolo nei commenti? @ Ale85 : sono daccordo su Sposini e Piroso anche se propendo per questultimo. Lerner invece lo lascerei dove :-)



8. Astrix ha scritto:

16 febbraio 2008 alle 12:41

io sono contentissimo che Ferrara non infetti più la prima serata di La7 e sono dispiaciuto che questa possa rimanere solo una scelta molto probabilmente momentanea. un uomo che si è sempre venduto per sua stessa ammissione, dando ai suoi lettori e telespettatori notizie FALSE in assoluta MALAFEDE perché era pagato per farlo. e lo ripeto: per sua stessa ammissione. personaggi come lui in America (tanto osannata dalla parte politica ora affine a Ferrara, ora, in futuro chiss ) li avrebbero fatti fuori da un pezzo perché, come direbbero l, hanno rotto il patto di fiducia con i telespettatori. Un giornalista che tra laltro nel corso della sua vita in segno di grande coerenza (!!) si è girato un po tutti gli schieramenti politici per finire al soldo di uno. Linformazione italiana può fare benissimo a meno di tutti questi giornalisti…



9. sanjai ha scritto:

16 febbraio 2008 alle 13:54

@davide:a me non piace lui come persona,intendevo questo.non lho accusato di cattiva conduzione.anzi ho detto che le volte che ho visto otto e mezzo lho sempre trovato interessante e questo molto probabilmente non sarebbe successo se non ci fosse stat



10. Capitano Sal ha scritto:

16 febbraio 2008 alle 14:14

La armeni è stata lunica in gradio di tenergli testa! la palombelli se la magnava tutte le sere,e anche lerner e sofri non mi piacevano molto.



11. Davide Maggio ha scritto:

16 febbraio 2008 alle 15:43

@ Astrix : i tuoi commenti mi piacciono spesso perchè danno vita a confronti tra opinioni diverse. Altre volte, però, non mi piacciono perchè preferisci puntare il dito contro. E questo succede quasi sempre quando si parla di politica o ce la politica dietro. Io eviterei. E chiaramente relativamente al commento che hai lasciato in questo post mi dissocio; @ sanjai : ha le sue fisime :-) @ Capitano Sal : il programma mi piace proprio per questo. Per il confronto anche tra i conduttori!



12. Lucien ha scritto:

16 febbraio 2008 alle 19:48

Peccato che un pezzo di televisione che discute di politica con una certa profondit e ospiti competenti, sia turbata da una fisima di Ferrara. 8/2 a quellora è senza rivali e avrebbe figurato bene anche in terza serata, almeno rispetto gli standard della La7. Sicuramente non cera bisogno di unaltro “”partitino”", poteva anche aggregarsi a una delle due grandi coalizioni o fare qualche puntata di 8/2 a tema ottenendo, forse, lo stesso risultato. Approvo lobiettivo ma non i modi che sembrano dettati da un capriccio.



13. Astrix ha scritto:

16 febbraio 2008 alle 20:42

Davide e che vuoi farci…ognuno ha le sue idee politiche in merito. Anche le tue si sono ben capite. Se “”punto il dito contro”", come dici tu (a me sembra soltanto di aver espresso il mio punto di vista, anche se scomodo), è perché credo di avere qualche buona ragione alle spalle. non mi sono certo inventato quello che ho scritto prima. Ripeto: il signor Ferrara rivendicava fino a poco tempo fa addirittura CON ORGOGLIO di essere stato al soldo di qualcuno (la CIA) e di aver anche messo in circolo notizie non veritiere per convenienza di qualcuno. Beh, scusami tanto se tutto questo a me indigna e a te e ad altri evidentemente no. Sono ancora un “”romanticone”" che pretende che i giornalisti siano faziosi solo per rispetto alle proprie legittime idee, e non in malafede come fossero dei mercenari qualunque. dallinformazione dipende la libert di un Paese. se linformazione è viziata, non può conseguirne una democrazia sana. ecco perché sono del parere che giornalisti come lui dovrebbero essere espulsi dall



14. baldo ha scritto:

16 febbraio 2008 alle 21:42

Non ho molta simpatia e nutro molti dubbi sullutilit delle liste “”monotematiche”" (come quella dei pensionati, delle casalinghe e quantaltro), spesso (non nel caso presente) ribalta per personaggi in cerca di notoriet . Politica a parte, condivido lapprezzamento per lo stile di La 7 e giudico Ferrara uno dei più bravi giornalisti in circolazione sia in versione tv che scritta. “”Il foglio”" è la novit editoriale più interessante intervenuta nel mondo dei quotidiani dai tempi di Repubblica e uno dei pochi “”luoghi”" dove oggi si produce cultura (lo ha riconosciuto lo stesso direttore di Repubblica). Ledizione del Sabato è imperdibile.



15. Davide Maggio ha scritto:

17 febbraio 2008 alle 00:20

@ Lucien : sullaltro partitino mi trovi perfettamente daccordo ma credo che quando Ferrara si metta in testa una cosa la porti avanti a qualunque costo. Credo diventi, per lui, una questione di principio; @ Astrix : ci mancherebbe. E solo che non mi sembrava il caso di tirare in ballo questioni strettamente politiche sollevando i toni. Scrivi sempre dei commenti interessanti ma non capisco perchè ti infervori tanto. Per quanto riguarda la buona fede dei conduttori/giornalisti non si può non essere daccordo ma sono al tempo stesso consapevole che sia decisamente difficile trovarne uno completamente obiettivo; @ baldo : quoto! @



16. Astrix ha scritto:

17 febbraio 2008 alle 13:17

beh, davide, perdonami, ma la questione strettamente politica lha tirata in ballo direttamente Ferrara facendo quella scelta. e io da spettatore che devo giudicare Ferrara, considero anche il suo background e non mi limito alla trasmissioncina che fa. bada bene: non credo neanchio che ci possano essere dei giornalisti assolutamente obiettivi. Rivendico con forza che i giornalisti abbiano le loro idee politiche a favore di una parte, sono persone come tutti ed è giusto che abbiano anche loro la loro visione: quello che chiedo a tutti però è la buonafede, cui Ferrara è venuto a mancare. Quando si mistifica la notizia, la si occulta o ne si d una assolutamente inesistente, l non è più questione di giornalista fazioso: è questione di giornalista imbroglione che, per come la vedo io, dovrebbe essere severamente punito, con limpossibilit di continuare a fare questo mestiere. allestero avviene cos daltronde. non si gioca con linformazione come fosse un gioco per bambini. in Italia manca lassunz



17. Davide Maggio ha scritto:

17 febbraio 2008 alle 15:53

@ Astrix : questo lo condivido e hai perfettamente ragione. Al tempo stesso mi sembra quasi unutopia, pero…



18. Ale85 ha scritto:

19 febbraio 2008 alle 12:46

Daniele Luttazzi fu cacciato da La7 per una battuta su Giuliano Ferrara. E adesso che Ferrara non cè a La7 ?.



19. Lele ha scritto:

15 aprile 2008 alle 20:53

Spero che dopo “”Lo0″” torni a “”La7″”. O, se preferisci, dopo lo “”Zero e mezzo”" torni ad “”Otto e mezzo”"!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.