8
dicembre

LUTTAZZI CACCIATO, UN EPURATO AL QUADRATO!

Daniele Luttazzi @ Davide Maggio .it

Solo poche puntate, ma forse anche troppe, ed è arrivato lo stop anche da La7 che ha messo la parola FINE al Decameron di Daniele Luttazi, disepurato proprio dall’emittente del gruppo Telecom.

Un’infelice quanto squallida sequenza di battute nei confronti di uno dei volti storici di La7, Giuliano Ferrara, è costata cara a colui che crede di rappresentare il miglior esempio di satira vivente ma che, in realtà, non riesce a far altro che creare cloache televisive che, a quanto pare, iniziano a stancare paritariamente entrambe le fazioni politiche, principale bersaglio dell’epurato al quadrato Luttazzi.

Perfette le parole di Maria Volpe del Corriere della Sera che scrive “quando la satira diventa offesa, volgarità, insulto irriferibile, la libertà non c’entra più nulla“.

Ed infatti il problema non è più (e forse non lo è mai stato) incentrato su libertà o non libertà della satira ma, più semplicemente, sul buon gusto e, ancor di più, sul rispetto delle persone.

Un rispetto che Luttazzi non ha mai avuto ma che ha sempre preteso, riempendosi la bocca di libertà e principi costituzionalmente garantiti ma ignorando del tutto che anche la libertà dei singoli incontra un limite intrinseco nella dignità, onorabilità e rispettabilità altrui, altrettanto garantite costituzionalmente.

Valori che, per Luttazzi, hanno rappresentato e, a quanto pare, continuano a rappresentare un optional, come se gli altri non avessero gli stessi diritti di chi si cela dietro quella che, per Luttazzi, sarebbe la satira.

Nonostante tutto, gli era stata data una seconda chance probabilmente forti o quanto meno fiduciosi, in quel di La7, dell’indiscutibile audience che l’antiberlusconismo attira anche, e forse soprattutto, quando si superano certi limiti.

Viene, però, il sospetto che questi limiti siano stati superati in maniera subdola e deliberata.

Forse consapevole degli scarsissimi risultati di questo tanto desiderato ritorno (da chi, poi, non si capisce, visti gli ascolti), Luttazzi potrebbe aver rivalutato la propria situazione da epurato e, dunque, perchè disturbarsi a mantenere un certo aplomb quando inveire, insultare, imprecare, giocando con immagini ricorrenti a dir poco ributtanti può portare il “comico” a crearsi una nomea di ripudiato, di epurato da un regime soppressivo che tende a castrare la satira?

Perchè limitarsi se questo lo può portare a riempire teatri e a raddoppiare le vendite dei prodotti collegati alla sua attività?

Crearsi un’immagine a spese della reputazione altrui, entrare nel mito ed avere un ritorno economico insperato potrebbe essere in realtà l’obiettivo di un comico che porta inesorabilmente i dirigenti a liberarsi di lui.

Non la ricerca della verità, nè tantomeno di libertà. Una manovra. Come tante altre, anche se decisamente sopraffina.

Se così non fosse, oltre ad essere un comico irrispettoso, di cattivo gusto ed epidermicamente repellente, Daniele Luttazzi sarebbe inevitabilmente anche un idiota.

E naturalmente questo lo dico in totale libertà, la sua!



Articoli che potrebbero interessarti


Giuliano Ferrara @ Davide Maggio .it
GIULIANO FERRARA DA’ IL SUO ADDIO A LA7 (CAUSA ELEZIONI)


Palinsesto La7 Autunno 2007 @ Davide Maggio .it
LUTTAZZI a La7 : QUERELE in VISTA?!?


Andrea Salerno
Andrea Salerno a DM: «La7 non è una all news generalista. La concorrenza di Rete 4? Noi abbiamo una storia, gli altri cercheranno di imitarci»


Urbano Cairo
URBANO CAIRO: NON VENDO LA7, LA SVILUPPERO’ CON NUOVI CANALI. PIU’ SOLDI ALLA RAI PER PAGARE ASCENSORI E SPOSTAMENTI? (VIDEO)

46 Commenti dei lettori »

1. Dynit ha scritto:

8 dicembre 2007 alle 23:05

Sono completamente daccordo con te. Questa non è satira, la satira dovrebbe far ridere, divertire E RIFLETTERE SUI PROBLEMI DELLA SOCIETA! Quella di Luttazzi invece fa accapponare la pelle e rabbrividire i sensi. Mi sono rotto che questi tizi si trincerino dietro una presunta satira per poter offendere liberamente chi gli pare. Quando è stato allontanato dal video con l “”editto bulgaro”" ero piccolo e comunque non avevo seguito bene la vicenda. Ma adesso ho capito il motivo e non oso immaginare cosa diceva nel suo show sulla Rai. Magari adesso far come come Biscarsi e si trasferir su 7 Gold, ma spero che dopo questa non lo faccia lavorare più nessuno.



2. davideto ha scritto:

8 dicembre 2007 alle 23:25

Che non ti piaccia Luttazzi è un tuo diritto, che tu gioisca dellira funesta di centinaia di migliaia di persone a cui piaceva guardare il suo programma è invece squallido. Ribadisco: sei squallido.



3. simonttx ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 00:25

La trasmissione di Luttazzi era geniale, irriverente e spassosa. Fin dallinizio diceva le verit , che in Italia nessun altro ha il coraggio di dire. La7 ha solo cercato un pretesto per chiuderla, nientaltro. Peccato.



4. Layla ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 00:46

Davide la tua opinione politica non ti permette di valutare con obbiettivit il lavoro di Luttazzi. Era una trasmissione piena di spunti, che divertiva e informava andando oltre la superficie delle cose. E con ottimi ascolti per La7, considerata lora in cui andava in onda. Inizio a pensare che tu non labbia vista affatto, dal momento che ne parli per la prima volta solo per celebrarne la sospensione. Occupati di quiz e reality, è meglio.



5. neby ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 01:12

La trasmissione di Luttazzi era satira?! Assolutamente no. Da riflettere ce nera, da ridere e divertirsi ce nera ben poco. Inoltre il signor Luttazzi deve rivedere il significato di libert : non vuol dire fare tutto quello che si vuole, ma essere responsabili di quello che fa.



6. Paoletta ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 04:22

Davide, torna a guardarti lIsola dei famosi che è meglio.



7. PttAndrea ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 05:46

Ancora una volta un eclatante esempio di come qualcuno/molti, mentre gli si indica la luna, guardino il dito. Quindi non ci scandalizza per gli 85000 mila CIVILI iraqeni, nonchè per i 3900 soldati americani e gli italiani morti sul campo, e nemmeno per il VERGOGNOSO dietro-front di Berlusconi che, come suo solito, rinnega le sue decisioni, le sue dichiarazioni o qualsiasi altra sconveniente cosa abbia fatto in passato. No. Scandalizziamoci per una battuta. Che, per quanto possa avere fatto uso di unimmagine decisamente scurrile, mi pare faccia meno danni di 4 anni di guerra. Davide il tuo post è davvero sconveniente ed esagerato, sembra un servizio del tg4: come al solito, quando cè di mezzo la politica, diventi una sorta di Emilio Fede della blogosfera, ed è un peccato; probabilmente sarebbe meglio occuparsi solo di tv da queste parti, altrimenti voglio anchio poter mettere in grassetto parole a caso nel mio commento per far sembrare più giusto quello che dico, per par condicio. Chi scrive articoli d



8. mister6339 ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 07:43

La trasmissione di luttazzi non era satira, a me questo monologo su Ferrara oltre ad aver fatto un pò schifo (per la scena da lui descritta) Fa anche capire come questa persona è Scema. Questa non è satira…..questa satira falla ai tuoi spettacoli a teatro dove nessuno ti può cacciare. Ma scusate quello che dice Grillo non è la verit ?? non ci f satira grillo? o meglio comicit ?? Lo hanno cacciato solo una volta dalla Rai e basta.Luttazzi è recidivo, allora il problema non della Rai o di La 7 o di Mediaset, ma è lui che è il problema, e forse cacciarlo è la soluzione giusta. Che tornasse a fare spettacoli del tipo “”Sesso con Luttazzi”".



9. Felix` ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 08:04

Sono daccordo con te, ma gli ascolti non li definirei scarsissimi.. hai fatto la media delle puntate? E sai la media di la7?



10. Ale85 ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 09:05

SE QUESTA E CENSURA Ma immaginate un film con Daniele Luttazzi…. tagliate tutte le scene in cui lui compare. MEGLIO CHE VADA A 7 GOLD.



11. Pereubu ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 10:54

Come sempre lignoranza e la caproneria trionfano. Dal cuore: voi che fate lesegesi di Maria Volpe (anvedi), voi che tuonate su cosa è satira e cosa no, voi che, in sostanza, brillate di crassa rozzezza mille e mille volte più di tutti i Luttazzi del pianeta, leggetevi Menandro, Luciano di Samosata, Properzio, Aristofane, Folengo, Orazio, Rabelais. Magari qualcosina in testa vi rimane. Ah, gli ascolti, per chiunque sia in grado di contare non solo con le dita delle mani: sono stati eccellenti, a parte la terza puntata. Di nuovo: Leggete. Informatevi. Imparate. Sarebbe ora.



12. Raffaele ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 12:29

Si può non essere daccordo con la guerra in Iraq, si può dire in cento modi diversi ma lunico modo da evitare sono le offese contro coloro che invece sono daccordo. Questa gente che si vuol far chiamare comico e che sarebbe meglio lo facesse davvero, ne abbiamo bisogno. Luttazzi con questi mezzucci si fa pubblicit e si assicura milioni di introiti ai suoi spettacoli e la televisione diventa una gran cassa mediatica per i suoi guadagni non per la nostra libert di esprimersi che è ben diversa dalla sua.



13. Gordon Gekko ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 12:38

Ma se era cos sconveniente la sua satira (comera sconveniente lintervista a Travaglio?) perchè lhanno sospeso dopo la replica? Ammetto che Decameronfosse esagerato nei contenuti e tentasse lo scandalo ad ogni costo e che non fosse arguto e intelligente come Barracuda e Satyricon,ma credo che i motivi reali della sospensione siano altri



14. Carlo ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 12:40

Concordo con i commenti 2,3,4 e 6. La chiusura di Decameron per quella battuta è stata un pretesto. Quella battuta era scurrile perché quella scurrilit serviva a far riflettere su quello che è realmente accaduto ad Abu Ghraib e a come Berlusconi abbia sempre la faccia tosta di rimangiarsi le cose che dice, dicendo di essere stato sempre contrario alla guerra in Iraq. Ergo: non d fastidio lo squallido atteggiamento di quello che è stato il nostro capo di governo per 5 anni, ma d fastidio una battuta che ha usato quei termini volgari perché volgari erano le situazioni realmente successe nel carcere di Abu Ghraib. Ancora una volta la gente, compreso Davide, si lasciano accecare dal dito e non vedono la luna. Ovvero: come prendersela con chi denuncia un furto, e non contro chi quel furto lha fatto. Superbo!



15. gattoso ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 13:39

ma che battuta del cavolo è? ….. ma hanno fatto bene a mandarlo a casa… ma come cavolo gli è venuta in mente ?



16. teo ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 13:45

Hanno chiuso Luttazzi dopo 6 puntate. Meno male, bisognava farlo prima. Quello che è riuscito a dire nella frase incriminata fa vomitare. E non solo perchè offende gratuitamente le persone, fa proprio vomitare. La Guzzanti ha detto che “”è satira”". Bene, come la prenderebbe se Luttazzi ipotizzasse di c….e in bocca a lei e alla Dandini, ad esempio? Si farebbe quattro belle risate? Secondo me si incazzerebbe come una vipera. Io mi incazzerei come una vipera. Adesso, come al solito, Luttazzi passer da vittima sacrificale, da grande vittima della censura, da paladino delle libert negate. Il problema è che in televisione non ci doveva nemmeno tornare, e spero vivamente che non ci torni più.



17. Paolo ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 14:08

Davide, in quanto fruitore del tuo sito internet pretenderei le tue scuse in quanto non ti piace il modo di lavorare di Luttazzi ma gli punti il dito allo stesso modo. forse lidiota non è lui, forse sei tu. il tuo articolo mi ha fatto davvero cadere in basso la stima che provavo per te. avevo trovato un sito divertente, in cui parlare di quiz e variet , avevo trovato una persona veramente interessata, avevo letto tanmte curiosit . gi , avevo… mi dispiace Davide. non tanto per me e per la mia delusione, ma per te. Apri gli occhi



18. Layla ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 14:08

@gattoso Mi spiace constatare che non hai capito ce non era una battuta. Purtroppo si riferisce a cose davvero accadute ad Abu Ghraib. Ecco come gli è venuta in mente. Sono cose vere, verificatesi a scapito di poveri diavoli per cui non si indigna nessun



19. Gwendalyne ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 15:37

Caro Davide, ti chiedo scusa per lOT nellaltro post. Tranquillo, non ho alcuna intenzione di difendere le parole di Luttazzi: se tu mi conoscessi di persona, sapresti che il mio abituale modo di esprimermi è ben lontano dal suo! Mi permetto soltanto di segnalarti larticolo pubblicato su Repubblica.it al riguardo: riporta delle circostanze che Maria Volpe del “”Corriere”" (la quale ce lha un po con Luttazzi, pare) aveva tralasciato. Tu come lo spieghi che ci sia voluta quasi una settimana, nel corso della quale è andata in onda persino una replica della puntata incriminata, prima di decidere la sospensione? Sembra che quello delle offese a Ferrara sia stato soltanto un pretesto: la soppressione sarebbe legata al fatto che Luttazzi, nella puntata prevista per ieri sera, aveva in programma di affrontare degli argomenti particolarmente scomodi. Se non sei allergico, ;-) prova a dare unocchiata al blog di Sabina Guzzanti! Spero che quello che ho scritto non metta in crisi il tuo autocontrollo… :-)



20. Davide Maggio ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 16:20

@ davideto : squallido per il fatto di commentare liberamente qualcosa che ritengo un esempio pessimo di satira e di televisione? Ritengo pi squallido chi prende per oro colato quello che esce dalla bocca di Luttazzi; @ simonttx : non trasformiamo un comico in un eroe. Tutti coloro che vogliono fare satira devono essere per alcuni aspetti fastidiosi e scomodi ma Luttazzi ha esagerato e continua ad esagerare. Probabilmente solo questo è il suo successo perchè altrimenti non ne parlerebbe davvero nessuno. Non a caso di Decameron se nè parlato in questi mesi soltanto due volte (per il ritorno in video di Luttazzi e per il successivo allontanamento). Evidentemente non avr detto nulla di cosi sconvolgente ma si sar limitato a fare le solite sceneggiate attira audience ma che non avranno sortito leffetto desiderato. Sui motivi sono dubbioso anche io; @ Layla : ognuno ha le sue opinioni politiche. Probabilmente la tua non consente di fare altrettanto; @ neby : purtroppo



21. Layla ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 17:07

Davide sinceramente hai visto il programma?



22. Davide Maggio ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 17:12

@ Layla : ora inizio a seccarmi. Pensi che parli a vanvera? Tu, piuttosto, il programma lhai visto? Ma se tu fossi stata al posto di Ferrara in questa divertentissima “”scenetta”" saresti stata al gioco? Ti avrebbe fatto piacere? Ora basta su.



23. Gordon Gekko ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 17:36

Attenzione però…questo post ha un contenuto politico eccome!Si può criticare Luttazzi per il singolo programma o per il singolo episodio,ma criticare tutto il suo operato ha un non so che di fazioso.Io ho visto una puntata di Decameron e secondo me cerano episodi più “”forti”" prima di quello.Io,purchè sia preservata linnocenza dei bambini,non censurerei mai nulla.Eunoffesa allintelligenza di chi ascolta,come se avesse bisogno di qualcuno che non lo smuova dal castello dorato in cui vive cancellando quanto di discutibile accade intorno a lui. @ Pereubu:alla tua lista aggiungerei anche James Joyce,Dante Alighieri e Mozart che hanno spesso trattato argomenti scabrosi e “”schifosi”"



24. Layla ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 17:41

Ma è chiaro che il riferimento è al trattamento che hanno subito i prigionieri iracheni. Per davvero, non per una battutaccia. Nasce tutto dallindignazione di Luttazzi verso laffermazione di Berlusconi “”sono sempre stato contrario alla guerra in Iraq”". Questo mi fa incazzare o mi indigna. In quella scenetta poteva esserci qualsiasi altro giornalista filoberlusconiano. Lintento era solo dire quali cose orribili siano accadute e fa arrabbiare che Berlusconi con tanta leggerezza e solo per demagogia ritratti quanto lui e il suo governo abbiano sempre sostenuto (una guerra necessaria). Fra parentesi: io ho perso solo una puntata. Quella sullIraq lho vista e la frase non mi ha scandalizzata. Lho presa per quello che era. Uno spunto di riflessione, per quanto grottesca fosse la scenetta. Non aggiungo altro, sei troppo suscettibile.



25. sanjai ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 18:33

luttazzi con quella bella immagine di luttazzi ha forse un po esagerato…per il resto non mi sento di dire altro,primo perchè la questione mi pare si stia un po troppo politicizzando,secondo perchè non ho mai visto con attenzione decameron…mi piacerebbe piuttosto che cercassimo di capire quali sono i veri motivi che hanno spinto la 7 a silurare luttazzi…insomma la questione con ferrara per quanto possa essere grave sembra molto ma molto un pretesto. poi voglio solo dire una cosa a chi commenta contro davide,a chi dice che questo intervento è di parte etc… ma scusate chi è il proprietario del blog?ciascuno nel nostro paese è libero di dire la sua,figurati se uno non può dire la sua in casa sua!cioè io proprio questo atteggiamento non lo capisco…anche sul mio blog e su quello di amici a volte capita la stessa cosa. tra le altre cose a chi critica tanto questo post sfugge che attravverso i commenti si può controbattere…quindi finiamola di scrivere solo per fare polemica…



26. sanjai ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 18:35

ops…nella prima riga del commento precedente al posto del secondo luttazzi volevo scrivere ferrara… scusa davide per i due commenti di fila…se puoi modifica tu il mio precedente!



27. Davide Maggio ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 18:52

@ Layla : non e questione di suscettibilit ma di atteggiamento che non ho mai tollerato e non tollererò mai. Non siete daccordo con ciò che ho scritto? Bene, controbbattete, replicate, commentate ma SENZA offendere. Io ho scritto il mio punto di vista e dovete essere consapevoli di alcune cose : in primis che cè chi la pensa diversamente e non necessariamente deve essere paragonato a “”figlio segreto di Berlusconi”" e/o “”Emilio Fede”"; in secondo luogo che per prassi consolidata chi la pensa come te (quindi appoggia Luttazzi) è intrinsecamente portato a manifestare la propria opinione senza rispettare quei principi dei quali, tra laltro, si fa portavoce. Parlate tanto di libert e democrazia… bene, lasciate a coloro che la pensano diversamente di potersi esprimere come meglio credono nel rispetto proprio della libert e della democrazia che tanto difendete ma che, a mio parere, assomiglia più ad unassenza di regole propria di quelle comunit in cui ci si faceva giustizia da soli. Ti ass



28. Gordon Gekko ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 19:21

@ Davide Maggio:però cos generalizzi.Si evince dal tuo ultimo commento che tutti quelli che hanno determinate idee affini a Luttazzi calpestano la democrazia.”"Prassi consolidata”" dici.Quale prassi consolidata?Consolidata da cosa?Mah…Io sono vicino alla linea politica di Luttazzi,ho offeso qualcuno?Mi pare di no.Quindi la prassi consolidata va a farsi benedire.Al contrario,proprio parlando di democrazia,fui chiamato “”coglione”" da Berlusconi poco prima delle elezioni,perchè stavo per compiere determinate scelte politiche.E questo sarebbe il rispetto?la democrazia?la libert ?Per non parlare della democrazia esercitata nella guerra in Iraq.Ma questa è unaltra storia



29. gwendalyne ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 19:38

Per Davide: quoto Gordon Gekko. Comunque grazie per la risposta e per la visita al mio umile blog! :-)



30. Doc56 ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 22:02

Geniale? Irriverente? Satira? Mah … a me sembra il tentativo disperato e decisamente volgare di voler stupire a tutti i costi da parte di chi ha sempre meno idee. Probabilmente a Luttazzi continuer a far comdo il ruolo di “”martire”" delletere. Ma fino a quando? E, per favore, lasciamo stare la politica: destra e sinistra, la guerra in Iraq, non centrano un fico secco! La volgarit non ha colore nè giustifica alcuna idea (ammesso che ce ne fosse una). Di volgarit ce nè tanta in giro: per strada, al bar, in ufficio … per questo forse qualcuno trova normale anzi “”geniale”" la volgarit di Luttazzi.



31. CO2 ha scritto:

9 dicembre 2007 alle 23:44

Non ho visto il programma, ho solo letto quello che è successo e visto nel video postato qua la “”battuta”" che avrebbe causato la sospensione di decameron. Personalmente la battuta non mi è piaciuta, oltretutto non è per nulla originale, chiunque avrebbe potuto farla. Poi Luttazzi piace a chi la pensa come lui ma non è in grado di far cambiare opinione nemmeno a una sola persona che la pensi diversamente, quindi se non lo censurassero forse sarebbe meglio, saremmo tutti contenti: chi vorr sentirsi dire quello che piace potr continuare a farlo, gli altri potranno continuate a ignorarlo. In ogni caso la tv se ha voluto annullare il programma avr avuto i suoi motivi, penso che anche contrattualmente abbia potuto agire cos. Se poi libert significa poter dire qualunque cosa, anche Ferrara è libero di offendersi (visto che è stato lui a essere tirato in ballo, penso ne abbia il diritto). E fra continuare a tenere un Luttazzi insipido o rischiare di perdere un collaboratore che ha dato prestigio in qu



32. Graziano ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 08:54

Dico la mia, luttazzi (ovviamente uso la L minuscola al cognome) è il classico “”comico”" di sinistra che vive alle spalle degli altri, usa la “”satira”" solo per farsi qualche soldino (credo che lo paghi il Kgb) e sopratutto per farsi pubblicit (il problema è che non capite che questa gente pur di far parlare di se parlerebbero male pure della loro madre). Quindo gente “”epurata”" come lui, grillo (sempre minuscolo) ed altri non sono altro che cialtroni, ora tutti diranno “”povero daniele”" e spenderanno 80 euro per vederlo a teatro. Complimenti a chi ci casca.



33. TonyJay ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 09:02

Ciao a tutti, per me son tutte CxxxxATE! La7 stava aspettando solo che Luttazzi facesse un passo falso per buttarlo fuori. Lo sanno tutti che è un personaggio scomodo perchè non si fa problemi a dire le cose come stanno su tutti e su tutto. Partendo da questo esempio allora la Rai quante volte doveva cacciare via la Jalappas Band durante Sanremo o durante i mondiali di calcio? Li avete mai sentiti? Avete mai sentito quante ne dicono alla Rai? E Fiorello? Anche lui non si risparmia se lo fanno “”arrabiare”" (per non dire incazzz…). Tutte scuse… lo aspettavano al varco e Daniele è caduto nel “”trappolone”" del “”politicaly correct”". Che schifo!!



34. Davide Maggio ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 09:10

@ Tony : io non riuscirei a spiegarmi una mossa del genere. Il direttore de La7 credo che ben sapesse il tipo di spettacolo che avrebbe messo in piedi Luttazzi e soprattutto conosceva bene il personaggio. Lunica spiegazione potrebbe essere un mancato ritorno di pubblico e/o pubblicitario. In realt per quanto gli ascolti fossero in media con i programmi piu seguiti di La7 (anche se in sè deludenti, come quelli de Le Invasioni tra laltro), probabilmente si è scelto di rischiare con Luttazzi ritenendo che tutta la bagarre mediatica creatasi intorno allepurazione avrebbe dato risultati decisamente diversi. Non riesco a trovare altre spiegazioni a meno che, come diceva gwendalyne, non cera realmente una puntata in preparazione ben più pesante alla quale non si voleva dar voce.



35. TonyJay ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 09:21

Se cos fosse allora Luttazzi dovrebbe solo fare una cosa: mettere sul suo sito (o da qualche altra parte) la puntata in questione di modo che la sua libert di espressione, di parola resti tale. E non che un sistema inquadrato e statico come quello delle tv italiane lo fermi. Secondo te su Mediaset lo avrebbero segato se in una puntata avesse parlato male, chessò di Costanzo o di Confalonieri?… io non credo. Proprio per la mentalit più “”libera”". Lunico caso VERO di libert di espressione, per quanto ne so, è stato “”Alcatraz”" di Diego Cugia su Radio Due… e ho detto radio, perchè quando passò su Rai Due fu segato in fretta e furia perchè considerato “”scomodo”" dal ceo della Rai. Forse Luttazzi dovrebbe trovarsi un bel posticino in qualche radio ancora “”libera”"…



36. Davide Maggio ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 09:25

@ TonyJay : io sarei per una diffusione di ciò che vuole e come vuole su canali diversi perchè è un dato di fatto che non a tutti piaccia e un mezzo forte come la tv arriva inevitabilmente nelle case di tutti. E a mio parere non usa i giusti mezzi e le giuste parole per entrarci.



37. France ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 10:57

Riguardo alle violenze contro gli iracheni, se ne può parlare in maniera molto più intelligente, anche in un programma di satira, credo che affrontare il problema in questo modo sia irrespettoso soprattutto nei loro confronti. Mettere a disagio lo spettatore è un buon metodo per attirare lattenzione su di un problema imporartante, Luttazzi ci prova di continuo, ma quello che riesce a fare è solo suscitare disgusto ed offendere le persone. Dice di ispirarsi alla satira doltreoceano, io qualcosa ho guardato, ma non mi son sembrati volgari come lui. E poi tirare in ballo continuamente la m…., che palle!



38. Rick ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 12:55

davide concordo su ogni parola! ha fatto semplicemente schifo! è una persona volgare ed offensiva… questa non è satira!



39. Graziano ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 14:24

Quoto Davide per la diffusione su canali diversi dalla tv.



40. gwendalyne ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 15:15

Non sto a dirvi quanti programmi che non sopporto vengano regolarmente trasmessi, e quando ci capito facendo zapping sapete cosa faccio? Cambio canale non appena mi accorgo di cosa si tratta. Cè una certa differenza tra (per esempio) immagini poco adatte ai minori che vanno in onda nelle ore diurne sulle reti ammiraglie, ed un comico che usa immagini forti e crude in seconda-terza serata su una rete “”minore”": nel primo caso i ragazzini che per caso si sintonizzano potrebbero non avere alcuna intenzione di cambiare canale, nel secondo… se si prova un fastidio intollerabile, perché mai si dovrebbe continuare a guardare? Per me era molto più pratico poter seguire Luttazzi in televisione piuttosto che su “”canali diversi”".



41. Gordon Gekko ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 15:17

Il vero motivo della sospensione è il contenuto di quella che sarebbe stata la prossima puntata e non la battuta su Ferrara.Questultimo è riuscito a passare dalla parte del torto con una lettera alla Repubblica,in cui dice:”"s è satira,ma ha passato il limite”".E io aggiungo quindi Berlusconi che chiama Kapò lesponente tedesco del Parlamento Europeo è anche satira ma nei limiti?.Se davvero esiste un limite alla satira allora lhanno passato entrambi.Poi dice:”"Luttazzi vieni a parlarne nel mio programma”".E io aggiungo:perchè al tuo programma?Cos fai più share?.Se vuoi chiarirti davvero fallo a casa o in un ufficio di La7.Efinita nel modo peggiore a mio avviso…Passo e chiudo



42. priss ha scritto:

10 dicembre 2007 alle 20:05

ha ragione Gordon Gekko, il vero motivo sta nella puntata successiva come riporta lo stesso luttazzi. Io vorrei dire solo una cosa la battuta su Ferrara non brillava certo per raffinatezza ma era nel pieno stile di Luttazzi, non ci si puo aspettare di dar carta bianca a Luttazzi e ricavarne solo del politically correct. Luttazzi piace o non piace, personalmente ho visto tutte le puntate e sinceramente spesso mi hanno fatto pensare, riflettere e a volte fatto ridere. Credo che liperbole e lesagerazione siano parti integranti della satira e chi la vuole addomesticare o la identifica con lo sfottò aservito di striscia la notizia forse non ha le idee molte chiare. Senza nessuna polemica.



43. Marco ha scritto:

11 dicembre 2007 alle 11:03

Quando si esagera bisogna accettarne le conseguenze.



44. Carlo ha scritto:

11 dicembre 2007 alle 16:59

Visto che qui si parla di lui, Daniele Luttazzi, credo sia proprio il caso di leggere la sua versione apparsa oggi su Repubblica, che definirei proprio calzante anche coi commenti qui postati. Lettera di Luttazzi a Repubblica -11/12/2007: E disarmante vedere firme celebri (Adriano Sofri e Michele Serra, ndD) annaspare di fronte alla satira e alla sua natura. Quello della volgarit , da sempre, è il pretesto principe di chi vuole tappare la bocca alla satira. Che sia chiaro una volta per tutte (i furbastri più o meno interessati mi hanno un po stufato ): la volgarit è la TECNICA della satira. Con questa tecnica, la satira esprime idee e opinioni. Censurare la satira (in nome del cattivo gusto o di altri princpi volatili e capziosi ) è censurare le opinioni. E fascismo. Chi si attarda in disquisizioni sul buon gusto è un censore. Punto. Lunico limite lo stabilisce la legge: diffamazione, calunnia. La satira è arte: o è totalmente LIBERA, o non è satira. Se io parlo del sostegno immondo di Fer



45. PHILOSOPHO ha scritto:

11 dicembre 2007 alle 23:36

x davidemaggio: di solito sei una macchietta alla fede quando scrivi di satira o di berlusconi ma stavolta, incredibile a dirsi, sono daccordo con te. Dai ragazzi, si può fare satira ma quelle di luttazzi sono state solo volgarit ….



46. Mauro ha scritto:

23 marzo 2008 alle 16:13

In Italia ci sono ancora certi squallidi fascisti, che più sono ignoranti e più sono fascisti.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.