22
ottobre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (13-19/10/2014): PROMOSSI THE WALKING DEAD E LEOSINI, BOCCIATI GIURIA DI BALLANDO E THE CHEF

Santoro vs Travaglio

Promossi

9 a The Walking Dead. Ritorno col botto per la serie sugli “azzannatori” che riprende con un episodio ad alto tasso tensivo, che regala ad AMC gli ascolti seriali più alti nella storia di una tv via cavo. Buoni i risultati anche su Fox.

8 a Franca Leosini. Quando si parla di cronaca nera è difficile non incedere in morbosità, in Storie Maledette però non si fanno processi. Empatia e dettagli sulla tragedia sono al servizio del racconto. Tratto distintivo: il rispetto del colpevole da parte della conduttrice.

7 a Mara Venier. Giudice popolare a Tú sí que vales, l’invetrice dello “struca el botton” si è divertita e ha divertito la platea con il solito brio. Altro che Totti, che come avevamo previsto si è rivelato inadeguato per tre ore di trasmissione.

6 alla terza puntata di Ballando con le stelle. Due abbandoni a sorpresa, il Miccio furioso e la Brooke bistrattata, tanta carne al fuoco per Milly Carlucci che gli autori potevano sfruttare meglio, puntando sulla polemica.

Bocciati

5 all’operato della giuria di Ballando con le stelle. Katherine Kelly Lang trattata male malgrado un infortunio, due tesoretti a Joe Maska, Mariotto che se la prende con Miccio, la faccenda Albertazzi… Quest’anno l’operato giurati del programma di Milly Carlucci presenta più di una criticità.

4 alla sfida a colpi di esclusive identiche tra Pomeriggio Cinque e Vita in Diretta (maggiori info qui).

3 al flop di The Chef. Malgrado il tentativo di introdurre alcune novità, il cooking show de La5, dopo un disastroso esordio in prima serata, è stato dirottato alla late night.

2 a Keep your dog alive, format Endemol che mette in palio la clonazione del proprio cane (maggiori info qui). Se l’obiettivo è far parlare, ci sono riusciti; per il resto ci auguriamo di non vederlo mai in Italia.

1 alla lite tra Michele Santoro e Marco Travaglio. Manco fossimo a Uomini e Donne, Marco Travaglio abbandona lo studio di Servizio Pubblico per un battibecco con il conduttore. L’impressione è che quanto visto in puntata sia stata solo la punta dell’iceberg di una situazione poco tranquilla dietro le quinte.

0 alla bestemmia a Mattina in Famiglia. Tiberio Timperi non doveva bestemmiare e non può passare da vittima; l’episodio, tuttavia, è reso ancora più increscioso dal fatto che non doveva andare in onda.



Articoli che potrebbero interessarti


Raffaella Carrà
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (18-24/2013). PROMOSSI MASINI E TIZIANA PANELLA, BOCCIATI TRAVAGLIO E DETTO FATTO


gabriel-garko
LE PAGELLE DELL’ANNO 2016: I BOCCIATI


Selfie Tina
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (12-18/12/2016). PROMOSSA LA7, BOCCIATI MINA, CELENTANO E SANTORO


lemme a domenica live
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (9-15/05/2016). PROMOSSI ESC E LUNETTA SAVINO, BOCCIATI L’ESORDIO DI FLIGHT 616 E IL CAOS LEMME A DOMENICA LIVE

4 Commenti dei lettori »

1. MisterGrr ha scritto:

22 ottobre 2014 alle 11:32

No va beh, il 4 non lo sapevo. Oddio che ridere!!!

Franca <3



2. MisterGrr ha scritto:

22 ottobre 2014 alle 11:34

la clonazione del cane

___________________________________



3. Nina ha scritto:

22 ottobre 2014 alle 11:54

Non preoccupatevi per Travaglio, ha già detto che non è giusto privare i telespettatori della sua presenza. Lo fa per noi!



4. grilloparlante ha scritto:

22 ottobre 2014 alle 23:22

Eh eh Nina, proprio cosi’, lo fa per noi … ;-)

La giuria di Ballando non sa più’ cosa inventarsi e diventa imbarazzante. Ho trovato davvero fastidioso l’atteggiamento verso la Lang, con quello snobismo ottuso e gratuito, del tipo invitiamo la diva di Hollywood e poi la bastoniamo per far vedere quanto siamo superiori. Patetici.
E – posso dirlo? – imbarazzante anche la santificazione di Albertazzi, specie dopo aver massacrato lo scorso anno la Oxa per gli stessi motivi per cui – a sentir loro – quest’anno Albertazzi sarebbe il nuovo Bolle. Ridicoli.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.