28
febbraio

UN DUE TRE STELLA: SABINA GUZZANTI, PRONTA AL DEBUTTO SU LA7, RACCONTA DI UN INCONTRO CON BERLUSCONI E CRITICA MONTI

Sabina Guzzanti

Dopo nove anni di latitanza (più o meno) forzata, Sabina Guzzanti si prepara a tornare in tv con Un due tre Stella, il programma di satira che presenterà su La7 dal prossimo 14 marzo. C’è molta attesa per lo show, soprattutto per suoi contenuti che si annunciano corrosivi e politicamente scorretti. In vista del debutto, l’attrice e comica romana ha offerto qualche anticipazione in un’intervista al settimanale A, a cui ha pure raccontato di un incontro con Silvio Berlusconi, il suo miglior ‘nemico’.

A giudicare dagli spot che La7 sta trasmettendo in questi giorni, il pezzo forte di Un due tre Stella saranno le imitazioni (vecchie e nuove), da sempre un cavallo di battaglia della Guzzanti.

Ci sarà Moana. Si sente chiamata dall’amor di patria. È scandalizzata da come sono andate le cose in Italia, dalla deriva che ha preso il paese: pochi anni fa era al quinto posto nella produzione del porno e adesso al 185esimo, dopo la Svizzera. Moana farà dei test ai politici. E poi farò l’Annunziata, la Palombelli…” ha annunciato l’attrice.

Poi il suo pensiero è andato a Berlusconi, ispiratore e salvezza di tanti comici. E dal cilindro della Guzzanti è saltato fuori il ricordo di un incontro privato che Sabina ebbe con il Cavaliere. La prima notizia è che non si trattò di un bunga bunga, la seconda è che l’attrice si presentò di buon grado alla corte del “Caimano”.

“Invitò me e altri quattro comici che gli piacevano. Berlusconi mi fece una pessima impressione, però ascoltava. Lui dà la sensazione di ascoltare e apprezzare, fa parte delle capacità del venditore. Era chiaro che eravamo dei rompicoglioni, io più di tutti. Devo avere involontariamente tenuto con lui un’espressione corrucciata. E lui se ne dev’essere accorto perché mi fece “oghei” con la mano tutto il tempoha raccontato Sabina ad A.

E infine l’attrice ha parlato dell’attuale situazione politica, che inevitabilmente sarà al centro di alcune gag del suo nuovo programma.

Il governo Monti sta facendo una politica iper liberista che non condivido. E se continua non ci farà crescere e ci metterà in ginocchio. Rigore e crescita non sono compatibili e il rigore è ancora applicato in modo iniquo

ha spiegato la statista Sabina, lasciando intendere che ad Un due tre stella non farà sconti a nessuno. Nemmeno al sobrio Mario Monti o ad Elsa Fornero, la ministra dalla lacrima facile.



Articoli che potrebbero interessarti


Sabina Guzzanti, Un due tre stella
UN DUE TRE STELLA: SABINA GUZZANTI RINNEGA LA VERA SATIRA E DELUDE AL SUO ESORDIO SU LA7


sabina guzzanti
UN DUE TRE STELLA: SABINA GUZZANTI TORNA CON LA PARODIA DI MONTI E UN CARTELLO NO TAV


Concorrenti Ballando
Ballando con le Stelle 2021: toto-concorrenti. In lizza anche Al Bano, Federico Fashion Style e Albertino


Mattino Cinque, Monica Cirinnà
Mattino Cinque parla del Governo, Monica Cirinnà: «Siete la tv di un editore che ha un partito, attenzione». Raffica di repliche: «Inaccettabile. L’editore è Pier Silvio» – Video

6 Commenti dei lettori »

1. Giuseppe ha scritto:

28 febbraio 2012 alle 17:15

Speriamo che non faccia pure lei l’imitazione del ministro Fornero o del presidente Monti in Loden, perchè non se ne può più.



2. MisterGrr ha scritto:

28 febbraio 2012 alle 17:44

Ci credete che ho letto “un due tre stalla”? Sono troppo malato di trash.



3. zack71 ha scritto:

28 febbraio 2012 alle 17:45

La più grande nostalgica del Silvio, speriamo che con lui ci si liberi anche di questo pseudocomici



4. Mike ha scritto:

28 febbraio 2012 alle 17:54

Dunque, Sabina Guzzanti dice che “Il governo Monti sta facendo una politica iper liberista che non condivido. E se continua non ci farà crescere e ci metterà in ginocchio. Rigore e crescita non sono compatibili e il rigore è ancora applicato in modo iniquo” e io vorrei ricordarle che definire come “iper liberista” decisioni come, citandone solo alcune, l’aumento delle imposte (specie sulla casa) e la neo-regolamentazione dei taxi e delle farmacie, direi che è una bestemmia verso le VERE politiche “iper liberiste” (semplificazione normative, minori imposte, VERE liberalizzazioni e NON palliativi fasulli…) della signora Thatcher: da notare che le politiche di Monti, invece, sono politiche di “neo statalismo” e, francamente, non capisco di cosa Sabina Guzzanti (nota esponente della “gauche-chic statalista militante”) si lamenti… o forse si lamenta che, tolto Re Silvio dalla guida del governo nazionale, (persino) lei rischia di floppare miseramente su(ll’ex-miracolo) La7 come ha fatto la Dandini ;) ?



5. giu ha scritto:

28 febbraio 2012 alle 19:13

@Mistergrr anche io !!! ahahah



6. Phaeton ha scritto:

28 febbraio 2012 alle 20:19

Per me o va benissimo ai livelli di crozza… o fa flop peggio della dandini… non vedo mezze misure… chissà!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.